Connect with us
Pubblicità

economia e finanza

Da Rovereto la delusione e il drammatico grido di aiuto di parrucchiere ed estetiste: «Esasperati da questo governo ed a rischio chiusura»

Pubblicato

-

È un forte grido di aiuto quello che arriva da parte di Marika ed Eleonora, titolari del salone Claudio di Rovereto.

La bottega artigiana è presente in centro da oltre 40 anni con 9 dipendenti per un totale quindi di 11 persone.

«Abbiamo la responsabilità che grava sulle nostre spalle di 9 persone e quindi 9 famiglie, oltre alle nostre due – esordiscono Marika ed Eleonora – capiamo il periodo di emergenza sanitaria attuale ed esprimiamo massimo cordoglio a tutte quelle famiglie che hanno perso i propri cari per questa epidemia, e siamo ben consapevoli che la salute delle persone deve venire prima di tutto. A livello lavorativo ed economico, ci sentiamo la categoria più penalizzata dalle restrizioni e dai decreti emessi dallo Stato, insieme ai centri estetici. abbiamo chiuso per primi ed apriremo per ultimi, e non si sa ancora con certezza se il primo giugno».

Pubblicità
Pubblicità

Entrambi sono d’accordo sul fatto di non essere tutelate da chi governa, «siamo abbandonati e maltrattati» – incalzano ricordando come gli altri governi vivono la pandemia, come aiutano le proprie imprese: «fin dal giorno di chiusura i governi hanno aiutato le attività ed i liberi professionisti con somme ingenti depositate direttamente sui conti correnti, ma soprattutto a fondo perduto, e per direttamente intendo senza passare dalle banche».

La differenza con l’Italia è desolante: «Qui da noi il governo ci ha detto di andare in banca a fare un mutuo, e’ questo l’aiuto? oppure l’aiuto sono i 600 euro alle partite iva? valiamo 600 euro per il nostro Stato? e le nostre famiglie dovrebbero campare solo con quelli? non bastano nemmeno per le bollette di luce, acqua e gas a livello familiare. Si parla poi di cassa integrazione per i dipendenti, senza però specificare le tempistiche per averla – osserva Marika – vogliamo comunicare con fermezza che noi oggi siamo pronti ad aprire le serrande con tutte le precauzioni del caso: mascherine, guanti, camici, visiere, distanziamenti tra i clienti e nostri collaboratori, sanificazione strumenti ed ambiente e ricevendo su appuntamento. Siamo disposte a lavorare bardate a modi personale sanitario».

Le due socie sono ormai organizzate da tempo con tanto di misurazioni per le possibili distanze all’interno del salone che per sicurezza hanno deciso si portare a due metri tra una postazione e l’altra, visto che il locale è di media/grande metratura.

Pubblicità
Pubblicità

È incredibile come i cittadini e gli imprenditori siano molto più avanti dal punto di vista dell’organizzazione e della pianificazione del governo Conte. 

«Chiediamo a chi ci governa di rivedere immediatamente il nuovo decreto, anticipando la data di apertura per la nostra categoria. Siamo disposte a variare gli orari di apertura e chiusura dell’attività, prolungando anche l’orario di lavoro giornaliero. A breve inizieremo la vendita dei nostri prodotti tramite telefono e spedizione con corriere, ma questo sara’ semplicemente un servizio per i nostri clienti per fargli capire che noi ci siamo»

Pubblicità
Pubblicità

E ancora: «Ci aspettiamo un aiuto con la “a” maiuscola per le nostre partite iva, visto che siamo stati i più penalizzati in assoluto. Ci auguriamo che anche la nostra provincia autonoma tenga conto di tutto questo, provvedendo ad aiuti aggiuntivi a fondo perduto rispetto a quelli statali e facendosi portavoce nei confronti del governo centrale».

Poi la grande amarezza e il grido di allarme: «Gli utili d’azienda di oggi, se così si possono definire, ti fanno al limite andare avanti e mantenerti alla belle e meglio, e non si pensi che ci sia liquidità per sopportare un ulteriore periodo di chiusura. Attendere fino al primo giugno vorrebbe dire la fine di tutto. La situazione per attività come le nostre è drammatica e ormai siamo vicini al pensare di chiudere le serrande e per sempre. Noi non vogliamo lasciare a casa tutti i nostri collaboratori, cosi’ preziosi e cosi’ importanti e che da anni danno sempre il massimo per il nostro negozio. Fa specie poi vedere le conferenze stampa del governo, dove appaiono i politici perfettamente apposto, con capelli tagliati a dovere e ricrescite fatte da professionisti. E ci chiediamo il perché loro siano autorizzati a lavorare». 

«Vogliamo andare tutti sotto ai palazzi dei nostri politici e consegnare le chiavi delle nostre attività? Siamo convinte che insieme a noi scenderebbero in piazza molti altri titolari di attività. Il modo di agire del governo ci sta portando all’esasperazione. Noi vogliamo solo aprire e lavorare!» – concludono Marika ed Eleonora

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Eco Bonus 110% esteso anche alle seconde case
    Nonostante il tanto desiderato Super Eco Bonus del 110 %, il pacchetto di incentivi fiscali relativi alle detrazioni per le riqualificazioni energetiche e misure antisismiche sia entrato ufficialmente in vigore dal mese di luglio 2020, si pensa già ad un allargamento della platea per la super detrazione. È stata presentata infatti, una riformulazione di un […]
  • Ghiaccioli fatti in casa: mille gusti di golosità!
    Quando arriva l’estate nei nostri congelatori non mancano mai alcune scatole di ghiaccioli. Golosi, gustosi, colorati e adatti a tutti i gusti: i ghiaccioli possono essere l’ingrediente perfetto per una merenda tra amici, fresca e rigorosamente instagrammabile. Ma è davvero così complicato prepararli? Gli ingredienti per preparare i ghiaccioli sono davvero semplici e pochi: i […]
  • Garda See Charter: tra l’arte del navigare e un’avventura sportiva
    Venti che soffiano costanti e regolari, onde perfette e mai eccessivamente abbondanti, acqua celeste e leggermente illuminata dai caldi raggi del sole che rendono il clima mite tutto l’anno: queste sono solo alcune delle condizioni ideali per un’esperienza in barca a vela sulle acque del Lago di Garda. Quello del Lago di Garda, tra il […]
  • “Vivi internet, al meglio”: la piattaforma di Google per aiutare gli adulti a guidare i ragazzi sul web
    Dalla sua nascita l’immenso mondo del web ha concretizzato le necessità in facili possibilità ma con la sua inarrestabile evoluzione sta offrendo, sopratutto al pubblico più giovane, altrettante insidie e minacce. Secondo una ricerca commissionata da Google, nonostante l’85% degli insegnanti italiani intervistati non abbia i mezzi sufficienti per affrontare questo tipo di problematiche, il […]
  • Sacro Bosco di Bomarzo: un luogo tra sogno e realtà
    Non tutti sanno che nel cuore della Tuscia Laziale, in provincia di Viterbo, si trova un bosco dove immaginazione e paure prendono forma: il Sacro Bosco di Bomarzo, noto ai più come Parco dei Mostri di Bomarzo. In letteratura e nell’arte, il bosco è spesso visto come metafora di caos, turbamento, inquietudine, vita, perdita della […]
  • Arredare green: la scelta di vivere sostenibile
    La connessione fondamentale tra essere umano e natura trova forte legame e accordo con un incredibile risultato in molti settori: dall’abbigliamento, alla arte culinaria fino all’arredamento di spazi interni ed esterni. Per gli appassionati di aree verdi e naturali, la nuova tendenza che guarda al futuro del design è uno sguardo verso Madre Natura, composto […]
  • “ Sentiero dei Parchi”: presto anche l’Italia avrà il suo Cammino di Santiago italiano
    Dai Tg flash, ai treni velocissimi ai fast food fino ai pranzi al volo: viviamo in un mondo in cui la velocità è diventata una dote essenziale e molto ricercata, ma esiste un’alternativa che cerca di promuovere il valore della lentezza e della scoperta. Esistono infatti, diversi modi di viaggiare e dopo lo slow food […]
  • “Regalati il Molise”:case vacanze gratis per rilanciare turismo e piccoli borghi
    Nell’anno in cui l’emergenza sanitaria ha rotto tutti gli schemi del classico turismo legato alle grandi mete e alle vacanze tradizionali, una delle regioni più piccole d’Italia ha deciso di riaprire i confini del turismo con una particolare iniziativa aperta al mondo: “ Regalati il Molise perché il Molise è un regalo speciale”. L’annuncio arriva […]
  • Cortina d’Ampezzo plastic- free: da luglio stop a plastica in ristoranti, bar ed eventi
    Preservare la salute del pianeta e del nostro futuro è diventato una delle urgenze più importanti del momento, tanto da impegnare associazioni governative internazionali e Governi di tutto il mondo per trovare una soluzione efficacie alle problematiche ambientali. Dallo sfruttamento delle energie rinnovabili, alla raccolta differenziata, molte sono le soluzioni fino ad ora utilizzate per […]

Categorie

di tendenza