Connect with us
Pubblicità

Trento

Panificatori: tutti uniti e coesi contro il Sait. Elaborate delle strategie per vendere direttamente al consumatore finale

Pubblicato

-

Il Consiglio direttivo dell’Associazione Panificatori si è in riunito in videoconferenza per una riunione che ha visto la partecipazione di tutte le aziende, associate e non, coinvolte nell’improvvisa decisione del Sait, il consorzio acquisti delle cooperative trentine, di recedere da tutti i contratti per la fornitura di pane nei punti vendita a favore di una scelta aziendale che vede la presenza di un solo fornitore.

In apertura il presidente Emanuele Bonafini (foto) ha fatto il punto sulla situazione: «Innanzitutto vorrei esprimere un grande ringraziamento a tutte le voci, dalla politica di ogni schieramento (il presidente di Confcommercio Trentino Giovanni Bort, la Giunta provinciale, con il presidente Fugatti, il vicepresidente Tonina, gli assessori Zanotelli, Bisesti, Failoni, il presidente del consiglio provinciale Kaswalder, i consiglieri provinciali Paccher, Manica, Leonardi, Ossana, De Godenz, il segretario del PATT Marchiori) ed alla società più in generale, visti i tanti che hanno sostenuto la nostra posizione con manifestazioni di sostegno sopraggiunte anche da parte di molti consumatori. Siamo quantomeno perplessi dalla scelta del Sait, non tanto dal punto di vista aziendale, in fin dei conti si tratta di una scelta legittima, ma del metodo e dell’opportunità da un punto di vista del sistema trentino. Temiamo che questa possa essere la prima mossa di un’azione che va a scardinare alcuni presidi importanti della nostra economia e del nostro territorio. Dal punto di vista dei clienti, inoltre, è una scelta in controtendenza, che non risponde al bisogno del mercato di offrire varietà, qualità, genuinità e prodotti locali tradizionali».

Accanto al presidente Bonafini, il vicepresidente Francesco Vivori ha dato voce al sentimento comune degli associati: «Ci sentiamo offesi dalle parole del presidente del Sait, quando dice che il pane trentino è un pane di scarsa qualità e costoso. Le nostre aziende – molte di queste aziende storiche, attive da più generazioni – hanno fatto anche sacrifici e investito molto, sia in termini umani che materiali, per offrire ai clienti un prodotto al meglio. I panifici sono un presidio territoriale essenziale, che fungono anche da servizio, garantendo la presenza anche laddove i ragionamenti di sostenibilità economica traballano».

Pubblicità
Pubblicità

Stefano Sosi ha evidenziato, inoltre, come la scelta di un unico fornitore penalizzerà soprattutto il consumatore finale: «Il cliente non avrà più la possibilità di scegliere tra un vasto assortimento di prodotti. Il pane è un prodotto artigianale unico ed irripetibile, fresco e genuino, la stessa tipologia non potrà mai essere uguale perché è la mano del panificatore a fare la differenza».

«Le dichiarazioni rilasciate sulla stampa da parte del Presidente del Sait Roberto Simoni («[…] il pane in Trentino non brilla per qualità e ha prezzi alti») sono inaccettabili – sostiene il vicepresidente Sergio Tecchiolli – L’impegno dei panificatori trentini punta da sempre sulla qualità del prodotto e sulla valorizzazione del territorio, anche attraverso l’utilizzo di prodotti quanto più possibile a “chilometro zero”».

Tutti i panifici esclusi dalla fornitura lamentano di essere stati esclusi senza saperne la motivazione: l’intenzione di recedere dal rapporto, pur considerando i congrui sconti e le condizioni già applicate, a fronte della scelta da parte del consorzio di un unico fornitore, è stata comunicata ai panificatori solo pochi giorni prima e telefonicamente.

Pubblicità
Pubblicità

Tra gli associati presenti – dimostratisi molto compatti e coesi – viene giudicato anche quantomeno contraddittorio e disatteso con l’operazione del Sait, il protocollo firmato poche settimane fa con la Provincia autonoma di Trento, nel quale il consorzio si impegnava a privilegiare il consumo di prodotti trentini e a favorire le filiere locali.

«La categoria – commenta il presidente Bonafini – si dimostra forte e coesa: c’è il timore che la condotta del consorzio rappresenti un primo tentativo di smarcarsi dalle filiere locali per ragioni di bilancio. In realtà, proprio un consorzio che dichiara la propria ispirazione cooperativistica come fondante, dovrebbe valorizzare le produzioni locali, la varietà della tradizione territoriale, mantenere equilibrato un tessuto economico e sociale. Un territorio dove anche gran parte dei panificatori e collaboratori sono soci di cooperative. Da parte nostra faremo di tutto per tutelare l’arte panificatoria del Trentino e le centinaia di addetti che la compongono e che, di giorno e di notte, lavorano per far trovare il pane fresco sulle tavole dei trentini».

Al termine della riunione la segreteria dell’Associazione ha ricevuto il mandato di trovare soluzioni innovative idonee per vendere il pane direttamente al consumatore finale soddisfacendo le nuove richieste del mercato.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Arriva il Reddito di Libertà a sostegno delle donne vittime di violenza, come funziona
    Da qualche giorno è stato varato dal Governo un bonus , il reddito di libertà destinato alle donne vittima di violenza. Reddito di Libertà, cos’è Si tratta di un una misura molto attesa visto che... The post Arriva il Reddito di Libertà a sostegno delle donne vittime di violenza, come funziona appeared first on Benessere […]
  • Polizze assicurative per i turisti stranieri: previsto un fondo dal Ministero del Turismo
    Con l’arrivo della stagione estiva l’attenzione è puntata verso il turismo. Per questo, al fine di stimolare gli spostamenti, il Decreto Sostegni Bis prevede finanziamenti alle Regioni destinati al rimborso delle spese mediche ai turisti.... The post Polizze assicurative per i turisti stranieri: previsto un fondo dal Ministero del Turismo appeared first on Benessere Economico.
  • Il lavoro cambia e corre verso l’Hybrid Workplace, i vantaggi della “nuova normalità” e come introdurla
    Con la pandemia è emersa l’esigenza di trovare una nuova organizzazione del lavoro che cercasse di riadattare l’esperienza, trasferendo fuori dalla sede operativa la maggior parte delle attività lavorative. Questo processo ha iniziato a delineare... The post Il lavoro cambia e corre verso l’Hybrid Workplace, i vantaggi della “nuova normalità” e come introdurla appeared first […]
  • Aumentare le vendite online, consigli per migliorare le prestazioni del proprio e-commerce
    Il particolare periodo storico ha spinto molte attività a cercare soluzioni alternative per la vendita dei propri prodotti, una di queste è sicuramente l’apertura delle vetrina digitale con le vendita online. Qualsiasi imprenditore desideri aumentare... The post Aumentare le vendite online, consigli per migliorare le prestazioni del proprio e-commerce appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus affitto 2021: modifiche e novità per i beneficiari nel Decreto Sostegni bis
    Nei contributi a fondo perduto previsti dal Bonus affitto 2021 sono previsti nuovi beneficiari grazie all’ampliamento della platea dettata dal Decreto Sostegni Bis. Bonus affitto 2021, come funziona Definito dal Decreto Rilancio, il bonus affitto... The post Bonus affitto 2021: modifiche e novità per i beneficiari nel Decreto Sostegni bis appeared first on Benessere Economico.
  • Europa verso la limitazione di circolazione dei contanti: tetto a 10 mila euro
    La Commissione Europea sta lavorando ad un pacchetto di norme che limiterebbe la circolazione di contanti nei Paesi membri. Il pacchetto che potrebbe entrare in vigore nel 2024, propone di fissare in tutta Europa un... The post Europa verso la limitazione di circolazione dei contanti: tetto a 10 mila euro appeared first on Benessere Economico.
  • In Italia arriva la prima Beach SPA marina: un’offerta turistica naturale e consapevole
    Gli elementi naturali caratteristici della spiaggia del Salento legati all’acqua salina del mare e all’aria estiva, diventano dei veri percorsi benessere all’interno di una spa che nasce direttamente sulla costa, in spiaggia, all’aria aperta. Un’idea unica per chi ama il mare e l’aria aperta, ma non vuole perdere tutte le conseguenze rigenerati e vitalizzanti tipiche […]
  • Piccoli angoli di paradiso immersi nella natura incontaminata, una perfetta alternativa al mare
    La bellezza incontaminata della natura fatta di scrigni selvaggi e posti da favola, accende la passione per l’Italia e per le sue straordinarie mete che spesso, nascondono scenari incredibili. Non solo acqua di mare, ma anche fiumi, cascate e canyon diventano un luogo ed un’alternativa perfetta per fare il bagno e rilassarsi. Infatti, per chi vuole […]
  • Nuotare nel Reno: un’esperienza unica nel suo genere
    Dalle montagne spettacolari, agli immensi boschi fino alle gole selvagge, la Svizzera circondata dalla sua natura incontaminata diventa inevitabilmente sinonimo di sostenibilità. Questa attenzione si riflette sui consumi, sulla lungimiranza nel riciclaggio della popolazione, ma anche sul turismo. Infatti, il turismo svizzero spinge i suoi visitatori ad entrare quanto più possibile a contatto con l’ambiente […]
  • Kylie Skin, la linea beauty di Kylie Jenner
    “La cura della pelle e il trucco vanno di pari passo e Kylie Skin è qualcosa che ho sognato subito dopo Kylie Cosmetics. Ci ho lavorato per quella che sembra una vita, quindi non posso credere che sia finalmente arrivato! Costruire la mia linea di trucco da zero mi ha insegnato molto e sono così […]

Categorie

di tendenza