Connect with us
Pubblicità

Politica

Comunali Trento, AGIRE interviene dopo le accuse: “Dal sottobosco incontri, attività e proposte per risollevare la città”.

Pubblicato

-

Dopo quasi 24 ore dalla rottura fra il candidato sindaco del centro destra e il movimento Agire per il Trentino rimane ancora molto nervosismo e soprattutto poca chiarezza negli intenti.

Stamane infatti il senatore di Fratelli d’Italia Andrea De Bertoldi su un media provinciale ha mostrato ancora una volta molte perplessità sul nome di Baracetti ipotizzando un possibile cambiamento.

Da allora sulla coalizione di centro destra è sceso il completo assordante silenzio. 

Pubblicità
Pubblicità

I testimoni infatti parlano di uno scontro violentissimo iniziato da Baracetti davanti ai rappresentanti dei partiti attoniti nel vedere quello che stava succedendo. Il candidato sindaco, in ritardo di 2 ore, si è scagliato verso i rappresentanti di Agire per il Trentino senza nemmeno stare a sentire quello che volevano dire.

Nelle ultime ore molti addetti ai lavori mostrano ottimismo per la costruzione un’alleanza fra Agire per il Trentino, Fratelli d’Italia, il vecchio UPT, il partito di Giacomo Bezzi e altri movimenti ancora. Come candidato sindaco ci sarebbe pronto ai nastri di partenza Marcello Carli. 

Dopo quanto successo il movimento di Claudio Cia rompe il silenzio replicando – attraverso una nota – in modo molto moderato a Baracetti spiegando forse quello che volevano dire durante il confronto che si è chiuso in anticipo dopo le note vicende.

IL COMUNICATO DI AGIRE – Quando una storia finisce male ognuno porta con sé le proprie verità, alcune incontrovertibili e altre volte a rafforzare i propri intendimenti.

Per una sorta di autoconvincimento qualcuno usa toni e termini molto forti, cercando di far passare il messaggio di essere l’unico detentore della verità.

Questi mesi richiedevano secondo noi un maggiore impegno per conoscersi di più, per trasformare un insieme di persone in una squadra e per far emergere un candidato che ha assolutamente bisogno di essere più conosciuto.

Avrebbero potuto essere due mesi importanti per far emergere le idee per la città del candidato sindaco e della stessa coalizione. Abbiamo proposto già nella prima metà di marzo di discutere assieme il piano di attuazione delle politiche turistiche e prima di Pasqua abbiamo proposto di riattivare fin da subito tutti tavoli di lavoro di coalizione.

Abbiamo presentato in anteprima al candidato sindaco anche un ottimo progetto per lo sviluppo smart della città e abbiamo condiviso con lui anche alcuni contatti del tessuto produttivo della città affinchè potesse metterli a frutto. Purtroppo però, gran parte delle nostre proposte sono cadute nel vuoto, anzi, probabilmente sono finite in fondo a quel “pozzo” che siamo accusati di aver avvelenato.

Preso atto di questo, da buoni “cespugli” come veniamo appellati, abbiamo iniziato a lavorare nel sottobosco, ma non nel modo che ci viene imputato, perché quel sottobosco è stato generoso e ci ha dato molti piccoli frutti: 16 videoconferenze ci hanno permesso di produrre interventi (documentati sulle nostre pagine social) su temi economici, sul sociale, sulla scuola, proposte per la ripresa e in questi frangenti ci siamo interfacciati con esercenti, professionisti e docenti.

Ma attenzione, perché nel sottobosco si aggirano anche le serpi! Noi non ne abbiamo viste nel nostro gruppo, ma abbiamo visto serpeggiare perplessità in merito alla coalizione e al suo candidato. Era quindi doveroso da parte nostra convocare un incontro (se il candidato sindaco ne ha convocato uno come riferisce, noi non ne siamo stati messi al corrente) per confrontarsi su questi temi, che siamo stati ben attenti a non far uscire pubblicamente prima di questo incontro.

L’epilogo è noto, arrivato in una videoconferenza dove noi di AGIRE per il Trentino eravamo collegati tranquillamente ognuno da casa propria, mentre tutti gli altri rappresentati erano schierati insieme in una sede di partito.

Un confronto schietto, dove ognuno ha espresso il proprio pensiero in maniera corretta e pacata, pur nelle diversità di opinione. Il confronto però si è bruscamente interrotto con l’arrivo del candidato sindaco, che nei toni e nelle espressioni è stato ben lontano dallo stile della persona mite e moderata che avevamo conosciuto, causando la rottura di quell’equilibrio che esisteva all’interno della coalizione della città capoluogo in suo sostegno.

Il nostro percorso continuerà a livello provinciale all’interno della coalizione di centrodestra che abbiamo contribuito a costruire, con lealtà e propositività. Maggiori difficoltà ci saranno a livello comunale, dove probabilmente ci sono stati errori da parte di tutti, portando ad una situazione dalla quale nessuno esce vincitore. L’importante è uscirne dignitosamente e noi lo faremo senza utilizzare termini ingiuriosi come quelli che ci sono stati rivolti.

Se possiamo essere lieti di qualcosa, è che la coalizione cittadina che sostiene il candidato sindaco abbia trovato compattezza di fronte alle nostre perplessità, avendo prontamente buttato – probabilmente in fondo a quel “pozzo” – quelle espresse anche da altri rappresentanti politici non certo di secondo piano negli scorsi giorni.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • NASA, progetta il sistema per prevedere alluvioni e siccità fino a 60 giorni prima
    Vista dallo spazio la Terra appare come un Pianeta Blu grazie alle grandi distese di acqua in continuo movimento che ricoprono il 70% dell’intera superficie. Da quando evapora, fino a quando cade pioggia alimentando le falde acquifere, l’intero ciclo dell’acqua dolce è così importante da essere al centro di alcuni programmi di ricerca internazionali volti […]
  • Borghi italiani dimenticati: incentivi, bonus e aste a partire da 1 euro per ripopolarli
    Da nord a sud l’Italia intera è costellata di Borghi che conservano, identità, mestieri e saperi di un patrimonio immateriale e materiale di una storia unica al mondo certificata dall’Unesco. Alcuni di questi, vengono chiamati “comuni a rischio scomparsa” a causa delle loro ridottissime dimensioni, eppure fanno parte del patrimonio storico e artistico italiano, rappresentando […]
  • Covid, oltre 60.000 perdono il lavoro: lo Stato li assume per un importante progetto
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus con le misure preventive, indubbiamente necessarie al fine di contrastare la pandemia, hanno gravemente frenato i consumi mondiali, con pensanti ripercussioni sull’intero tessuto imprenditoriale. Tutto questo, ha portato inevitabili e devastanti conseguenze non solo per le abitudini sociali, ma anche e sopratutto per il settore produttivo ed economico. Nel mondo infatti, […]
  • Coronavirus: da nord a sud l’Italia ringrazia con vacanze gratis ai sanitari impegnati nella battaglia
    Nonostante l’emergenza sanitaria, lo abbia pesantemente logorato, esiste un pezzo del settore turistico italiano che vuole ringraziare tutti i medici, operatori sanitari e ausiliari che, durante questi mesi sono stati impegnati, spesso senza tregua per salvare le vite di moltissime persone affette da Coronavirus dedicando loro una splendida ed esclusiva vacanza gratuita. Infatti, in vista […]
  • Civita Bagnoregio: l’incredibile borgo sospeso sulla Valle dei Calanchi
    Tra il lago Bolsena e la Valle del Tevere, nel Comune di Bagnoregio in provincia di Viterbo, si estende un’ immensa area lunare che regala un paesaggio davvero particolare caratterizzato da una successione di rocce argillose in erosione per effetto degli agenti atmosferici detti “calanchi”. Quello dei calanchi è un ambiente decisamente unico che offre […]
  • La Vespa Samurai usata in agricoltura contro il “nemico”, la cimice asiatica
    Arrivata in Italia nel 2012, la cimice marmorata (Halyomorpha halys) detta anche cimice asiatica, è una specie invasiva aliena proveniente dalla Cina che, nel corso del 2015 dopo una rapida e capillare diffusione in quasi tutte le Regioni italiane, ha causato ingenti danni sopratutto alle produzioni ortofrutticole concentrandosi su meli, peri, peschi e ciliegi. A seguito […]
  • Australia in lockdown e senza turisti: i sub decidono di ripopolare la Grande Barriera Corallina
    Quando, a causa di un’emergenza sanitaria mondiale i turisti non ci sono, la natura risorge e ne approfitta per riappropriarsi degli spazi o, più incredibilmente concedere alla mano umana di rallentare il declino di alcune delle zone più belle del mondo. Si tratta della Grande barriera Corallina al largo delle coste australiane che, a causa […]
  • Arriva il caldo: è tempo di bevande e cibi detox in vista dell’estate
    Dopo due mesi di pizze, focacce e torte, è tempo di rimettersi in forma in vista dell’estate. Questo, non solo perché è “bello” essere in forma ed avere un bel fisico da sfoggiare, ma anche perché seguire un’alimentazione corretta ed uno stile di vita sano sono fondamentali per mantenere al meglio il nostro corpo e […]
  • Bonus vacanze 2020: i dettagli del bonus fino a 500 euro da spendere per le ferie italiane
    Mentre si iniziano a intravedere le prime aperture di stabilimenti balneari e spiagge, l’incognita vacanza è ancora viva su tutto il territorio italiano, insieme alle riaperture delle strutture ricettive, le limitazioni agli spostamenti tra Regioni e l’ormai noto bonus vacanze per le famiglie. Non è fatto nuovo che tra le ultimissime novità varate dal Governo […]

Categorie

di tendenza