Connect with us
Pubblicità

Trento

Leonardo Divan scrive al ministro Azzolina: «Esame sia presenziale e valuti il percorso complessivo dello studente»

Pubblicato

-

Leonardo Divan, presidente della consulta provinciale degli studenti, scrive al Ministro Lucia Azzolina.

L’argomento riguarda le modalità dello svolgimento dell’esame di Stato.

La richiesta di Divan è quella di avere chiarimenti sul nuovo modello organizzativo della scuola investito dalla «tempesta» Covid 19.

Pubblicità
Pubblicità

Focus della lettera, a sole sei settimane dall’Esame di Stato, è l’incertezza su come sarà affrontato. Le modalità infatti per il momento rimangono molto fumose.

LA LETTERA DI LEONARDO DIVAN

Onorevole Ministro,

Pubblicità
Pubblicità

come Presidente della Consulta degli Studenti di Trento, mi sento obbligato a rivolgermi direttamente a Lei, nella speranza che le richieste di chiarimenti di tutti studenti, e nello specifico di quelli trentini, possano essere ascoltate.

Nella nostra Provincia, sin dal principio di questa crisi, i Dirigenti Scolastici hanno attivato forme di didattica a distanza ponendo al centro delle misure attuate, la figura dello studente.

Questa forma nuova di didattica ci ha colto del tutto impreparati e di soppiatto: abbiamo quindi, sempre coordinandoci con il corpo docente di ogni singolo Istituto, dato il meglio di noi per poter improntare il lavoro dedito al prosieguo del percorso accademico previsto per l’anno scolastico 2019-2020.

Sin dal primo DPCM che prevedeva la didattica a distanza, non era chiara la finalità di questo strumento, omettendo se dovessero esservi raccolte valutazioni di ogni forma. In seguito, con molta lentezza, sono pervenute informazioni utili che ci hanno consentito di lavorare in un panorama maggiormente circoscritto e normato, anche se, permangono tutt’ora dubbi rispetto a diversi temi tra cui la privacy e il numero massimo di ore di frequenza giornaliera.

Su questo punto mi sento di dovere fare una precisazione, la maggior parte delle iniziative attuate durante il periodo di picco della pandemia sono state frutto del lavoro di studenti, docenti, dirigenti e assessorato provinciale, poiché in nessun momento il ministero ha espresso una linea chiara sulla gestione delle attività scolastiche.

Tutto ciò constatato abbiamo proseguito con dedizione ed impegno al fine di terminare il programma scolastico come possibile, senza polemiche nonostante l’assenza di un chiaro percorso delineato dal Ministero.

La più rilevante delle problematiche che vorrei affrontare è l’incertezza rispetto all’Esame di Stato. Ci troviamo a sei settimane da quell’occasione, sapendo poco delle modalità con cui affronteremo questa importante tappa del nostro percorso di vita.

Ho apprezzato molto la decisione di proporre una Commissione interna con escluso il Presidente, esterno, a garanzia della correttezza dello svolgimento dell’esame. Il suo ultimo comunicato ha chiarito anche altri aspetti come il peso dei crediti formativi rispetto all’esame orale.

Sarebbe però, ad ora, necessario comprendere come si svolgeranno questi esami di Stato, perché purtroppo i dubbi sono più delle certezze. Ricevo costantemente contatti di miei colleghi studenti che da un lato, apprendono dalle testate giornalistiche l’intenzione di svolgere esami presenziali, e dall’altro non vedono confermato tale intento da una circolare o da una delibera. Questo tipo di anomalia normativa genera una fibrillazione sociale, che non può essere prodotta da chi dovrebbe garantire agli studenti serenità, certezze e vicinanza durante un rito di passaggio importante come la maturità.

Il secondo punto che tengo a sottolineare è la situazione degli studenti che dovranno frequentare, nelle scuole medie superiori, l’anno accademico 2020-2021. Recentemente Lei ha parlato di percorsi a metà telematici e a metà presenziali, sollevando una forte critica da parte dei docenti e dei sindacati che rappresentano questa categoria, basata sull’incertezza, data da questa affermazione, sulla carica oraria. A questa leva di perplessità mi accodo anche io, chiedendo chiarezza su come si decideranno le cariche orarie per gli studenti e su come si potrà definire chi andrà a scuola e chi no.

Recentemente il Presidente della Repubblica ha sottolineato il parallelismo cogente fra il diritto allo studio e il concetto di libertà, risaltando quanto sia importante tornare il prima possibile alla regolare frequenza scolastica; io vorrei aggiungere, Signor Ministro, che quando lo si farà bisognerà farlo in maniera chiara, sicura e totale, sia per il personale, sia per i docenti, che per noi studenti. Rientrare in maniera dilazionata nelle aule non risulta una pratica democratica ma una vittoria di Pirro, che in molte regioni, fortunatamente non per la mia, colliderebbe con strutture fatiscenti e pericolanti, che ne risulterebbero sovraccaricate ulteriormente.

Mi permetto di presentare qualche proposta, pensata sulla realtà degli studenti trentini e italiani: Per quanto riguarda l’esame di maturità, proponiamo che sia presenziale, che valuti il percorso complessivo dello studente e non solo per il quinto anno. Così da tutelare il senso del percorso formativo. Evitare assembramenti tramite l’uso delle aule magne e delle palestre, facendo accedere gli studenti solo dieci minuti prima dell’esame. Tenendo anche conto di non sovraccaricare i docenti.

Per la ripartenza, penso sia chiaro che non si possa ripartire a singhiozzo e quindi mi metto a disposizione, così come auspico tutto il sistema scuola, per individuare un percorso comune e viabile che includa tutti, garantendo la funzione civica, sociale e democratica della scuola.

Onorevole Ministro, gli esempi che ho sottoposto alla Sua attenzione, sono atti a dimostrarLe la situazione degli utenti del sistema scolastico, auspicando che questa missiva possa essere utile al Suo Ministero. Con il fine di dare risposte rasserenanti e specifiche con particolare riguardo ai maturandi che si trovano in grave apprensione circa il loro futuro accademico, da cui passa la loro vita, e da cui, Onorevole Ministro, passa il futuro di questo paese.

Confidando in una Sua pronta risposta porgo alla Signoria Vostra un deferente saluto

Leonardo Divan

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Un solo tavolo al ristorante stellato, l’elegante genialità della ristorazione
    Il meglio delle esperienze che Venezia possa offrire è racchiuso in un luogo dove la declinazione dell’esperienza sarà il miglior servizio. Un posto non convenzionale che può essere scelto solo da coloro che accettano di non porre condizioni. Con geniale eleganza, Il Ristorante “Oro” dell’hotel Cipriani a Venezia rinasce mettendo in luce un dettaglio unico […]
  • A Bologna l’economia circolare in edilizia diventa realtà: arriva il nuovo asfalto 100% riciclato
    Un’edilizia circolare sempre più sostenibile dal punto di vista ambientale risulta una strada imprescindibile per il futuro dello sviluppo economico. Il riciclo dei materiali promette infatti oltre ad una sensibile riduzione dei rifiuti e dell’inquinamento, anche un’ottima soluzione per ottimizzare costi e ricavi. In un simile contesto risulta fondamentale lavorare sulla ridefinizione del ciclo produttivo […]
  • Una notte tra le Dolomiti e le stelle a 2055 metri di quota
    A pochi chilometri da Cortina tra cieli sconfinati e cattedrali rocciose esiste una camera che regala l’insolita emozione di ritrovarsi a dormire avvolti dall’affascinante magia di un paesaggio unico al mondo. La starlight Room, inclusa tra i dieci hotel più spettacolari del mondo, si trova infatti sopra al rifugio Col Gallina a 2055 metri in […]
  • “Vuoi costruire una piscina di pregio ma non sai bene da dove iniziare?” Comincia da qui
    Immagina un angolo di vacanza nel tuo giardino o terrazza, uno spazio accogliente e riservato dove poter dimenticare i problemi quotidiani e immergerti in momenti di benessere e relax da solo o con i tuoi cari. Magari è da un po’ che ci pensi ma qualcosa ti frena. Domande del tipo: “Da dove inizio? Mi […]
  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]
  • In Giappone trionfano le vacanze covid – Free, di girare il mondo su un aereo ma con la realtà virtuale
    Per ottemperare alle rigide restrizioni imposte per abbattere la pandemia da Coronavirus garantendo contemporaneamente l’emozione del viaggio in aereo, una compagnia aerea giapponese ha riconvertito la propria offerta proponendo ai clienti  eccentriche vacanze virtuali a bordo di aerei finti con occhiali per la realtà virtuale. L’ideatrice di questo stravagante progetto è la Tokyo First Airlines, che permette […]

Categorie

di tendenza