Connect with us
Pubblicità

Trento

Emergenza coronavirus, Menegatti: «Cancellare gli affitti e condono fiscale. La beffa dei 600 euro»

Pubblicato

-

Stato che vai soluzione che trovi.

Per esempio nella Repubblica Domenicana dopo aver adottato il provvedimento di chiusura generalizzata per bloccare il diffondersi del coronavirus hanno semplicemente bloccato per tre mesi i pagamenti degli affitti, degli stipendi, delle utenze. Il governo nel mentre bonifica il 70% dello stipendio ai lavoratori dipendenti.

A raccontarlo è Antonio Menegatti (foto) storico commerciante trentino che ha iniziato una battaglia a favore di interventi più incisivi a favore del commercio trentino. “ Con la chiusura forzata hanno tolto la liquidità agli operatori e senza denaro liquido si blocca tutto il meccanismo dei pagamenti. Non serve posticipare le scadenze, perché alla fine bisogna comunque pagarle, si deve arrivare ad una cancellazione totale di tutte le pendenze per un trimestre.”

Pubblicità
Pubblicità

Ci spieghi meglio: “Gli affitti devono essere cancellati per il periodo di chiusura e per un mese dopo la riapertura. Sulle scadenze fiscali ci dev’essere un condono e per essere più chiari non si pagano più. In questo frangente non deve più esistere il protesto o il fallimento, anzi i fornitori dovrebbero essere obbligati a ritirare la merce invenduta: abbiamo i magazzini pieni di abbigliamento primaverile che non si venderà più.

Altre proposte? “Se il proprietario dei locali si rifiuta di trattare l’affitto, bisogna ipotizzare la confisca della proprietà e poi dobbiamo rivedere i valori catastali. Ci sono dei locali costati 100 milioni sui quali si incassano da anni affitti di 5 mila euro al mese. Se gli affitti sono sempre stati pagati, rifiutarsi oggi di venire incontro all’affittuario è un atteggiamento criminale.”

Lo Stato però vi versa 600 euro. “Una presa per i fondelli. Ho fatto appello ai commercianti perché li rifiutino in quanto lesivi della nostra dignità. Mi chiedo quanti affitti di quella cifra si stanno pagando a Trento, oppure quale stipendio di un dipendente si salda con 600 euro ? E poi c’è la beffa. I 600 euro sono vincolati al merito creditizio. Per averli bisogna non aver pendenze con lo Stato. Ora quanti commercianti non hanno in corso rateizzazioni di imposte o di bollette; oppure esposizioni bancarie. Alla fine quell’accredito sarà cosa di pochi: solo fumo negli occhi. Lo Stato a breve dovrebbe in prima istanza immettere liquidità nelle casse delle aziende e poi in seconda battuta rendersi garante per dei prestiti trentennali. È l’unica maniera di tenere il tessuto economico del paese in piedi.”

Crede nella ripresa? Alle condizioni attuali stanno uccidendo la metà delle realtà commerciali trentine, in attesa della ripresa ci sarà la seconda agonia con altre chiusure. Prima che la gente ritorni a frequentare bar e ristoranti come prima passerà molto tempo, come per rivedere i mercati affollati. Mi domando in quanti proveranno un capo d’abbigliamento a cuor leggero. Finirà che ce ne sarà uno in esposizione e si venderanno solo quelli sigillati, si dovranno indossare i guanti e disinfettarsi: ci aspettano ancora mesi disastrosi.”.

Il pericolo anche in Trentino è che gli aiuti vadano solo ai ricchi. Per ricevere un qualsiasi finanziamento del progetto #ripresatrentino è necessario infatti prestare agli istituti di credito partecipanti il 20% delle garanzie. Questo significa che solo gli imprenditori non gravati da altri mutui, fidi o anticipi fatture, o che sono proprietari di immobili messi a garanzia del prestito, potranno accedere all’operazione creata dalla provincia autonoma di Trento a sostegno delle imprese.

Gli altri se la dovranno cavare con le proprie forze, se riapriranno le loro aziende.

Pubblicità
Pubblicità

  • PubblicitàPubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Beer SPA, una tappa imperdibile nella splendida Praga
    Ti piacciono la birra e le belle città d’Europa? Allora una tappa alla Beer SPA delle capitale Ceca è d’obbligo. Aperta nel 2013, la Original Beer SPA, negli anni, ha riscosso un grande successo soprattutto tra coloro che amano il connubio tra belle città, relax e attrazioni peculiari o comunque diverse dal solito. Ma cos’è […]
  • Covid19: L’isola di Cipro paga le vacanze ai turisti contagiati e ai loro famigliari
    Nonostante Cipro abbia avuto poco meno di 1.000 casi di contagi e 17 vittime da Coronavirus, non vuole rinunciare all’attesissimo nonché molto importante traffico turistico estivo dando così il benvenuto a qualsiasi viaggiatore. A differenza di altri Stati, Cipro si sta infatti attrezzando per non ostacolare gli arrivi nei luoghi di villeggiatura sull’isola mediterranea attraverso […]
  • Giappone propone vacanze quasi gratis per rilanciare il turismo
    Negli ultimi mesi, il Giappone come tutti gli altri Stati del mondo, ha subito un forte rallentamento dal punto di vista turistico a causa dell’emergenza sanitaria da Covid – 19, arrivando ad un calo del 99.9% del turismo locale con neanche 3 mila arrivi durante il mese di aprile. Inoltre, considerando che il 2020 avrebbe […]
  • Coronavirus: distributori automatici di mascherine gratuite
    Nel periodo in cui la massima attenzione all’igiene e al distanziamento sociale sono la priorità principale per ogni Governo del mondo, la città di Singapore in stato di lockdown fino a giugno, ha deciso di contenere la diffusione da Covid – 19, garantendo a tutti i cittadini mascherine gratuite attraverso particolari distributori automatici. La caratteristica […]
  • NASA, progetta il sistema per prevedere alluvioni e siccità fino a 60 giorni prima
    Vista dallo spazio la Terra appare come un Pianeta Blu grazie alle grandi distese di acqua in continuo movimento che ricoprono il 70% dell’intera superficie. Da quando evapora, fino a quando cade pioggia alimentando le falde acquifere, l’intero ciclo dell’acqua dolce è così importante da essere al centro di alcuni programmi di ricerca internazionali volti […]
  • Borghi italiani dimenticati: incentivi, bonus e aste a partire da 1 euro per ripopolarli
    Da nord a sud l’Italia intera è costellata di Borghi che conservano, identità, mestieri e saperi di un patrimonio immateriale e materiale di una storia unica al mondo certificata dall’Unesco. Alcuni di questi, vengono chiamati “comuni a rischio scomparsa” a causa delle loro ridottissime dimensioni, eppure fanno parte del patrimonio storico e artistico italiano, rappresentando […]
  • Covid, oltre 60.000 perdono il lavoro: lo Stato li assume per un importante progetto
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus con le misure preventive, indubbiamente necessarie al fine di contrastare la pandemia, hanno gravemente frenato i consumi mondiali, con pensanti ripercussioni sull’intero tessuto imprenditoriale. Tutto questo, ha portato inevitabili e devastanti conseguenze non solo per le abitudini sociali, ma anche e sopratutto per il settore produttivo ed economico. Nel mondo infatti, […]
  • Coronavirus: da nord a sud l’Italia ringrazia con vacanze gratis ai sanitari impegnati nella battaglia
    Nonostante l’emergenza sanitaria, lo abbia pesantemente logorato, esiste un pezzo del settore turistico italiano che vuole ringraziare tutti i medici, operatori sanitari e ausiliari che, durante questi mesi sono stati impegnati, spesso senza tregua per salvare le vite di moltissime persone affette da Coronavirus dedicando loro una splendida ed esclusiva vacanza gratuita. Infatti, in vista […]
  • Civita Bagnoregio: l’incredibile borgo sospeso sulla Valle dei Calanchi
    Tra il lago Bolsena e la Valle del Tevere, nel Comune di Bagnoregio in provincia di Viterbo, si estende un’ immensa area lunare che regala un paesaggio davvero particolare caratterizzato da una successione di rocce argillose in erosione per effetto degli agenti atmosferici detti “calanchi”. Quello dei calanchi è un ambiente decisamente unico che offre […]

Categorie

di tendenza