Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Rovereto e Vallagarina alla fame, Lanaro accusa la giunta Valduga

Pubblicato

-

Siamo ancora in emergenza sanitaria quindi per tutti la prima priorità è la salute, ma la politica dovrebbe essere lungimirante e saper guardare avanti , anticipare i tempi e quindi preparare il dopo pandemia, la così detta «Fase 2»

Allarma la grande richiesta di bonus Alimentare a Rovereto e in Vallagarina,  un terzo delle richieste per meno di un quinto della popolazione Trentina.

Per troppo tempo, troppo a lungo, la politica e le Amministrazioni comunali hanno snobbato la grave crisi economica che sta affliggendo, pur a periodi alterni ma fin dagli anni ottanta, la nostra città e la Vallagarina, l’amministrazione Valduga purtroppo non ha fatto eccezione. La crisi della città di Rovereto e della Vallagarina era evidente già da molto tempo.

Pubblicità
Pubblicità

Quanto sopra è il riassunto della situazione scritto in un comunicato dal consigliere Daniele Lanaro eletto nella lista «Rovereto Libera con Valduga» ma da tempo uscito dalla maggioranza perché in forte disaccordo su molti temi.

«Per cinque anni mi sono affannato a snocciolare in Consiglio Comunale e pubblicamente numeri, dati, elementi, statistiche, relazioni , sfociate in mozioni, interrogazioni emendamenti, purtroppo inascoltato dalla mia stessa maggioranza. Ero piccola minoranza dentro la maggioranza e le mie si sono rivelate “prediche inutili”. Basterebbe solo pensare a quanto riporta il Piano Sociale di Comunità della Vallagarina , stilato un paio di anni fa, ovvero che Rovereto e la Vallagarina, si caratterizzava già allora per un indice di povertà più elevato, nettamente più elevato rispetto al resto del Trentino» – esordisce così Lanaro nella sua nota

Per il consigliere comunale «Se già prima molte famiglie non arrivavano a fine mese, se molte aziende e molti comparti, su tutti edilizia e commercio al dettaglio, ma anche artigianato e industria, erano in difficoltà alcune al collasso, prive di utili, senza marginalità finanziaria è chiaro che con l’acuirsi della crisi dovuta al coronavirus, non solo non si arriva a fine mese ma non si arriva neanche alla terza o alla seconda settimana del mese e se tante aziende e tante famiglie erano alla canna del gas, non avevano marginalità, non potevano fare risparmi, accantonamenti e utili prima, è evidente che restare forzatamente inattivi anche pochi giorni può segnare il confine tra la sopravvivenza, fare la fame, chiudere bottega, fallire con le facilmente immaginabili nefaste conseguenze; occupazionali e sociali. A Rovereto peggio che altrove, era del tutto evidente a quanti volevano sentire e vedere, ma non a questa giunta.»

Pubblicità
Pubblicità

Lanaro accusa la giunta Valduga di aver fatto troppo la cicala e le «orecchie da mercante», e quindi di non avere ora a disposizione le risorse per ripartire.

Pubblicità
Pubblicità

«Non possiamo permetterci che le ultime importanti risorse a disposizione della amministrazione comunale, provenienti dal periodo pre covid 19, siano sperperate a fini elettoralistici, distribuite a pioggia agli amici degli amici, finalizzate non solo alla giusta assistenza, non solo a distribuire qualche pannicello caldo ma anche per far sì che i pannicelli ci siano anche in futuro, ovvero non dobbiamo solo preoccuparci di distribuire qualche pesce per la fame di oggi ma insegnare a pescare, investire nella economia reale, ovvero indicare la strada per lo sviluppo e la crescita futuri.» – Aggiunge Lanaro

«Per questo sono seriamente preoccupato,  – conclude poi – ho seri dubbi che questa amministrazione sappia e voglia coinvolgere le meglio intelligenze, sappia creare quel clima sincero, trasparente, di concordia, concretamente collaborativo, necessario e propedeutico ad individuare le giuste priorità, al fine di investire adeguatamente le ultime importanti risorse disponibili. Insomma, ho seri dubbi che questa amministrazione sia in grado di indicare una strada per salvare Rovereto dalla grave tempesta economica che, complice il covid 19, si sta drammaticamente aggravando. Si dice che dopo il coronavirus, niente sarà più come prima, ma come sempre spetta a quanti detengono il potere, a quanti hanno il coltello dalla parte del manico, nella fattispecie la giunta di Rovereto, fare i primi passi e dimostrare concretamente che effettivamente, niente sarà come prima»

 

 

 

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • “Vuoi costruire una piscina di pregio ma non sai bene da dove iniziare?” Comincia da qui
    Immagina un angolo di vacanza nel tuo giardino o terrazza, uno spazio accogliente e riservato dove poter dimenticare i problemi quotidiani e immergerti in momenti di benessere e relax da solo o con i tuoi cari. Magari è da un po’ che ci pensi ma qualcosa ti frena. Domande del tipo: “Da dove inizio? Mi […]
  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]
  • In Giappone trionfano le vacanze covid – Free, di girare il mondo su un aereo ma con la realtà virtuale
    Per ottemperare alle rigide restrizioni imposte per abbattere la pandemia da Coronavirus garantendo contemporaneamente l’emozione del viaggio in aereo, una compagnia aerea giapponese ha riconvertito la propria offerta proponendo ai clienti  eccentriche vacanze virtuali a bordo di aerei finti con occhiali per la realtà virtuale. L’ideatrice di questo stravagante progetto è la Tokyo First Airlines, che permette […]
  • Si viaggerà ad idrogeno anche in Italia: dal 2021 al via i nuovi treni
    Negli ultimi anni, le soluzioni green per il trasporto pubblico si sono moltiplicate e concretizzate sempre di più attraverso la produzione di treni riciclabili a basse emissione oppure con l’entrata in servizio di Bus ibridi. A questo si aggiunge l’ultimissimo accordo siglato tra uno dei maggiori colossi di infrastrutture energetiche, Slam e una delle più […]
  • La Nasa riprogramma la strada verso la Luna testando “il razzo più potente di sempre”
    Dopo l’ultima missione di Apollo del 1972, l’agenzia aerospaziale americana Nasa si prepara a riportare l’uomo sulla Luna, testando nel deserto di Utah quello che ha definito “ il razzo più potente di sempre”, lo Space Launch System. Questo razzo farà parte della missione Artemide che in un solo lancio riuscirà a portare l’equipaggio insieme […]
  • Petit Pli: il vestito che cresce insieme ai bambini
    I bambini crescono rapidamente e spesso i loro vestitini hanno vita molto breve diventando stretti o troppo piccoli. Un’ulteriore costo che incide sulle tasche delle famiglie e dell’ambiente. A risolvere questo problema ci ha pensato il designer Ryan Yasin attraverso dei tessuti elastici che adattandosi perfettamente al corpo riescono a coprire ben 6 differenti taglie. […]

Categorie

di tendenza