Connect with us
Pubblicità

Psicologia dei Diritti

Disabilità fuori e dentro la quarantena. Il caso di Roberto

Pubblicato

-

Si apre con questo articolo un’inchiesta sulla qualità della vita delle persone diversamente abili, non solo in quarantena, ancora obbligatoria per tutti, ma anche in questo periodo storico in cui si sono raggiunti tanti obiettivi per superare gli ostacoli che tali persone incontrano nella vita di tutti i giorni.

Prima di addentrarci nel caso di Roberto (nome di fantasia) ricordiamo  che il termine disabilità ci riporta alla condizione di chi ha una ridotta capacità di interagire con l’ambiente rispetto a chi è ritenuto normale.

Si parla anche di  persona diversamente abile e questo pone l’accento non sulla mancanza, ma sulla diversità, vale a dire che se si vive la vita in modo diverso si possono ottenere risultati positivi e a volte inimmaginabili, al di là di quello che viene chiamato limite. Ma ora addentriamoci un po’ di più nello specifico: quali sono i disturbi mentali che provocano più disagio in quarantena?

Pubblicità
Pubblicità

Intervistando alcuni operatori della salute mentale e alcuni parenti di persone con tali disturbi è emerso che mentre chi soffre di ipocondria resta a casa e non esce neanche per azioni necessarie come la spesa, chi soffre di deficit intellettivi non comprende in modo adeguato la realtà per cui occorre continuamente porre loro dei limiti di sicurezza; gli autistici poi hanno bisogno più che mai di sfogarsi all’aria aperta e sarebbe importante, come ha fatto il Comune di Brindisi, aprire un parco dedicato in cui chi ha bisogno di muoversi possa accedere con il proprio educatore responsabile anche delle norme vigenti.

Anche chi soffre di iperattività dovrebbe uscire sempre in forma assistita. Chi invece è portatore di disturbi mentali tali per cui è ricoverato in strutture specializzate ha bisogno di uscire in giardino e di estrema tranquillità.

Ma ecco che dopo questo breve excursus dei deficit mentali in quarantena è interessante porre l’attenzione su un caso specifico che ci porta a comprendere quanto sia importante approfondire le caratteristiche e le condizioni in cui vivono le persone che soffrono di disturbi psichici. Maria (nome di fantasia) racconta al nostro giornale il suo tentativo di avere  a casa per Pasqua suo fratello Roberto di 33 anni ricoverato in un appartamento protetto da Dicembre dello scorso anno.

Pubblicità
Pubblicità

Sembra che il giovane uomo soffra di ansia generalizzata, usi troppo spesso la playstation e sia entrato nel tunnel della ludopatia.

Al desiderio di Roberto di tornare a casa per Pasqua, la sorella Maria si informa presso gli uffici dell’igiene pubblica e apprende che il fratello avrebbe potuto uscire tranquillamente e rientrare nella situazione protetta previo tampone per il COVID-19.

Per il responsabile della struttura invece i due fratelli si sarebbero potuti vedere solo dalla finestra e se Roberto fosse uscito i familiari avrebbero dovuto cercare un’altra struttura in quanto il rischio del contagio sarebbe stato troppo alto. 

E’ innegabile il bisogno di riflettere:

  • Roberto manifesta un bisogno di rientrare in famiglia per qualche giorno, di vivere la Pasqua con chi ama. Questo può vuol dire che la struttura stava lavorando bene e il ragazzo manifestava un desiderio sano di relazioni significative
  • La sorella Maria prima di illudere Roberto sulla possibilità di fare Pasqua insieme, chiede all’ufficio igiene che dà una risposta diversa da quella del responsabile della struttura
  • Il responsabile della struttura afferma la pericolosità di un eventuale contagio

Singolarmente tutti i protagonisti di questa storia vera hanno espresso pareri e richieste comprensibili, ma la confusione sussiste con il risultato che Roberto è rimasto in struttura e Maria sta combattendo.

Per quale motivo? Forse vi è bisogno di ordine: se l’ufficio igiene decide su una condotta, le strutture dovrebbero sottostare oppure decidere per accordi generalizzati e ufficializzati per tutti gli ambienti protetti e attivare una adeguata comunicazione per  le famiglie prima di eventuali domande e battaglie che creano solo dolore e confusione in chi soffre con conseguente spreco di denaro.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Il futuro abbraccia l’ecologia e la natura: anche in Italia spopola la moda delle Tiny House
    Sono conosciute come le” Students Tiny house talk”, ovvero 10 metri quadrati di vivere ecosostenibile. Si tratta di tipiche casette svedesi completamente costruite in legno dal design moderno e pensate inizialmente per ospitare universitari. L’efficienza energetica e l’impronta ecologia sono l’aspetto fondamentale di queste abitazioni che puntano a minimizzare al massimo le emissioni di carbonio […]
  • La Nasa lo conferma: sulla Luna c’è acqua ed è accessibile
    Sulla Luna c’è acqua, un annuncio clamoroso ma vero. L’incredibile notizia arriva da due studi della Nasa pubblicati su Nature. Il primo studio coordianato dalla Nasa dimostra la scoperta rilevata dal telescopio volante Sofia della molecola dell’acqua sulla Luna. Grazie al telescopio Sofia, montato a bordo di un boeing 747 ha infatti risolto il mistero […]
  • A Trento è arrivato l’innovativo franchise di SkinMedic Beauty Clinic
    SkinMedic è un nuovo modo di concepire il mercato dell’estetica, in cui la realtà in franchising diventa un’opportunità di crescita condivisa. Da qualche mese, il noto marchio ha aperto anche una Beauty Clinic a Trento, presso il quartiere Le Albere. “Operiamo sul campo nel settore medicale-estetico da oltre 20 anni, inizialmente come produttori di attrezzatura […]
  • Casa Sebastiano: ogni giorno la qualità di una vita migliore
    In Trentino, a Coredo nel Comune di Predaia, tra boschi e il profumo dei frutteti, si apre un grande edificio in cui ogni giorno si costruisce la qualità di una vita migliore, Casa Sebastiano. Struttura dedicata alle persone con disturbi dello spettro autistico, è stata costruita dalla Fondazione Trentina per l’Autismo presieduta da Giovanni Coletti, […]
  • Dal camerino digitale alle chat “commessa”: Cambia l’esperienza d’acquisto anche nella moda
    L’arrivo del covid prima e l’emergenza sanitaria poi, sta accelerando un processo e una trasformazione che era più che mai prevedibile, puntando verso diversi cambiamenti, soprattutto quello dell’esperienza d’acquisto. Una direzione inconvertibile in cui molti, tra esperti e protagonisti del settore, stanno cercando di riprodurre le stesse sensazione dell’acquisto vissuto in negozio  provando ad uguagliarlo […]
  • Anche i grandi nomi della moda scelgono la sostenibilità: Prada lancia la nuova linea “Prada Re – Nylon” con plastica ricilata
    I grandi nomi della moda e del lusso si reinventano nella forma e soprattutto nella sostanza facendo della sostenibilità una propria cultura aziendale, impegnandosi verso una moda sostenibile e decisamente più responsabile. Questa è la direzione che ha deciso di prendere Prada, ampliando la sua proposta e introducendo una nuova collezione con del nylon rigenerato per […]
  • Al MART di Rovereto è arrivata la mostra “Caravaggio. Il contemporaneo”
    Michelangelo Merisi, in arte Caravaggio, è un pittore italiano nato a Milano nel 1571 e deceduto a Porto Ercole nel 1610. Questo incredibile autore, che si è formato a Milano e che ha lavorato a Roma, Napoli, Malta e in Sicilia fra il 1593 e il 1610, ha raggiunto la notorietà nel XX secolo dopo un […]
  • Arriva la crociera “ no where”: navigare in mare aperto senza scali né meta
    Dopo i voli verso il nulla annunciati da diverse compagnie aeree in Asia, ora, per riconquistare la fiducia dei viaggiatori e dei turisti di tutto il mondo arrivano anche viaggi in nave senza destinazione, le crociere “no where”. Si tratta di navigazioni in barca in mare aperto ma senza scali con andata e ritorno e […]
  • Il periodo di quarantena all’estero diventa un’opportunità di turismo: la Norvegia e il suo fascino
    Nonostante un periodo di limitazioni, viaggiare per turismo è diventato un imperativo, esiste infatti chi ha inventato proposte decisamente non convenzionali per trasformare l’attuale situazione di emergenza in una vera opportunità di turismo. Si parla in particolare del “Loften Quartine Tour”, un “pacchetto sicuro” pensato da Quality Group e marchiato da Il Diamante che punta […]

Categorie

di tendenza