Connect with us
Pubblicità

Fiemme, Fassa e Cembra

«Tavolo ripartenza Val di Fassa»: dal Comun General, un primo messaggio di fiducia, capacità e prontezza

Pubblicato

-

La Procuradora Elena Testor, ha concluso nella serata di venerdì, la prima tornata di incontri con il tavolo tecnico di esperti e tutti i rappresentanti della categorie di valle, che fanno parte del tessuto imprenditoriale ed economico, Val di Fassa.

Si è detta molto soddisfatta e desiderosa di esprimere un doveroso ringraziamento ai tecnici convenuti, a titolo gratuito, questo preme sottolinearlo, mettendo a disposizione della comunità Val di Fassa, in un momento di grave incertezza e necessità, la loro esperienza professionale ed istituzionale quotidiana, alto il livello dei contribuiti e soluzioni messi in campo. “Un valore enorme per la nostra valle, che mostra la portata e la necessità di una visione allargata, che andasse oltre la dinamica di tutti i tavoli tecnici già esistenti in valle ed in Trentino, un luogo di confronto aperto, per dare risposte e visioni che servono anche in ottica futura, rispondendo alla necessità, ascoltando Roma come Bruxelles per riportare poi sul tavolo.  Capace così di assolvere agli obiettivi prefissati, che vanno dall’analisi dei decreti, l’interpretazione degli stessi, alla necessaria forma di adattabilità alla nostra particolare realtà territoriale e necessità di ripartenza economica, turistica e sociale”.

Le riunioni si sono svolte in modalità remota, con la presenza costante di tutti gli esperti,  del Senatore Centinaio e della Procuradora Testor anche quando impegnati in Senato, permettendo così, un’importante acquisizione sullo stato dei lavori e delle interlocuzioni a livello governativo, in materia d’urgenza turismo, non ultima ieri con un’istanza firmata da Testor, sui confini e  Schengen.

Pubblicità
Pubblicità

Altresì ha contribuito il consigliere provinciale Luca Guglielmi, portando al tavolo le ultime decisioni del governo provinciale.

In una prima fase, l’assessore del Comun General Matteo Iori, si è fatto anche portavoce di domande ed istanze provenienti dal territorio, inviate dai rappresentanti di alcune categorie.

Sono state poste domande di sistema, di natura economica, legale e fiscale, sul marketing e la comunicazione, alle quali si è cercato di dare delle risposte adeguate dopo un’attenta analisi svolta da tutti i componenti del gruppo di lavoro. Tutti i contenuti delle riunioni e gli atti emessi sono stati registrati e verbalizzati.

Pubblicità
Pubblicità

Il gruppo di esperti facenti parte del “Tavolo ripartenza Val di Fassa” ha agito in ognuna delle sedute con una prima fase di ascolto e colloquio con le categorie economiche convocate, mirato a focalizzare i punti principali dello “stato delle cose, comprensione, difficoltà, necessità e sostegno” indispensabili per affrontare la ripartenza del tessuto economico, motore del sistema Val di Fassa, principalmente focalizzato sul turismo con tutte le incertezze di questo particolare momento storico senza precedenti, andando alla ricerca di soluzioni, di formule di adattamento nel rispetto dei decreti nonché soprattutto protezione della salute.

Pubblicità
Pubblicità

Alla luce di quanto emerso, dal confronto con tutti i rappresentanti delle categorie, il “Tavolo ripartenza Val di Fassa” ha trovato grandissima interazione con gli interlocutori e vuole esprimere un messaggio dal quale emerge l’evidenza che il “sistema Val di Fassa” c’è ed è certamente pronto e volenteroso nel voler affrontare questa fase certamente delicata, senza punti di confronto precedenti, della quale tutti saranno protagonisti a breve, certamente con numeri e risultati risaputamente diversi.

Punto sul quale l’imprenditore Giulio Misconel ha interpretato a piena voce quanto espresso da tutti gli imprenditori.  Di grande rilievo la riflessione in materia turistica, del prof. Umberto Martini, dell’Università di Trento, che ha sottolineato ancora ieri sera: “la necessità di rendere operativo in questa fase di ripartenza, un sistema turistico soddisfacente per i turisti, capace di fare rete e rispondere appunto alle aspettative”.

C’è viva urgenza di conoscere: date di riapertura, movimento delle persone, modalità e protocolli, nonché sostegni economici, ma gli operatori sono certamente pronti per affrontare una prima fase che sarà caratterizzata da un movimento turistico regionale, per poi accompagnare quella subito successiva, più ampia quanto necessaria che vedrà anche, l’auspicato ritorno dei turisti stranieri.

I Sindaci della Val di Fassa, saranno convocati già per la prossima settimana con la compresenza dell’Assessore Roberto Failoni.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Ghiaccioli fatti in casa: mille gusti di golosità!
    Quando arriva l’estate nei nostri congelatori non mancano mai alcune scatole di ghiaccioli. Golosi, gustosi, colorati e adatti a tutti i gusti: i ghiaccioli possono essere l’ingrediente perfetto per una merenda tra amici, fresca e rigorosamente instagrammabile. Ma è davvero così complicato prepararli? Gli ingredienti per preparare i ghiaccioli sono davvero semplici e pochi: i […]
  • Garda See Charter: tra l’arte del navigare e un’avventura sportiva
    Venti che soffiano costanti e regolari, onde perfette e mai eccessivamente abbondanti, acqua celeste e leggermente illuminata dai caldi raggi del sole che rendono il clima mite tutto l’anno: queste sono solo alcune delle condizioni ideali per un’esperienza in barca a vela sulle acque del Lago di Garda. Quello del Lago di Garda, tra il […]
  • “Vivi internet, al meglio”: la piattaforma di Google per aiutare gli adulti a guidare i ragazzi sul web
    Dalla sua nascita l’immenso mondo del web ha concretizzato le necessità in facili possibilità ma con la sua inarrestabile evoluzione sta offrendo, sopratutto al pubblico più giovane, altrettante insidie e minacce. Secondo una ricerca commissionata da Google, nonostante l’85% degli insegnanti italiani intervistati non abbia i mezzi sufficienti per affrontare questo tipo di problematiche, il […]
  • Sacro Bosco di Bomarzo: un luogo tra sogno e realtà
    Non tutti sanno che nel cuore della Tuscia Laziale, in provincia di Viterbo, si trova un bosco dove immaginazione e paure prendono forma: il Sacro Bosco di Bomarzo, noto ai più come Parco dei Mostri di Bomarzo. In letteratura e nell’arte, il bosco è spesso visto come metafora di caos, turbamento, inquietudine, vita, perdita della […]
  • Arredare green: la scelta di vivere sostenibile
    La connessione fondamentale tra essere umano e natura trova forte legame e accordo con un incredibile risultato in molti settori: dall’abbigliamento, alla arte culinaria fino all’arredamento di spazi interni ed esterni. Per gli appassionati di aree verdi e naturali, la nuova tendenza che guarda al futuro del design è uno sguardo verso Madre Natura, composto […]
  • “ Sentiero dei Parchi”: presto anche l’Italia avrà il suo Cammino di Santiago italiano
    Dai Tg flash, ai treni velocissimi ai fast food fino ai pranzi al volo: viviamo in un mondo in cui la velocità è diventata una dote essenziale e molto ricercata, ma esiste un’alternativa che cerca di promuovere il valore della lentezza e della scoperta. Esistono infatti, diversi modi di viaggiare e dopo lo slow food […]
  • “Regalati il Molise”:case vacanze gratis per rilanciare turismo e piccoli borghi
    Nell’anno in cui l’emergenza sanitaria ha rotto tutti gli schemi del classico turismo legato alle grandi mete e alle vacanze tradizionali, una delle regioni più piccole d’Italia ha deciso di riaprire i confini del turismo con una particolare iniziativa aperta al mondo: “ Regalati il Molise perché il Molise è un regalo speciale”. L’annuncio arriva […]
  • Cortina d’Ampezzo plastic- free: da luglio stop a plastica in ristoranti, bar ed eventi
    Preservare la salute del pianeta e del nostro futuro è diventato una delle urgenze più importanti del momento, tanto da impegnare associazioni governative internazionali e Governi di tutto il mondo per trovare una soluzione efficacie alle problematiche ambientali. Dallo sfruttamento delle energie rinnovabili, alla raccolta differenziata, molte sono le soluzioni fino ad ora utilizzate per […]
  • Riceve 100 euro dalla nonna e li usa per comprare mascherine da donare all’ospedale
    “Grazie Dottoressa, vi vogliamo bene, buon lavoro” è la frase che ha reso Christian di soli 8 anni protagonista di un piccolo ed inaspettato gesto che ha commosso tutto il personale sanitario dell’ospedale San Pio di Vasto, Chieti. La frase arriva accompagnata da un gesto che ha emozionato chi, in questi mesi è stato impegnato […]

Categorie

di tendenza