Connect with us
Pubblicità

Trento

Opera universitaria: verso l’incremento delle borse di studio. Contributo straordinario per i borsisti in affitto

Pubblicato

-

Un incremento dell’importo delle borse di studio per gli studenti colpiti da una riduzione importante del reddito familiare e un contributo di affitto straordinario per favorire la residenzialità degli studenti nelle strutture dell’Opera Universitaria.

Sono questi i due interventi messi in campo dall’ente, individuati in sintonia con l’Università e la Provincia autonoma di Trento.

Già oggi le misure saranno sottoposte al vaglio del Consiglio di Amministrazione dell’Opera, in una seduta che vedrà la presenza dell’assessore all’istruzione, università e cultura, Mirko Bisesti e del rettore, Paolo Collini.

Pubblicità
Pubblicità

In questa delicata fase che inevitabilmente sta facendo emergere nuove situazioni di difficoltà economiche per molti nuclei familiari, oltre che per l’impossibilità per molti studenti stessi di proseguire eventuali attività lavorative con cui contribuiscono agli studi, l’Opera ha individuato questi due interventi straordinari per sostenere i suoi studenti nel diritto allo studio: misura a supporto di tutti i beneficiari di Borsa di studio colpiti da questa emergenza con una riduzione importante del reddito familiare (-25%). E’ rivolta ai 2.300 beneficiari di borsa di studio a.a. 2019/2020 che affrontano la crisi in una condizione familiare peggiorata e si tradurrà in un incremento pari al 10% dell’importo della borsa già percepita, stimata in media nell’ordine di 400 euro e misura per favorire la residenzialità degli studenti nell’ambito delle strutture abitative dell’ente, mediante l’erogazione, da aprile ad agosto, di un contributo affitto straordinario di 50 € /mese, fino a un massimo di 250 €.

Tale intervento mira a supportare la presenza della comunità studentesca sul territorio, in un momento in cui UniTrento sta svolgendo la didattica e gli esami in modalità ‘a distanza’ ed è impegnata a riorganizzare la didattica per il prossimo autunno, affinché si svolga nel rispetto delle indicazioni di sicurezza sanitaria.

Questo duplice intervento, oltre che di supporto per eventuali situazioni di difficoltà economica, è finalizzato anche a mantenere vitale e partecipato il tessuto di relazioni di cui sono protagonisti gli studenti fuori sede che vivono nelle residenze San Bartolameo e Mayer.

Pubblicità
Pubblicità

Riteniamo necessario – ha spiegato la presidente di Opera Universitaria Maria Laura Frigotto supportare gli studenti nel mantenere il rapporto con il territorio e con i suoi interlocutori, per costruire quei legami che rappresentano occasione per i giovani di entrare in contatto con il tessuto economico locale, in vista di una futura occupazione, e dall’altra di arricchire il territorio di competenze e professioni nuove.

La comunità universitaria – ha continuato la presidente – deve essere alimentata e guardata in prospettiva di un futuro in cui sarà di nuovo possibile riappropriarsi del nostro quotidiano anche se in modo diverso da come lo vivevamo prima. Vogliamo, infatti, che questo momento non rappresenti per i giovani una frattura nel proprio percorso di studi, ma un ponte verso una nuova normalità dove vi saranno modalità di interazione diverse ma anche in presenza”.

Attraverso tali misure rivolte agli studenti supportati nel loro diritto allo studio – ha concluso Frigotto – Opera mira a dare impulso al tema della residenzialità di tutta la comunità studentesca che è decisivo non solo per fornire risposte puntuali alla situazione di emergenza che stiamo vivendo e per supportare la continuità e l’eccellenza della nostra università, ma anche nell’ottica di una visione che abbia a cuore il futuro dei giovani e del nostro territorio.

Per questo abbiamo proposto l’attivazione di un tavolo di lavoro con i soggetti che operano nel settore delle residenze studentesche e degli affitti agli studenti, cercando soluzioni e idee che possano salvaguardare gli interessi di tutti e contribuire al benessere del nostro territorio”.

L’assessore all’istruzione, università e cultura, Mirko Bisesti, che parteciperà alla seduta del Consiglio di Opera Universitaria, ha sottolineato l’importanza degli interventi con cui si dà una prima risposta per garantire il diritto allo studio: “Con questo primo intervento abbiamo voluto dare sostegno a quei studenti maggiormente in difficoltà causa la crisi sanitaria che stiamo vivendo. Siamo consapevoli come amministrazione provinciale dell’importanza del diritto allo studio, anche come volano di sviluppo sociale e di crescita per la città”.

Inoltre il tavolo che sarà convocato nei prossimi giorni servirà per esplorare soluzioni che potranno forse già trovare spazio nella Manovra in discussione.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Un solo tavolo al ristorante stellato, l’elegante genialità della ristorazione
    Il meglio delle esperienze che Venezia possa offrire è racchiuso in un luogo dove la declinazione dell’esperienza sarà il miglior servizio. Un posto non convenzionale che può essere scelto solo da coloro che accettano di non porre condizioni. Con geniale eleganza, Il Ristorante “Oro” dell’hotel Cipriani a Venezia rinasce mettendo in luce un dettaglio unico […]
  • A Bologna l’economia circolare in edilizia diventa realtà: arriva il nuovo asfalto 100% riciclato
    Un’edilizia circolare sempre più sostenibile dal punto di vista ambientale risulta una strada imprescindibile per il futuro dello sviluppo economico. Il riciclo dei materiali promette infatti oltre ad una sensibile riduzione dei rifiuti e dell’inquinamento, anche un’ottima soluzione per ottimizzare costi e ricavi. In un simile contesto risulta fondamentale lavorare sulla ridefinizione del ciclo produttivo […]
  • Una notte tra le Dolomiti e le stelle a 2055 metri di quota
    A pochi chilometri da Cortina tra cieli sconfinati e cattedrali rocciose esiste una camera che regala l’insolita emozione di ritrovarsi a dormire avvolti dall’affascinante magia di un paesaggio unico al mondo. La starlight Room, inclusa tra i dieci hotel più spettacolari del mondo, si trova infatti sopra al rifugio Col Gallina a 2055 metri in […]
  • “Vuoi costruire una piscina di pregio ma non sai bene da dove iniziare?” Comincia da qui
    Immagina un angolo di vacanza nel tuo giardino o terrazza, uno spazio accogliente e riservato dove poter dimenticare i problemi quotidiani e immergerti in momenti di benessere e relax da solo o con i tuoi cari. Magari è da un po’ che ci pensi ma qualcosa ti frena. Domande del tipo: “Da dove inizio? Mi […]
  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]
  • In Giappone trionfano le vacanze covid – Free, di girare il mondo su un aereo ma con la realtà virtuale
    Per ottemperare alle rigide restrizioni imposte per abbattere la pandemia da Coronavirus garantendo contemporaneamente l’emozione del viaggio in aereo, una compagnia aerea giapponese ha riconvertito la propria offerta proponendo ai clienti  eccentriche vacanze virtuali a bordo di aerei finti con occhiali per la realtà virtuale. L’ideatrice di questo stravagante progetto è la Tokyo First Airlines, che permette […]

Categorie

di tendenza