Connect with us
Pubblicità

Trento

Torna la movida della vergogna anche in piazza santa Maria Maggiore

Pubblicato

-

All’apertura dei locali è corrisposta subito la movida a conferma di come chi la anima, non abbia capito nulla delle nuove restrizioni o semplicemente non le voglia rispettare.

Cosi Largo Carducci, la piazzetta del Conservatorio, ma anche Via Calepina e Via Verdi si sono presentate in condizioni non corrispondenti alla disposizioni della Fase 2 di Covid 19.

I rischi sono molteplici: per evitare assembramenti si potrebbe arrivare alla chiusura alle 18 o alle 20 dei locali pubblici, ordinanza che il sindaco di Milano ha emesso proprio ieri.

Pubblicità
Pubblicità

C’è il rischio anche di multe salate come nel caso del locale di Arco dove il gestore di un bar si è visto sanzionare con una contravvenzione per 1200 euro.

A rischio sono anche gli avventori per il mancato utilizzo delle mascherine parzialmente giustificato dal bere o dal fumare. Ma per evitare tutto questo perché non trovare delle soluzioni alternative?

Pensiamo a Piazza Fiera che almeno fino a ottobre non potrà ospitare nessuna manifestazione oppure Piazza Venezia mai utilizzata per qualsiasi tipo di manifestazione. Potrebbero essere concessi degli spazi gratuiti senza spese accessorie ai bar del centro che potrebbero avere così un ulteriore fonte di guadagno.

Pubblicità
Pubblicità

Ma forse la domanda reale è un’altra. C’è la disponibilità ad accettare il distanziamento sociale?

Perché un conto è farlo in un bar per un caffè, ma in una serata che si passa in compagnia è davvero possibile trascorrerla a distanza di sicurezza? Se non dovesse succedere, come di fatto succede, che responsabilità può avere il gestore del locale che forse dovrebbe masochisticamente allontanare o non servire i clienti?

Sembra una questione da poco, ma non lo è. Anche perché il lockdown ha portato molti cittadini alla delazione e se chiamate, le forze dell’ordine non possono non intervenire: lo faranno sempre a danno della parte più debole che finisce per essere il gestore del locale?

La movida ha ripreso anche in piazza santa Maria Maggiore dove al mattino rimangono i resti e il degrado delle bevute e tutto il resto. Ieri sera la piazza ha cominciato ad animarsi verso le 21.00 e le distanze sociali e le mascherine sono rimaste un sogno.

Nelle immagini infatti si vede la gente ammassata senza nessuna precauzione. Dopo le 22.00 sono cominciati ad arrivare i primi effetti delle birre con i protagonisti che hanno cominciato ad urinare in qualsiasi posto capitava. Alle 23. 00 sono arrivati gli spacciatori.

Alle 23.30 sono cominciati i canti a squarcia gola sotto l’effetto di alcool e stupefacenti vari. Verso mezzanotte la piazza e la basilica sono stati trasformati di nuovo in una gigantesca latrina.

I dintorni della basilica sono stati trasformati in un locale all’aperto dove consumare di tutto. Le distanze? quelle si devono tenere solo dentro la chiesa e non fuori a quanto pare.

Dopo mezzanotte le canzoni di Jovanotti si sono trasformate in melodie (si fa per dire) anarchiche ed insulti verso i preti. Il tutto sotto gli occhi e soprattutto delle orecchi dei residenti che almeno dopo le una di notte avrebbero diritto a trovare un pochino di pace per poter dormire.

La cosa che forse maggiormente colpisce nelle fotografie è l’assoluta mancanza di mascherine addosso ai partecipanti alla movida. 

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • La ferrovia panoramica tra i colori dell’autunno: in viaggio con il Treno del Foliage
    Come ogni anno la natura in autunno torna a proiettare uno dei suoi migliori film, riempiendo e infiammando scorci panoramici con i caldi colori tipici di questa affascinante stagione. Uno dei modi migliori per riscoprire e vivere l’autunno e i suoi colori è la magica esperienza del viaggio lento regalato dai finestrini dell’incredibile Treno del […]
  • Il mega – yacht a forma di cigno: la straordinaria opera futurista dell’industria navale italiana
    La sintesi tra i confini della tecnologia e i massimi livelli di design applicati alla nautica è stata svelata e prende il nome decisamente caratteristico di “Avanguardia”, il nuovo yacht che nei prossimi mesi si farà sicuramente notare nei mari di tutto il mondo. Quest’opera avveniristica dell’industria navale salta agli occhi per la sua inconfondibile forma […]
  • Pacchetti “antistress “ in hotel di lusso: giornate alla ricerca del benessere
    Alternare il lavoro con il riposo, mettendo in pausa la routine quotidiana aggiunge una diversione alla vita e permette la splendida occasione di fare esperienze insolite, conoscere luoghi, persone e sopratutto non avere un’agenda giornaliera. In una società iperattiva è quindi indispensabile la ricerca dell’equilibrio perduto anche solo attraverso esclusivi pacchetti antistress in hotel di […]
  • Un solo tavolo al ristorante stellato, l’elegante genialità della ristorazione
    Il meglio delle esperienze che Venezia possa offrire è racchiuso in un luogo dove la declinazione dell’esperienza sarà il miglior servizio. Un posto non convenzionale che può essere scelto solo da coloro che accettano di non porre condizioni. Con geniale eleganza, Il Ristorante “Oro” dell’hotel Cipriani a Venezia rinasce mettendo in luce un dettaglio unico […]
  • A Bologna l’economia circolare in edilizia diventa realtà: arriva il nuovo asfalto 100% riciclato
    Un’edilizia circolare sempre più sostenibile dal punto di vista ambientale risulta una strada imprescindibile per il futuro dello sviluppo economico. Il riciclo dei materiali promette infatti oltre ad una sensibile riduzione dei rifiuti e dell’inquinamento, anche un’ottima soluzione per ottimizzare costi e ricavi. In un simile contesto risulta fondamentale lavorare sulla ridefinizione del ciclo produttivo […]
  • Una notte tra le Dolomiti e le stelle a 2055 metri di quota
    A pochi chilometri da Cortina tra cieli sconfinati e cattedrali rocciose esiste una camera che regala l’insolita emozione di ritrovarsi a dormire avvolti dall’affascinante magia di un paesaggio unico al mondo. La starlight Room, inclusa tra i dieci hotel più spettacolari del mondo, si trova infatti sopra al rifugio Col Gallina a 2055 metri in […]
  • “Vuoi costruire una piscina di pregio ma non sai bene da dove iniziare?” Comincia da qui
    Immagina un angolo di vacanza nel tuo giardino o terrazza, uno spazio accogliente e riservato dove poter dimenticare i problemi quotidiani e immergerti in momenti di benessere e relax da solo o con i tuoi cari. Magari è da un po’ che ci pensi ma qualcosa ti frena. Domande del tipo: “Da dove inizio? Mi […]
  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]

Categorie

di tendenza