Connect with us
Pubblicità

Società

Coronavirus e suicidio: rete sociale e rispetto del dolore per sconfiggere il fenomeno

Pubblicato

-


La quarantena protegge la salute fisica facendo diminuire il rischio di morte per infezione al COVID-19, ma vi è un altro rischio di morte da non sottovalutare che serpeggia all’interno della popolazione in modo silente e devastante.

Stiamo parlando della morte per suicidio. Anche in altri periodi di restrizione vi è stato un aumento del rischio di suicidio, quindi è importante più che mai dare una prospettiva, una possibilità di cambiamento, un sostegno soprattutto, quando la situazione non è ancora irrimediabile.

Siamo in un periodo in cui molte persone non vedono un futuro, l’economia sta avendo un enorme crollo e gli imprenditori, come anche chi ha un’attività commerciale, corrono il rischio di entrare in vicoli a senso unico.

Pubblicità
Pubblicità

Sono persone a rischio anche chi soffre già di un disturbo mentale o chi vive una relazione familiare troppo pesante per il proprio equilibrio emotivo. Chi tenta di porre fine alla propria vita spesso lo fa dopo aver cercato di reagire, di trovare un’altra via, di chiedere aiuto, di evitare fallimenti e umiliazioni; a volte chi tenta il suicidio non riesce subito a raggiungere il suo scopo e quando, dopo diverso tempo, le persone vicine appaiono tranquille, ci riesce lasciando un doloroso vuoto in chi gli voleva bene.

Certo, oggi gli operatori della salute mentale devono occuparsi delle urgenze, ma nel caso del suicidio, quando si arriva all’urgenza è spesso troppo tardi, infatti una delle caratteristiche è che tutto appare normale poco prima della tragica azione. Ci possono essere avvertimenti, ma questi sono segnali lontani nel tempo o poco percepibili alle persone vicine a chi soffre di un male così profondo.

Cosa può salvare chi è a rischio di suicidio? – Certamente oltre una terapia adeguata, una rete sociale che faccia sentire chi soffre incluso, accettato e partecipe. Una rete che funge anche da paracadute e che rispetti il dolore di chi trova come via d’uscita solo la morte.

Pubblicità
Pubblicità

Ricordo una signora elegante, ben curata venire nel mio studio tantissimi anni fa per un problema affettivo con il proprio partner. Dopo solo due incontri era chiaro che vi era molto di più compresa la morte dei suoi genitori e la perdita del lavoro.

Era sola e senza risorse economiche: un caso a rischio. Il giorno in cui la signora non si presentò all’appuntamento ebbi l’intuizione di telefonarle e non ricevendo risposta contattai l’inviante che era una sua vicina di casa, la quale bussò alla sua porta. Una voce disperata gridò di lasciarla stare.

Chiamai subito la croce rossa che si diresse a casa della mia paziente e con modalità privata richiamai. Per fortuna la signora mi rispose e mi disse che sarebbe stata l’ultima telefonata.

Riuscii a intrattenerla fino a quando l’operatore dell’ambulanza non prese il telefono dalle mani della donna per dirmi che ora ci avrebbero pensato loro. La voce di chi era intervenuto era calda, ma allo stesso tempo scossa, mi ringraziava e mi diceva che la signora aveva il coltello puntato al cuore, ma non si era ancora ferita.

Se io come psicologa privata non avessi fatto rete con la vicina e con l’ospedale più vicino forse ci sarebbe stata la fine di tutto, la chiusura di ogni possibilità e la morte avrebbe vinto sulla vita.

Quindi oggi più che mai in situazione di isolamento e con l’inizio di una crisi economica forse senza pari, diventa incombente dare sostegno a persone che presentino forme di disagio prevenendo sofferenze che potrebbero condurre in vicoli ciechi.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Dal camerino digitale alle chat “commessa”: Cambia l’esperienza d’acquisto anche nella moda
    L’arrivo del covid prima e l’emergenza sanitaria poi, sta accelerando un processo e una trasformazione che era più che mai prevedibile, puntando verso diversi cambiamenti, soprattutto quello dell’esperienza d’acquisto. Una direzione inconvertibile in cui molti, tra esperti e protagonisti del settore, stanno cercando di riprodurre le stesse sensazione dell’acquisto vissuto in negozio  provando ad uguagliarlo […]
  • Anche i grandi nomi della moda scelgono la sostenibilità: Prada lancia la nuova linea “Prada Re – Nylon” con plastica ricilata
    I grandi nomi della moda e del lusso si reinventano nella forma e soprattutto nella sostanza facendo della sostenibilità una propria cultura aziendale, impegnandosi verso una moda sostenibile e decisamente più responsabile. Questa è la direzione che ha deciso di prendere Prada, ampliando la sua proposta e introducendo una nuova collezione con del nylon rigenerato per […]
  • Al MART di Rovereto è arrivata la mostra “Caravaggio. Il contemporaneo”
    Michelangelo Merisi, in arte Caravaggio, è un pittore italiano nato a Milano nel 1571 e deceduto a Porto Ercole nel 1610. Questo incredibile autore, che si è formato a Milano e che ha lavorato a Roma, Napoli, Malta e in Sicilia fra il 1593 e il 1610, ha raggiunto la notorietà nel XX secolo dopo un […]
  • Arriva la crociera “ no where”: navigare in mare aperto senza scali né meta
    Dopo i voli verso il nulla annunciati da diverse compagnie aeree in Asia, ora, per riconquistare la fiducia dei viaggiatori e dei turisti di tutto il mondo arrivano anche viaggi in nave senza destinazione, le crociere “no where”. Si tratta di navigazioni in barca in mare aperto ma senza scali con andata e ritorno e […]
  • Il periodo di quarantena all’estero diventa un’opportunità di turismo: la Norvegia e il suo fascino
    Nonostante un periodo di limitazioni, viaggiare per turismo è diventato un imperativo, esiste infatti chi ha inventato proposte decisamente non convenzionali per trasformare l’attuale situazione di emergenza in una vera opportunità di turismo. Si parla in particolare del “Loften Quartine Tour”, un “pacchetto sicuro” pensato da Quality Group e marchiato da Il Diamante che punta […]
  • A Londra il vecchio taxi cambia stile: a bordo Playstation 4 e Apple TV
    Uno dei simboli della città di Londra, i tipici taxi neri Balck Cab dall’estetica retrò che percorrono le strade della capitale inglese, è stato finemente rivisitato in chiave moderna, realizzandone una versione di lusso ma fedele all’originale. Mantenendo la stessa funzione, un rivenditore di auto di fascia alta, ha realizzato un’edizione premium limitata di alto […]
  • Smart working in camere di lusso:la nuova tendenza è l’ufficio in hotel
    Per molte realtà imprenditoriali Il lavoro remoto sta diventando una soluzione sempre più stabile e di conseguenza si prefigura la necessità di renderlo meno casalingo possibile per preservare sia la produttività e soprattutto gli equilibri famigliari. Il metodo perfetto per conciliare le varie esigenze aumentando il rendimento del lavoratore senza gravare sulla famiglia, è stato […]
  • Pumpkin Spice Latte: le varianti più golose della ricetta più apprezzata durante l’autunno!
    Ideata da Starbucks nel 2003 e definitamente rivisitata nel 2015, la ricetta del Pumpkin Spice Latte è diventata negli anni uno dei must stagionali per quanto riguarda l’autunno. La bevanda, a base di zucca, caffè, latte e cannella, è particolarmente apprezzata negli Stati Uniti ma sta iniziando a farsi conoscere anche nel resto del mondo. […]
  • Botticelli va all’asta: raro dipinto, valore stimato 80 milioni di dollari
    La straordinaria stagione del Rinascimento italiano ammirato da tutto il mondo grazie al domino culturale, economico e sopratutto artistico di quegli anni, attira nuovamente l’attenzione a causa del recente annuncio d’asta di un capolavoro del Botticelli. La nota casa d’Aste Sotheby’s ha infatti comunicato che nel gennaio 2021 verrà messo all’asta un magnifico dipinto del […]

Categorie

di tendenza