Connect with us
Pubblicità

Società

Coronavirus e suicidio: rete sociale e rispetto del dolore per sconfiggere il fenomeno

Pubblicato

-

La quarantena protegge la salute fisica facendo diminuire il rischio di morte per infezione al COVID-19, ma vi è un altro rischio di morte da non sottovalutare che serpeggia all’interno della popolazione in modo silente e devastante.

Stiamo parlando della morte per suicidio. Anche in altri periodi di restrizione vi è stato un aumento del rischio di suicidio, quindi è importante più che mai dare una prospettiva, una possibilità di cambiamento, un sostegno soprattutto, quando la situazione non è ancora irrimediabile.

Siamo in un periodo in cui molte persone non vedono un futuro, l’economia sta avendo un enorme crollo e gli imprenditori, come anche chi ha un’attività commerciale, corrono il rischio di entrare in vicoli a senso unico.

Pubblicità
Pubblicità

Sono persone a rischio anche chi soffre già di un disturbo mentale o chi vive una relazione familiare troppo pesante per il proprio equilibrio emotivo. Chi tenta di porre fine alla propria vita spesso lo fa dopo aver cercato di reagire, di trovare un’altra via, di chiedere aiuto, di evitare fallimenti e umiliazioni; a volte chi tenta il suicidio non riesce subito a raggiungere il suo scopo e quando, dopo diverso tempo, le persone vicine appaiono tranquille, ci riesce lasciando un doloroso vuoto in chi gli voleva bene.

Certo, oggi gli operatori della salute mentale devono occuparsi delle urgenze, ma nel caso del suicidio, quando si arriva all’urgenza è spesso troppo tardi, infatti una delle caratteristiche è che tutto appare normale poco prima della tragica azione. Ci possono essere avvertimenti, ma questi sono segnali lontani nel tempo o poco percepibili alle persone vicine a chi soffre di un male così profondo.

Cosa può salvare chi è a rischio di suicidio? – Certamente oltre una terapia adeguata, una rete sociale che faccia sentire chi soffre incluso, accettato e partecipe. Una rete che funge anche da paracadute e che rispetti il dolore di chi trova come via d’uscita solo la morte.

Pubblicità
Pubblicità

Ricordo una signora elegante, ben curata venire nel mio studio tantissimi anni fa per un problema affettivo con il proprio partner. Dopo solo due incontri era chiaro che vi era molto di più compresa la morte dei suoi genitori e la perdita del lavoro.

Era sola e senza risorse economiche: un caso a rischio. Il giorno in cui la signora non si presentò all’appuntamento ebbi l’intuizione di telefonarle e non ricevendo risposta contattai l’inviante che era una sua vicina di casa, la quale bussò alla sua porta. Una voce disperata gridò di lasciarla stare.

Chiamai subito la croce rossa che si diresse a casa della mia paziente e con modalità privata richiamai. Per fortuna la signora mi rispose e mi disse che sarebbe stata l’ultima telefonata.

Riuscii a intrattenerla fino a quando l’operatore dell’ambulanza non prese il telefono dalle mani della donna per dirmi che ora ci avrebbero pensato loro. La voce di chi era intervenuto era calda, ma allo stesso tempo scossa, mi ringraziava e mi diceva che la signora aveva il coltello puntato al cuore, ma non si era ancora ferita.

Se io come psicologa privata non avessi fatto rete con la vicina e con l’ospedale più vicino forse ci sarebbe stata la fine di tutto, la chiusura di ogni possibilità e la morte avrebbe vinto sulla vita.

Quindi oggi più che mai in situazione di isolamento e con l’inizio di una crisi economica forse senza pari, diventa incombente dare sostegno a persone che presentino forme di disagio prevenendo sofferenze che potrebbero condurre in vicoli ciechi.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]
  • “ Kalabria Coast to Coast”: un cammino di 55 km per vivere la vera essenza della Calabria
    La Calabria è la regione dove mare e montagna sono così vicini da poter essere vissuti nella stessa giornata: caratteristica unica e particolare che ha spinto la nascita di “Kalabria Coast to Coast”, un percorso naturalistico di 55 km da assaporare a passo lento tra filari di vite, distese di ulivi, boschi e piccoli caratteristici […]
  • Treni con cupole in vetro: l’esperienza di lusso per diventare i veri protagonisti del viaggio
    Se è vero che l’aereo rimane il mezzo di trasporto preferito da chi deve fare viaggi lunghi, è altrettanto evidente che i viaggiatori hanno riscoperto i numerosi vantaggi del trasporto su rotaia. Entrando nel cuore di ogni città, costeggiando i litorali e attraversando vallate e montagne, il treno ha la capacità di resuscitare il vero […]

Categorie

di tendenza