Connect with us
Pubblicità

Politica

Conte: “Dopo il 3 maggio ripartenza graduale. Mes mai firmato. Bugie da Salvini e Meloni”

Pubblicato

-

Dopo i continui rinvii, questa sera il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha fatto il punto sull’emergenza coronavirus, sulle nuove strategie per le chiusure e sulla polemica rispetto alle trattative in corso tra l’Italia e l’Eurogruppo.

Nelle ultime ore si era molto discusso su una presunta attivazione del Mes che però Conte afferma non esserci mai stata. Con un post in mattinata, lo aveva chiarito anche tramite social:“Io ho una sola parola: la mia posizione e quella del Governo sul Mes non è mai cambiata e mai cambierà”.

Sono poche le deroghe alle precedenti disposizioni: una di queste riguarda l’apertura di alcune tipologie di esercizi che potranno tornare in attività.

Pubblicità
Pubblicità

“Si va avanti fino al 3 maggio – ha detto Conte – è una decisione di cui mi assumo la responsabilità. E’ stata assunta insieme al comitato tecnico-scientifico e le associazioni di categoria. I segnali della curva sono incoraggianti, le misure stanno dando dei frutti. Non possiamo vanificare proprio ora gli sforzi compiuti.

L’auspicio è quello di poter ripartire gradualmente dopo il 3 maggio, ma dipenderà dal nostro comportamento. La salute viene al primo posto, ma teniamo in grande considerazione anche gli altri interessi in campo come la tenuta del tessuto socio-economico, produttivo ed economico del Paese. Vogliamo predisporci per una sburocratizzazione del sistema per non creare ostacoli alla ripresa”.

Poi le variazioni:Dal 14 aprile riapriamo con ponderazione cartolibrerie, librerie, negozi per i neonati ed i bambini viste tante difficoltà riscontrate nelle famiglie. Riapertura anche per le attività di silvicoltura (taglio dei boschi) per l’approvvigionamento della legna e la ripresa delle attività forestali“.

Pubblicità
Pubblicità

Il lavoro per la cosiddetta ‘Fase 2‘ prevede un programma articolato. “Dovremo convivere con il virus e per questo stiamo lavorando ad un protocollo incentrato sulla sicurezza sul lavoro e delle attività produttive. 

Dobbiamo inventarci nuovi modelli organizzativi più innovativi che tengano anche conto della qualità della vita, avvalendoci di un gruppo di lavoro formato da esperti: sociologi, psicologi, manager, esperti in organizzazione del lavoro che dialogherà con il comitato tecnico scientifico per l’eventuale modifica delle logiche di organizzazione del lavoro.

Le aziende devono approfittare dello stop per sanificare i luoghi e predisporre le misure di massima sicurezza. Dovremo capire come incentivare gli spostamenti evitando situazioni che creano assembramenti”.

Il mes e l’accusa a Salvini e Meloni – “L’Europa affronta oggi una situazione mai vista in tempo di pace. Serviranno 1500 miliardi per fronteggiare questa emergenza europea. Ieri sul tavolo c’erano diverse proposte di cui si è discusso per una strategia comune.

Il nostro strumento è l’Eurobond, il più adeguato alla situazione di emergenza che stiamo vivendo e condurremo fino alla fine la nostra battaglia. L‘Eurogruppo propone anche una linea di credito senza condizionalità, tranne quella destinata alla spesa per la Sanità, il famoso Mes. 

Ma questo dibattito deve essere chiaro, senza falsità, perciò devo fare delle precisazione: l’Eurogruppo non ha firmato niente, ne ha istituito alcun obbligo. E’ una menzogna. Il Mes esiste dal 2012, non è stato approvato o creato ieri, come falsamente e irresponsabilmente detto ieri da Salvini e Meloni. Lo stanno ripetendo da ieri per tutte queste ore, non è così. Chi ha confezionato questa trappola se ne prenda le responsabilità politiche.

Questo governo non lavora con il favore delle tenebre ma guarda in faccia gli italiani. L’Eurogruppo ha lavorato alla proposta non ancora completata di una linea di credito collegata al Mes totalmente nuova, e non su proposta dell’Italia ma di altri Paesi membri.

Riteniamo il Mes inadeguato e inadatto rispetto all’emergenza che stiamo vivendo. L’Italia non ha firmato alcuna attivazione del Mes. L’Italia non ne ha bisogno.

Le falsità ci fanno male, basta menzogne che ci indeboliscono nella trattativa. Avevo chiesto responsabilità all’opposizione, ma stanotte sono state dette falsità. Non scriviamo noi le norme, ci sono altri 26 paesi e questo dibattito ci indebolisce nella trattativa.

Lotteremo per gli Eurobond e non ci arriveremo rapidamento.. Ma con la tenacia e con la forza della ragione la nostra risposta deve essere ambiziosa. Non c’è altra alternativa”.

Il premier Conte ha infine ricordato che il Mes è stato istituito da un governo di centro-destra dove “la Meloni era ministro e io non c’ero. C’è un nuovo Mes con linee di credito per la sanità, ma non ci riguarda, noi non siamo interessati”.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Dal camerino digitale alle chat “commessa”: Cambia l’esperienza d’acquisto anche nella moda
    L’arrivo del covid prima e l’emergenza sanitaria poi, sta accelerando un processo e una trasformazione che era più che mai prevedibile, puntando verso diversi cambiamenti, soprattutto quello dell’esperienza d’acquisto. Una direzione inconvertibile in cui molti, tra esperti e protagonisti del settore, stanno cercando di riprodurre le stesse sensazione dell’acquisto vissuto in negozio  provando ad uguagliarlo […]
  • Anche i grandi nomi della moda scelgono la sostenibilità: Prada lancia la nuova linea “Prada Re – Nylon” con plastica ricilata
    I grandi nomi della moda e del lusso si reinventano nella forma e soprattutto nella sostanza facendo della sostenibilità una propria cultura aziendale, impegnandosi verso una moda sostenibile e decisamente più responsabile. Questa è la direzione che ha deciso di prendere Prada, ampliando la sua proposta e introducendo una nuova collezione con del nylon rigenerato per […]
  • Al MART di Rovereto è arrivata la mostra “Caravaggio. Il contemporaneo”
    Michelangelo Merisi, in arte Caravaggio, è un pittore italiano nato a Milano nel 1571 e deceduto a Porto Ercole nel 1610. Questo incredibile autore, che si è formato a Milano e che ha lavorato a Roma, Napoli, Malta e in Sicilia fra il 1593 e il 1610, ha raggiunto la notorietà nel XX secolo dopo un […]
  • Arriva la crociera “ no where”: navigare in mare aperto senza scali né meta
    Dopo i voli verso il nulla annunciati da diverse compagnie aeree in Asia, ora, per riconquistare la fiducia dei viaggiatori e dei turisti di tutto il mondo arrivano anche viaggi in nave senza destinazione, le crociere “no where”. Si tratta di navigazioni in barca in mare aperto ma senza scali con andata e ritorno e […]
  • Il periodo di quarantena all’estero diventa un’opportunità di turismo: la Norvegia e il suo fascino
    Nonostante un periodo di limitazioni, viaggiare per turismo è diventato un imperativo, esiste infatti chi ha inventato proposte decisamente non convenzionali per trasformare l’attuale situazione di emergenza in una vera opportunità di turismo. Si parla in particolare del “Loften Quartine Tour”, un “pacchetto sicuro” pensato da Quality Group e marchiato da Il Diamante che punta […]
  • A Londra il vecchio taxi cambia stile: a bordo Playstation 4 e Apple TV
    Uno dei simboli della città di Londra, i tipici taxi neri Balck Cab dall’estetica retrò che percorrono le strade della capitale inglese, è stato finemente rivisitato in chiave moderna, realizzandone una versione di lusso ma fedele all’originale. Mantenendo la stessa funzione, un rivenditore di auto di fascia alta, ha realizzato un’edizione premium limitata di alto […]
  • Smart working in camere di lusso:la nuova tendenza è l’ufficio in hotel
    Per molte realtà imprenditoriali Il lavoro remoto sta diventando una soluzione sempre più stabile e di conseguenza si prefigura la necessità di renderlo meno casalingo possibile per preservare sia la produttività e soprattutto gli equilibri famigliari. Il metodo perfetto per conciliare le varie esigenze aumentando il rendimento del lavoratore senza gravare sulla famiglia, è stato […]
  • Pumpkin Spice Latte: le varianti più golose della ricetta più apprezzata durante l’autunno!
    Ideata da Starbucks nel 2003 e definitamente rivisitata nel 2015, la ricetta del Pumpkin Spice Latte è diventata negli anni uno dei must stagionali per quanto riguarda l’autunno. La bevanda, a base di zucca, caffè, latte e cannella, è particolarmente apprezzata negli Stati Uniti ma sta iniziando a farsi conoscere anche nel resto del mondo. […]
  • Botticelli va all’asta: raro dipinto, valore stimato 80 milioni di dollari
    La straordinaria stagione del Rinascimento italiano ammirato da tutto il mondo grazie al domino culturale, economico e sopratutto artistico di quegli anni, attira nuovamente l’attenzione a causa del recente annuncio d’asta di un capolavoro del Botticelli. La nota casa d’Aste Sotheby’s ha infatti comunicato che nel gennaio 2021 verrà messo all’asta un magnifico dipinto del […]

Categorie

di tendenza