Connect with us
Pubblicità

Trento

Scuole dell’infanzia approvata l’integrazione al calendario scolastico con le relative disposizioni organizzative

Pubblicato

-

A seguito dell’ordinanza del presidente della Provincia Maurizio Fugatti, la Giunta provinciale ha approvato ieri il provvedimento che stabilisce il prolungamento del calendario scolastico riferito alle scuole dell’infanzia, provinciali ed equiparate, posticipandone la chiusura al 31 luglio 2020.

La Giunta ha approvato inoltre le “Linee di indirizzo per la tutela della salute e sicurezza, connesse all’emergenza da Covid-19, nelle scuole dell’infanzia” predisposte in collaborazione con l’APSS e validate dal Comitato provinciale di Coordinamento in materia di Salute e Sicurezza.

Ripartiamo, in sicurezza, con un servizio molto importante per la comunità, non solo per i bambini, ma anche per le esigenze di conciliazione delle famiglie”  ha commentato l’assessore all’istruzione Mirko Bisesti.

Pubblicità
Pubblicità

La raccolta delle domande delle famiglie interessate al rientro è aperta fino a venerdì 5 giugno 2020.

Modalità di invio e informazioni di dettaglio sono disponibili sul portale della scuola trentina all’indirizzo: www.vivoscuola.it.

L’ammissione alla frequenza avverrà in base ai posti che si renderanno disponibili per ciascuna scuola, applicando i nuovi parametri spazio/bambino e insegnante/bambino legati ai protocolli di salute e sicurezza adottati per la ripresa.

Pubblicità
Pubblicità

Le misure per il contenimento della diffusione del virus Covid-19 sul territorio provinciale stanno evidenziando, da giorni, un trend costante, con dati rassicuranti sotto il profilo della salute pubblica.

Pertanto, sulla base di tali risultati il presidente della Provincia Maurizio Fugatti, ha emesso un’ordinanza  che autorizza la riapertura dei servizi socio educativi pubblici e privati per la prima infanzia e delle scuole dell’infanzia, provinciali ed equiparate.

A seguito dell’ordinanza, la Giunta provinciale, con il provvedimento approvato oggi, autorizza il prolungamento dell’anno scolastico fino al 31 luglio 2020 e fornisce le disposizioni organizzative per la ripresa dei servizi.

Il provvedimento stabilisce inoltre i criteri che regolamentano la ripresa del servizio che, in ottemperanza alle linee di indirizzo per la tutela della salute e della sicurezza, consentirà la frequenza a un numero ridotto di bambini.

Vengono pertanto contestualmente stabiliti anche  i criteri di precedenza per l’ammissione alla frequenza.

Questo l’ordine delle precedenze:

1. Bambini per i quali è stato attivato un Progetto educativo individualizzato (precedenza attivata d’ufficio, in base ai dati in possesso del Circolo di coordinamento, per le scuole dell’infanzia provinciali,  e dell’Ente gestore, per le scuole dell’infanzia equiparate);

2. Genitori entrambi lavoratori nel settore privato o unica figura di genitore presente nella famiglia lavoratore nel privato;

3. Almeno un genitore lavoratore del settore sanitario pubblico e delle RSA  appartenente alle seguenti categorie: medici, infermieri, tecnici di laboratorio biomedico, tecnici di radiologia medica e operatori socio-sanitari;

4. Almeno un genitore lavoratore dei comparti pubblica sicurezza, difesa e soccorso;

5. Almeno un genitore impegnato al lavoro nei mesi estivi nei settori educazione e istruzione.

Per famiglie non rientranti nelle categorie precedenti, costituisce ordine decrescente di priorità la numerosità di figli componenti il nucleo familiare nella fascia 0/14 anni.

Nel caso di parità di situazioni ha rilevanza la maggiore anzianità anagrafica del bambino iscritto alla scuola dell’infanzia.

Raccolte le domande di interesse delle famiglie alla ripresa della frequenza pervenute nei termini, le scuole dell’infanzia provinciali, in collegamento con il Circolo di coordinamento di riferimento e le scuole dell’infanzia equiparate in collegamento con il proprio Ente gestore, disporranno dei dati delle adesioni per definire l’organizzazione legata alla ripartenza delle attività.

A decorrere dall’ 8 giugno 2020 potrà attuarsi la ripresa delle attività scolastiche che avverrà appena possibile, con informazione alle famiglie dei bambini ammessi alla frequenza, e comunque entro il termine massimo del decimo giorno successivo (18 giugno 2020).

L’intervista all’assessore Mirko Bisesti

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Bonus idrico pronto, ma sito offline: le domande al via dal 2022
    Manca poco all’arrivo del Bonus idrico che permette di ricevere un rimborso di 1000 euro per chi sostituisce rubinetti di bagno e cucina. Ad oggi anche se sembra tutto pronto per l’avvio della nuova agevolazione,... The post Bonus idrico pronto, ma sito offline: le domande al via dal 2022 appeared first on Benessere Economico.
  • Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo
    Il futuro dell’economia, dovrà evolversi tenendo conto della missione che ormai accomuna tutti gli stati del mondo, la sostenibilità. Di fatto, per avvicinarsi verso un’economia circolare che riduca la produzione dei rifiuti, garantisca uno sviluppo... The post Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo appeared first on Benessere Economico.
  • Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi
    Dopo le difficoltà iniziali, il Bonus terme ha riscontrato un a grande affluenza, tanto da esaurire i fondi nel giro di poche ore. Un boom di adesioni che però ha lasciato milioni di italiani esclusi... The post Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi appeared first on Benessere Economico.
  • Ipotesi Easy tax per autonomi: un ponte tra aliquote troppo diverse tra loro
    All’interno del delicato tema sul fisco, tra le varie proposte spunta anche l’easy tax per autonomi. La proposta si inserisce nel tema dell’ampliamento della Flat Tax agli autonomi con ricavi tra 65 mila e 100... The post Ipotesi Easy tax per autonomi: un ponte tra aliquote troppo diverse tra loro appeared first on Benessere Economico.
  • Buono viaggio Taxi e Ncc: fino al 50% di sconto sul totale della corsa
    Per alcune categorie di persone, viaggiare in taxi potrebbe essere più conveniente. All’interno del Decreto Rilancio e successivamente nel Dl infrastrutture è stata inserita una particolare agevolazione che prevede viaggi in auto con conducente e... The post Buono viaggio Taxi e Ncc: fino al 50% di sconto sul totale della corsa appeared first on Benessere […]
  • Bonus Partite Iva, fino al 13 dicembre la presentazione delle domande
    Bonus Partite Iva Il bonus, messo a disposizione del Governo è un sussidio erogato a favore dei soggetti esercenti di titolari di partita Iva, soggetti esercenti di attività di impresa che hanno subito perdite a... The post Bonus Partite Iva, fino al 13 dicembre la presentazione delle domande appeared first on Benessere Economico.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

Categorie

di tendenza