Connect with us
Pubblicità

E cosi Cia

Covid-19, Cia: “Al termine di questa emergenza, si attivi un tavolo regionale per la gestione sanitaria ed il rilancio economico”.

Pubblicato

-

Ai giorni nostri, si tende a dimenticare che alla base dell’Accordo Degasperi-Gruber, siglato nel 1946 a Parigi, vi erano anche disposizioni di tipo economico, collaborativo e volte alla rinascita, dopo il buio periodo causato da due conflitti mondiali.

Ci vollero 3 anni, ma nel 1949 fu siglato a Roma l’”Accordino”, un trattato mirato a garantire il traffico agevolato di merci, dal punto di vista dei dazi doganali, tra il Trentino Alto Adige da un lato e i Länder austriaci del Tirolo e del Vorarlberg dall’altro.

Questa fu un’altra delle geniali intuizioni di questo patto, in quanto ha consentito di riattivare quel tessuto di scambi di uomini e di merci che per secoli ha costituito la principale ricchezza delle Alpi.

Con il passare degli anni il valore operativo dell’intesa è andato poi perdendosi nel quadro di un’Europa nella quale progressivamente le barriere doganali degli Stati venivano demolite sino a sparire definitivamente, anche se, alla luce dei risvolti sulla questione “Tir al Brennero”, qualcuno pare essersi dimenticato delle garanzie derivanti da patti garantiti dal diritto internazionale.

Ciò nonostante l’Accordino, dal quale sono poi nate esperienze come l’ArgeAlp e l’Euregio, dimostra anche ai giorni nostri la sua importanza.

È infatti sotto gli occhi di tutti il fatto che l’emergenza Covid-19 ha visto le Province autonome di Trento e Bolzano lavorare separatamente (mantenendo la distanza a ben più del metro che le direttive del decreto del Presidente del Consiglio prescrivono) quando invece avrebbero potuto unire forze, contatti ed esperienze, per combattere assieme contro la diffusione del virus.

Ciò avrebbe permesso, se non altro, almeno di ridurre costi e perdite. È ormai troppo tardi per chiedere un’intesa che faccia convergere lo sforzo delle due Province in un’unica direzione per combattere la diffusione del Covid-19. Quello che si può fare, alla luce degli ultimi dati e degli scenari che si prospettano e che ci parlano di numeri da Terza guerra mondiale, è l’attivazione di un tavolo regionale (ma potrebbe essere euro-regionale, o magari addirittura delle regioni alpine, come fu l’ArgeAlp) per quelle che sono la gestione sanitaria ed il rilancio economico della nostra Regione al termine di questa prima emergenza.

Ciò consentirebbe non solo di intervenire con rapidità ed efficacia nelle materie sanitarie (con lo scambio dell’esperienza dei medici nella cura e nel trattamento dei pazienti, la produzione e la circolazione di dispositivi di protezione individuale, il controllo ai confini, ecc.) ma anche di progettare la futura ripresa economica attraverso il traffico in sicurezza di merci e persone in base alle esigenze dei vari territori.

L’unione delle forze di queste terre, in primis all’interno della nostra Regione Trentino-Alto Adige/Südtirol, ci consentirebbe una miglior pianificazione degli interventi, un maggior controllo della spesa pubblica (per la legge dei grandi numeri, visto che le due Province intervengono spesso con provvedimenti analoghi) e una maggiore tempestività nell’azione.

Tutto ciò perché agendo in questo modo la politica si adatterebbero a ciò che, all’interno delle genti alpine, avviene per natura, ovvero il dialogo e lo scambio.

Claudio Cia – Assessore regionale agli Enti Locali
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Una Borsa Nazionale del Legno per sopperire la mancanza di materie prime
    Quella del legno è una filiera in affanno, alla costante ricerca di materie prime che scarseggiano o costano troppo per fronteggiare una domanda in costante ascesa. Carenza di materie prime La domanda supera l’offerta a... The post Una Borsa Nazionale del Legno per sopperire la mancanza di materie prime appeared first on Benessere Economico.
  • Contratto di rioccupazione e sgravi contributivi: le novità proposte dal Decreto Sostegni Bis
    In attesa della prima scadenza a fine giugno del blocco dei licenziamenti, per dare una spinta all’occupazione e scongiurare un boom di licenziamenti, il Governo sta pensando ad un “contratto rioccupazione”. Contratto di rioccupazione, cos’è... The post Contratto di rioccupazione e sgravi contributivi: le novità proposte dal Decreto Sostegni Bis appeared first on Benessere Economico.
  • Il turismo enogastronomico cresce anche in pandemia : le tendenze e i cambiamenti del prossimo futuro
    Le esperienze enogastronomiche sono ormai parte integrante dell’esperienza turistica offerta dal nostro Paese, tanto che il covid non è riuscito a fermare la sua potenza economica e il suo appeal commerciale. Rapporto sul Turismo Enogastronomico... The post Il turismo enogastronomico cresce anche in pandemia : le tendenze e i cambiamenti del prossimo futuro appeared first […]
  • Recuperare e riconvertire gli edifici dismessi: un’opportunità per il turismo
    Sicuramente, uno dei settori più colpiti dalla pandemia è stato quello del turismo. Per questo motivo sono stati stanziati 130 milioni di euro da investire nel settore, valorizzando i servizi di ospitalità collegati alla trasformazione... The post Recuperare e riconvertire gli edifici dismessi: un’opportunità per il turismo appeared first on Benessere Economico.
  • Dichiarazione redditi precompilata: quando scattano i controlli e come evitarli
    Dal 10 maggio l’Agenzia delle Entrate ha reso disponibile, nella sezione dedicata del sito internet, la dichiarazione dei redditi precompilata. Solo dal 19 maggio sarà invece possibile modificare, integrare ed inviare la Dichiarazione. In alcuni... The post Dichiarazione redditi precompilata: quando scattano i controlli e come evitarli appeared first on Benessere Economico.
  • Nasce Open-Es: la piattaforma per lo sviluppo sostenibile aperta a tutte le imprese
    Il tema del cambiamento climatico, obiettivo mondiale per i prossimi anni ha ribaltato l’intera economia compresa di piccoli investitori costretti ad organizzarsi verso il nuovo cambiamento. Questo è il motivo che ha spinto Boston Consulting... The post Nasce Open-Es: la piattaforma per lo sviluppo sostenibile aperta a tutte le imprese appeared first on Benessere Economico.
  • Hotel Sonnenhof: un’oasi di wellness in una location strategica
    Hotel Sonnenhof si trova sulla strada del sole della Val Pusteria e spicca per un design alpino-moderno, un’oasi del wellness semplicemente stupenda e un panorama che non ha eguali. Il nome di questo hotel di Brunico è tutto un programma: soleggiata, infatti, non è solo la posizione del Hotel Sonnenhof – wellness hotel in Alto […]
  • Al Hotel Winkler al Plan de Corones il concetto di vacanza trova un altro livello
    L’Hotel Winkler al Plan de Corones non è un hotel qualsiasi, si tratta infatti di un hotel benessere in Alto Adige con 5 stelle, ma anche uno sport hotel nelle leggendarie Dolomiti, un family resort che propone tanto spazio per grandi e piccoli, un design hotel nel cuore della natura. La particolarità di questo hotel […]
  • Purmontes: uno chalet di lusso in Alto Adige
    Naturale. Autentica. Contemporanea. Senza tempo. Pregiata. Questi sono gli aggettivi che definiscono il nuovo modo d’intendere un’esperienza di villeggiatura esclusiva, nello chalet Purmontes, uno chalet di lusso in Alto Adige. Purmontes spicca per un concetto unico che fonde l’uomo e la natura in un Tutto armonioso. La modernità è sapientemente combinata al passato, le tradizioni […]
  • Hotel Lanerhof, in Val Pusteria per rilassarsi con ogni comfort
    “Sempre sorprendente, sempre diverso, sempre unico e assolutamente indimenticabile. Questa è la vera vacanza all’Hotel Lanerhof, alle porte delle Dolomiti!” Situato nel pittoresco paesino di Mantana, un luogo delizioso dove è possibile ritirarsi in totale distensione per godersi al meglio la magia della varietà. In questo hotel in Val Pusteria è possibile fare esperienze esclusive […]

Categorie

di tendenza