Connect with us
Pubblicità

economia e finanza

Riaperture, Armando Bonomi: «Lasciati in balia di noi stessi, protocolli inesistenti. Una follia»

Pubblicato

-

Una petizione da 2.500 firme, raccolte in soli 3 giorni, arriverà lunedì sui tavoli del Consiglio Provinciale.

La Voce delle Partite Iva, il gruppo FB di cui abbiamo argomentato per primi ancora nel mese di marzo, torna nuovamente sulle nostre pagine.

Ma questa volta i toni sono differenti. Se prima il gruppo, creato da Marco Selber e che ora conta ben 7.600 iscritti (qualcosa in più delle famosissime 6000 sardine di Prodi), aveva cercato aiuto in punta dei piedi, ora invece i piedi li punta.

Pubblicità
Pubblicità

“Non è possibile tener chiuso le attività per tre mesi e poi farci aprire come se fosse un evento memorabile.”

Le parole di Armando Bonomi, (foto) portavoce attuale del gruppo, sono chiare, spontanee e piene di rabbia.

“Ci hanno lasciati in balia degli eventi senza far nulla. E’ inammissibile che, in una regione come la nostra, si sia arrivati a questa situazione. Chi ci doveva tutelare se n’è lavato le mani ed ha cercato delle mediazioni inammissibili e di poca sostanza.”

Pubblicità
Pubblicità

Armando Bonomi, assieme agli altri 15 coordinatori del gruppo, uno per categoria, stanno cercando di tenere le porte chiuse a oltranza: “Siamo un gruppo unito, che vuole chiarezza. Non abbiamo colori politici, vogliamo solo tirare avanti l’economia della regione come abbiamo sempre fatto. Ci vogliono fare aprire scaricando ogni responsabilità su di noi. Imponendo protocolli poco chiari e inesistenti e mettendoci nelle miglior condizioni per essere sanzionati. Una follia!”

E’ un fiume in piena Armando Bonomi. Un fiume che pare aver raggiunto una diga che si sta sgretolando:“Il clima di paura indotto dai media e da chi non si è voluto prendere alcuna responsabilità, scaricando qualsiasi cosa a terzi, renderà questa ripartenza durissima. La gente non ha più fiducia ed è per questo che è nato questo gruppo alla velocità della luce.”

Abbiamo chiesto ad Armando che senso abbia un gruppo su un social-media in una situazione come questa“E’ nato tutto solo per esporre i propri problemi ad altri. Poi è cresciuto in maniera esponenziale, ci sono stati dei disaccordi, delle liti e delle belle idee. Poi, con calma abbiamo trovato degli accordi comuni, abbiamo ragionato e adesso è venuto il momento di agire.”

E come intendete farlo?

“Le associazioni di categoria che avrebbero dovuto aiutare non lo hanno fatto, quindi ce ne stiamo creando una tutta nostra, proprio in queste ore. Sarà un’Associazione Semplice, ma diventerà ben presto una Associazione Istituzionale che potrà far valere i propri diritti negli uffici preposti.”

Mentre ci sta parlando, Bonomi lascia trasparire una forte delusione per come è stata gestita questa situazione dai nostri vertici politici.

“Molti di noi non hanno visto nemmeno i famosi 600 euro, che fan più ridere degli 80 euro di Renzi. Aiuti inutili, parole di cui i politici, seduti comodamente sulle loro costosissime poltrone, si sono riempiti la bocca lasciando famiglie senza nemmeno un euro per tre mesi. Tre mesi dove comunque abbiamo pagato bollette, affitti, e spese di ogni genere.”

Ma ora, che le cose pare si stiano lentamente sistemando, non crede sia il caso di aprire?

“Aprire a queste condizioni significherebbe un suicidio di massa. Abbiamo una politica molto debole, ci riempie di scartoffie per spostare su di noi ogni problema. Quella politica che abbiamo sostenuto con le nostre tasse non ha la più pallida idea di cosa sia avere un’attività. Io mi alzo ogni giorno con il pensiero che i miei dipendenti sono in difficoltà, e io gestisco un locale. Se dovessi gestire una nazione mi preoccuperei del popolo, non del mio conto in banca.”

E’ davvero inviperito, e come lui lo sono tutti.

“In questo momento, oltre alle sanificazioni e le misure di distanziamento tra le persone, che non sarebbero forse nemmeno un grosso problema, la realtà è che abbiamo troppe responsabilità. Se un mio dipendente si dovesse ammalare, magari nemmeno nel mio locale per quanto ne possa sapere, dovrei segnalarlo all’Inail e diventerebbe infortunio sul lavoro. Quindi penale. Speriamo che non sia vero perché sarebbe una follia. Come puoi lavorare in questo modo?»

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Trentino Wild Park: il parco avventura più grande d’Italia
    Affrontare situazioni che non appartengono alla vita normale percorrendo una realtà diversa da quella urbana, attraversando ponti tibetani, liane e guardando il bosco tra le chiome degli alberi, sono la base di un intrigante situazione, lontana dalla vita cittadina ma alternativa ad un classico tour. La possibilità di vivere forti emozioni e sentirsi veramente immerso […]
  • Perserverance, la missione Nasa in cerca di vita su Marte
    Fa parte della natura umana esplorare, conoscere e spingersi sempre oltre i limiti terrestri, fino a Marte ad esempio, diventata ormai una delle migliori alternative alla Terra. Trovare tracce di una vita passata o presente sul pianeta rosso, raccogliendo campioni di suolo e studiando la superficie di Marte. Questo è il motivo che ha spinto […]
  • Dalla Francia all’Italia:nel 2020 Il cinema estivo cambia forma e approda in acqua
    L’esigenza di migliorare sfruttando al meglio il nostro ambiente e il nostro territorio unito alla voglia di scongiurare l’arrivo di una prossima pandemia, ha spinto e obbligato molti organizzatori di eventi e molte aziende a ripensare gli spazi e quindi le attività dedicate al pubblico rispetto al distanziamento sociale. Dopo l’esperimento dal sapore vagamente vintage […]
  • Dall’America arriva lo “specchio della verità”, racconta quanto sei dimagrito e quanto sei in forma
    “Specchio spettro delle mie brame.”: iniziava così la celebre frase della matrigna di Biancaneve che intimava il suo specchio interrogandolo per assicurarsi ogni giorno il primato di più bella del reame nella nota favola. Se questa è la fantasia, uno strumento simile è ora disponibile anche nella realtà, dando un supporto concreto e mirato alla […]
  • Dall’amore per il bello alla passione per l’antico e il moderno: il mondo di Zanella Arredamenti
    Esistono alcuni luoghi agli angoli delle strade o nei piccoli borghi cittadini in cui la sola visita equivale sempre ad un’esperienza piena di ricordi, emozioni vissute e storia. Entrare in un negozio di antiquariato infatti, è un po’ come viaggiare nel tempo: scoprire un mondo di oggetti che non esiste più per qualcuno ma che […]
  • Uno sguardo a Kazan, un microcosmo di stili e culture che vivono in armonia
    A circa 820 kilometri da Mosca, dove i fiumi Volga e Kazanka si uniscono, si erge da oltre 1000 anni la splendida capitale della repubblica del Tatarstan: Kazan. Il suo splendore e le sue innumerevoli caratteristiche l’hanno portata ad essere nominata, nel 2005, la Terza Capitale della Russia (appellativo a cui può essere ufficialmente associata […]
  • Riscoprire il turismo lento in Italia, con le mini crociere fluviali
    Una parte della penisola Italiana è composta da un piccolo mosaico di isole e canali che insieme rappresentano la perfetta geometria di un mondo pieno di fascino. Riscoprire una dimensione lenta del turismo, attraverso gli imperdibili itinerari fluviali italiani è uno dei modi migliori per visitare questo mondo. Le crociere fluviali in houseboat sono in […]
  • Il rosmarino e le sue innumerevoli caratteristiche che fanno bene alla salute
    Il rosmarino è un arbusto perenne e sempreverde del genere della Salvia, originario dell’area mediterranea. Questa pianta, infatti, cresce nelle zone litoranee, macchia mediterranea, dirupi sassosi e assolati dell’entroterra, dal livello del mare fino alla zona collinare, ma si può trovare e coltivare anche nella zona dei laghi prealpini e nella Pianura Padana. Sin dall’antichità, […]
  • Il messaggio di Banksy colpisce con un video anche la metropolitana londinese
    La decisione tardiva del Governo inglese nel procedere con il Lockdown in Inghilterra, accompagnata dal disappunto di molti cittadini britannici, è stata presa di mira dall’artista britannico Banksy. Lo steet artist britannico dopo aver coperto di divertenti topi il suo bagno mesi fa, torna a colpire facendo della tesa situazione inglese la sua musa ispiratrice, […]

Categorie

di tendenza