Connect with us
Pubblicità

Trento

Ordine infermieri Trento (OPI) «Che figuraccia!». Claudio Cia ora minaccia una denuncia

Pubblicato

-

«Presso la struttura dove svolgo attività di volontario, dove ci si prende cura di religiosi anziani, sono arrivati i NAS con un preciso obiettivo: fare accertamenti sulla mia persona. Sono felice, perché dall’esito delle verifiche è emerso che le prestazioni poste in essere dal sottoscritto “possono inquadrarsi in quelle indicate nel DL 14/2020”, evidenziando inoltre che all’interno della struttura nessun ospite risulta positivo al Covid-19».

Comincia così la nota del consigliere Claudio Cia che può essere tranquillamente catalogata nella solita storia «all’italiana» che purtroppo non è l’unica.

Quello che il consigliere Cia non riusciva a capire era come mai, in piena emergenza sanitaria, i Carabinieri si interessassero alla sua opera di volontariato, ma sopratutto non capiva chi li avesse mandati, con il rischio di esporre una realtà fino al quel momento immune dal contagio.

Pubblicità
Pubblicità

Il controllo è scattato minuziosamente e con un’incredibile velocità dopo che Claudio Cia pochi giorni fa aveva pubblicato una foto per testimoniare che, anche in questo tempo di lotta contro un nemico invisibile come il Coronavirus, continuava a fare la sua parte nel volontariato, «questo non certo per pubblicizzare un impegno che vivo con naturalezza da oltre 25 anni, ma semplicemente per rispondere alle cattiverie che mi accusavano di tenermi lontano dalla “prima linea”» – spiega Cia

Che aggiunge: «Ora apprendo da un quotidiano locale che l’accertamento è stato voluto dall’OPI provinciale, l’Ordine delle Professioni Infermieristiche, lo stesso guidato da un Consiglio Direttivo che conta tra i suoi componenti un esponente di primo piano di Futura – già candidato alle provinciali 2018 e annunciato come candidato alle comunali 2020 -, partito che guarda caso è ben collegato proprio con il quotidiano che ha pubblicato la notizia riservata dell’accertamento (qui sì sarebbe interessante fare un accertamento) parlando di una “posizione sanata” da parte del sottoscritto. Che coincidenza! Probabilmente qualcuno sperava di delegittimarmi, sapendo dall’interno che da qualche mese non ero più iscritto all’OPI. Una cancellazione fatta volutamente per prevenire possibili accuse di conflitto di interesse nell’esercizio della mia funzione di Presidente della IV Commissione, che si occupa proprio di sanità. La troppa fretta di provare a cogliermi in fallo, ha evidentemente privato di lucidità chi avrebbe dovuto dedicare il proprio tempo a tutelare gli infermieri durante l’emergenza tuttora in corso».

«Nonostante questo, prendo atto di essere un “osservato speciale” per l’OPI,  – termina Cia – e questo mi costringe a non considerare prioritaria la necessità di apparire imparziale nell’esercizio della mia funzione politica di Presidente della IV Commissione, e di iscrivermi nuovamente ad un Ordine ai miei occhi poco rassicurante e, ahimè, ancora politicizzato. È davvero triste realizzare che anche l’attuale OPI, così come il vecchio IPASVI capitanato dall’allora Presidente Luisa Zappini, è soggetto ai condizionamenti politici, sopratutto quelli che vengono da sinistra. Non voglio che altre persone vengano coinvolte nel tentativo di danneggiare la mia immagine.»

Pubblicità
Pubblicità

E questa diventa davvero una classica «figuraccia», che in tempi come questi poteva essere evitata visto i problemi del sistema sanitario messo a dura prova dal coronavirus.

Al di la delle legge, che da ragione a Cia, mettere in discussione e colpire chi in questo drammatico momento  fa volontariato significa non aver capito nulla.

Claudio Cia intanto minaccia una denuncia: «stiamo valutando insieme al mio studio legale di denunciare l’ordine delle professioni infermieristiche di Trento (OPI) – riferisce il consigliere di Agire – per la violazione della privacy»

Per la cronaca i carabinieri del NAS hanno trovato tutto in regola e hanno verbalizzato che Cia si trovava presso il convento dei Frati Francescani per il suo quotidiano lavoro di volontariato e che le sue prestazioni sono inquadrate legittimamente nel DL 14/2020. Presso il convento, purtroppo falcidiato dal coronavirus, ci sono 18 frati e tutti perfettamente sani.

OPI peraltro pare non essere nemmeno a conoscenza del DL citato sopra e pubblicato sulla gazzetta ufficiale in data 8 marzo 2020 (link) 

Al di la delle legge, che da ragione a Cia, mettere in discussione e colpire chi in questo drammatico momento  fa volontariato significa non aver capito nulla.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Un solo tavolo al ristorante stellato, l’elegante genialità della ristorazione
    Il meglio delle esperienze che Venezia possa offrire è racchiuso in un luogo dove la declinazione dell’esperienza sarà il miglior servizio. Un posto non convenzionale che può essere scelto solo da coloro che accettano di non porre condizioni. Con geniale eleganza, Il Ristorante “Oro” dell’hotel Cipriani a Venezia rinasce mettendo in luce un dettaglio unico […]
  • A Bologna l’economia circolare in edilizia diventa realtà: arriva il nuovo asfalto 100% riciclato
    Un’edilizia circolare sempre più sostenibile dal punto di vista ambientale risulta una strada imprescindibile per il futuro dello sviluppo economico. Il riciclo dei materiali promette infatti oltre ad una sensibile riduzione dei rifiuti e dell’inquinamento, anche un’ottima soluzione per ottimizzare costi e ricavi. In un simile contesto risulta fondamentale lavorare sulla ridefinizione del ciclo produttivo […]
  • Una notte tra le Dolomiti e le stelle a 2055 metri di quota
    A pochi chilometri da Cortina tra cieli sconfinati e cattedrali rocciose esiste una camera che regala l’insolita emozione di ritrovarsi a dormire avvolti dall’affascinante magia di un paesaggio unico al mondo. La starlight Room, inclusa tra i dieci hotel più spettacolari del mondo, si trova infatti sopra al rifugio Col Gallina a 2055 metri in […]
  • “Vuoi costruire una piscina di pregio ma non sai bene da dove iniziare?” Comincia da qui
    Immagina un angolo di vacanza nel tuo giardino o terrazza, uno spazio accogliente e riservato dove poter dimenticare i problemi quotidiani e immergerti in momenti di benessere e relax da solo o con i tuoi cari. Magari è da un po’ che ci pensi ma qualcosa ti frena. Domande del tipo: “Da dove inizio? Mi […]
  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]
  • In Giappone trionfano le vacanze covid – Free, di girare il mondo su un aereo ma con la realtà virtuale
    Per ottemperare alle rigide restrizioni imposte per abbattere la pandemia da Coronavirus garantendo contemporaneamente l’emozione del viaggio in aereo, una compagnia aerea giapponese ha riconvertito la propria offerta proponendo ai clienti  eccentriche vacanze virtuali a bordo di aerei finti con occhiali per la realtà virtuale. L’ideatrice di questo stravagante progetto è la Tokyo First Airlines, che permette […]

Categorie

di tendenza