Connect with us
Pubblicità

Trento

Alla Portela spuntano locandine in difesa del negozio etnico chiuso dal Questore

Pubblicato

-

Spaccio, assembramenti, risse, consumo di alcol e di droghe e nessun rispetto delle regole: questa la situazione che si era venuta a creare attorno al minimarket etnico in piazza della Portela, in uno dei quartieri più colpiti dal degrado a Trento.

Per questi motivi il questore Cracovia con il parere favorevole del governatore Maurizio Fugatti il 22 maggio ne ha disposto la chiusura per un mese, fino al 21 giugno.

Il questore di Trento, con provvedimento notificato il 21 maggio ha decretato la sospensione dell’attività commerciale “Eurasia Minimarket” di piazza della Portela, come previsto dall’articolo 100 del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza.

Pubblicità
Pubblicità

Ma non tutti i residenti sembrano pensarla come il Questore, il governatore della provincia e i numerosi residenti che da ormai 10 anni continuano a lottare contro il degrado e la criminalità che tiene in ostaggio un completo quartiere che un tempo era uno dei più belli della città. Uno dei manifesti affissi sulla vetrina del negozio etnico è comunque di compiacimento per la reazione della questura. 

Nella giornata di ieri infatti sulle vetrine del negozio etnico della Portela chiuso con tanti di sigilli sono spuntate delle scritte in difesa dello spaccio «in allegria» dove vengono difesi spacciatori, criminalità, degrado e delinquenti.

La solidarietà di alcuni residenti della zona nei confronti del negoziante costretto a chiudere dalla Questura ha dell’incredibile.

Pubblicità
Pubblicità

Naturalmente questi messaggi non sono firmati e rimangono anonimi. Al contrario di quelli invece lanciati dal comitato Torre Vanga che si è sempre esposto con tutti i suoi protagonisti nella lotta allo spaccio nella zona. Una differenza sostanziale fra chi ci mette la faccia ed invece chi trama nell’ombra come fanno i codardi.

Non è risaputo per il momento chi sono i difensori di spacciatori e delinquenti, ma possiamo comunque fare delle ipotesi. Qualche Radical Chic che riflette il sinistrismo di maniera di certi ambienti culturali d’élite di Trento? I ragazzi del centro sociale Bruno che sono sfrattati ormai dal mese di giugno del 2019? Qualche componente anarchica Trentina? Qualche «essere» inutile della sinistra del capoluogo?

O tutte e 4 queste categorie insieme? Ai posteri ed ai nostri lettori l’ardua sentenza. 

Tornando ai motivi della chiusura del negozio etnico: dallo scorso 6 maggio un presidio fisso delle forze dell’ordine era stato predisposto al fine di limitare i danni del degrado in un contesto già ampiamente fuori controllo, come più volte segnalato dal nostro quotidiano: gruppi di immigrati senza mascherina, noncuranti del rispetto della distanza minima raccomandata dalle norme di prevenzione anti contagio, avevano continuato ad affollare gli spazi interni ed esterni al locale creando tra il resto, secondo quanto riportato dalla Questura, un grave pericolo per l’ordine pubblico e la sicurezza dei cittadini (ai sensi art.100 del T.U.L.P.S).

Durante l’attuale periodo emergenziale, era stato deferito all’autorità giudiziaria per spaccio di stupefacenti un soggetto di origine nigeriana sorpreso in flagranza di reato davanti al negozio e sono stati inoltre sanzionati diversi soggetti che si intrattenevano in zona, sia per violazioni delle disposizioni per il contenimento dell’epidemia da Covid-19, sia per il mancato rispetto delle norme di convivenza contenute nel Regolamento di polizia urbana.

Le recenti verifiche effettuate presso il negozio, svolte anche in collaborazione con la polizia di Stato e con le altre forze di polizia statale, avevano portato alla contestazione di alcune violazioni a carico della società titolare dell’esercizio per mancato rispetto delle disposizioni igieniche sanitarie del periodo emergenziale, ma hanno soprattutto evidenziato che il locale è abitualmente frequentato da persone pregiudicate. Infatti in diverse occasioni sono stati identificati soggetti con pendenze penali che si ritrovavano presso l’attività commerciale.

  

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Eco Bonus 110% esteso anche alle seconde case
    Nonostante il tanto desiderato Super Eco Bonus del 110 %, il pacchetto di incentivi fiscali relativi alle detrazioni per le riqualificazioni energetiche e misure antisismiche sia entrato ufficialmente in vigore dal mese di luglio 2020, si pensa già ad un allargamento della platea per la super detrazione. È stata presentata infatti, una riformulazione di un […]
  • Ghiaccioli fatti in casa: mille gusti di golosità!
    Quando arriva l’estate nei nostri congelatori non mancano mai alcune scatole di ghiaccioli. Golosi, gustosi, colorati e adatti a tutti i gusti: i ghiaccioli possono essere l’ingrediente perfetto per una merenda tra amici, fresca e rigorosamente instagrammabile. Ma è davvero così complicato prepararli? Gli ingredienti per preparare i ghiaccioli sono davvero semplici e pochi: i […]
  • Garda See Charter: tra l’arte del navigare e un’avventura sportiva
    Venti che soffiano costanti e regolari, onde perfette e mai eccessivamente abbondanti, acqua celeste e leggermente illuminata dai caldi raggi del sole che rendono il clima mite tutto l’anno: queste sono solo alcune delle condizioni ideali per un’esperienza in barca a vela sulle acque del Lago di Garda. Quello del Lago di Garda, tra il […]
  • “Vivi internet, al meglio”: la piattaforma di Google per aiutare gli adulti a guidare i ragazzi sul web
    Dalla sua nascita l’immenso mondo del web ha concretizzato le necessità in facili possibilità ma con la sua inarrestabile evoluzione sta offrendo, sopratutto al pubblico più giovane, altrettante insidie e minacce. Secondo una ricerca commissionata da Google, nonostante l’85% degli insegnanti italiani intervistati non abbia i mezzi sufficienti per affrontare questo tipo di problematiche, il […]
  • Sacro Bosco di Bomarzo: un luogo tra sogno e realtà
    Non tutti sanno che nel cuore della Tuscia Laziale, in provincia di Viterbo, si trova un bosco dove immaginazione e paure prendono forma: il Sacro Bosco di Bomarzo, noto ai più come Parco dei Mostri di Bomarzo. In letteratura e nell’arte, il bosco è spesso visto come metafora di caos, turbamento, inquietudine, vita, perdita della […]
  • Arredare green: la scelta di vivere sostenibile
    La connessione fondamentale tra essere umano e natura trova forte legame e accordo con un incredibile risultato in molti settori: dall’abbigliamento, alla arte culinaria fino all’arredamento di spazi interni ed esterni. Per gli appassionati di aree verdi e naturali, la nuova tendenza che guarda al futuro del design è uno sguardo verso Madre Natura, composto […]
  • “ Sentiero dei Parchi”: presto anche l’Italia avrà il suo Cammino di Santiago italiano
    Dai Tg flash, ai treni velocissimi ai fast food fino ai pranzi al volo: viviamo in un mondo in cui la velocità è diventata una dote essenziale e molto ricercata, ma esiste un’alternativa che cerca di promuovere il valore della lentezza e della scoperta. Esistono infatti, diversi modi di viaggiare e dopo lo slow food […]
  • “Regalati il Molise”:case vacanze gratis per rilanciare turismo e piccoli borghi
    Nell’anno in cui l’emergenza sanitaria ha rotto tutti gli schemi del classico turismo legato alle grandi mete e alle vacanze tradizionali, una delle regioni più piccole d’Italia ha deciso di riaprire i confini del turismo con una particolare iniziativa aperta al mondo: “ Regalati il Molise perché il Molise è un regalo speciale”. L’annuncio arriva […]
  • Cortina d’Ampezzo plastic- free: da luglio stop a plastica in ristoranti, bar ed eventi
    Preservare la salute del pianeta e del nostro futuro è diventato una delle urgenze più importanti del momento, tanto da impegnare associazioni governative internazionali e Governi di tutto il mondo per trovare una soluzione efficacie alle problematiche ambientali. Dallo sfruttamento delle energie rinnovabili, alla raccolta differenziata, molte sono le soluzioni fino ad ora utilizzate per […]

Categorie

di tendenza