Connect with us
Pubblicità

Piana Rotaliana

Cantine Mezzocorona: per il Tribunale del riesame non ci sono legami con Cosa Nostra. Sbloccati tutti i terreni

Pubblicato

-

Il gruppo Mezzocorona può tirare un grande sospiro di sollievo.

Il Tribunale dei riesame di Trento ha annullato il decreto di sequestro di 900 ettari di terreno a Sambuca di Sicilia (Agrigento) e ad Acate (Ragusa).

Si trattava di un complesso aziendale, del valore di oltre 70 milioni di euro, di vigneti e numerosi fabbricati.

Pubblicità
Pubblicità

Secondo il Tribunale del riesame non esiste inoltre il legame con Cosa Nostra.

Il 20 marzo 2020 i militari del Nucleo di Polizia Economica e Finanziaria della Guardia di Finanza di Trento avevano dato esecuzione ad un sequestro preventivo, emesso dal GIP presso il Tribunale di Trento su richiesta della locale Procura Distrettuale – D.D.A., in stretto coordinamento con la Procura Nazionale Antimafia e Antiterrorismo, ad esito di indagini in materia di infiltrazione della criminalità organizzata di stampo mafioso nell’economia trentina.

Il provvedimento di sequestro era stato eseguito su terreni e fabbricati di due tenute siciliane di proprietà appunto del gruppo di Mezzocorona.

Pubblicità
Pubblicità

I legali del Gruppo Mezzocorona, Luigi Olivieri e Vittorio Maines, dichiarano che il provvedimento è stato annullato proprio per il fatto che il Gruppo stesso ha portato avanti tutti gli acquisti dei terreni con trasparenza e tracciabilità. E’ quindi inesistente il reato associato all’acquisto dei terreni.

I due capi di imputazione si riferivano a due transizioni immobiliari effettuate in Sicilia. Nel 2001 il Gruppo Mezzocorona attraverso la società Silene srl acquistò la prima parte di Feudo Arancio dalla società Agro Invest di Gian Luigi Caradonna per un valore di 12 miliardi e 225 milioni di lire (6,3 milioni di euro).

L’acquisto in questione riguardava 255 ettari di terreno e la relativa cantina a Sambuca di Sicilia. Due anni dopo, nel 2003, la società Villa Albius, in gran parte della stessa Agro Invest, acquistò 621 ettari di terreno ad Acate per una cifra di oltre 16 milioni di euro. La società faceva capo a Caradonna stesso e a Giuseppe Maragioglio.

Gian Luigi Caradonna è il nipote di Antonino Salvo, esponente della Famiglia mafiosa di Salemi e legato a Cosa Nostra, arrestato nel 1984 dal giudice Giovanni Falcone e morto due anni dopo in una clinica svizzera.

Antonino Salvo insieme a suo cugino Ignazio Salvo presero parte come imputati al maxiprocesso di Palermo. Ignazio Salvo venne condannato a tre anni di carcere per associazione mafiosa, ma al suo ritorno a casa venne ucciso da un gruppo di killer il cui mandante era Totò Riina.

Giuseppe Maragioglio è invece considerato dagli inquirenti uno degli uomini di fiducia della Famiglia Salvo. Che i terreni siciliani fossero stati in qualche modo legati al mondo mafioso il Gruppo Mezzocorona lo ha sempre saputo, e ha affermato di averli acquistati proprio per sottrarli al loro controllo.

Secondo l’accusa attraverso Caradonna e Maragioglio i terreni  sarebbero ancora nell’ottica mafiosa della Famiglia Salvo.

I legali del Gruppo Mezzocorona si sono sempre difesi affermando che tutte le acquisizioni immobiliari sono avvenute con assegni bancari e bonifici e quindi all’insegna della tracciabilità. Il Tribunale del riesame potrebbe aver annullato il sequestro anche per la mancanza di prove sul fatto che la famiglia mafiosa dei Salvo detenesse ancora i terreni in questione. In questo caso cadrebbe anche l’accusa di riciclaggio. Per la difesa questa ipotesi non è neanche da tenere in considerazione. La procura deciderà se fare ricorso in Cassazione.

 

Pubblicità
Pubblicità

  • PubblicitàPubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Criptovalute paragonate ai mutui subprime del 2008: l’allarme della Consob
    Il fenomeno criptovalute è così attuale e crescente, tanto da spingere il numero uno della Consob, Paolo Savona a lanciare un’allarme sulla situazione. La similitudine tra criptovalute e mutui subprime Savona infatti, ha dedicato un... The post Criptovalute paragonate ai mutui subprime del 2008: l’allarme della Consob appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta
    Il vecchio Bonus Renzi da 80 euro si evolve e diventa un Bonus Irpef da 100 euro. Con l’ultima legge di Bilancio infatti, vengono riviste le regole e il nome del vecchio bonus. A chi... The post Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta appeared first on Benessere Economico.
  • Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste
    Il Governo potrebbe estendere l’esenzione Imu, ampliando la categoria di soggetti che non saranno tenuti a versare la prima rata. Imu 2021, chi rientra nell’esenzione Un nuovo emendamento al Decreto Sostegni Bis potrebbe andare incontro... The post Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste appeared first on Benessere Economico.
  • P. A, lo Stato dice addio ai ritardi e paga in anticipo i suoi debiti
    I ritardi, tipici della Pubblica Amministrazione potrebbero presto diventare un lontano ricordo. La notizia è stata raccontata dai dati diffusi dal Ministero dell’Economia e delle Finanze riguardo i tempi medi impiegati durante l’anno 2020 dallo... The post P. A, lo Stato dice addio ai ritardi e paga in anticipo i suoi debiti appeared first on […]
  • Ritorna il Bonus Sanificazione: tutti i dettagli e le novità
    Con le riaperture torna anche il Bonus Sanificazione e DPI anche per il 2021 per una ripartenza in sicurezza. Il Decreto Sostegni bis ripropone l’agevolazione per i titolari di partita Iva, seppur in una percentuale... The post Ritorna il Bonus Sanificazione: tutti i dettagli e le novità appeared first on Benessere Economico.
  • Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto
    Con l’arrivo delle nuove agevolazioni a fondo perduto per le partite Iva, scattano anche le regole per l’accesso al contributo. Le agevolazioni Le nuove attività ed imprese economiche hanno diritto ad un contributo a fondo... The post Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto appeared first on Benessere Economico.
  • Nasce il primo superstore senza casse: Amazon conquista con l’innovazione
    All’interno dell’immensa panoramica della distribuzione organizzata, mette piede con estrema originalità il colosso Amazon che, potenziando ulteriormente la sua offerta apre il primo negozio senza cassa. Dall’idea senza dubbio originale e molto innovativa nasce un Fresh store in cui i clienti possono fare comodamente la spesa e uscire direttamente dalla corsia dedicata: “ senza pagare”. […]
  • Valentino dice addio alle pellicce e corre alla ricerca di nuovi materiali
    Mentre a Parigi sfila l’alta moda,  la maison di Valentino si esibisce virtualmente a Roma a Galleria Colonna. Il contrasto tra sontuosità del luogo ed il minimalismo della collezione è netto e per la prima volta uomo e donna sfilano insieme, una moda che non ha bisogno di definizione. Una sfilata che racconta la celebrazione […]
  • Il futuro del mercato immobiliare passa dalla casa in legno: un’abitazione con molti vantaggi
    Il futuro del mercato immobiliare potrebbe spostarsi dal mattone ad un materiale tanto semplice quanto resistente e sostenibile, come il legno. In particolare, il legno è il materiale per eccellenza alleato della sostenibilità ambientale perché aiuta a raggiungere al meglio l’autosufficienza energetica, permettendo di ridurre gli sprechi. Infatti, grazie alla sua elevata capacità di isolare […]
  • Hotel Chalet Mirabell: lo spirito di Merano!
    Nell’esclusivo Hotel a 5 stelle Chalet Mirabell ad Avelengo vicino Merano è possibile trascorrere le giornate più belle dell’anno tra lusso e naturalezza alpina, ampi spazi aperti e natura incontaminata. “Qualche anno fa la nostra passione ci ha portati a trasformare il nostro residence alpino da 16 camere nell’hotel 5 stelle Mirabell in Alto Adige. Abbiamo […]

Categorie

di tendenza