Connect with us
Pubblicità

Io la penso così…

Comuni del Trentino «blidati» e «zone rosse»: titoli dei giornali esagerati

Pubblicato

-

Spett. Le Direttore,

il richiamo all’unità, sia essa d’intenti o di azione, è argomentazione corretta e necessaria in un momento dove non devono esistere contrasti, divisioni o frazioni; in un momento in cui l’obiettivo comune deve essere la repressione di una “brutta bestia” che ci ha fatto cambiare la prospettiva a breve e, purtroppo, a medio/lungo termine.

La brutta bestia di cui sto scrivendo è ovviamente il Covid-19, un virus che ha richiamato in primis le personalità politiche a fare fronte comune, a lavorare assieme (maggioranza ed opposizione, ad ogni livello di governo) per trovare soluzioni, atteggiamenti che ci facciano se non dimenticare, almeno affievolire la memoria di questi difficili giorni. Non può però questo essere il solo atteggiamento della Politica, deve essere quello di tutti, di ognuno di noi.

Pubblicità
Pubblicità

Duole invece constatare come una parte fondamentale, non tutta, dell’informazione questo lo stia “disattendendo”, senza rendersi conto (o forse proprio consciamente) dei “danni” che inchiostro su carta per vendere un po’ di più, sta creando.

Nello specifico, senza fare di tutta l’erba un fascio, mi riferisco ai titoli in prima pagina di alcuni quotidiani cartacei, di alcuni giornali online e di alcune emittenti televisive/radiofoniche di oggi.

Leggendo, guardando, ascoltando questa mattina ci siamo trovati con ben 5 comuni trentiniblindati” o addirittura con misure da “zona rossa”.

Pubblicità
Pubblicità

Assurdo, come assurda è la scelta egoistica di titoli del genere per un click in più, una copia venduta superiore a quella di ieri, un audience maggiore.

Proprio in questi momenti dove i mass media dovrebbero essere al fianco di sanità, di amministratori per trasmettere i messaggi veri, corretti, troviamo oggi (non su tutti si intende) richiami e titoli che colpiscono l’opinione pubblica già provata da questa situazione, in maniera negativa.

Vorrei veramente capire come da “intensificazione dei controlli delle forze dell’ordine” e/o “irrigidimento dei controlli” si sia arrivati a poter scrivere, addirittura solo pensare, di titolare con parole come “zona rossa” o “blindati”.

Solo per ricordare a chi si è preso la licenza di farlo che quei comuni sono composti di cittadini, di persone con sentimenti e con attività economiche dove le vostre parole battute su carta o pronunciate con poca delicatezza suonano come bombardate assordanti.

Lo stesso vale per i turisti di altre regioni, di altre nazioni, che da sempre vivono il nostro stupendo ed unico territorio e che non hanno, anche loro, altra possibilità di informarsi se non proprio da voi, dal vostro lavoro.

Mi ricorderete voi, a ragione, che l’articolo 21 della Costituzione sancisce che “la stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure”; questo però dovrebbe responsabilizzare chi, ripeto, con “leggerezza”, si è lasciato prendere la mano con titoli non corretti e non corrispondenti alla realtà.

Avete, non tutti, lo sottolineo, provocato un boomerang socio-economico senza precedenti di cui nessuno potrà chiedervi conto, forse lo capireste meglio se tutte le persone che ho sentito io, ma non solo io, oggi vi scrivessero; la leggerezza è meglio utilizzarla in altri campi, magari in cucina.

Il nostro stupendo Trentino, le nostre uniche valli e montagne, torneranno ad essere popolate, scoperte e vissute. Tutto questo grazie proprio all’impegno di quelle genti che hanno investito, sacrificato e lavorato nel passato e continueranno a farlo nel futuro, anche se amareggiate di essere state definite “blindate” o residenti in “zone rosse”. Da noi in Fassa l’unica cosa che tende al rosso è l’Enrosadira, lo stupendo colore che le Dolomiti Patrimonio dell’Umanità assumono all’alba ed al tramonto.

Firmato padre di famiglia, commerciante e ultimo ma non ultimo Consigliere provinciale ladino, fiero della Comunità che rappresenta e di come questa, non solo ora, si stia comportando.

Proprio in forza del precedentemente citato articolo della Costituzione spero di poter trovare spazio sui vostri canali di informazione: “tutti hanno il diritto di manifestare il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni mezzo di diffusione”.

Luca Guglielmi

Potete inviare le email al direttore da inserire nella rubrica «io la penso così» scrivendo a: redazione@lavocedeltrentino.it

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Illuminazione stradale accesa dal vento delle auto con l’innovativa di Turbine Light
    Con l’aumento di strade, autostrade e di reti viarie che necessitano di essere illuminate l’intera giornata, il fabbisogno energetico risulta essere in continuo aumento, costringendo a cercare diverse alternative per soddisfare e integrare le mutevoli esigenze di mercato. Uno dei problemi principali nel coprire la gestione territoriale urbana di reti periferiche e di grandi autostrade, […]
  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]
  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]

Categorie

di tendenza