Connect with us
Pubblicità

Arte e Cultura

Vittorio Sgarbi replica a Zeni e Manica: «offeso da persone ignoranti, procedo a denuncia per diffamazione»

Pubblicato

-

«Cascano le braccia. Non ne posso più di essere offeso da persone ignoranti e prive del senso delle istituzioni. Ho fatto una conferenza stampa per chiarire quello che sarebbe dovere di un consigliere provinciale sapere. Ma a Rovereto taluni rappresentanti politici vogliono rendersi noti per quello che non sanno. Non tollererò oltre l’incomprensione di chi non vuole intendere anche le cose più semplici».

Inizia così la nota in replica del presidente del Mart Vittorio Sgarbi all’interrogazione dei consiglieri di minoranza Zeni e Manica che Sgarbi richiama come «interrogazione e un comunicato stampa infarcito di errori. E, non essendo i consiglieri provvisti di insindacabilità, procederò a querele per diffamazione nei confronti dei consiglieri Zeni e Manica».

I due esponenti del Partito Democratico nel documento chiedevano alla giunta se fosse a conoscenza del diniego pubblico del sig. Sindaco di Siracusa al prestito dell’opera d’arte “Il seppellimento di Santa Lucia” al M.A.R.T. di Rovereto, così come aveva più volte preannunciato il sig.Presidente del Museo stesso; cosa intendesse fare per tamponare, in qualche modo, questa falla d’immagine e di sostanza culturale che, indubbiamente indebolisce il museo ed il territorio, in un momento in cui di tutto c’è bisogno fuorchè di simili “magre figure” e se l’Assessorato di merito non ritenga di dover valutare anche quest’episodio, nel novero degli aspetti meno positivi dell’attuale Presidenza del M.A.R.T., ripensando anche ad una sostituzione dei vertici attuali del museo stesso.

Pubblicità
Pubblicità

Sgarbi a tempo di record, visto che l’interrogazione è stata depositata due giorni fa risponde punto su punto anticipando la giunta provinciale.

Ecco la risposta del presidente del Mart di Rovereto

Punto 1: scrivere che una mostra “sta per saltare” deve essere fondato su elementi certi e verificati. Ci sono gli atti. Le affermazioni dell’amministrazione comunale di Siracusa e la contrarietà personale del Sindaco non hanno alcuna relazione con un possibile diniego del prestito per una semplice ragione: l’opera non appartiene al Comune ma allo Stato. L’ho detto in tutte le lingue. “Il seppellimento di Santa Lucia” del Caravaggio appartiene al FEC del Ministero dell’Interno. Tutte le verifiche di disponibilità sono state fatte con il lavoro di un anno, a partire dal Ministero dell’Interno, dal presidente del FEC Eike Schmidt, direttore degli Uffizi, al Prefetto di Siracusa, al Presidente della Regione, all’Assessore regionale, al direttore generale dell’Assessorato alla Cultura, alla Soprintendente, al direttore dell’Istituto Centrale del Restauro, all’Arcivescovo di Siracusa. E non è accettabile il discredito di chi pretenda una verifica presso una istituzione che non ha titolo.

Pubblicità
Pubblicità

Punto 2: l’irridente formula “bastava una  telefonata” è l’insulto al lavoro di tutte le persone coinvolte: dal presidente Fugatti, al Presidente Musumeci, al Direttore Maraniello, al Sovrintendente di Siracusa, al Direttore dell’Istituto Centrale del Restauro, all’Arcivescovo di Siracusa, all’Assessore e al direttore generale dell’Assessorato alla Cultura della Regione, i quali tutti, in numerosi incontri e riunioni e carte agli atti hanno approvato la collaborazione tra la Provincia autonoma di Trento e la Regione Sicilia, con il conseguente restauro e dotazione di teca per la conservazione dell’opera. Tutti coinvolti, con autorizzazione scritte.

Punto 3: la telefonata all’amministrazione comunale è stata fatta da me all’Assessore alla Cultura Fabio Granata per informare anche la città di una raggiunta intesa tra Stato, Provincia e Regione. La superficialità degli interroganti si esprime attraverso pregiudizi e critiche aprioristiche senza alcuna verifica degli atti.

Punto 4: nessuna “magra figura”, nessuna “improvvisazione”, nessuna “politica degli annunci”, nessuno “smacco”, nessuna “ridicolizzazione” se non da parte di chi penosamente interroga. Nessuna “bufala“, ma solo menzogne.

Il presidente Fugatti conosce nel dettaglio tutti i passaggi dell’operazione alta e nobile, contrariamente allo spirito degli interroganti fondati su pettegolezzi e disinformazione. Il direttore Maraniello ha tutte le carte. Non c’è nessun “diniego” e nulla da “tamponare”, solo vergognarsi di rappresentanti consigliari così superficiali. Penosa la continua richiesta di sostituzione del Presidente da parte di chi tutto ignora e continua a non capire che la programmazione fin qui in essere è stata quella del CdA precedente, da me generosamente integrata, e che ogni programmazione richiede, come nel caso di Caravaggio, almeno un anno di lavoro. Inutile cercare di farlo capire a chi è in malafede.

Nel comunicato i due, che sarebbe bene si dimettessero dopo questa non documentata e patetica uscita, scrivono contro la verità che “il sindaco di Siracusa possiede (?) l’opera di Caravaggio”. Non “possiede” nulla. Non ci voleva molto a riflettere che il rapporto tra l’autorità del Sindaco di Siracusa e il dipinto di Caravaggio sono gli stessi, se non inferiore, a quello del Sindaco di Rovereto rispetto al Mart e all’Amministrazione provinciale.

Potrebbe il Sindaco di Rovereto negare il prestito di un ‘opera appartenente al Mart? Potrebbe il Sindaco di Firenze, cari ignoranti, negare il prestito di un’opera degli Uffizi, come il ritratto di Leone X di Raffaello, su cui l’ignorante Montanari ha fatto l’ennesima polemica senza risultato? Il dipinto di Raffaello è alla mostra delle Scuderie del Quirinale a Roma, come il dipinto di Caravaggio sarà al Mart. E non saluterò i consiglieri che verranno a vederlo. Li vedrò in Consiglio Provinciale, al Presidente del quale ho chiesto di essere ascoltato. E Li vedrò in tribunale dove spiegheranno perché non si sono documentati prima di diffamarmi. Troppo inadeguati.

Basti dire, punto 5, che, nel loro comunicato, chiamano il più grande pittore italiano del secondo novecento Alberti Burri col nome di ”Bucci”. Non devo aggiungere altro. In ogni caso interroghino, gli attori di questa impresa, Fugatti, Maraniello, il Prefetto di Siracusa e si vergognino. O meglio: si dimettano.

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]
  • In Giappone trionfano le vacanze covid – Free, di girare il mondo su un aereo ma con la realtà virtuale
    Per ottemperare alle rigide restrizioni imposte per abbattere la pandemia da Coronavirus garantendo contemporaneamente l’emozione del viaggio in aereo, una compagnia aerea giapponese ha riconvertito la propria offerta proponendo ai clienti  eccentriche vacanze virtuali a bordo di aerei finti con occhiali per la realtà virtuale. L’ideatrice di questo stravagante progetto è la Tokyo First Airlines, che permette […]
  • Si viaggerà ad idrogeno anche in Italia: dal 2021 al via i nuovi treni
    Negli ultimi anni, le soluzioni green per il trasporto pubblico si sono moltiplicate e concretizzate sempre di più attraverso la produzione di treni riciclabili a basse emissione oppure con l’entrata in servizio di Bus ibridi. A questo si aggiunge l’ultimissimo accordo siglato tra uno dei maggiori colossi di infrastrutture energetiche, Slam e una delle più […]
  • La Nasa riprogramma la strada verso la Luna testando “il razzo più potente di sempre”
    Dopo l’ultima missione di Apollo del 1972, l’agenzia aerospaziale americana Nasa si prepara a riportare l’uomo sulla Luna, testando nel deserto di Utah quello che ha definito “ il razzo più potente di sempre”, lo Space Launch System. Questo razzo farà parte della missione Artemide che in un solo lancio riuscirà a portare l’equipaggio insieme […]
  • Petit Pli: il vestito che cresce insieme ai bambini
    I bambini crescono rapidamente e spesso i loro vestitini hanno vita molto breve diventando stretti o troppo piccoli. Un’ulteriore costo che incide sulle tasche delle famiglie e dell’ambiente. A risolvere questo problema ci ha pensato il designer Ryan Yasin attraverso dei tessuti elastici che adattandosi perfettamente al corpo riescono a coprire ben 6 differenti taglie. […]
  • Scuole sanificate con robot a raggi UV: in Gran Bretagna le scuole sono a prova di virus
    Mentre in Italia ci si interroga ancora su come e quando aprire le scuole in vista dei rientri in classe degli studenti, in alcuni Istituti della Gran Bretagna anche la robotica entra in servizio per accelerare e favorire il rientro in sicurezza di bambini e ragazzi. Infatti, nelle ultime settimane per rendere tutte le superfici […]

Categorie

di tendenza