Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

A Rovereto in troppi non rispettano la «quarantena». Il Video

Pubblicato

-

Blindati in casa in attesa di passare alla fase 2. I cittadini che fanno enormi sacrifici per evitare il contagio al famigerato coronavirus.

Può anche darsi, ma forse a Rovereto meno che dalle altre parti del Trentino.

A quasi un mese dal decreto «Io resto a casa», con l’arrivo della primavera, il leggero calo dei contagi e la stanchezza che cresce tra i cittadini blindati, le immagini che arrivano oggi dalla città della Quercia sono il segno che la diga che finora ha arginato la diffusione del virus in Trentino potrebbe cedere.

Pubblicità
Pubblicità

È stato il nostro collaboratore Stefano Terranova, che dopo aver visto aumentare il traffico a dismisura nella giornata di oggi, sabato 4 aprile 2020, ha deciso di documentare qual è l’attuale situazione di «quarantena» (per modo di dire) a Rovereto.

AI due filmati, condensati in pochi secondi, ritraggono 20 minuti di traffico dalle parti di via Abetone.

Nei video si scorgono autovetture, camioncini, scooter, biciclette, persone che camminano e runners, questi ultimi sul marciapiede del ponte della ferrovia.

Pubblicità
Pubblicità

I due video sono stati girati usando la tecnica «Time Lapse» dalle 14.30 alle 14. 50 e dalle 16.00 alle 16. 15 con fotogrammi di 0,5 secondi  per circa 15/20 minuti.

Ogni venti minuti sul quel pezzo di strada passano circa 200 mezzi, sono quindi 600 per ogni ora che moltiplicato per circa 15 ore fanno circa 9.000 mezzi e solo su quel tratto di strada!

Ricordiamo ancora una volta che la spesa si deve fare nel negozio più vicino a casa e non dall’altra parte della città, e che l’attività sportiva e motoria è permessa solo in prossimità della propria abitazione, al massimo a 150 metri di distanza mantenendo sempre almeno un metro di distanza dalle altre persone. 

L’appello è di chi rispetta le regole per tornare quanto prima alla normalità: «State a casa», dicono i cittadini roveretani, che in questo caso si sostituiscono al Sindaco che dall’inizio dell’epidemia è diventato uccel di bosco. 

A Rovereto per il momento sono 89 le persone contagiate. Solo ieri ci sono stati 3 morti residenti in città deceduti a causa del coronavirus

Nella tradizionale conferenza stampa della provincia per aggiornare i dati dei contagi e dei decessi la presenza del comandante dei carabinieri Salotti è stata l’occasione per parlare dei controlli sul territorio. In questi giorni sono stati fatti 2.440 controlli con 74 denunce. Controllati anche 926 esercizi commerciali che sono risultati tutti in regole. «Siamo al 26° giorni della crisi ed esiste una minoranza di persone che ancora infrangono le regole nonostante la situazione sia abbastanza stabilizzata. L’unica misure che concorre a far finire l’epidemia è quella di stare a casa» – ha detto Salotti che ha anche ricordato che le multe per i trasgressori vanno da 200 a 500 euro 

Ad oggi Sabato 4 aprile 2020 in Trentino il numero di persone contagiate da Coronavirus è arrivato a quota 2.984

I decessi purtroppo oggi sono 6. Il bilancio quindi sale a 210 morti.

Sono 81 (alla pari di ieri) le persone in terapia intensiva sui 98 posti disponibili. I posti dall’inizio della crisi sono stati triplicati. Unico caso in Italia. 

Ad oggi Sabato 4 aprile 2020 in Trentino il numero di persone contagiate da Coronavirus è arrivato a quota 2.984

I decessi purtroppo oggi sono 6. Il bilancio quindi sale a 210 morti.

Sono 81 (alla pari di ieri) le persone in terapia intensiva sui 98 posti disponibili. I posti dall’inizio della crisi sono stati triplicati. Unico caso in Italia.

Oggi sono stati registrati 95 casi in più rispetto a ieri (ieri sono stati 114 ) 89 casi trovati positivi al tampone, mentre 6 senza. «È un dato stabile che continua visto anche l’aumento dei tamponi. Oggi arriviamo ad un 15% di persone contagiate, il dato quindi è positivo, rispetto al 40% di prima. Sarà grazie ai Trentini che hanno seguito le regole se usciremo da questo brutto momento. Portate pazienza in queste belle giornate di primavera.»

Sono 258 le persone completamente guarite. Il numero sale quindi a 2.244.

Per il momento sono 1601 le persone isolate in casa e 343 ricoverati nei reparti infettivi degli ospedali, 14 nei reparti intermedi e 460 ricoverati nelle RSA e nelle case di riposo.

 

Pubblicità
Pubblicità

  • PubblicitàPubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Coronavirus: un team di giovani donne progetta ventilatori polmonari con ricambi di automobili
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus ha colpito anche angoli di mondo già molto fragili come L’Afghanistan, Paese precedentemente dilaniato da decenni da guerre e dittature che, dopo l’arrivo del Coronavirus rischia di mettere definitivamente in ginocchio il fragile sistema sanitario. Nonostante il Governo di Kabul abbia adottato i più noti sistemi prevenzione, come il distanziamento sociale […]
  • Beer SPA, una tappa imperdibile nella splendida Praga
    Ti piacciono la birra e le belle città d’Europa? Allora una tappa alla Beer SPA delle capitale Ceca è d’obbligo. Aperta nel 2013, la Original Beer SPA, negli anni, ha riscosso un grande successo soprattutto tra coloro che amano il connubio tra belle città, relax e attrazioni peculiari o comunque diverse dal solito. Ma cos’è […]
  • Covid19: L’isola di Cipro paga le vacanze ai turisti contagiati e ai loro famigliari
    Nonostante Cipro abbia avuto poco meno di 1.000 casi di contagi e 17 vittime da Coronavirus, non vuole rinunciare all’attesissimo nonché molto importante traffico turistico estivo dando così il benvenuto a qualsiasi viaggiatore. A differenza di altri Stati, Cipro si sta infatti attrezzando per non ostacolare gli arrivi nei luoghi di villeggiatura sull’isola mediterranea attraverso […]
  • Giappone propone vacanze quasi gratis per rilanciare il turismo
    Negli ultimi mesi, il Giappone come tutti gli altri Stati del mondo, ha subito un forte rallentamento dal punto di vista turistico a causa dell’emergenza sanitaria da Covid – 19, arrivando ad un calo del 99.9% del turismo locale con neanche 3 mila arrivi durante il mese di aprile. Inoltre, considerando che il 2020 avrebbe […]
  • Coronavirus: distributori automatici di mascherine gratuite
    Nel periodo in cui la massima attenzione all’igiene e al distanziamento sociale sono la priorità principale per ogni Governo del mondo, la città di Singapore in stato di lockdown fino a giugno, ha deciso di contenere la diffusione da Covid – 19, garantendo a tutti i cittadini mascherine gratuite attraverso particolari distributori automatici. La caratteristica […]
  • NASA, progetta il sistema per prevedere alluvioni e siccità fino a 60 giorni prima
    Vista dallo spazio la Terra appare come un Pianeta Blu grazie alle grandi distese di acqua in continuo movimento che ricoprono il 70% dell’intera superficie. Da quando evapora, fino a quando cade pioggia alimentando le falde acquifere, l’intero ciclo dell’acqua dolce è così importante da essere al centro di alcuni programmi di ricerca internazionali volti […]
  • Borghi italiani dimenticati: incentivi, bonus e aste a partire da 1 euro per ripopolarli
    Da nord a sud l’Italia intera è costellata di Borghi che conservano, identità, mestieri e saperi di un patrimonio immateriale e materiale di una storia unica al mondo certificata dall’Unesco. Alcuni di questi, vengono chiamati “comuni a rischio scomparsa” a causa delle loro ridottissime dimensioni, eppure fanno parte del patrimonio storico e artistico italiano, rappresentando […]
  • Covid, oltre 60.000 perdono il lavoro: lo Stato li assume per un importante progetto
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus con le misure preventive, indubbiamente necessarie al fine di contrastare la pandemia, hanno gravemente frenato i consumi mondiali, con pensanti ripercussioni sull’intero tessuto imprenditoriale. Tutto questo, ha portato inevitabili e devastanti conseguenze non solo per le abitudini sociali, ma anche e sopratutto per il settore produttivo ed economico. Nel mondo infatti, […]
  • Coronavirus: da nord a sud l’Italia ringrazia con vacanze gratis ai sanitari impegnati nella battaglia
    Nonostante l’emergenza sanitaria, lo abbia pesantemente logorato, esiste un pezzo del settore turistico italiano che vuole ringraziare tutti i medici, operatori sanitari e ausiliari che, durante questi mesi sono stati impegnati, spesso senza tregua per salvare le vite di moltissime persone affette da Coronavirus dedicando loro una splendida ed esclusiva vacanza gratuita. Infatti, in vista […]

Categorie

di tendenza