Connect with us
Pubblicità

Sport

Campionato serie A, Valentina Porzia: «Impensabile ipotizzare di giocare tra un mese e mezzo»

Pubblicato

-

Sulla ripresa dei campionati di serie A, ma anche degli altri sport torna a scatenarsi la polemica.

Quello dello sport, soprattutto in ambito professionistico, è un settore dove ruotano enormi interessi economici che per l’economia del nostro paese vale l’1,5% del PIL.

Il calcio in tal senso è lo sport più colpito dalla crisi sanitaria.

Pubblicità
Pubblicità

Il componente del Comitato tecnico scientifico del Governo, rispondendo ad una domanda sulla ripresa del campionato di calcio durante la conferenza stampa della Protezione Civile, ha bocciato l’eventualità di una ripartenza del torneo di serie A: “Se dovessi dare un parere tecnico non lo darei favorevole e credo che il Comitato tecnico scientifico sia d’accordo. Poi sarà la politica a decidere”.

Il calcio è uno sport di contatto quindi comporta dei rischi di trasmissione. Qualcuno ha proposto un monitoraggio stretto sui calciatori, con test quasi quotidiani ma la cosa non è stata presa bene. E se gli sport di squadra ipotizzano degli scenari per ripresa ai primi di giugno diversa è la cosa per gli sport singoli che potrebbero iniziate prima.

Solo la scoperta di un vaccino metterebbe tutti d’accordo, per ora però sentiamo solo annunci, ipotesi e farmaci in via di sperimentazione, nulla di certo insomma.

Pubblicità
Pubblicità

In proposito abbiamo sentito l’avvocato Valentina Porzia, specializzato in diritto sportivo titolare dell’omonimo studio legale in Bari.

Docente presso Unicusano e Membro dell’associazione Italiana Avvocati dello sport è autrice di numerosi contributi su riviste giuridiche di diritto sportivo: L’agente sportivo e  Non solo calcio, (Service4media editore) sono stati letti molto.

Quali sono gli effetti COVID sullo sport Italiano?

«L’emergenza COVID-19 ha già fermato le attività di molteplici Federazione, quali ad esempio pallavolo, basket, pallamano, a livello agonistico e non. In questi giorni, spesso, si parla dei campionati di calcio e di quello che potrebbe essere il proseguo delle competizioni professionistiche e dilettantistiche. Non ultimo è giunto il parere del professore Rezza, epidemiologo di fama internazionale, secondo il quale riprendere il campionato a fine maggio è impossibile. Ebbene, ciò che un uomo di scienza a detto è quanto io sostengo da tempo. Le federazioni che non hanno ancora preso decisioni in merito molto probabilmente si conformeranno alle altre»

Come mai pensa sia impossibile la ripresa dei campionati di calcio?

«Con l’attuale situazione, purtroppo, è impensabile ipotizzare di giocare tra un mese e mezzo, soprattutto tenendo conto che il calcio è uno sport di contatto, condizione senza dubbio aggravante per la diffusione del coronavirus. Il dato ulteriormente significativo è legato ai problemi che si avrebbero in caso di continuazione fino ad agosto, situazione che potrebbe pregiudicare la prossima stagione.

Per non parlare di quanto attiene alla contrattualistica. Immaginare di prolungare i contratti in scadenza il 30 giugno, è impossibile. Ciò significa, altresì, che i giocatori potranno liberarsi ma non potranno firmare per altri club, perché la finestra di mercato non si aprirà il 1° luglio. Teoricamente, anche stando alle recenti dichiarazioni di Emilio Garcia Silvero, legale della FIFA, i giocatori in prestito, a fine giugno dovrebbero ritornare alle squadre di provenienza senza, tuttavia, l’iscrizione in lista fino all’apertura effettiva del mercato».

Quale sarebbe il suo orientamento per il mondo del calcio?

«Stando ai fatti e all’orientamento della FIFA, nonostante gli interessi economici che attualmente interessano i campionati di calcio e le problematiche relative alla gestione dei diritti tv e degli sponsor, ritengo che l’opzione migliore possa essere quella ove si assegnino promozioni e retrocessioni mantenendo inalterate la classifica attuale. Nessuno scudetto dovrebbe essere assegnato. Nel caso del campionato di massima serie, le posizioni al momento occupate in classifica sarebbero utilizzate anche per assegnare i posti nelle competizioni europee, altro punto delicato da trattare dal momento che in gioco ci sono milioni di euro. Ad ora, i regolamenti federali non prevedono nessuna disposizione in caso di sospensione dei campionati, nonostante, vi siano stati precedenti nel 1915 e nel 1974».

Lo sport non è solo calcio ai massimi livelli, che succede alle associazioni ?

«Occuparsi, anzi preoccuparsi, del mondo dello sport anche in una situazione di emergenza, è importante e doveroso. Avendo riguardo al solo sport professionistico in Italia ( 4 Federazioni su 45 riconosciute dal CONI) vediamo che questo rappresenta un vero e proprio settore trainante dell’economia e vale l’1,5% del nostro PIL. Lo sport, con tutte le sue manifestazioni locali nazionali ed internazionali, è un’innegabile risorsa, una delle più significative del nostro Paese.

Da anni, le società, le associazioni, gli atleti, i tecnici, i dirigenti, i proprietari e gestori di impianti ed i collaboratori Sportivi di ogni ordine e tipologia sono un motore fortissimo, cresciuto con sacrifici ed abnegazione di chi ha smesso di vivere lo sport come un concetto esclusivamente ludico ricreativo. Lo sport sono loro. Un mondo, fino ad ora, mai troppo considerato a cui finita questa emergenza bisognerà garantire una riforma che fornisca agli addetti ai lavori le giuste tutele e garanzie».

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Vinilia Wine Resort: immergiti nel cuore del Salento
    Vinilia Wine Resort è un’antica dimora risalente agli inizi del ‘900 quando era destinata ad essere la residenza estiva della nobile famiglia degli Schiavoni. Oggi, dopo un’attenta e raffinata attività di restauro conservativo, a cura della famiglia Parisi Lacaita, si appresta a diventare un punto di riferimento per l’accoglienza e per un’autentica esperienza nella terra […]
  • Natura, storia e paesaggi mozzafiato: questa è l’isola di Skye
    Skye è una delle migliori località da visitare in Scozia. È famosa per i suoi paesaggi mozzafiato e per la storia che ha alle spalle. L’isola di Skye è lunga 50 miglia ed è la più grande delle Ebridi Interne, ovvero un arcipelago situato al largo della costa occidentale della Scozia, a sud-est delle Ebridi Esterne. Insieme, […]
  • Tenuta Monacelli: che meraviglia il Salento!
    Masseria Monacelli, masseria fortificata del ‘600 e Masseria Giampaolo, esclusivo borgo del ‘400, si impongono con le loro torri di avvistamento nel cuore del Salento. Situate in prossimità dell’Abbazia romanico-bizantina S. Maria a Cerrate, oggi tra i beni del Fondo Ambiente Italiano, testimoniano tracce di storia. Entrambe custodiscono un prezioso frantoio ipogeo, le stanze di stoccaggio […]
  • Incanto e lusso al Castello di Guarene, in Piemonte
    Nel Settecento, il Castello fu la realizzazione di un sogno di Carlo Giacinto Roero, signore di Guarene. Il nobiluomo voleva una nuova e splendida dimora e se la costruì, la circondò di giardini e la arredò. Ne aveva la capacità e i mezzi: era un buon architetto, sia pure dilettante, un aristocratico di primo piano […]
  • Nina Trulli Resort: la masseria perfetta tra la Costa dei trulli e la Valle d’Itria
    Nina Trulli Resort è una masseria immersa nella tipica campagna pugliese, dalla Costa dei trulli a Valle d’Itria, e si trova a soli 5 Km dal mare. Nella zona di Monopoli, città dalle radicate tradizioni marinare anche conosciuta come Città delle cento contrade, è possibile fare letteralmente un tuffo nel passato pur senza mai rinunciare […]
  • Il paese più felice del mondo? La Finlandia!
    La classifica del World Happiness Report parla chiaro: per il terzo anno di fila il posto più felice del mondo sarebbe la Finlandia. Il World Happiness Report è una classifica redatta dalla United Nations Sustainable Development Solutions Network in base ai dati del Gallup World Poll. Mentre il primo posto vede i colori della bandiera […]
  • Il posto perfetto per staccare dal mondo? Le Isole Lofoten!
    Se pensi che i fiordi norvegesi siano belli, potrebbe interessarti fare una bella vacanza alle Isole Lofoten. Un luogo da sogno, un arcipelago simile a un’appendice di montagne frastagliate incredibilmente belle che si protendono nel Mare di Norvegia a ovest di Narvik. Le varie isole sono unite dalla E10, un’impresa di ingegneria altrettanto impressionante come […]
  • X-Bionic Sphere: in Slovacchia un vero paradiso per gli amanti del lusso e dello sport
    Non tutti sanno che a Samorin, in Slovacchia, esiste un vero e proprio paradiso per atleti e per appassionati di lusso e sport. X-Bionic® Sphere è un complesso di hotel e strutture sportive dove il lusso ed il comfort vanno a braccetto con tutte le esigenze di atleti, famiglie e visitatori. L’Hotel offre un servizio di […]
  • Boscareto Resort and Spa: ritrovate la giusta quiete tra vini, buon cibo e paesaggi mozzafiato
    Immerso tra le colline, il Boscareto Resort & Spa rivela la sua bellezza nell’incantevole panorama su cui si affaccia, nei colori dei vigneti e nel meraviglioso territorio delle Langhe, dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Unesco. Alba è punto di partenza e di arrivo per chi viaggia nella zona, con i suoi caffè, le chiese, la storia romana […]

Categorie

di tendenza