Connect with us
Pubblicità

Trento

Orsi e rifiuti: come comportarsi per ridurre il problema

Pubblicato

-

Negli ultimi giorni si sono verificati diversi casi in cui orsi, soprattutto esemplari giovani, si sono avvicinati ai centri abitati o ad abitazioni al fine di alimentarsi su cassonetti contenenti rifiuti umidi o su contenitori del compost. (qui il video)

Questa è la stagione in cui è più facile che ciò avvenga, data la scarsità di cibo naturale disponibile subito dopo il termine della stagione letargica.

Tale comportamento è estremamente negativo sia perché la presenza dei plantigradi nelle zone abitate può determinare in certe condizioni situazioni di potenziale pericolo per l’uomo, sia perché tali animali, per lo più giovani, rischiano di apprendere che il cibo di origine antropica è facilmente disponibile, aumentando progressivamente il loro grado di confidenza e, nei casi limite, di assuefazione all’uomo.

PubblicitàPubblicità

Ecco quindi alcuni comportamenti da seguire per ridurre eventuali problemi. Per approfondire gli aspetti di convivenza con l’orso e più in generale con i grandi carnivori è consultabile anche il sito GRANDI CARNIVORI dal quale si può anche scaricare il nuovo “Rapporto grandi carnivori 2019”.

Un orso abituato all’uomo, come dimostrano tutte le esperienze europee e nord americane al riguardo, ha basse possibilità di sopravvivenza nel lungo periodo e, al contrario, alte probabilità di creare problemi a se stesso ed alla popolazione umana.

L’orso deve rimanere selvatico ed, in generale, evitare l’uomo ed i centri abitati. Per questo motivo, in caso di avvistamento di esemplari intenti a consumare rifiuti o di cassonetti ribaltati ed aperti, è necessario avvisare immediatamente il numero di reperibilità, attivo 24 ore su 24, 335 770 5966, evitando, in ogni caso, di rimanere nelle vicinanze di tali esemplari per fotografarli o filmarli, in quanto far loro apprendere che possono alimentarsi anche in presenza di persone è quanto di più deleterio possa essere fatto nei loro confronti.

Pubblicità
Pubblicità

Dove siano presenti cassonetti per l’umido dotati di chiusura anti orso dopo il conferimento si deve verificare che il coperchio sia ben chiuso e segnalare eventuali malfunzionamenti alla Stazione forestale competente per territorio. Si raccomanda, infine, di evitare di lasciare rifiuti o resti di cibo nelle pertinenze delle abitazioni.

Inoltre, il nuovo “Rapporto grandi carnivori 2019” (tredicesima edizione),, predisposto dal Settore Grandi carnivori del Servizio Foreste e fauna, offre un quadro aggiornato e di dettaglio sullo status di orso, lupo e lince in provincia e sulle molteplici attività gestionali condotte. Il Rapporto riferisce inoltre delle iniziative intraprese nei settori della comunicazione, della formazione del personale, nonché del raccordo sovraprovinciale ed internazionale.

Anche le attività del 2019 sono state caratterizzate dall’importante collaborazione con enti quali il Museo delle Scienze di Trento, il Parco Naturale Adamello Brenta, il Parco Naturale Paneveggio Pale di S. Martino, l’Istituto Superiore per la Ricerca e la Protezione Ambientale, la Fondazione Edmund Mach e l’Associazione cacciatori trentini. Ancora, sono diverse le Amministrazioni regionali, provinciali ed i Land, citati nel Rapporto, che hanno contribuito con i loro dati a fornire un quadro per quanto possibile completo sullo status dei grandi carnivori nelle Alpi centrali.

L’edizione 2019, che sarà tradotta anche in tedesco e in inglese, è dedicata alla memoria di Daniele Asson, giovane forestale impegnato da anni nella gestione dei grandi carnivori, che ha lavorato al Rapporto sino al momento della sua recente improvvisa scomparsa.

Il link al Rapporto Grandi Carnivori

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Coronavirus: Paziente Virtuale evita i test sugli animali
    Grazie alle diverse ricerche ed ai numerosi studi dell’Università di Catania, si rafforza il filo della comunicazione tra il clinico e il laboratorio, dando vita al progetto del Paziente Virtuale. Un progetto completamente italiano che potrebbe finalmente evitare la sperimentazione animale, necessaria per testare farmaci e vaccini anche contro il più recente Coronavirus. Infatti, per […]
  • Sconti e voli gratis ai viaggiatori se bambini piangono o disturbano in aereo, l’idea di una compagnia aerea americana
    Sembra incredibile, ma il binomio aereo – neonato, si posiziona tra i primi posti come motivo di fastidio e disturbo per molti viaggiatori, portando una compagnia area alla decisione di far volare gratis i passeggeri che si trovavano a viaggiare con bambini piangenti a bordo. Ad ovviare questo il problema è JetBlue Airways la compagnia aerea […]
  • Russia registra il primo vaccino al mondo contro il coronavirus
    Dopo mesi di test e di attesa è la Russia a battere tutti e registrare Sputnik il primo vaccino al mondo contro il Coronavirus. Sputnik, il vaccino sviluppato dall’Istituto Gamaleya di Mosca ha ricevuto il via libera dal Ministero della Sanità russo. Citando i media russi, Putin avrebbe rivelato che anche alla figlia è stata […]
  • Piccoli sottomarini privati, il nuovo sogno degli esploratori
    Dalle tranquille avventure sulla superficie dell’acqua all’eccitante esplorazione delle profondità dei fondali marini a bordo dell’ultimo e più sensazionale giocattolo marino: il sottomarino personale. Leggero da trasportare in macchina e comodo da tenere nei garage dei superyatch, il nuovo trend subacqueo prenderà il posto dei numerosi sport d’avventura fin’ora sperimentati. Costruito per esplorare i fondali […]
  • Prima lo adotti poi raccogli i suoi frutti, a Milano nasce la Food Forest, la foresta edibile
    Oltre 2.000 tra piante, ortaggi, piante officinali, alberi, arbusti da frutto e da legno ospitati nel cuore dell’immensa città metropolitana di Milano, con l’obbiettivo di ristabilire il rapporto primitivo tra l’uomo e i prodotti che Madre Natura gentilmente offre. Questo, starà alla base della nuova Food Forest, la foresta edibile  che in autunno prenderà vita all’interno […]
  • Ponte Tibetano e Cascate di Saent: che bella la Val di Rabbi!
    Costruito nel 2016 sopra il torrente Ragaiolo in Val di Rabbi, il ponte tibetano è ormai diventato una tappa fissa per tutti coloro che amano la montagna e la Val di Rabbi. Costruito in ferro e con una pavimentazione di grate di ferro, il ponte tibetano è adatto a grandi e piccini grazie anche alle […]
  • Si allunga la lista delle preziose aree naturali del Pianeta: l’Unesco aggiunge altri 15 Geoparchi da tutelare
    Riconosciuto a livello internazionale come un territorio che possiede un patrimonio geologico particolare e una strategia di sviluppo sostenibile, il Geoparco deve comprendere un certo numero di siti geologici di particolare importanza in termini di rarità, qualità scientifica e rilevanza estetica o valore educativo per essere definito tale. In particolare, si tratta di aree in […]
  • Samsung lancia l’idea: Prevenire gli incidenti grazie ad un camion attrezzato con schermi LCD
    Visibilità azzerata, traffico intenso, grandi mezzi e sorpassi azzardati sono tutti problemi autostradali che potrebbero trovare soluzione grazie ad un “camion trasparente” con grandi schermi LCD: Un‘ idea tanto semplice quanto potenzialmente utile che potrebbe facilitare le manovre di sorpasso dei grandi mezzi riducendo i rischi di incidenti. L’idea è stata presentata da Samsung con […]
  • Trentino Wild Park: il parco avventura più grande d’Italia
    Affrontare situazioni che non appartengono alla vita normale percorrendo una realtà diversa da quella urbana, attraversando ponti tibetani, liane e guardando il bosco tra le chiome degli alberi, sono la base di un intrigante situazione, lontana dalla vita cittadina ma alternativa ad un classico tour. La possibilità di vivere forti emozioni e sentirsi veramente immerso […]

Categorie

di tendenza