Connect with us
Pubblicità

Trento

Tutti bloccati dal Coronavirus, + 345% invece sugli sbarchi. Bonazza: “Allarme terroristi infiltrati”

Pubblicato

-

Mentre la nazione entra ufficialmente nella Fase 2 decretata dal governo Conte dopo quasi 2 mesi di quarantena dovuta all’emergenza Covid19, sul fronte immigrazione la pandemia non sembra aver inciso particolarmente. Tutt’altro.

Dall’inizio del 2020, per quanto concerne gli sbarchi, il Viminale ha registrato un aumento del 345%con un picco tra il 1 gennaio e il 28 febbraio – periodo di inizio del contagio – del 700% rispetto al 2019, con 2.553 clandestini confermati e provenienti dal nord Africa, sbarcati sulle nostre coste con l’aiuto dei traghettatori delle varie Ong rosse.

Dal blog del consigliere comunale di CasaPound Andrea Bonazza (www.andreabonazza.info):

Pubblicità
Pubblicità

A queste percentuali governative, nei report non si sommano però le centinaia di clandestini che continuano ad entrare in territorio italiano dal confine sloveno, molti dei quali, negli ultimi mesi, arrivati alle porte del Friuli Venezia Giulia dalla Grecia dopo l’espulsione strategico-politica dalla Turchia di un Erdogan sempre più forte nel braccio di ferro con l’Unione Europea.

A tal proposito e detto da chi come il sottoscritto si è trovato il profilo Facebook democraticamente eliminato per la terza volta, vorrei ricordarvi di filtrare tutte le notizie che trovate su web, tv o carta stampata, e magari fare un paio di calcoli anche senza “l’illustre” contributo delle varie task-force sulle fake-news, al fine di comprendere che le masse migratorie in arrivo dalla rotta balcanica e in partenza dal confine greco-turco dopo la flebile rottura diplomatica dovuta all’aggressione ottomana in Siria e arginata solo dall’intervento di Mosca, non sono “rifugiati” siriani (3%) come vogliono farci intendere i media e la politica globalista.

Ma, sempre in arrivo dalla guerra in Siria, sono bensì migliaia di terroristi foreign fighters giunti da tutto il mondo per combattere la “guerra santa” contro lo Stato laico di Bashar al Assad e, oggi, costretti alla fuga trovando protezione dall’amica/alleata Turchia in seguito alla riconquista bellica nazionale dell’esercito regolare, come mi è stato inequivocabilmente spiegato dai soldati siriani reduci da Idlib, al ministero di Damasco nel corso della nostra ultima missione con Solid Onlus in Siria a gennaio.

Pubblicità
Pubblicità

Nel corso della trasmissione in cui sono stato ospite la scorsa settimana, andata in onda sulla webTv dei patrioti ellenici, a causa di ciò che vi riportavo qui sopra gli amici greci mi hanno spiegato che, in seguito allo sfondamento del confine turco-greco con migliaia di immigrati all’assalto – anche armato e supportato dalle forze speciali turche – contro le forze armate e dell’ordine elleniche, oggi in Grecia troviamo una situazione che ha dell’incredibile; con centinaia di campi profughi all’aperto nelle isole e nell’entroterra, le Termopili, simbolo storicamente più alto contro l’invasione d’Europa, invase da migliaia di disperati tra i quali si mimetizzano però mercenari dell’ISIS e tagliagole islamisti reduci dalle peggiori stragi terroristiche nei territori vicino e mediorientali.

Insomma, con i popoli barricati dentro casa a lobotomizzarsi con i media che impongono la dittatura del Pensiero Unico, nelle strade d’Europa sono tornate a circolare da mesi centinaia di cellule terroristiche, più o meno dormienti, pronte alla prossima chiamata per la nuova Jihad. Ma gli italiani si preoccupano di mascherine, ombrelloni e dei verbali redatti dalla psico-polizia di Giuseppe Conte“.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]
  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]
  • “ Kalabria Coast to Coast”: un cammino di 55 km per vivere la vera essenza della Calabria
    La Calabria è la regione dove mare e montagna sono così vicini da poter essere vissuti nella stessa giornata: caratteristica unica e particolare che ha spinto la nascita di “Kalabria Coast to Coast”, un percorso naturalistico di 55 km da assaporare a passo lento tra filari di vite, distese di ulivi, boschi e piccoli caratteristici […]

Categorie

di tendenza