Connect with us
Pubblicità

Trento

E’ arrivato il bonus alimentare, da lunedì le domande. I soldi arriveranno sui conti correnti

Pubblicato

-

Ieri il Presidente della provincia Maurizio Fugatti ha convocato una giunta straordinaria per discutere le modalità di trasmissione del bonus alimentare.

Il bonus è rivolto a due categorie di persone: coloro che già ricevono il welfare sociale e che nonostante ciò abbiano comunque difficoltà nell’acquistare i generi alimentari e coloro che non lavorano e non ricevono quindi lo stipendio.

Se il bonus alimentare è usufruito da una persona sola la somma ammonta a 40 euro alla settimana, per due persone si sale a 60 euro a settimana, per tre persone si parla di 80 euro a settimana, mentre si hanno 100 euro a settimana in caso di nuclei di quattro o più persone.

PubblicitàPubblicità

La conferma del provvedimento è arrivata ieri pomeriggio nella tradizionale conferenza stampa sui dati aggiornati della pandemia da coronavirus. «Riceviamo purtroppo tanti messaggi di persone in difficoltà – sono state le parole del presidente Maurizio Fugatti – ci sono famiglie che riuscivano a gestirsi con le risorse guadagnate nella loro attività quotidiana, ma oggi queste persone non possono più lavorare e sono in difficoltà anche negli acquisti alimentari. Per questo abbiamo voluto, con una Giunta straordinaria, mettere subito in moto questa prima risposta – ha proseguito il presidente Fugatti -. Prevederemo un meccanismo di distribuzione che sia il più veloce possibile, non vogliamo che i trentini siano in difficoltà a fare la spesa e a dar da mangiare ai propri figli».

Da lunedì prossimo sul sito della Provincia sarà presente un modulo che potrà essere scaricato e compilato. All’interno si dichiarerà che le entrate attuali, a causa di un lavoro o più lavori persi o sospesi, non sono sufficienti al mantenimento di sé stessi o della propria famiglia.

Bisognerà inoltre dichiarare che i depositi bancari siano inferiori ad una certa cifra e indicare un conto corrente di riferimento.

La pratica verrà poi inviata ai servizi sociali comprensoriali o comunali e sarà l’ Agenzia provinciale per l’assistenza e la previdenza integrativa a compiere materialmente il bonifico. Quanto dichiarato verrà poi effettivamente controllato.

La Protezione Civile ha stanziato 2 milioni e 940 mila euro. Al comune di Trento spettano circa 600 mila euro, che secondo le stime dovranno bastare per circa due o tre settimane.

Pubblicità
Pubblicità

Per le prossime settimane la Provincia ha già in mente di attivare una tessera magnetica sulla quale caricare i soldi per fare la spesa. Al momento si è deciso per la compilazione di un modulo in quanto è la soluzione più rapida.

Da dove arrivano le risorse? – Arrivano direttamente dallo Stato per il tramite della Protezione civile così come previsto dall’Ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile n. 658 del 29 marzo 2020 avente ad oggetto misure urgenti di solidarietà alimentare. E’ stato sentito il Consiglio delle autonomie locali che ha dato parere positivo su una gestione centralizzata per il tramite dell’Agenzia per la previdenza integrativa.  Il criterio di riparto fra i Comuni è stato determinato direttamente dalla Protezione civile nazionale.

A quanto ammonta il fondo disponibile? – Il Fondo complessivo a favore di questa iniziativa è pari ad euro 2.941.569,58, con quote di riparto su base comunale rapportate al numero della popolazione e alla condizione reddituale media.

Quali sono i soggetti erogatori? – Agenzia provinciale per la previdenza integrativa, con la preventiva validazione dello stato di bisogno da parte  dei servizi sociali territoriali competenti.

Quali sono i requisiti di chi può presentare domanda? – L’intervento si rivolge ai nuclei famigliari residenti in Provincia di Trento la cui situazione economica si è significativamente deteriorata a seguito dell’epidemia da covid 19 in quanto negli ultimi due mesi immediatamente antecedenti la presentazione della domanda non hanno conseguito entrate relative a redditi da lavoro, da pensione da ammortizzatori sociali e prestazioni analoghe il saldo complessivo dei depositi bancari o postali dei componenti il nucleo famigliare del richiedente, risultante alla fine del mese antecedente la domanda, è inferiore a euro 1000,00.

Nel caso in cui il nucleo famigliare abbia percepito entrate relative al reddito da lavoro, da pensione, da ammortizzatori sociali e prestazioni analoghe e il saldo complessivo dei depositi bancari o postali dei componenti il nucleo famigliare del richiedente, risultante alla fine del mese antecedente la domanda sia inferiore ad euro 3.000,00 il bonus può essere percepito sulla base di idonea motivazione dello stato di bisogno economico.

Come deve essere presentata la domanda? – Con apposito modulo di domanda corredata di autocertificazione, scaricabile dal sito dei soggetti su descritti a partire dal lunedì prossimo, ovvero attraverso apposita App di cui sarà data successiva comunicazione.

Da che giorno può essere presentata la domanda? – Da lunedì 6 aprile 2020 a partire dalle ore 8.00

Come sarà erogato l’intervento? – In una prima fase transitoria l’importo del bonus settimanale verrà accreditato direttamente sul conto corrente bancario del beneficiario da parte dell’Agenzia provinciale per la Previdenza integrativa in attesa che venga attivato un sistema di “buoni spesa/card” o altri strumenti telematici.

In quanto consiste l’importo erogato? – 40 euro a settimana per una persone, 60 per due persone, 80 per tre persone, 100 quattro persone e più a settimana.

Quanto dura l’intervento? – In questa prima fase emergenziale e in attesa di perfezionare altre modalità di gestione attraverso card e/o altri strumenti telematici si prevede l’assegnazione sul conto corrente dei beneficiari di una somma volta a soddisfare il bisogno alimentare per un periodo di 2 settimane.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Giappone propone vacanze quasi gratis per rilanciare il turismo
    Negli ultimi mesi, il Giappone come tutti gli altri Stati del mondo, ha subito un forte rallentamento dal punto di vista turistico a causa dell’emergenza sanitaria da Covid – 19, arrivando ad un calo del 99.9% del turismo locale con neanche 3 mila arrivi durante il mese di aprile. Inoltre, considerando che il 2020 avrebbe […]
  • Coronavirus: distributori automatici di mascherine gratuite
    Nel periodo in cui la massima attenzione all’igiene e al distanziamento sociale sono la priorità principale per ogni Governo del mondo, la città di Singapore in stato di lockdown fino a giugno, ha deciso di contenere la diffusione da Covid – 19, garantendo a tutti i cittadini mascherine gratuite attraverso particolari distributori automatici. La caratteristica […]
  • NASA, progetta il sistema per prevedere alluvioni e siccità fino a 60 giorni prima
    Vista dallo spazio la Terra appare come un Pianeta Blu grazie alle grandi distese di acqua in continuo movimento che ricoprono il 70% dell’intera superficie. Da quando evapora, fino a quando cade pioggia alimentando le falde acquifere, l’intero ciclo dell’acqua dolce è così importante da essere al centro di alcuni programmi di ricerca internazionali volti […]
  • Borghi italiani dimenticati: incentivi, bonus e aste a partire da 1 euro per ripopolarli
    Da nord a sud l’Italia intera è costellata di Borghi che conservano, identità, mestieri e saperi di un patrimonio immateriale e materiale di una storia unica al mondo certificata dall’Unesco. Alcuni di questi, vengono chiamati “comuni a rischio scomparsa” a causa delle loro ridottissime dimensioni, eppure fanno parte del patrimonio storico e artistico italiano, rappresentando […]
  • Covid, oltre 60.000 perdono il lavoro: lo Stato li assume per un importante progetto
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus con le misure preventive, indubbiamente necessarie al fine di contrastare la pandemia, hanno gravemente frenato i consumi mondiali, con pensanti ripercussioni sull’intero tessuto imprenditoriale. Tutto questo, ha portato inevitabili e devastanti conseguenze non solo per le abitudini sociali, ma anche e sopratutto per il settore produttivo ed economico. Nel mondo infatti, […]
  • Coronavirus: da nord a sud l’Italia ringrazia con vacanze gratis ai sanitari impegnati nella battaglia
    Nonostante l’emergenza sanitaria, lo abbia pesantemente logorato, esiste un pezzo del settore turistico italiano che vuole ringraziare tutti i medici, operatori sanitari e ausiliari che, durante questi mesi sono stati impegnati, spesso senza tregua per salvare le vite di moltissime persone affette da Coronavirus dedicando loro una splendida ed esclusiva vacanza gratuita. Infatti, in vista […]
  • Civita Bagnoregio: l’incredibile borgo sospeso sulla Valle dei Calanchi
    Tra il lago Bolsena e la Valle del Tevere, nel Comune di Bagnoregio in provincia di Viterbo, si estende un’ immensa area lunare che regala un paesaggio davvero particolare caratterizzato da una successione di rocce argillose in erosione per effetto degli agenti atmosferici detti “calanchi”. Quello dei calanchi è un ambiente decisamente unico che offre […]
  • La Vespa Samurai usata in agricoltura contro il “nemico”, la cimice asiatica
    Arrivata in Italia nel 2012, la cimice marmorata (Halyomorpha halys) detta anche cimice asiatica, è una specie invasiva aliena proveniente dalla Cina che, nel corso del 2015 dopo una rapida e capillare diffusione in quasi tutte le Regioni italiane, ha causato ingenti danni sopratutto alle produzioni ortofrutticole concentrandosi su meli, peri, peschi e ciliegi. A seguito […]
  • Australia in lockdown e senza turisti: i sub decidono di ripopolare la Grande Barriera Corallina
    Quando, a causa di un’emergenza sanitaria mondiale i turisti non ci sono, la natura risorge e ne approfitta per riappropriarsi degli spazi o, più incredibilmente concedere alla mano umana di rallentare il declino di alcune delle zone più belle del mondo. Si tratta della Grande barriera Corallina al largo delle coste australiane che, a causa […]

Categorie

di tendenza