Connect with us
Pubblicità

Psicologia & Crescita personale

Il folle desiderio di amare chi non ci ama

Pubblicato

-

Il paradosso di chi si incammina nella difficile impresa di voler amare chi non ricambia il sentimento, e lo dichiara esplicitamente, è quello che spesso innesca meccanismi di attrazione tali da portare a conseguenze dolorose che lasciano il segno nella propria storia di vita e di relazione.

Voler amare chi non ci ama, è come navigare con una barca a vela senza le vele, come aspettarsi che nevichi in estate, voler aspettare un tram alla stazione dei treni, o che un gatto abbai. Insomma, siamo difronte a qualcosa di oggettivamente poco probabile, se non impossibile, non razionale, che causa molta sofferenza e fa perdere molto tempo. In una parola molto usata in amore, è una follia lucida, e in amore si sa, le follie sono spesso molto presenti.

I meccanismi del cuore, e le ragioni della mente, determinano anche questo tipo di comportamenti, quasi sempre inconsapevoli, per cui anche senza amore, sapendo di non essere oggetto di questo sentimento, si vuole assolutamente amare chi non ci ama, e poi risulta molto complicato sciogliere la matassa di un desiderio, frutto di una convinzione un po’surreale, che ci porta a volere l’impossibile.

Pubblicità
Pubblicità

In questo rebus sentimentale, forse, c’è anche la voglia di sfida verso un destino che ci sembra privare di un amore che stiamo vivendo come grande e con forte partecipazione.

Forse c’è anche un discorso di orgoglio, per cui il rifiuto o l’indifferenza tendono inevitabilmente a scardinare la nostra autostima. La risposta al rifiuto ci può venir immediata e tende ad essere frutto di un meccanismo automatico, più che consapevole.

L’emozione che si vive quando un sentimento non viene ricambiato come ci sembrerebbe giusto e normale che sia, difronte ad un mare di sentimento donato con tanta passione, specialmente quando questo momento è vissuto da una donna, è quella di sentirsi inadeguati, umiliati e il mondo sembra crollare sotto i nostri piedi.

Pubblicità
Pubblicità

Inoltre si può aggiungere una conseguenza diretta sullo stato fisico, il rifiuto o meglio, diciamo, il non accoglimento di un interesse amoroso manifestatamente dichiarato, può essere vissuto anche in termini patologici, somatizzato, e creare disturbi psicosomatici.

Il dolore è anche dolore fisico, non solo psicologico o distribuito nell’ambito dell’umore.

Perché allora può capitare così spesso di desiderare di amare qualcuno di irraggiungibile?

Il rifiuto, in se’ e per sé, porta ad una dipendenza affettiva che si spiega come risposta dell’Io deluso, o addirittura malato, come reazione ad un comportamento che non accetta come vero. In primo luogo perché è vissuto a livello inconscio come una sconfitta e una perdita di autostima, e poi perché, l’Io sviluppa una reazione di rivalsa e di ricostruzione, prendendo a diretto riferimento l’oggetto d’amore non corrisposto.

La forma di attaccamento che si può creare così, ha radici nel profondo desiderio di superare una difficoltà di accettazione nei confronti dell’altro che non accoglie il nostro sentimento per noi vissuto in forma autentica e sincera. E’ difficile ammettere che il nostro sentimento è stato riposto in un cuore chiuso nei nostri confronti, e la consapevolezza di aver sprecato un sentimento può essere la causa di un malessere profondo proprio perché ci colpisce nel nostro intimo. E questo fa soffrire. Ma non in eterno.

Daltra parte ce lo ricorda Freud “Chi ama soffre, ma chi non ama si ammala”, e, questo può avere un senso nella misura la pena d’amore viene considerata nella sua autenticità.

Infatti anche rifiutare un amore autentico e sincero è un rischio per chi lo manifesta. Un rischio karmico, per chi ci crede, visto che nel girotondo delle emozioni c’è spazio per passare da carnefice a vittima del sentimento.

C’è molto anche di narcisistico nel rifiuto d’amore, visto che la pena dell’altro non trova pace nella distanza emotiva dimostrata dall’amato.

La mancanza che genera il rifiuto o l’indifferenza, mettono il cuore nella condizione di solitudine affettiva che va superata.

E come si può fare?

Dimenticando….anche se tra il volerlo e il riuscirci ci passano tante cose, tante situazioni, tante emozioni. Innamorarsi è allo stesso tempo splendido e contemporaneamente fonte di preoccupazione, un turbinio di emozioni che danno spazio all’ansia verso chi si ama e verso il tempo presente e futuro. Un tempo sognato da vivere insieme, ma anche un tempo incerto colorito di dubbi, gelosie, fraintendimenti.

Il folle desiderio di amare chi non ci ama è il prodotto della propria fantasia d’amore, dove arde la voglia di donare tutto il proprio amore, ma non si è attenti alla direzione emotiva. Uno spazio indefinibile dove le regole forse non ci sono, oppure possono essere costruite da una nostra direzione di vita, da un nostro progetto, o meglio da una visione della vita vissuta da due cuori che si riconoscono nella loro autenticità.

L’indifferenza che viene restituita ad un sentimento tanto sincero, può essere dovuta anche a mancanze che derivano da una storia di vita particolare, in cui la figura della madre o del padre, a secondo dei sessi, può essere stata carente, e vissuta come distante e imprecisa nel ruolo, incapace di donare amore in maniera manifesta e riconosciuta. Questo tipo di legame primordiale determina un costrutto emotivo poco disponibile al lasciarsi andare, forse perché non c’è una capacità vera di riconoscersi come adatto a ricevere amore.

D’altra parte questa fragilità intrinseca, connaturata alla propria natura, rappresenta anche una spia di vulnerabilità che nel tempo diventa la tenda di un egocentrismo nascosto che blocca il fluire del sentimento. L’amore che non si dimostra non esiste ed è per questo, che dietro l’indifferenza si costruisce un vuoto di emozione, che è la spia di un disagio, di cui non ci si rende conto totalmente.

Quando non c’è corrispondenza nel volere accettare un’attenzione che va oltre una normale confidenza, c’è anche il rischio di aver un blocco emotivo inconscio. Le possibilità sono tante, dal desiderio radicato di non voler soffrire, alla mancanza di bisogno d’amore, e quindi dell’altro.

Come diceva Friedrich Nietzsche, “c’è sempre una certa follia nell’amore. Ma c’è anche sempre qualche ragione nella follia”, e quindi un comportamento che con gli occhi della normalità non riusciamo a comprendere, può avere un significato che nemmeno chi lo mette in essere conosce.

E’ doloroso non avere un uomo da amare, ma ancor più doloroso è amare chi non ti ama. Il mistero dell’amore rimane tale, e quindi anche il voler amare chi non ti ama, rimane, anche se con le tante possibili spiegazioni, un dilemma che riempie la penna degli scrittori e la testa degli psicologi.

Pubblicità
Pubblicità

  • PubblicitàPubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta
    Il vecchio Bonus Renzi da 80 euro si evolve e diventa un Bonus Irpef da 100 euro. Con l’ultima legge di Bilancio infatti, vengono riviste le regole e il nome del vecchio bonus. A chi... The post Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta appeared first on Benessere Economico.
  • Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste
    Il Governo potrebbe estendere l’esenzione Imu, ampliando la categoria di soggetti che non saranno tenuti a versare la prima rata. Imu 2021, chi rientra nell’esenzione Un nuovo emendamento al Decreto Sostegni Bis potrebbe andare incontro... The post Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste appeared first on Benessere Economico.
  • P. A, lo Stato dice addio ai ritardi e paga in anticipo i suoi debiti
    I ritardi, tipici della Pubblica Amministrazione potrebbero presto diventare un lontano ricordo. La notizia è stata raccontata dai dati diffusi dal Ministero dell’Economia e delle Finanze riguardo i tempi medi impiegati durante l’anno 2020 dallo... The post P. A, lo Stato dice addio ai ritardi e paga in anticipo i suoi debiti appeared first on […]
  • Ritorna il Bonus Sanificazione: tutti i dettagli e le novità
    Con le riaperture torna anche il Bonus Sanificazione e DPI anche per il 2021 per una ripartenza in sicurezza. Il Decreto Sostegni bis ripropone l’agevolazione per i titolari di partita Iva, seppur in una percentuale... The post Ritorna il Bonus Sanificazione: tutti i dettagli e le novità appeared first on Benessere Economico.
  • Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto
    Con l’arrivo delle nuove agevolazioni a fondo perduto per le partite Iva, scattano anche le regole per l’accesso al contributo. Le agevolazioni Le nuove attività ed imprese economiche hanno diritto ad un contributo a fondo... The post Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto appeared first on Benessere Economico.
  • Nasce l’Osservatorio Fiscale Europeo, passo verso una tassazione più equa
    Come noto, nell’Unione Europea alcuni Paesi attuano politiche fiscali aggressive a scapito di altri. Di conseguenza, questa mossa consente loro di attirare molti investitori con una tassazione favorevole. In questo sistema si inserisce l’Osservatorio fiscale... The post Nasce l’Osservatorio Fiscale Europeo, passo verso una tassazione più equa appeared first on Benessere Economico.
  • Valentino dice addio alle pellicce e corre alla ricerca di nuovi materiali
    Mentre a Parigi sfila l’alta moda,  la maison di Valentino si esibisce virtualmente a Roma a Galleria Colonna. Il contrasto tra sontuosità del luogo ed il minimalismo della collezione è netto e per la prima volta uomo e donna sfilano insieme, una moda che non ha bisogno di definizione. Una sfilata che racconta la celebrazione […]
  • Il futuro del mercato immobiliare passa dalla casa in legno: un’abitazione con molti vantaggi
    Il futuro del mercato immobiliare potrebbe spostarsi dal mattone ad un materiale tanto semplice quanto resistente e sostenibile, come il legno. In particolare, il legno è il materiale per eccellenza alleato della sostenibilità ambientale perché aiuta a raggiungere al meglio l’autosufficienza energetica, permettendo di ridurre gli sprechi. Infatti, grazie alla sua elevata capacità di isolare […]
  • Hotel Chalet Mirabell: lo spirito di Merano!
    Nell’esclusivo Hotel a 5 stelle Chalet Mirabell ad Avelengo vicino Merano è possibile trascorrere le giornate più belle dell’anno tra lusso e naturalezza alpina, ampi spazi aperti e natura incontaminata. “Qualche anno fa la nostra passione ci ha portati a trasformare il nostro residence alpino da 16 camere nell’hotel 5 stelle Mirabell in Alto Adige. Abbiamo […]
  • Tempo di vacanze: conoscete già l’Hotel Alpen Tesitin a Tesido?
    A Monguelfo si trova un eccezionale luogo di benessere e relax, dove ci si dedica ai piaceri della bella vita. Gli spazi inondati di luce e la piacevole sensazione di essere a proprio agio sono frutto dell’arte dell’accoglienza che si respira dal primo momento durante le vacanze in Val Pusteria all’Hotel Alpen Tesitin. La posizione […]

Categorie

di tendenza