Connect with us
Pubblicità

Trento

Coronavirus: la confusione delle mascherine

Pubblicato

-

Evidentemente nella lotta contro il coronavirus il “modello Corea”, che ha consentito ad un paese popolato quasi quanto l’Italia, di vincere la sua battaglia in meno di un mese, non è facilmente adottabile dai paesi occidentali.

L’Italia, suo malgrado, è il primo paese in Occidente che, pur in ritardo, sta facendo qualche tentativo con lo sguardo al modello Corea. Il quale modello, in parole povere, significa più test, più mascherine, più disciplina e più tracciabilità dei contatti.

Vedremo se gli altri paesi occidentali che, fortuna loro, hanno un vantaggioso ritardo nella diffusione del virus, riusciranno a fare meglio di noi.

Pubblicità
Pubblicità

Ora, fatta questa premessa di carattere generale, cosa può fare un piccolo Comune delle nostre valli, che dopo 40 giorni dal primo caso in Lombardia non ha ancora avuto contagi?

Che non debba abbassare la guardia o fare imprudenze è del tutto ovvio. In realtà dovrebbe fare di più: sfruttare il vantaggio temporale che ha, guardando diligentemente al modello Corea. Non con il numero di test o con la tracciabilità, che per ovvi motivi non dipendono da noi, ma con mascherine e disciplina.

Non so se avete notato ma, dopo più di un mese dall’inizio dei contagi, esperti, pseudo-esperti, giornalisti e passaparola non insistono più tanto sulla presunta inutilità delle mascherine. Che strano!

Ci dicevano che le mascherine servivano solo per le persone con sintomi e per il personale sanitario che veniva a contatto con gli infetti.

Eppure notavamo ogni giorno che in Cina e in Corea tutti le indossavano. Qualcuno poi cominciò a pensare che se il virus, oltre alla barriera della mascherina indossata dalla persona infetta, avesse incontrato anche la barriera della persona non infetta, forse avrebbe avuto meno probabilità di contagiare.

E qualcuno cominciò timidamente ma caparbiamente ad indossarle. Nel frattempo alcuni si permettevano di sospettare che forse l’insistenza nel dire che non servivano era solo una pietosa bugia per non dire che di mascherine non ce n’erano.

E non ce ne sono purtroppo!

Poi qualcuno ha cominciato sempre più insistentemente a parlare di asintomatici e pre-sintomatici. Numeri molto alti! Anche più di un milione, qualcuno stima. E a quel punto non aveva più alcun senso continuare a dire che le mascherine non servivano…

Perchè se ogni persona, inconsapevolmente, può essere un asintomatico, allora sarebbe meglio che tutte le persone, nel caso di inevitabili contatti ravvicinati, indossassero la mascherina.

Ma le mascherine non ci sono, replicherà qualcuno.

E allora non scoraggiamo chi, piuttosto di niente, si ingegna a confezionarsi alla meglio una mascherina, o chi in mancanza d’altro usa uno scalda-collo o una sciarpa.

Almeno concedeteci il beneficio del dubbio e lasciateci dire che una qualche protezione, anche senza certificazione e marchio CE, forse è meglio di niente, a meno che non riusciate a convincerci del contrario.

Articolo realizzato in collaborazione con Valentino Zambotti

Pubblicità
Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Coronavirus: un team di giovani donne progetta ventilatori polmonari con ricambi di automobili
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus ha colpito anche angoli di mondo già molto fragili come L’Afghanistan, Paese precedentemente dilaniato da decenni da guerre e dittature che, dopo l’arrivo del Coronavirus rischia di mettere definitivamente in ginocchio il fragile sistema sanitario. Nonostante il Governo di Kabul abbia adottato i più noti sistemi prevenzione, come il distanziamento sociale […]
  • Beer SPA, una tappa imperdibile nella splendida Praga
    Ti piacciono la birra e le belle città d’Europa? Allora una tappa alla Beer SPA delle capitale Ceca è d’obbligo. Aperta nel 2013, la Original Beer SPA, negli anni, ha riscosso un grande successo soprattutto tra coloro che amano il connubio tra belle città, relax e attrazioni peculiari o comunque diverse dal solito. Ma cos’è […]
  • Covid19: L’isola di Cipro paga le vacanze ai turisti contagiati e ai loro famigliari
    Nonostante Cipro abbia avuto poco meno di 1.000 casi di contagi e 17 vittime da Coronavirus, non vuole rinunciare all’attesissimo nonché molto importante traffico turistico estivo dando così il benvenuto a qualsiasi viaggiatore. A differenza di altri Stati, Cipro si sta infatti attrezzando per non ostacolare gli arrivi nei luoghi di villeggiatura sull’isola mediterranea attraverso […]
  • Giappone propone vacanze quasi gratis per rilanciare il turismo
    Negli ultimi mesi, il Giappone come tutti gli altri Stati del mondo, ha subito un forte rallentamento dal punto di vista turistico a causa dell’emergenza sanitaria da Covid – 19, arrivando ad un calo del 99.9% del turismo locale con neanche 3 mila arrivi durante il mese di aprile. Inoltre, considerando che il 2020 avrebbe […]
  • Coronavirus: distributori automatici di mascherine gratuite
    Nel periodo in cui la massima attenzione all’igiene e al distanziamento sociale sono la priorità principale per ogni Governo del mondo, la città di Singapore in stato di lockdown fino a giugno, ha deciso di contenere la diffusione da Covid – 19, garantendo a tutti i cittadini mascherine gratuite attraverso particolari distributori automatici. La caratteristica […]
  • NASA, progetta il sistema per prevedere alluvioni e siccità fino a 60 giorni prima
    Vista dallo spazio la Terra appare come un Pianeta Blu grazie alle grandi distese di acqua in continuo movimento che ricoprono il 70% dell’intera superficie. Da quando evapora, fino a quando cade pioggia alimentando le falde acquifere, l’intero ciclo dell’acqua dolce è così importante da essere al centro di alcuni programmi di ricerca internazionali volti […]
  • Borghi italiani dimenticati: incentivi, bonus e aste a partire da 1 euro per ripopolarli
    Da nord a sud l’Italia intera è costellata di Borghi che conservano, identità, mestieri e saperi di un patrimonio immateriale e materiale di una storia unica al mondo certificata dall’Unesco. Alcuni di questi, vengono chiamati “comuni a rischio scomparsa” a causa delle loro ridottissime dimensioni, eppure fanno parte del patrimonio storico e artistico italiano, rappresentando […]
  • Covid, oltre 60.000 perdono il lavoro: lo Stato li assume per un importante progetto
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus con le misure preventive, indubbiamente necessarie al fine di contrastare la pandemia, hanno gravemente frenato i consumi mondiali, con pensanti ripercussioni sull’intero tessuto imprenditoriale. Tutto questo, ha portato inevitabili e devastanti conseguenze non solo per le abitudini sociali, ma anche e sopratutto per il settore produttivo ed economico. Nel mondo infatti, […]
  • Coronavirus: da nord a sud l’Italia ringrazia con vacanze gratis ai sanitari impegnati nella battaglia
    Nonostante l’emergenza sanitaria, lo abbia pesantemente logorato, esiste un pezzo del settore turistico italiano che vuole ringraziare tutti i medici, operatori sanitari e ausiliari che, durante questi mesi sono stati impegnati, spesso senza tregua per salvare le vite di moltissime persone affette da Coronavirus dedicando loro una splendida ed esclusiva vacanza gratuita. Infatti, in vista […]

Categorie

di tendenza