Connect with us
Pubblicità

Trento

Imprenditore Trentino scrive al Premier Conte: «Il tempo di giocare è finito, non prendiamoci più in giro»

Pubblicato

-

Gianenrico Sordo, (nella foto) imprenditore della Valsugana e persona molto nota in Trentino prende «carta e penna» e scrive una lettera aperta al premier Conte.

L’occasione è la nuova conferenza stampa trasmessa ieri sera a reti unificate dove Conte ha presentato il nuovo decreto che «chiude» l’Italia fino a 3 maggio 2020.

Più passa il tempo più il popolo italiano è preoccupato.

Pubblicità
Pubblicità

A quasi 2 mesi dalla dichiarazione di emergenza sanitaria gli italiani hanno ascoltato solo promesse, e purtroppo con grande rammarico fatti zero.

Ma i conti correnti degli imprenditori sono in rosso, i frigoriferi delle famiglie vuoti, e non arrivano ne indennizzi ne una pur piccola garanzia che si possa ricominciare dopo una drammatica situazione che ha segnato tutto il paese.  Nella lettera l’imprenditore punta il dito anche sugli errori, le incongruenze e le contraddizioni di un governo che forse ora non sa più dove sbattere la testa.

Sotto la lettera di Gianenrico Sordo pubblicata anche sulla sua pagina social  

Pubblicità
Pubblicità

Egregio presidente Conte,

«le scrivo perché lei possa spiegarmi su quale logica si basano le disposizioni stabilite nei suoi decreti: in primo luogo vorrei ci chiarisse una volta per tutte cosa si intende per attività motoria nei pressi della propria abitazione, perché c’è chi sostiene si possa camminare, ma non correre, ma in realtà nel sito internet del ministero della salute in uno scritto da voi pubblicato il 5 febbraio 2013 scrivete “attività motoria” è sostanzialmente sinonimo di attività fisica e nell’attività fisica rientra la corsa.

In secondo luogo vorrei comprendere su quali basi viene deciso quali sono le attività indispensabili e quali no: per ciò che mi riguarda mi sembra evidente che farmacie sanitari alimentari siano indubbiamente attività indispensabili, ma non capisco i tabaccai, e adesso dopo la sua ultima conferenza di ieri l’aggiunta di negozi per bambini cartolerie e librerie.

Quali comprovate esigenze irrinunciabili può portare un cittadino a rivolgersi a una di queste attività? Sa dottor Conte, il tempo di giocare è finito, non prendiamoci più in giro, io ho due partite iva ed entrambe devo tenerle chiuse e non ne capisco la logica perché vede gentile presidente, io sono un malato di cancro, e nonostante i grossi interventi chirurgici a cui sono stato sottoposto, gli unici giorni di lavoro a cui sono mancato sono stati quelli dei ricoveri, perché una mia assenza prolungata avrebbe messo in difficoltà la mia azienda.

Mi sono curato a mie spese per poter avere risultati veloci e non pesare sui costi della sanità e nonostante sia stato considerato invalido al 100% non ho mai richiesto nessun aiuto.

Però voi oggi mi costringete a tenere l’azienda chiusa causandomi danni incalcolabili e mi sento inerme nel vedere il risultato di anni di lavoro e sacrifici che sta crollando.

La mia logica avrebbe consigliato prima di aprire le fabbriche le aziende produttive dove si possono controllare le distanze di sicurezza e l’utilizzo delle misure di contenimento, dove c’è un orario di ingresso e uno di uscita e non si può barare su questi, non negozi dove può entrare chiunque a qualsiasi orario.

In terzo luogo vorrei consigliare di non utilizzare i sistemi di divulgazione di notizie promettendo a imprenditori e cittadini manovre di primo impatto notevoli e interessanti per poi dimostrarsi solo promesse senza verità.

Le sembrerà incredibile dottor Conte, ma se domani andassi in banca riuscirei ad ottenere un prestito a condizioni migliori di ciò che proponete voi nel decreto salva Italia; in ultimo le consiglio di non usare la televisione di Stato a reti unificate per fare dichiarazioni personali ai suoi avversari politici, non fa onore a lei e nemmeno al popolo italiano stremato che chiede di avere rassicurazioni e proposte concrete e non siparietti e litigi senza senso. 

Sa Dottor Conte agli italiani, che il MES l’abbiate deciso voi, la sinistra o la destra, a noi non ce ne frega nulla. Noi abbiamo bisogno di un leader che ci trascini fuori da una montagna di merda!

Molti hanno la memoria corta ma in tanti si ricordano quando lei aggredì il personale dell’ospedale di Lodi dichiarando che era responsabile di aver favorito il contagio. E queste accuse erano state inopportune e singolari visto che lei l’emergenza la conosceva già dalla fine di gennaio e tanto avrebbe potuto fare…

Già, avrebbe, e non ha fatto.

Caro dottor Conte le ricordo che lo Stato italiano che lei rappresenta ha l’obbligo di tutelare la salute dei suoi cittadini che insieme al lavoro e la sicurezza sono le fondamenta della nostra società civile e della famiglia. 

Ci troviamo in questo grosso guaio e lei ora ci dovrà tirare fuori, e anche alla svelta se non vuole finire sui libri di storia come colui che ha fatto fallire il nostro paese portandolo alla fame.

Lo faccia dottor Conte, senza esitare un solo secondo perché se no avrà sulla coscienza intere generazioni.

Noi italiani le parole le ascoltiamo con tanta pazienza, ma poi servono i fatti. Quei fatti che per il momento sono solo sogni o chimere».

Gianenrico Sordo

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo
    Le dinamiche di internet hanno ormai cambiato le logiche di progettazione e di prenotazione della vacanza. A questo, si aggiungono gli sconvolgimenti finanziari che sono alla base delle crisi economiche innescando meccanismo viziosi. Il mercato... The post Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo appeared first on Benessere Economico.
  • Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti
    Il mondo cambia in fretta, a volte più velocemente di quanto previsto. In questo senso l’arrivo del Covid ha straordinariamente accelerato tutti i processi: da quelli economici, ai naturali fino a quelli lavorativi. Il lavoro... The post Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti appeared first on Benessere […]
  • Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli
    Negli ultimi anni gli imprenditori agricoli under 35 sono aumentati del 12%. Per facilitare questa transizione verso la terra esistono possibilità come ISMEA che permette di aiutare, anche economicamente i giovani che scelgono questa strada.... The post Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli appeared first on Benessere Economico.
  • Addio alle buste delle bollette: un trucco per risparmiare
    La svolta crescente dell’online parla anche di risparmio e sostenibilità ecco perché le bollette cartacee sono ormai superate. L’arrivo del digitale ha convertito molti utenti ad entrare nel circuito delle bollette online, pagabili su rete... The post Addio alle buste delle bollette: un trucco per risparmiare appeared first on Benessere Economico.
  • Lotta all’evasione: arrivano gli “agenti 007” del fisco
    L’Agenzia delle Entrate rinforza l’organico e assume due mila “ agenti segreti” per potenziare la lotta all’evasione. Con i fondi del Recovery Fund arriveranno anche nuove assunzioni mirate proprio a rinforzare il campo della lotta... The post Lotta all’evasione: arrivano gli “agenti 007” del fisco appeared first on Benessere Economico.
  • Rivoluzione demografica, la tendenza si sposta verso la Silver Economy
    Negli ultimi decenni la struttura demografica e sociale dell’Europa e del mondo è cambiata in profondità e questa dinamica continuerà a prestare i suoi effetti anche in futuro. Per questo motivo, le istituzioni comunitarie devono... The post Rivoluzione demografica, la tendenza si sposta verso la Silver Economy appeared first on Benessere Economico.
  • Un ponte sottomarino galleggiante: l’incredibile scommessa della Norvegia
    Un tunnel che galleggia a mezz’acqua nel mezzo di un fiordo, con macchine che sfrecciano su entrambe le direzioni e poco sotto un abisso blu profondo oltre mille metri. Si tratta della scommessa della Norvegia, un progetto avveniristico essenziale per superare il principale problema di trasporto nel Paese. Lo studio realizzato da un team di […]
  • E’ consigliabile scegliere letture rilassanti, leggere brutte notizie fa male
    Leggere cattive notizie fa male. L’espressione che descrive la tendenza di continuare a guardare e navigare ossessivamente tra le notizie cattive anche se risultano tristi scoraggianti o deprimenti è stata rinominata dall’inglesismo: Doomscrolling. Il termine è composto da due parole: “doom” che riporta a tutto ciò che è catastrofico e, “ scrolling” si riferisce al […]
  • Le foreste rinascono dai fondi del caffè
    Troppe volte siamo stati abituati a gettare cose che, a differenza dall’aspetto, possono essere davvero utili per le persone, la natura e la vita. Così come risveglia milioni di persone in tutto il mondo, esattamente lo stesso può fare con le foreste: Il caffè o meglio il suo scarto può infatti essere davvero utile per […]
  • Vigilius Mountain Resort, dove purificarsi dallo stress della vita quotidiana
    Niente automobili, nessun rumore, niente stress. Solo natura e pace. Non ci sono strade che portano al Monte San Vigilio, si arriva solo dopo una breve salita in funivia. Qui l’aria sa di larice e di libertà. L’hotel a 5 stelle vigilius mountain resort si accoccola nella natura, diviene tutt’uno con essa, così semplice e […]

Categorie

di tendenza