Connect with us
Pubblicità

Trento

Sostegno economia Trentino: bonus a fondo perduto fino a 5.000 euro e 1000 euro al mese per gli affitti

Pubblicato

-

Il Trentino riparte, entrando nella cosiddetta “Fase 2” con Programma Covid 19, il disegno di legge approvato oggi dalla Giunta provinciale per il sostegno delle famiglie, dei lavoratori e delle imprese di ogni settore economico, colpite dagli effetti della pandemia di Coronavirus.

Uno strumento complesso, che impegna risorse per complessivi 150 milioni di euro, a cui si aggiunge il rifinanziamento del Protocollo siglato con il sistema bancario per garantire l’accesso al credito, con 250 milioni di euro che si sommano ai 250 già stanziati, e l’intervento di sospensione del pagamento dell’Imis, e delle altre tasse locali, per complessivo 175 milioni di euro.

In tutto la Provincia mobilita quindi un totale di 825 milioni circa per superare questo momento particolarmente difficile.

Pubblicità
Pubblicità

Ma le cifre da sole, ovviamente, non dicono tutto. “Questo disegno di legge – ha spiegato il presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti – riguarda soprattutto il sostegno degli operatori economici gravemente danneggiati dagli effetti del Coronavirus, il sostegno al reddito dei lavoratori e delle altre persone in condizione di sofferenza, il sostegno alla competitività, all’innovazione e all’internazionalizzazione del sistema economico, la semplificazione dei provvedimenti e la digitalizzazione. E’ uno strumento aperto ad osservazioni e integrazioni, di buon senso e importanti, che sicuramente arriveranno dal Consiglio provinciale, che sarà chiamato nei prossimi giorni ad esaminarlo”

Il presidente Fugatti, nel presentare la nuova misura, ha ricordato che “la crisi andrà a pesare sul bilancio provinciale per una cifra fra i 350 e i 400 milioni. Si tratta grosso modo della stessa cifra di cui abbiamo parlato con il Governo, a proposito del contributo straordinario che il Trentino versa per contribuire al risanamento del bilancio dello Stato dal 2008, quindi da quando, con un’altra grave crisi, è stato necessario fare uno sforzo maggiore per sostenere i conti pubblici italiani. Oggi, a causa del Covid 19, i bilanci nazionali, ma anche quelli europei, necessariamente non possono essere più in regola. Le risorse che versiamo allo Stato, e che in base allo Statuto di Autonomia spetterebbero al Trentino, devono quindi tornare a noi. Altrimenti, ci troveremmo in difficoltà nel sostenere le competenze che lo Statuto ci assegna. Il Governo ci ha assicurato una risposta in tempi brevi. Quando la Provincia potrà dunque impegnare in questo disegno di legge dipenderà anche dall’andamento della trattativa. In ogni caso, la Provincia, con i vari interventi realizzati fino ad oggi, compreso questo nuovo DDL, ha messo in circolazione 825 milioni di euro. All’interno del DDL, lo ricordiamo, vi è anche l’intervento, molto atteso, riguardante i contributi a fondo perduto. Per quanto riguarda la partita del debito, attendiamo anche qui di vedere come si concluderà la trattativa con il governo centrale. Abbiamo il coraggio necessario per fare del debito, al servizio della ripresa del Trentino, ma anche la coscienza di dover farlo bene, con le dovute cautele”.

L’assessore allo sviluppo economico Achille Spinelli ha quindi illustrato gli assi della manovra, elaborata anche con il contributo del gruppo di esperti nominato dalla Provincia. “Questo di oggi è il secondo passaggio di una manovra iniziata con la legge 2, che ha istituito il Fondo per la ripresa del Trentino. L’intervento di oggi è complesso e differenziato, e con il suo effetto moltiplicatore sul sistema economico movimenta in tutto risorse pari a 402 milioni di euro.

Pubblicità
Pubblicità

Innanzitutto, però,  abbiamo l’intenzione di fare sottoscrivere dei Protocolli etici ai vari attori del sistema economico, per porre alcuni paletti molti rigidi da cui non ci scosteremo nella fase della ripresa, in sintesi: regolarità nel pagamento dei dipendenti e dei fornitori; sicurezza sul lavoro;  mantenimento della forza lavoro; valorizzazione delle filiere locali; sostenibilità ambientale degli interventi.

Sul versante dell’aiuto a imprese e professionisti, partiamo dall’accesso al credito: con questo intervento aggiungiamo 250 milioni a quanto previsto con il Protocollo siglato con le banche per arrivare a complessivi 500 milioni totali. Fino a 25.000 euro si potrà ottenere un credito più facilmente, garantito dal Fondo di garanzia nazionale, con la copertura totale degli interessi per 24 mesi a carico della Provincia. Sopra i 300.000 euro e fino a 1.250.0000 si apre la possibilità di erogare nuovi mutui, in favore qui delle imprese più grandi.

Il DDL prevede l’erogazione di contributi a fondo perduto per imprese fino a 9 addetti che hanno subito gravi danni, ovvero fino a un -50% del fatturato nel periodo marzo-maggio rispetto allo scorso anno. L’intervento interesserà le imprese ma anche i professionisti.  L’erogazione del fondo perduto partirà da un minimo di 3.000 euro per arrivate fino a 5.000 euro.

Previsto anche un sostegno al pagamento degli affitti sostenuti, di nuovo, da imprenditori o professionisti: ci sarà un contributo a fondo perduto pari al 50% del canone nel limite di 3000 euro sul trimestre marzo-maggio. Intendiamo però agire anche sul versante dei proprietari degli immobili: se il proprietario rinuncia al canone, otterrà un credito di imposta di pari valore.

Il DDL prevede un Fondo per lo sviluppo dell’agricoltura: le risorse saranno destinate principalmente allo sviluppo di progetti innovativi o a carattere internazionale. Al fondo contribuiranno anche altri soggetti oltre la Provincia.

Venendo alle misure per il sostegno al reddito, la Provincia finanzierà il Fondo di solidarietà del Trentino, che Roma finora non ha finanziato, a fronte di una crisi che ovviamente lo sta mettendo a dura prova. Il Fondo come noto copre i lavoratori lasciati scoperti dalla Cassa integrazione e in condizioni normali viene alimentato in maniera paritetica da lavoratori e imprese.

Anticiperemo inoltre l’erogazione degli ammortizzatori sociali attraverso un Fondo di garanzia che consentirà a Confidi di procedere a copertura dei lavoratori rimasi senza sostegno.

Riteniamo importante intervenire in maniera estremamente rapida, attraverso l’assegno unico, nei confronti dei lavoratori stagionali e discontinui, che non hanno più la prospettiva di trovare un lavoro nella stagione estiva. Le risorse impiegate sono pari a 5 milioni.

La Provincia incrementerà anche il sostegno al bonus alimentare, mentre imprenditori o professionisti che che cessano la loro attività, e che sono di fatto gli unici soggetti privi ci alcuna copertura, potranno ricevere un trattamento straordinario, di 600 euro mensili, a fronte della frequentazione di corsi di Agenzia del lavoro e alla partecipazione ai bandi di Trentino Sviluppo.

Continueremo a utilizzare i lavoratori del Progettone anche per nuove attività, molto apprezzate, come la preparazione dei kit di protezione e le sanificazioni, e confermiamo la volontà di concedere un bonus per il personale sanitario, a riconoscimento del proprio impegno straordinario nell’emergenza”.

Fra gli altri interventi previsti dal DDL, contributi per investimenti e consulenze delle imprese per realizzare misure di sicurezza anti-Covid, ma anche per potenziare la digitalizzazione e l’innovazione in generale, lo sviluppo di una piattaforma tecnologica evoluta per il commercio elettronico in Trentino, che si appoggerà ad una rete distribuitiva di qualità, gli incentivi per la nuova imprenditorialità, gli interventi per la semplificazione dei procedimenti e la cosiddetta Agenda digitale

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • A Bologna l’economia circolare in edilizia diventa realtà: arriva il nuovo asfalto 100% riciclato
    Un’edilizia circolare sempre più sostenibile dal punto di vista ambientale risulta una strada imprescindibile per il futuro dello sviluppo economico. Il riciclo dei materiali promette infatti oltre ad una sensibile riduzione dei rifiuti e dell’inquinamento, anche un’ottima soluzione per ottimizzare costi e ricavi. In un simile contesto risulta fondamentale lavorare sulla ridefinizione del ciclo produttivo […]
  • Una notte tra le Dolomiti e le stelle a 2055 metri di quota
    A pochi chilometri da Cortina tra cieli sconfinati e cattedrali rocciose esiste una camera che regala l’insolita emozione di ritrovarsi a dormire avvolti dall’affascinante magia di un paesaggio unico al mondo. La starlight Room, inclusa tra i dieci hotel più spettacolari del mondo, si trova infatti sopra al rifugio Col Gallina a 2055 metri in […]
  • “Vuoi costruire una piscina di pregio ma non sai bene da dove iniziare?” Comincia da qui
    Immagina un angolo di vacanza nel tuo giardino o terrazza, uno spazio accogliente e riservato dove poter dimenticare i problemi quotidiani e immergerti in momenti di benessere e relax da solo o con i tuoi cari. Magari è da un po’ che ci pensi ma qualcosa ti frena. Domande del tipo: “Da dove inizio? Mi […]
  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]
  • In Giappone trionfano le vacanze covid – Free, di girare il mondo su un aereo ma con la realtà virtuale
    Per ottemperare alle rigide restrizioni imposte per abbattere la pandemia da Coronavirus garantendo contemporaneamente l’emozione del viaggio in aereo, una compagnia aerea giapponese ha riconvertito la propria offerta proponendo ai clienti  eccentriche vacanze virtuali a bordo di aerei finti con occhiali per la realtà virtuale. L’ideatrice di questo stravagante progetto è la Tokyo First Airlines, che permette […]
  • Si viaggerà ad idrogeno anche in Italia: dal 2021 al via i nuovi treni
    Negli ultimi anni, le soluzioni green per il trasporto pubblico si sono moltiplicate e concretizzate sempre di più attraverso la produzione di treni riciclabili a basse emissione oppure con l’entrata in servizio di Bus ibridi. A questo si aggiunge l’ultimissimo accordo siglato tra uno dei maggiori colossi di infrastrutture energetiche, Slam e una delle più […]

Categorie

di tendenza