Connect with us
Pubblicità

Politica

Bella Ciao e flashmob: l’ideologia entra nella scuola trentina. Gerosa: “Inammissibile”

Pubblicato

-

Bella Ciao nella scuola pubblica trentina? Gravissimo. Siamo consapevoli che in questo momento le priorità per il Paese sono molteplici: la nostra salute e la crisi economica in primis. Ciò non toglie che su alcune questioni non si possa rimanere indifferenti. 

Trovo davvero grave leggere tra i compiti di mia figlia, che frequenta la seconda media in una scuola pubblica, l’invito del professore di musica a imparare Bella Ciao e a partecipare al flashmob indetto dall’Anpi. Questo è fare entrare le ideologie tra i banchi dei nostri figli”.

E’ quanto ha reso pubblico attraverso il suo profilo social e poi alla nostra redazione, dalla coordinatrice provinciale e commissario di Fratelli d’Italia, Francesca Gerosa. 

Pubblicità
Pubblicità

Succede anche in tempi di quarantena, dove le relazioni tra alunni e insegnanti sono a distanza, lezioni e compiti per casa vengono ordinati online, di imbattersi in qualche tentativo di introdurre le ideologie politiche travestite da ‘cultura’ all’interno del contesto scolastico. 

E’ il caso (neanche a dirlo) del 25 aprile, Festa della Liberazione e di ‘Bella Ciao’, inno acquisito dai partigiani nell’era post bellica e successivamente attribuito, con tanto di cambio del testo, al periodo della Resistenza.

E anche nella giornata tradizionalmente dedicata al ricordo della Resistenza e della fine della seconda guerra mondiale, la giustificazione è pronta. La storia della Liberazione è stata sdoganata e legittimata dai piani ministeriali del dopoguerra. Nessuna imposizione, solo ‘istruzione’.

Pubblicità
Pubblicità

Dopo il post pubblicato su Facebook sono stata contattata da genitori che in molte altre parti d’Italia hanno assistito ad episodi analoghi – continua Gerosa – . E’ già di per sé inaccettabile la strumentalizzazione di una data storica di cui una parte politica si è impossessata, circoscrivendone il quadro storico in maniera faziosa e dipingendolo di un solo colore. Insinuare nelle coscienze dei ragazzi questa visione e per di più a livello scolastico è inammissibile”.

Un episodio, a ben vedere non l’unico, che ora verrà segnalato dalla coordinatrice di FdI anche a livello istituzionale. 

Conferma Gerosa: “Ho mandato una mail al professore e alla responsabile di classe per esprimere le mie perplessità, ma ho anche invitato l’assessorato all’istruzione della Provincia di Trento a pubblicare una nota dove esorta tutte le scuole a non portare l’ideologia tra i banchi, di nessun colore politico. 

In tutto ciò, non si tratta di un attacco a un singolo professore, ma dell’esortazione a un intero sistema perché abbia cura di prevenire episodi di questo tipo”.

La stessa comunicazione, ci dice la coordinatrice, è stata poi inviata ai responsabili istituzionali di Fratelli d’Italia a Roma, perché ‘ci si possa attivare a livello parlamentare con un’interrogazione e un’azione più estesa da parte del ministero, che sensibilizzi il sistema scolastico a non divulgare ideologie personali e di parte”.

Proprio per ieri, in occasione delle celebrazioni virtuali, con qualche exploit pratico in barba all’esasperazione di moltissimi italiani tenuti in ‘cattività’ dall’emergenza Covid, la Presidenza e la Segreteria nazionale ANPI avevano lanciato l’iniziativa del flash mob #bellaciaoinognicasa. 

Qualche insegnante, anche in Trentino, ha quindi pensato di invitare gli alunni a partecipare alle manifestazioni virtuali e a imparare a suonare e cantare ‘l’inno’.

Nonostante sia diventata nei fatti la canzone ufficiale della Resistenza, Bella ciao non sarebbe mai appartenuta davvero alle formazioni partigiane, ma diventata di uso comune solo dopo 20 anni dalla fine della seconda guerra.

E’ stata tuttavia acquisita come strumento ideologizzante per generazioni di giovani che anche oggi vengono invitati ad interiorizzarne musica e versi come ‘canto di libertà’.

La scuola è di tutti e dovrebbe guardare ad ampio raggio a tutti gli accadimenti e gli snodi di fondamentale importanza per la storia d’Italia, senza distinzioni – conclude Gerosa – . L’ideologia deve restare fuori dalla scuola soprattutto in un’età in cui ragazzini poco meno che adolescenti non hanno ancora autonomia di pensiero e una coscienza civica formata. E’ una questione, in primis, di responsabilità civile e sociale nei confronti delle nuove generazioni”.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Affitto con riscatto, un’ottima opportunità per acquistare casa
    Una possibile alternativa per acquistare casa potrebbe essere l’affitto con riscatto. Negli ultimi anni, la mancanza di liquidità, le garanzie delle banche sempre più stringenti e gli alti tassi di intesse, incidono negativamente sull’acquisto di... The post Affitto con riscatto, un’ottima opportunità per acquistare casa appeared first on Benessere Economico.
  • Attivata la seconda sessione di contributi a fondo perduto per Associazioni sportive, come funziona
    Dopo i danni subiti dalle associazioni sportive a causa delle restrizioni dovute all’emergenza covid, il Dipartimento per lo Sport della Presidenza del CdM ha destinato un fondo di 50 milioni per Ssd e Asd. Contributi... The post Attivata la seconda sessione di contributi a fondo perduto per Associazioni sportive, come funziona appeared first on Benessere […]
  • Reddito di libertà, attivata la procedura per l’invio delle domande
    Dopo l’annuncio di qualche mese fa, il reddito di libertà ora è pronto per essere erogato a tutte le donne in difficoltà e vittime di violenza. Reddito di libertà, cos’è La misura che prevede un... The post Reddito di libertà, attivata la procedura per l’invio delle domande appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus idrico pronto, ma sito offline: le domande al via dal 2022
    Manca poco all’arrivo del Bonus idrico che permette di ricevere un rimborso di 1000 euro per chi sostituisce rubinetti di bagno e cucina. Ad oggi anche se sembra tutto pronto per l’avvio della nuova agevolazione,... The post Bonus idrico pronto, ma sito offline: le domande al via dal 2022 appeared first on Benessere Economico.
  • Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo
    Il futuro dell’economia, dovrà evolversi tenendo conto della missione che ormai accomuna tutti gli stati del mondo, la sostenibilità. Di fatto, per avvicinarsi verso un’economia circolare che riduca la produzione dei rifiuti, garantisca uno sviluppo... The post Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo appeared first on Benessere Economico.
  • Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi
    Dopo le difficoltà iniziali, il Bonus terme ha riscontrato un a grande affluenza, tanto da esaurire i fondi nel giro di poche ore. Un boom di adesioni che però ha lasciato milioni di italiani esclusi... The post Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi appeared first on Benessere Economico.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

Categorie

di tendenza