Connect with us
Pubblicità

Trento

I social in rivolta, «Non compriamo più al Sait». Paccher: «Grave danno economico per il Trentino e ripercussioni sull’occupazione»

Pubblicato

-

La decisione del Sait di «tagliare» i contratti  con 8 panifici trentini arrecando così un grave danno economico al territorio in piena emergenza coronavirus ha scatenato gli utenti dei social.

Si tratta di un’autentica ribellione dei cittadini che lanciano lo slogan «non compriamo più nulla al Sait». 

Sono infatti centinaia i messaggi di critica che da stamane inondano la rete e che ritengono sconcertante la scelta del Sait.

Pubblicità
Pubblicità

In difesa dei panifici è sceso subito in campo il consigliere provinciale della Lega Roberto Paccher: «La scelta del CDA di Sait di tagliare, in piena emergenza Covid, i contratti in essere con 8 panifici del Trentino, due dei quali della Valsugana, – esordisce la nota di Paccher – rappresenta un grave danno economico per i panificatori delle nostre valli, ed un tradimento dello spirito della cooperazione trentina che si basa, sulla valorizzazione del prodotto locale, presenza sul territorio, sostegno ai piccoli dettagli che mantengono vivi i paesi, e solidarietà. La scelta di affidarsi ad un unico panificio per tutto il Trentino a scapito delle realtà locali,  significa togliere loro ossigeno, con un danno economico immediato che avrà ripercussioni anche sull’occupazione».

Secondo Paccher la scelta è ancora più sconcertante se si pensa il momento difficile che sta vivendo la nostra economia, dove proprio Sait dovrebbe essere in prima linea, nel pieno spirito cooperativistico, per aiutare i piccoli produttori.

«Non dimentichiamo infine anche un aspetto che non è di secondaria importanza nelle nostre valli: la riconoscibilità. Nei nostri paesi esiste un legame a determinati prodotti e produttori e per i consumatori sapere che il pane arriva da un determinato forno può fare la differenza, anche per la vendita al dettaglio. Non esiste solo la questione economica: esiste anche il rispetto dei valori della nostra gente, del lavoro delle persone, della nostra storia. Per la cooperazione questi dovrebbero essere dei punti fermi del loro operato che non dovrebbe essere nemmeno necessario ricordare. Se così non fosse, – aggiunge Paccher – forse non sarebbero stati dati aiuti pubblici concreti proprio al SAIT. Ricordo infatti che un mese fa, quando la Giunta Provinciale erogò un milione di euro a una cinquantina di esercizi multiservizio privati, tra cui proprio quelli della cooperazione. Il Presidente di SAIT, Roberto Simoni in quell’occasione espresse soddisfazione per il mantenimento del prodotto locale.  Mi auguro vivamente che il CDA di SAIT, che si è riunito in via straordinaria per una decisione che danneggia profondamente le attività dei panificatori Trentini, possa tornare sui propri passi e mantenga i contratti in essere, lasciando che siano i consumatori a decidere, e sostenga, nel pieno rispetto cooperativistico, la promozione dei prodotti del territorio e le attività economiche del Trentino».

Pubblicità
Pubblicità

 

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Gelato alla frutta o gelato alle creme? Questo è il dilemma
    Che estate sarebbe senza gelato? Colorato, fresco, gustoso e perfetto per una merenda golosa o per una serata davanti al ventilatore, il gelato è un must della bella stagione. I gusti ormai sono infiniti, si va dal dolce al salato, dal classico gelato al gelato fritto… insomma, ce n’è per tutti i palati! Ma è […]
  • Da aerei e droni, “bombe di semi” contro la deforestazione in Thailandia
    La fame di risorse naturali che portano alla riconversione di zone naturali in coltivazioni e zone urbane è un fenomeno storico, noto fin dalle origini antiche ma mai così sviluppato come nelle proporzioni attuali. La deforestazione infatti, è considerata uno dei più grandi mali della società moderna che, oltre ad aggravare una vasta gamma di […]
  • Isole Borromee: le tre incredibili ‘perle’ del lago Maggiore
    Incastonato tra i rilievi collinari e montuosi delle terre svizzere e quelle italiane, nelle regioni di Lombardia e Piemonte si aprono le meravigliose acque del Lago Maggiore, rese spettacolari dai tratti di costa punteggiata di castelli, ville monumentali e circondate dai rigogliosi e coloratissimi giardini. Dal favoloso clima, alle bellezze architettoniche, alla ricca eredità archeologica, […]
  • Eco Bonus 110% esteso anche alle seconde case
    Nonostante il tanto desiderato Super Eco Bonus del 110 %, il pacchetto di incentivi fiscali relativi alle detrazioni per le riqualificazioni energetiche e misure antisismiche sia entrato ufficialmente in vigore dal mese di luglio 2020, si pensa già ad un allargamento della platea per la super detrazione. È stata presentata infatti, una riformulazione di un […]
  • Ghiaccioli fatti in casa: mille gusti di golosità!
    Quando arriva l’estate nei nostri congelatori non mancano mai alcune scatole di ghiaccioli. Golosi, gustosi, colorati e adatti a tutti i gusti: i ghiaccioli possono essere l’ingrediente perfetto per una merenda tra amici, fresca e rigorosamente instagrammabile. Ma è davvero così complicato prepararli? Gli ingredienti per preparare i ghiaccioli sono davvero semplici e pochi: i […]
  • Garda See Charter: tra l’arte del navigare e un’avventura sportiva
    Venti che soffiano costanti e regolari, onde perfette e mai eccessivamente abbondanti, acqua celeste e leggermente illuminata dai caldi raggi del sole che rendono il clima mite tutto l’anno: queste sono solo alcune delle condizioni ideali per un’esperienza in barca a vela sulle acque del Lago di Garda. Quello del Lago di Garda, tra il […]
  • “Vivi internet, al meglio”: la piattaforma di Google per aiutare gli adulti a guidare i ragazzi sul web
    Dalla sua nascita l’immenso mondo del web ha concretizzato le necessità in facili possibilità ma con la sua inarrestabile evoluzione sta offrendo, sopratutto al pubblico più giovane, altrettante insidie e minacce. Secondo una ricerca commissionata da Google, nonostante l’85% degli insegnanti italiani intervistati non abbia i mezzi sufficienti per affrontare questo tipo di problematiche, il […]
  • Sacro Bosco di Bomarzo: un luogo tra sogno e realtà
    Non tutti sanno che nel cuore della Tuscia Laziale, in provincia di Viterbo, si trova un bosco dove immaginazione e paure prendono forma: il Sacro Bosco di Bomarzo, noto ai più come Parco dei Mostri di Bomarzo. In letteratura e nell’arte, il bosco è spesso visto come metafora di caos, turbamento, inquietudine, vita, perdita della […]
  • Arredare green: la scelta di vivere sostenibile
    La connessione fondamentale tra essere umano e natura trova forte legame e accordo con un incredibile risultato in molti settori: dall’abbigliamento, alla arte culinaria fino all’arredamento di spazi interni ed esterni. Per gli appassionati di aree verdi e naturali, la nuova tendenza che guarda al futuro del design è uno sguardo verso Madre Natura, composto […]

Categorie

di tendenza