Connect with us
Pubblicità

Telescopio Universitario

Dall’Ateneo trentino arriva un milione di euro per l’azienda sanitaria

Pubblicato

-

Analisi dei tamponi per l’Azienda sanitaria, attività di divulgazione scientifica e servizi a supporto della cittadinanza: l’ateneo si mobilita.

Deciso ieri dal Consiglio di Amministrazione dell’Università di Trento uno stanziamento straordinario per finanziare le attività avviate nei giorni scorsi dai vari dipartimenti dell’Ateneo. Il presidente Finocchiaro (nella foto): «Mettiamo competenze, risorse e energia a servizio del territorio, delle istituzioni e delle aziende»

Anche l’Università di Trento fa la sua parte nel contrasto al Covid-19. Il Consiglio di Amministrazione dell’Ateneo, riunito ieri in seduta straordinaria per via telematica, ha deliberato, su proposta del rettore Paolo Collini, uno stanziamento specifico di un milione di euro per l’emergenza Coronavirus, cifra che verrà attinta dai residui di bilancio.

Pubblicità
Pubblicità

La dotazione straordinaria servirà a finanziare per gran parte le attività condotte dal Dipartimento di Biologia cellulare, computazionale e integrata (Cibio) in supporto all’Azienda provinciale per i servizi sanitari (soprattutto la possibilità di realizzare fino a 30 mila tamponi).

Ma non solo: previsto anche il sostegno finanziario all’organizzazione di altre attività di ricerca, servizi di supporto e divulgazione scientifica rivolti alla cittadinanza promossi e in parte già avviati da altri dipartimenti dell’Università di Trento.

«Con questo stanziamento straordinario l’Ateneo vuole partecipare concretamente allo sforzo collettivo che vede impegnate in questo momento le istituzioni e i privati nella lotta alla pandemia» ha commentato il presidente del Consiglio di Amministrazione dell’Università di Trento Daniele Finocchiaro. «Il nostro è un contributo che si basa sulla conoscenza scientifica, sull’esperienza e sulle competenze. Ma in questi giorni, come abbiamo potuto apprezzare, si fonda anche sulla disponibilità, sullo spirito di servizio e sulla creatività dei nostri ricercatori e ricercatrici, del personale amministrativo e tecnico che ha voluto essere ancora più coinvolto e fare di più per la collettività. Abbiamo mostrato un’università che sa adattarsi alle difficoltà e che accetta le sfide dei cambiamenti improvvisi, allenando creatività e spirito di iniziativa. Mettiamo queste energie a disposizione dei cittadini trentini anche attraverso il sostegno al sistema pubblico, ma anche delle aziende chiamate a reinventarsi in questo momento difficile. Vogliamo dare una mano e lo vogliamo fare anche con uno sforzo economico sul nostro bilancio, senza pesare sulle risorse destinate dal sistema pubblico ad altri soggetti coinvolti nell’emergenza. Proprio per questo abbiamo scelto di attingere le risorse dai residui di bilancio».

Le attività finanziate – Lo stanziamento da un milione deciso oggi dal Cda di Ateneo sarà per gran parte destinato a finanziare alcune attività condotte dal Dipartimento di Biologia cellulare, computazionale e integrata (Cibio) per contribuire all’emergenza. Il Laboratorio “Virus Cell Interaction” supporterà l’Azienda provinciale per i servizi sanitari nei test diagnostici per rilevare, ove presenti, le infezioni attive o per definire chi sia entrato in contatto con il virus sviluppando immunità protettiva. Si occuperà anche di analizzare il virus che circola in Trentino per verificare la presenza di peculiarità che lo potrebbero contraddistinguere da altri ceppi.

Per farlo sarà sviluppato il test di analisi dei tamponi grazie alla realizzazione in house anche dei reagenti, al momento difficili da trovare sul mercato a causa della forte richiesta. Un’attività possibile grazie al coinvolgimento di un centinaio di volontari esperti. Si prevede di realizzare grazie a queste risorse fino a 30mila tamponi.

Pubblicità
Pubblicità

Il Dipartimento inoltre metterà a punto un saggio sierologico per screening istantaneo di anticorpi contro SARS-CoV-2, che potrebbe consentire una maggiore attendibilità rispetto a quelli già presenti sul mercato. Una ricerca condotta dal team del virologo Massimo Pizzato con il Francis Crick Institute di Londra si propone di mappare finemente la parte del virus più appropriata per consentire la rilevazione di anticorpi in tutti i pazienti, per poi allestire un saggio sierologico rapido da usare in tempi brevi.

Uno studio già condiviso con l’Apss, che potrebbe presto prendere parte al progetto. Infine il Dipartimento utilizzerà parte dello stanziamento per studiare la sequenza genetica del coronavirus che circola in Trentino per analizzarne possibili polimorfismi se paragonato con altri ceppi virali.

Le altre iniziative che saranno finanziate con il fondo straordinario UniTrento riguardano progetti attivati su base volontaria da altri dipartimenti dell’Ateneo. In questa voce rientrano, ad esempio, le iniziative già attive promosse in occasione della quarantena dal Dipartimento di Psicologia e scienze cognitive con lo sportello per famiglie, genitori e persone in difficoltà, la consulenza psicologica estesa a tutta la cittadinanza.

Ma anche le attività di validazione e certificazione dei materiali nella produzione di dispositivi di protezione individuale avviata ad esempio dal Dipartimento di Ingegneria industriale. Da segnalare anche i cicli di incontri e seminari – alcuni già attivi, altri in via di definizione – per via telematica organizzati ad hoc da vari dipartimenti.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Coronavirus: distributori automatici di mascherine gratuite
    Nel periodo in cui la massima attenzione all’igiene e al distanziamento sociale sono la priorità principale per ogni Governo del mondo, la città di Singapore in stato di lockdown fino a giugno, ha deciso di contenere la diffusione da Covid – 19, garantendo a tutti i cittadini mascherine gratuite attraverso particolari distributori automatici. La caratteristica […]
  • NASA, progetta il sistema per prevedere alluvioni e siccità fino a 60 giorni prima
    Vista dallo spazio la Terra appare come un Pianeta Blu grazie alle grandi distese di acqua in continuo movimento che ricoprono il 70% dell’intera superficie. Da quando evapora, fino a quando cade pioggia alimentando le falde acquifere, l’intero ciclo dell’acqua dolce è così importante da essere al centro di alcuni programmi di ricerca internazionali volti […]
  • Borghi italiani dimenticati: incentivi, bonus e aste a partire da 1 euro per ripopolarli
    Da nord a sud l’Italia intera è costellata di Borghi che conservano, identità, mestieri e saperi di un patrimonio immateriale e materiale di una storia unica al mondo certificata dall’Unesco. Alcuni di questi, vengono chiamati “comuni a rischio scomparsa” a causa delle loro ridottissime dimensioni, eppure fanno parte del patrimonio storico e artistico italiano, rappresentando […]
  • Covid, oltre 60.000 perdono il lavoro: lo Stato li assume per un importante progetto
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus con le misure preventive, indubbiamente necessarie al fine di contrastare la pandemia, hanno gravemente frenato i consumi mondiali, con pensanti ripercussioni sull’intero tessuto imprenditoriale. Tutto questo, ha portato inevitabili e devastanti conseguenze non solo per le abitudini sociali, ma anche e sopratutto per il settore produttivo ed economico. Nel mondo infatti, […]
  • Coronavirus: da nord a sud l’Italia ringrazia con vacanze gratis ai sanitari impegnati nella battaglia
    Nonostante l’emergenza sanitaria, lo abbia pesantemente logorato, esiste un pezzo del settore turistico italiano che vuole ringraziare tutti i medici, operatori sanitari e ausiliari che, durante questi mesi sono stati impegnati, spesso senza tregua per salvare le vite di moltissime persone affette da Coronavirus dedicando loro una splendida ed esclusiva vacanza gratuita. Infatti, in vista […]
  • Civita Bagnoregio: l’incredibile borgo sospeso sulla Valle dei Calanchi
    Tra il lago Bolsena e la Valle del Tevere, nel Comune di Bagnoregio in provincia di Viterbo, si estende un’ immensa area lunare che regala un paesaggio davvero particolare caratterizzato da una successione di rocce argillose in erosione per effetto degli agenti atmosferici detti “calanchi”. Quello dei calanchi è un ambiente decisamente unico che offre […]
  • La Vespa Samurai usata in agricoltura contro il “nemico”, la cimice asiatica
    Arrivata in Italia nel 2012, la cimice marmorata (Halyomorpha halys) detta anche cimice asiatica, è una specie invasiva aliena proveniente dalla Cina che, nel corso del 2015 dopo una rapida e capillare diffusione in quasi tutte le Regioni italiane, ha causato ingenti danni sopratutto alle produzioni ortofrutticole concentrandosi su meli, peri, peschi e ciliegi. A seguito […]
  • Australia in lockdown e senza turisti: i sub decidono di ripopolare la Grande Barriera Corallina
    Quando, a causa di un’emergenza sanitaria mondiale i turisti non ci sono, la natura risorge e ne approfitta per riappropriarsi degli spazi o, più incredibilmente concedere alla mano umana di rallentare il declino di alcune delle zone più belle del mondo. Si tratta della Grande barriera Corallina al largo delle coste australiane che, a causa […]
  • Arriva il caldo: è tempo di bevande e cibi detox in vista dell’estate
    Dopo due mesi di pizze, focacce e torte, è tempo di rimettersi in forma in vista dell’estate. Questo, non solo perché è “bello” essere in forma ed avere un bel fisico da sfoggiare, ma anche perché seguire un’alimentazione corretta ed uno stile di vita sano sono fondamentali per mantenere al meglio il nostro corpo e […]

Categorie

di tendenza