Connect with us
Pubblicità

E cosi Cia

Covid-19, Cia: “Al termine di questa emergenza, si attivi un tavolo regionale per la gestione sanitaria ed il rilancio economico”.

Pubblicato

-

Ai giorni nostri, si tende a dimenticare che alla base dell’Accordo Degasperi-Gruber, siglato nel 1946 a Parigi, vi erano anche disposizioni di tipo economico, collaborativo e volte alla rinascita, dopo il buio periodo causato da due conflitti mondiali.

Ci vollero 3 anni, ma nel 1949 fu siglato a Roma l’”Accordino”, un trattato mirato a garantire il traffico agevolato di merci, dal punto di vista dei dazi doganali, tra il Trentino Alto Adige da un lato e i Länder austriaci del Tirolo e del Vorarlberg dall’altro.

Questa fu un’altra delle geniali intuizioni di questo patto, in quanto ha consentito di riattivare quel tessuto di scambi di uomini e di merci che per secoli ha costituito la principale ricchezza delle Alpi.

Con il passare degli anni il valore operativo dell’intesa è andato poi perdendosi nel quadro di un’Europa nella quale progressivamente le barriere doganali degli Stati venivano demolite sino a sparire definitivamente, anche se, alla luce dei risvolti sulla questione “Tir al Brennero”, qualcuno pare essersi dimenticato delle garanzie derivanti da patti garantiti dal diritto internazionale.

Ciò nonostante l’Accordino, dal quale sono poi nate esperienze come l’ArgeAlp e l’Euregio, dimostra anche ai giorni nostri la sua importanza.

È infatti sotto gli occhi di tutti il fatto che l’emergenza Covid-19 ha visto le Province autonome di Trento e Bolzano lavorare separatamente (mantenendo la distanza a ben più del metro che le direttive del decreto del Presidente del Consiglio prescrivono) quando invece avrebbero potuto unire forze, contatti ed esperienze, per combattere assieme contro la diffusione del virus.

Ciò avrebbe permesso, se non altro, almeno di ridurre costi e perdite. È ormai troppo tardi per chiedere un’intesa che faccia convergere lo sforzo delle due Province in un’unica direzione per combattere la diffusione del Covid-19. Quello che si può fare, alla luce degli ultimi dati e degli scenari che si prospettano e che ci parlano di numeri da Terza guerra mondiale, è l’attivazione di un tavolo regionale (ma potrebbe essere euro-regionale, o magari addirittura delle regioni alpine, come fu l’ArgeAlp) per quelle che sono la gestione sanitaria ed il rilancio economico della nostra Regione al termine di questa prima emergenza.

Ciò consentirebbe non solo di intervenire con rapidità ed efficacia nelle materie sanitarie (con lo scambio dell’esperienza dei medici nella cura e nel trattamento dei pazienti, la produzione e la circolazione di dispositivi di protezione individuale, il controllo ai confini, ecc.) ma anche di progettare la futura ripresa economica attraverso il traffico in sicurezza di merci e persone in base alle esigenze dei vari territori.

L’unione delle forze di queste terre, in primis all’interno della nostra Regione Trentino-Alto Adige/Südtirol, ci consentirebbe una miglior pianificazione degli interventi, un maggior controllo della spesa pubblica (per la legge dei grandi numeri, visto che le due Province intervengono spesso con provvedimenti analoghi) e una maggiore tempestività nell’azione.

Tutto ciò perché agendo in questo modo la politica si adatterebbero a ciò che, all’interno delle genti alpine, avviene per natura, ovvero il dialogo e lo scambio.

Claudio Cia – Assessore regionale agli Enti Locali
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Prima lo adotti poi raccogli i suoi frutti, a Milano nasce la Food Forest, la foresta edibile
    Oltre 2.000 tra piante, ortaggi, piante officinali, alberi, arbusti da frutto e da legno ospitati nel cuore dell’immensa città metropolitana di Milano, con l’obbiettivo di ristabilire il rapporto primitivo tra l’uomo e i prodotti che Madre Natura gentilmente offre. Questo, starà alla base della nuova Food Forest, la foresta edibile  che in autunno prenderà vita all’interno […]
  • Ponte Tibetano e Cascate di Saent: che bella la Val di Rabbi!
    Costruito nel 2016 sopra il torrente Ragaiolo in Val di Rabbi, il ponte tibetano è ormai diventato una tappa fissa per tutti coloro che amano la montagna e la Val di Rabbi. Costruito in ferro e con una pavimentazione di grate di ferro, il ponte tibetano è adatto a grandi e piccini grazie anche alle […]
  • Si allunga la lista delle preziose aree naturali del Pianeta: l’Unesco aggiunge altri 15 Geoparchi da tutelare
    Riconosciuto a livello internazionale come un territorio che possiede un patrimonio geologico particolare e una strategia di sviluppo sostenibile, il Geoparco deve comprendere un certo numero di siti geologici di particolare importanza in termini di rarità, qualità scientifica e rilevanza estetica o valore educativo per essere definito tale. In particolare, si tratta di aree in […]
  • Samsung lancia l’idea: Prevenire gli incidenti grazie ad un camion attrezzato con schermi LCD
    Visibilità azzerata, traffico intenso, grandi mezzi e sorpassi azzardati sono tutti problemi autostradali che potrebbero trovare soluzione grazie ad un “camion trasparente” con grandi schermi LCD: Un‘ idea tanto semplice quanto potenzialmente utile che potrebbe facilitare le manovre di sorpasso dei grandi mezzi riducendo i rischi di incidenti. L’idea è stata presentata da Samsung con […]
  • Trentino Wild Park: il parco avventura più grande d’Italia
    Affrontare situazioni che non appartengono alla vita normale percorrendo una realtà diversa da quella urbana, attraversando ponti tibetani, liane e guardando il bosco tra le chiome degli alberi, sono la base di un intrigante situazione, lontana dalla vita cittadina ma alternativa ad un classico tour. La possibilità di vivere forti emozioni e sentirsi veramente immerso […]
  • Perserverance, la missione Nasa in cerca di vita su Marte
    Fa parte della natura umana esplorare, conoscere e spingersi sempre oltre i limiti terrestri, fino a Marte ad esempio, diventata ormai una delle migliori alternative alla Terra. Trovare tracce di una vita passata o presente sul pianeta rosso, raccogliendo campioni di suolo e studiando la superficie di Marte. Questo è il motivo che ha spinto […]
  • Dalla Francia all’Italia:nel 2020 Il cinema estivo cambia forma e approda in acqua
    L’esigenza di migliorare sfruttando al meglio il nostro ambiente e il nostro territorio unito alla voglia di scongiurare l’arrivo di una prossima pandemia, ha spinto e obbligato molti organizzatori di eventi e molte aziende a ripensare gli spazi e quindi le attività dedicate al pubblico rispetto al distanziamento sociale. Dopo l’esperimento dal sapore vagamente vintage […]
  • Dall’America arriva lo “specchio della verità”, racconta quanto sei dimagrito e quanto sei in forma
    “Specchio spettro delle mie brame.”: iniziava così la celebre frase della matrigna di Biancaneve che intimava il suo specchio interrogandolo per assicurarsi ogni giorno il primato di più bella del reame nella nota favola. Se questa è la fantasia, uno strumento simile è ora disponibile anche nella realtà, dando un supporto concreto e mirato alla […]
  • Dall’amore per il bello alla passione per l’antico e il moderno: il mondo di Zanella Arredamenti
    Esistono alcuni luoghi agli angoli delle strade o nei piccoli borghi cittadini in cui la sola visita equivale sempre ad un’esperienza piena di ricordi, emozioni vissute e storia. Entrare in un negozio di antiquariato infatti, è un po’ come viaggiare nel tempo: scoprire un mondo di oggetti che non esiste più per qualcuno ma che […]

Categorie

di tendenza