Connect with us
Pubblicità

Trento

Coronavirus: bilancio decessi sale a 244 (+14), oggi 125 nuovi contagi

Pubblicato

-

Ad oggi Martedì 7 aprile 2020 in Trentino il numero di persone contagiate da Coronavirus è arrivato a quota 3.236

I decessi purtroppo oggi sono 14. Il bilancio quindi sale a 244 morti.

Sono 62 le persone guarite oggi. Il numero totale sale quindi a 2.860 

Pubblicità
Pubblicità

Sono 78 (- 1 rispetto a ieri) le persone in terapia intensiva sui 98 posti disponibili. I posti dall’inizio della crisi sono stati triplicati. Unico caso in Italia. 

Oggi sono stati registrati 125 casi in più rispetto a ieri, (69) domenica (58), sabato (95) e (114 venerdì) 63 casi trovati positivi al tampone, mentre 6 senza.

78 di questi casi sono stati scoperti nelle case di riposo. Dei 125 casi 116 sono stati trovati con il tampone e 9 senza. 

Un contagio che è salito come preventivato visto l’aumento dei tamponi fatti. Oggi sono stati fatti 800 tamponi dall’azienda sanitaria. (178 dal Cibio)

Le mascherine sono state consegnate ai supermercati ma posso essere anche ritirate presso la sede del Comune di via Alfieri 6 (piano terra) nelle giornate di mercoledì 8, giovedì 9 e venerdì 10 aprile dalle 8 alle 19 oppure presso il punto vendita da richiedere telefonando allo 0461 884880 dalle 8 alle 12.30.

I controlli da parte di tutte le forze dell’ordine ieri sono stati 2322 durante i quali sono state sanzionate 122 persone.

La percentuale dei sanitari trentini contagiati per il momento è del 5,95%. La più bassa l’Italia

Sono complessivamente 185 suddivisi fra 23 medici 145 infermieri e 17 amministrativi e tecnici. Ci sono anche 15 medici contagiati sul territorio.

Per il momento sono 1658 le persone isolate in casa e 360 i ricoverati nei reparti infettivi degli ospedali, 14 nei reparti intermedi e 540 ricoverati nelle RSA  e nelle case di riposo.

Stefania Segnana ha dato maggiori dettagli sulle 13 persone decedute di cui si è avuta notizia oggi, anche se la morte è avvenuta nei giorni scorsi, ma bisognava attendere i risultati delle analisi. fra la morte e la comunicazione possono passare anche alcuni giorni.

I decessi di oggi riguardano delle persone residenti a: 4 persone di Pellizzano di 86,92, 100 e 85 anni,  3 persone di Mezzolombardo (89, 79 e 90) Levico (47) Pinè (90)  Riva del Garda (82) spiazzo (93), Brentonico (87), Dro (96, Arco (93)

“I numeri sono ancora, purtroppo, importanti, anche se si stanno stabilizzando – ha detto il presidente Fugatti – e l’aumento dei contagi è da attribuire, come detto nei giorni scorsi, all’incremento del numero dei tamponi che stiamo facendo, oggi 800. Questo anche grazie all’attività del CIBIO, che porterà nei prossimi giorni ad un’ulteriore crescita delle persone sottoposte a tampone, con una particolare attenzione alle RSA. Fra ieri e oggi, grazie alla collaborazione della Protezione civile – abbiamo distribuito circa 360 mila mascherine ai negozi di generi alimentari. Al riguardo ringrazio gli operatori delle catene commerciali – ha detto il presidente – per il grande sforzo che stanno mettendo in campo, in così breve tempo, per attuare queste nuove disposizioni”.

Il presidente Fugatti ha poi parlato della ripresa, la cosiddetta fase 2.Certamente da parte nostra ci stiamo ragionando, ma conterà molto il parere della comunità scientifica. Non siamo certo sordi – ha detto – al grido di dolore che arriva dalle categorie economiche, ma dobbiamo tenere conto che le restrizioni fino ad ora introdotte hanno portato ad una stabilizzazione e ad un calo dei numeri del contagio. In ogni caso – ha chiarito Fugatti – la ripresa non ci riporterà da subito alla situazione precedente allo scoppio della pandemia. Lo faremo – ha concluso – ma con criteri molto rigidi”.

Il presidente ha poi riferito di aver chiesto al Commissariato del Governo di intensificare i controlli nei giorni di Pasqua sulle seconde case e ha lanciato un appello ai trentini. “Se notate delle speculazioni sui prezzi delle mascherine segnalatele alle forze dell’ordine, perché evidentemente è una cosa inaccettabile”.

“È proseguita, anche nella giornata di oggi, – ha poi riferito l’assessore Stefania Segnana – la raccolta delle domande per il bonus alimentare attivato dalla Provincia autonoma di Trento in sinergia con i Comuni, le Comunità di Valle ed il Consorzio dei Comuni Trentini per sostenere i nuclei familiari in difficoltà economica per l’emergenza Covid19. Dall’avvio della raccolta sono state registrate complessivamente circa 8.000 domande e molte le richieste di supporto e di chiarimento rivolte dai cittadini agli operatori”. 

L’assessore Segnana ha poi annunciato un potenziamento dell’applicazione “TreCovid19”. “Uno strumento – ha spiegato – che si affianca gli operatori sanitari e ai cittadini per monitorare i sintomi della malattia, elaborato da un gruppo di lavoro composto dal personale dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari, della Provincia e della Fondazione Bruno Kessler. Dopo un periodo di prova adesso l’applicazione verrà implementata ed allargata ad un numero sempre maggiore di cittadini”.

Paolo Bordon, direttore dell’Azienda sanitaria, rispondendo alle domande dei giornalisti ha evidenziato che il personale sanitario colpito dal virus si attesta su un dato pari al 5,95% del totale, una percentuale inferiore rispetto a molte altre realtà italiane. “Sul fronte della terapia intensiva – ha detto poi – avvertiamo dei segnali di miglioramento, la pressione è in diminuzione e questo ci porta a dire che il picco su questo reparto è passato”.

Giancarlo Ruscitti, dirigente del Dipartimento salute e politiche sociali della Provincia, ha parlato della situazione del carcere di Spini di Gardolo, riferendo di due casi di contagio fra i detenuti e di alcuni fra il personale. “Faremo il tampone a tutta la popolazione carceraria – ha aggiunto – e domani sul tema si riunirà il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica”. Infine, Ruscitti, parlando della situazione delle RSA ha evidenziato come si stia lavorando per separare le persone contagiate da quelle che non hanno contratto il virus.

Il dottor Antonio Ferro, del Dipartimento di prevenzione dell’APSS, ha invece parlato dell’organizzazione dei test sierologici sulla popolazione, che partiranno presumibilmente dopo Pasqua. Dapprima nei comuni a più alta concentrazione di contagiati, dove si prevede di fare un prelievo volontario a circa 8000 persone.

 

 

Pubblicità
Pubblicità

  • PubblicitàPubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Coronavirus: un team di giovani donne progetta ventilatori polmonari con ricambi di automobili
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus ha colpito anche angoli di mondo già molto fragili come L’Afghanistan, Paese precedentemente dilaniato da decenni da guerre e dittature che, dopo l’arrivo del Coronavirus rischia di mettere definitivamente in ginocchio il fragile sistema sanitario. Nonostante il Governo di Kabul abbia adottato i più noti sistemi prevenzione, come il distanziamento sociale […]
  • Beer SPA, una tappa imperdibile nella splendida Praga
    Ti piacciono la birra e le belle città d’Europa? Allora una tappa alla Beer SPA delle capitale Ceca è d’obbligo. Aperta nel 2013, la Original Beer SPA, negli anni, ha riscosso un grande successo soprattutto tra coloro che amano il connubio tra belle città, relax e attrazioni peculiari o comunque diverse dal solito. Ma cos’è […]
  • Covid19: L’isola di Cipro paga le vacanze ai turisti contagiati e ai loro famigliari
    Nonostante Cipro abbia avuto poco meno di 1.000 casi di contagi e 17 vittime da Coronavirus, non vuole rinunciare all’attesissimo nonché molto importante traffico turistico estivo dando così il benvenuto a qualsiasi viaggiatore. A differenza di altri Stati, Cipro si sta infatti attrezzando per non ostacolare gli arrivi nei luoghi di villeggiatura sull’isola mediterranea attraverso […]
  • Giappone propone vacanze quasi gratis per rilanciare il turismo
    Negli ultimi mesi, il Giappone come tutti gli altri Stati del mondo, ha subito un forte rallentamento dal punto di vista turistico a causa dell’emergenza sanitaria da Covid – 19, arrivando ad un calo del 99.9% del turismo locale con neanche 3 mila arrivi durante il mese di aprile. Inoltre, considerando che il 2020 avrebbe […]
  • Coronavirus: distributori automatici di mascherine gratuite
    Nel periodo in cui la massima attenzione all’igiene e al distanziamento sociale sono la priorità principale per ogni Governo del mondo, la città di Singapore in stato di lockdown fino a giugno, ha deciso di contenere la diffusione da Covid – 19, garantendo a tutti i cittadini mascherine gratuite attraverso particolari distributori automatici. La caratteristica […]
  • NASA, progetta il sistema per prevedere alluvioni e siccità fino a 60 giorni prima
    Vista dallo spazio la Terra appare come un Pianeta Blu grazie alle grandi distese di acqua in continuo movimento che ricoprono il 70% dell’intera superficie. Da quando evapora, fino a quando cade pioggia alimentando le falde acquifere, l’intero ciclo dell’acqua dolce è così importante da essere al centro di alcuni programmi di ricerca internazionali volti […]
  • Borghi italiani dimenticati: incentivi, bonus e aste a partire da 1 euro per ripopolarli
    Da nord a sud l’Italia intera è costellata di Borghi che conservano, identità, mestieri e saperi di un patrimonio immateriale e materiale di una storia unica al mondo certificata dall’Unesco. Alcuni di questi, vengono chiamati “comuni a rischio scomparsa” a causa delle loro ridottissime dimensioni, eppure fanno parte del patrimonio storico e artistico italiano, rappresentando […]
  • Covid, oltre 60.000 perdono il lavoro: lo Stato li assume per un importante progetto
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus con le misure preventive, indubbiamente necessarie al fine di contrastare la pandemia, hanno gravemente frenato i consumi mondiali, con pensanti ripercussioni sull’intero tessuto imprenditoriale. Tutto questo, ha portato inevitabili e devastanti conseguenze non solo per le abitudini sociali, ma anche e sopratutto per il settore produttivo ed economico. Nel mondo infatti, […]
  • Coronavirus: da nord a sud l’Italia ringrazia con vacanze gratis ai sanitari impegnati nella battaglia
    Nonostante l’emergenza sanitaria, lo abbia pesantemente logorato, esiste un pezzo del settore turistico italiano che vuole ringraziare tutti i medici, operatori sanitari e ausiliari che, durante questi mesi sono stati impegnati, spesso senza tregua per salvare le vite di moltissime persone affette da Coronavirus dedicando loro una splendida ed esclusiva vacanza gratuita. Infatti, in vista […]

Categorie

di tendenza