Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Emergenza CoronaVirus, aiuti governo: sette euro per famiglia e buoni spesa per le fasce più deboli

Pubblicato

-

Dopo il nuovo annuncio del Premier Conte insorgono le opposizioni e non solo. Malumori arrivano infatti anche dall’interno della maggioranza.

Conte ha annunciato una serie di misure governative per la solidarietà avviate con attuazioni di interventi rapidi a favore delle classi meno abbienti e delle persone e nuclei familiari in difficoltà.

La parola d’ordine è assicurare liquidità a imprese famiglie e lavoratori e la revisione delle misure di protezione sociale dopo alcuni pericolosi focolai di rivolta in Sicilia ed in Puglia.

Pubblicità
Pubblicità

Per questo motivo è prevista la messa a disposizione di risorse destinate ai Comuni attraverso l’utilizzo di un fondo di solidarietà di 4,3 miliardi con erogazione anticipata, più 400 milioni con il vincolo di destinazione ai bisognosi e alle persone che non hanno i soldi per fare la spesa, con dei buoni per l’acquisto di generi alimentari e distribuzione diretta di generi alimentari e di prima necessità.

Anche se le cifre sembrano roboanti in concreto quanto stanziato è pari a zero. Al di la dei buoni spesa che provocheranno una confusione indicibile e il fiorire del solito «mercato nero» se dividiamo i 400 milioni per tutte le famiglie ci accorgiamo che toccheranno 7 euro a nucleo famigliare.

Ricordiamo che la Sicilia da sola ha messo in campo 100 milioni di euro per questo tipo di emergenza in favore dei più deboli. Non sono stati indicati i parametri per entrare nella fascia debole, e nemmeno come saranno consegnati questi buoni.

Si presenterà una dichiarazione ISEE, un’autocertificazione? Chi stamperà i buoni? e dove saranno ritirati? Insomma il solito caos assoluto. 

Non sarebbe stato meglio inviare più soldi direttamente sul conto corrente di ogni famiglia attraverso l’invio di un modulo autocertificato con l’IBAN inviato al comune di residenza?

Pubblicità
Pubblicità

C’è poi anche la questione dei 600 euro per i lavoratori autonomi che il governo ha detto che arriveranno dopo il 15 maggio, probabilmente ad emergenza quasi finita. Ad oggi insomma ad oltre un mese dall’inizio della crisi e della quarantena forzata il governo lumaca giallorosso non ha ancora reso reale nessun a misura. Per ora solo annunci.

Scatta anche la reazione dei Sindaci della Lega che accusano Conte di scaricare i problemi su Comuni.

«Il governo ha creato false aspettative: i Comuni non hanno ancora ricevuto un centesimo e non sono chiari i criteri di distribuzione dei fondi che potrebbero arrivare. Conte e Gualtieri scaricano i problemi e le responsabilità prima sugli ospedali, poi sui governatori e ora sui sindaci. Dopo mezzora dalla fine della conferenza stampa del premier, i cittadini hanno già cominciato a scrivere ai Comuni per avere soldi che ora non ci sono». Lo dice Stefano Locatelli,  responsabile nazionale dei sindaci della Lega e primo cittadino di Chiuduno (Bergamo)

«I 400 milioni di euro annunciati dal governo per aiutare le famiglie tramite i Comuni significano circa 7 euro a testa. Caspita, non sarà un po’ troppo? Forse pensavano all’uovo di Pasqua, ma agli Italiani serve ben altro! Noi vogliamo collaborare per il bene del Paese, ma servono coraggio, idee chiare e tutti i soldi necessari! Senza svendere porti, aeroporti, palazzi e monumenti…»Così invece Matteo Salvini sulla sua pagina social

«L’Italia ai tempi del coronavirus funziona così: a quelli che hanno il reddito di cittadinanza mettono i soldi in tasca, – spiega Giorgia Meloni – a chi fino a ieri lavorava ogni giorno per guadagnarsi da vivere e oggi si trova senza soldi spetta invece l’umiliazione dei buoni spesa. Stiamo vivendo uno shock sociale ed economico mai visto prima, non possiamo permetterci squilibri: nessuno deve rimanere solo, accreditiamo subito 1000 euro per il mese di marzo sul conto di TUTTI quelli che ne hanno bisogno!»

Taiani (Forza Italia): «Non sono certo sufficienti 400 milioni ai comuni per aiutare le famiglie in grave difficoltà in tutta Italia, visto che la Sicilia ne ha investiti 100. Ci associamo all’appello rivolto alla burocrazia: fare in fretta e abbattere ogni barriera»

Pubblicità
Pubblicità

  • PubblicitàPubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • “CrowdWine”, l’originale sistema per sostenere le piccole cantine italiane
    In un momento storico in cui l’intero settore del vino italiano ed internazionale sta vivendo un profondo cambiamento strutturale, relazionale e sopratutto commerciale è nata un’idea per sostenere le piccole e medie cantine italiane. L’idea prende spunto direttamente dal più noto crowdfunding, tentando di avvicinare i consumatori con i produttori attraverso l’ormai utilizzatissimo sistema di […]
  • Coronavirus: un team di giovani donne progetta ventilatori polmonari con ricambi di automobili
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus ha colpito anche angoli di mondo già molto fragili come L’Afghanistan, Paese precedentemente dilaniato da decenni da guerre e dittature che, dopo l’arrivo del Coronavirus rischia di mettere definitivamente in ginocchio il fragile sistema sanitario. Nonostante il Governo di Kabul abbia adottato i più noti sistemi prevenzione, come il distanziamento sociale […]
  • Beer SPA, una tappa imperdibile nella splendida Praga
    Ti piacciono la birra e le belle città d’Europa? Allora una tappa alla Beer SPA delle capitale Ceca è d’obbligo. Aperta nel 2013, la Original Beer SPA, negli anni, ha riscosso un grande successo soprattutto tra coloro che amano il connubio tra belle città, relax e attrazioni peculiari o comunque diverse dal solito. Ma cos’è […]
  • Covid19: L’isola di Cipro paga le vacanze ai turisti contagiati e ai loro famigliari
    Nonostante Cipro abbia avuto poco meno di 1.000 casi di contagi e 17 vittime da Coronavirus, non vuole rinunciare all’attesissimo nonché molto importante traffico turistico estivo dando così il benvenuto a qualsiasi viaggiatore. A differenza di altri Stati, Cipro si sta infatti attrezzando per non ostacolare gli arrivi nei luoghi di villeggiatura sull’isola mediterranea attraverso […]
  • Giappone propone vacanze quasi gratis per rilanciare il turismo
    Negli ultimi mesi, il Giappone come tutti gli altri Stati del mondo, ha subito un forte rallentamento dal punto di vista turistico a causa dell’emergenza sanitaria da Covid – 19, arrivando ad un calo del 99.9% del turismo locale con neanche 3 mila arrivi durante il mese di aprile. Inoltre, considerando che il 2020 avrebbe […]
  • Coronavirus: distributori automatici di mascherine gratuite
    Nel periodo in cui la massima attenzione all’igiene e al distanziamento sociale sono la priorità principale per ogni Governo del mondo, la città di Singapore in stato di lockdown fino a giugno, ha deciso di contenere la diffusione da Covid – 19, garantendo a tutti i cittadini mascherine gratuite attraverso particolari distributori automatici. La caratteristica […]
  • NASA, progetta il sistema per prevedere alluvioni e siccità fino a 60 giorni prima
    Vista dallo spazio la Terra appare come un Pianeta Blu grazie alle grandi distese di acqua in continuo movimento che ricoprono il 70% dell’intera superficie. Da quando evapora, fino a quando cade pioggia alimentando le falde acquifere, l’intero ciclo dell’acqua dolce è così importante da essere al centro di alcuni programmi di ricerca internazionali volti […]
  • Borghi italiani dimenticati: incentivi, bonus e aste a partire da 1 euro per ripopolarli
    Da nord a sud l’Italia intera è costellata di Borghi che conservano, identità, mestieri e saperi di un patrimonio immateriale e materiale di una storia unica al mondo certificata dall’Unesco. Alcuni di questi, vengono chiamati “comuni a rischio scomparsa” a causa delle loro ridottissime dimensioni, eppure fanno parte del patrimonio storico e artistico italiano, rappresentando […]
  • Covid, oltre 60.000 perdono il lavoro: lo Stato li assume per un importante progetto
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus con le misure preventive, indubbiamente necessarie al fine di contrastare la pandemia, hanno gravemente frenato i consumi mondiali, con pensanti ripercussioni sull’intero tessuto imprenditoriale. Tutto questo, ha portato inevitabili e devastanti conseguenze non solo per le abitudini sociali, ma anche e sopratutto per il settore produttivo ed economico. Nel mondo infatti, […]

Categorie

di tendenza