Connect with us
Pubblicità

Trento

La voce delle Partite Iva, Selber: «La manifestazione si farà, ma non il 4 di maggio»

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Ad un certo punto, ha perso le staffe e Renzo Rosso, l’imprenditore padovano e presidente della Only The Brave; la holding che controlla i marchi della moda Diesel, Marni, Viktor & Rolf, Dsquared, Just Cavalli e, tra le altre cose, patron della storica società calcistica della Lane Rossi Vicenza non è riuscito più a stare zitto.

Durante una discussione televisiva con il triestino Stefano Patuanelli, ex capogruppo del Movimento 5 Stelle al Senato e attuale Ministro dello Sviluppo Economico, Rosso è esploso. E non aveva tutti i torti.

Asfaltando il ministro ha detto delle semplici cose, tra cui alcune fondamentali. In tutto il mondo la reazione degli Stati, nei confronti dell’emergenza sanitaria per salvaguardare la filiera produttiva è stata la stessa ovunque: denaro a fondo perduto alle aziende. Senza se e senza ma. Burocrazia limitata e soldi di sostegno subito.

In oltre, la famigerata fase due è stata gestita da tutti con estrema libertà, non certo sottovalutando il virus, ma con molto più coraggio rispetto al nostro governo, che per cercare una soluzione ha assoldato un team di persone strapagato solo per imporre limiti.

La fase due, così com’è attualmente immaginata, non può funzionare. Chi lavora e chi tesse l’economia del nostro paese lo sa benissimo e non ce la fa più, esattamente come Renzo Rosso, sta per esplodere.

Nel nostro piccolo, nel Trentino, esiste da qualche mese, il gruppo FB “La Voce Delle Partite Iva” di cui avevamo parlato per primi il 22 Marzo.

Pubblicità
Pubblicità

Il gruppo all’inizio contava poco più di 700 iscritti, ora è arrivato a quota 7.000. La sua evoluzione ha cominciato ad avere un certo peso, tant’è che si era pensato di creare un’associazione.

In realtà questo passo non è stato fatto per non creare un “doppione”. A questo punto, “La Voce delle Partite Iva” si è rivolta alla CNA del Trentino in modo convincente e massiccio.

Sul piatto ci sono molte richieste sulle quali, la Provincia, non potrà tergiversare. In una Regione come la nostra, dove il turismo, l’artigianato e l’agricoltura, la fanno da padroni, non si può far finta di non sentire.

Da oltre un mese le richieste di queste persone sono chiare: denaro a fondo perduto, agevolazioni sulle tassazioni e cassa integrazione per i dipendenti. Altre soluzioni sono al vaglio, ma la realtà e che, non sarà sufficiente spostare le scadenze, ormai il danno è enorme ed ogni giorno, ora e minuto va ad aumentare l’impossibilità per molti di riaprire. Poi c’è da pensare anche a come aprire, perché le formule restrittive attuali sono decisamente improponibili.

Non solo per i professionisti del settore, ma anche per il singolo cittadino. Forse ci vuole un po’ più di coraggio, cosa che in altri Stati è già stato fatto. La possibilità di perdere oltre il 30% delle attività, con i relativi indotti, è molto concreta.

La situazione è delicatissima e pare ci sia stato anche un timido tentativo di “golpe” all’interno del gruppo, probabilmente guidato da una forza politica della minoranza, al quale però, il gruppo coeso e determinato, è riuscito a mettere rimedio.

Detto questo, parlando con Marco Selber, uno dei coordinatori, la situazione è abbastanza chiara.

Le partite Iva del Trentino vogliono un incontro sulla “tavola rotonda” della Provincia per avere tempi certi, aiuto economico e garanzie.

A tal proposito si era pensato ad una manifestazione per il 4 Maggio, iper la quale lo stesso Selber precisa: “Non è nostro intento scendere a Trento per distruggere la città. La nostra protesta deve essere costruttiva e vuole ottenere un risultato congruo per tutti. Per questo vogliamo fare le cose in regola. Dobbiamo radunare il gruppo, organizzaci con la Questura e programmare gli interventi. La manifestazione si farà, ne siamo sicuri, ma se ne parlerà nei prossimi giorni.”

Intanto già qualcosa si è mosso, spettacolare il flash mob organizzato giovedì sera a Malè dove i locali hanno acceso le luci e i proprietari, in maniera simbolica, hanno “regalato” le chiavi dei loro locali al comune.

Chi fosse passato da quelle parti in quel momento, avrebbe respirato aria di normalità vedendo bar e ristoranti aperti. Peccato che fosse solo una specie di illusione ottica. Non c’è più tempo, non può esistere una fase due. Bisogna agire e farlo in fretta.

Ci si deve rendere conto che l’emergenza sanitaria ha certamente la priorità, ma non può condizionare un sistema produttivo già troppo fragile. C’è un tesoretto in Provincia? Va usato!

  • Pubblicità
    rel="nofollow"Pubblicità
Alto Garda e Ledro25 minuti fa

Riva del Garda, fascia lago e Palafiere: ieri l’incontro con l’assessore Spinelli

Piana Rotaliana26 minuti fa

Investito da un camion mentre cambia una gomma dell’auto, 39 enne gravissimo

Val di Non – Sole – Paganella1 ora fa

A fuoco una canna fumaria, limitati i danni

Val di Non – Sole – Paganella2 ore fa

Marilleva: ruba uno snowboard sulle piste, rintracciato e denunciato padre insospettabile

Giudicarie e Rendena2 ore fa

È grave al Santa Chiara il 68 enne trovato ieri nella vasca di smaltimento del ghiaccio

Fiemme, Fassa e Cembra3 ore fa

Ospedale Cavalese, Fugatti: «Pronti a sostenere la decisione dei territori»

Fiemme, Fassa e Cembra3 ore fa

Brt di Fiemme e Fassa, l’analisi delle 130 osservazioni formulate dai Comuni

Fiemme, Fassa e Cembra4 ore fa

Val di Fassa, operazione «Sciamano 2»: arrestate 14 persone per spaccio di droga

Sport Trentino4 ore fa

A Gennaio Trentino protagonista sui media nazionali

Trento4 ore fa

Tossicodipendente aggredisce tabaccaio in Corso 3 novembre

Trento5 ore fa

Medicina, nominati i primi quattro professori clinici ma manca la sede. Polemica fra il rettore e Segnana

Val di Non – Sole – Paganella5 ore fa

Sono aperte le domande per la nuova assegnazione degli orti comunali a Cles

Valsugana e Primiero6 ore fa

Borgo Valsugana: La storica bottega Cicli Debortoli oggi chiude i battenti dopo 63 anni di attività

Trento12 ore fa

Elezioni provinciali: nuova fumata nera, rimangono in lizza Fugatti e Gerosa

Val di Non – Sole – Paganella16 ore fa

A Coredo un “canto di speranza” capace di toccare l’anima

Trento4 giorni fa

Continuano le truffe del reddito di cittadinanza. Ecco quanti lo ricevono in Trentino

Trento4 settimane fa

Dramma a Trento: ricercatrice muore a 42 anni per un malore improvviso

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Torna in Val di Non la grande “Festa di San Romedio”

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Tragedia di Capodanno: è morta la 25 enne roveretana Valentina Vallenari Benedetti, troppo gravi le ferite riportate nell’incidente lo scorso 31 dicembre

Trento2 settimane fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

Offerte lavoro5 giorni fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

Vista su Rovereto2 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

economia e finanza4 settimane fa

Il colosso Amazon licenzia 18 mila dipendenti

Rovereto e Vallagarina3 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Trento1 settimana fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento3 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento3 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Trento2 settimane fa

Condominio da incubo via Perini: il soggetto entrerà in comunità alla fine del mese

Trento4 settimane fa

Lutto nell’azienda sanitaria: muore a 58 anni Martina Liber

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza