Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Dopo i 50 milioni per la Tunisia pronti 21 milioni anche per la Bolivia?

Pubblicato

-

Dopo i 50 milioni di euro elargiti dal governo giallorosso alla Tunisia a supporto delle aziende tunisine alle prese con l’emergenza coronavirus – di dimensioni del tutto diverse rispetto a quella italiana – esiste anche un caso Bolivia?

Questa volta saremmo a livello di promessa di un finanziamento di 21 milioni e mezzo alla cooperazione italiana in Bolivia e quale sarebbe il sostegno che si andrebbe a dare?

Un aiuto al sistema sanitario boliviano per combattere il coronavirus ! Decisamente dalla parte degli italiani questo governo targato PD – 5 stelle che in piena emergenza sanitaria nazionale, prima regala 50 milioni alla Tunisia tramite la Cassa Depositi e Prestiti, poi va a sostenere la Bolivia per un totale di quasi 72 milioni di euro ?

PubblicitàPubblicità

L’assurda regalia alla Bolivia- notizia che oltre alla stampa boliviana è stata confermata anche dal direttore della sede estera dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione e lo Sviluppo in Bolivia – è stata sollevata dal deputato di Fratelli d’Italia Andrea Demastro Dalle Vedove con un interrogazione al Ministro Di Maio.

In attesa della risposta, contiamo i casi di contagio in Bolivia: 39. Donazioni che in questo periodo di emergenza gravissima non trovano giustificazione alcuna, anzi andrebbero proprio bloccati tutti i finanziamenti per attività all’estero, dirottando i fondi se non all’emergenza in atto, almeno a garanzia del pagamento delle pensioni.

Ma del resto cosa ci vogliamo aspettare da questo governo che ha fatto del coronavirus un caso politico e razziale, prima ancora che sanitario?

Ormai è ufficiale che governo e Iss erano a conoscenza dei rischi del Covid-19 dal 5 gennaio. Da quella data il governo non ha fatto nulla per mettere in sicurezza il popolo italiano.

Anzi, ha stimolato e consigliato tutti a organizzare aperitivi solidali e abbracci collettivi contro «la paura»

E dire che era stato il Ministero della Sanità – non quello tunisino o boliviano – ma quello italiano ad emettere un documento di 3 pagine dopo un’informativa dell’Oms, rendendo noto che i primi contagi in Cina risalivano al 23 ottobre 2019.

Pechino rendeva nota la notizia il 31 dicembre e la comunicazione oltre che al governo è arrivata all’Ospedale Sacco di Milano e allo Spallanzani di Roma.

Si parlava di “ polmonite da eziologia sconosciuta”. Sarebbe interessante sapere perché in Italia se ne inizi a parlare solo il 21 febbraio e si inizi ad affrontare la situazione solo a marzo. Qualcuno dovrebbe spiegarci, magari il governo giallorosso, come mai non sono state fatte scorte di mascherine, di respiratori e materiali sanitari da difesa.

Il governo si è mosso solo un mese più tardi quando ormai l’epidemia era inarrestabile. Oltre 6.000 morti che gridano vendetta e che dovranno essere spiegati da chi non è intervenuto prontamente per tutelare e salvaguardare la vita dei propri cittadini.

Lo stesso errore che sta facendo nel sostenere la nostra economia e il tessuto fatto di milioni di piccolo imprese che stanno finendo sul lastrico. Un ritardo di un mese anche in questo settore vorrebbe dire il fallimento Italia e la fame per i prossimi 10 anni.

Ma di questo il governo non ne parla, troppo imbarazzante?

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Borghi italiani dimenticati: incentivi, bonus e aste a partire da 1 euro per ripopolarli
    Da nord a sud l’Italia intera è costellata di Borghi che conservano, identità, mestieri e saperi di un patrimonio immateriale e materiale di una storia unica al mondo certificata dall’Unesco. Alcuni di questi, vengono chiamati “comuni a rischio scomparsa” a causa delle loro ridottissime dimensioni, eppure fanno parte del patrimonio storico e artistico italiano, rappresentando […]
  • Covid, oltre 60.000 perdono il lavoro: lo Stato li assume per un importante progetto
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus con le misure preventive, indubbiamente necessarie al fine di contrastare la pandemia, hanno gravemente frenato i consumi mondiali, con pensanti ripercussioni sull’intero tessuto imprenditoriale. Tutto questo, ha portato inevitabili e devastanti conseguenze non solo per le abitudini sociali, ma anche e sopratutto per il settore produttivo ed economico. Nel mondo infatti, […]
  • Coronavirus: da nord a sud l’Italia ringrazia con vacanze gratis ai sanitari impegnati nella battaglia
    Nonostante l’emergenza sanitaria, lo abbia pesantemente logorato, esiste un pezzo del settore turistico italiano che vuole ringraziare tutti i medici, operatori sanitari e ausiliari che, durante questi mesi sono stati impegnati, spesso senza tregua per salvare le vite di moltissime persone affette da Coronavirus dedicando loro una splendida ed esclusiva vacanza gratuita. Infatti, in vista […]
  • Civita Bagnoregio: l’incredibile borgo sospeso sulla Valle dei Calanchi
    Tra il lago Bolsena e la Valle del Tevere, nel Comune di Bagnoregio in provincia di Viterbo, si estende un’ immensa area lunare che regala un paesaggio davvero particolare caratterizzato da una successione di rocce argillose in erosione per effetto degli agenti atmosferici detti “calanchi”. Quello dei calanchi è un ambiente decisamente unico che offre […]
  • La Vespa Samurai usata in agricoltura contro il “nemico”, la cimice asiatica
    Arrivata in Italia nel 2012, la cimice marmorata (Halyomorpha halys) detta anche cimice asiatica, è una specie invasiva aliena proveniente dalla Cina che, nel corso del 2015 dopo una rapida e capillare diffusione in quasi tutte le Regioni italiane, ha causato ingenti danni sopratutto alle produzioni ortofrutticole concentrandosi su meli, peri, peschi e ciliegi. A seguito […]
  • Australia in lockdown e senza turisti: i sub decidono di ripopolare la Grande Barriera Corallina
    Quando, a causa di un’emergenza sanitaria mondiale i turisti non ci sono, la natura risorge e ne approfitta per riappropriarsi degli spazi o, più incredibilmente concedere alla mano umana di rallentare il declino di alcune delle zone più belle del mondo. Si tratta della Grande barriera Corallina al largo delle coste australiane che, a causa […]
  • Arriva il caldo: è tempo di bevande e cibi detox in vista dell’estate
    Dopo due mesi di pizze, focacce e torte, è tempo di rimettersi in forma in vista dell’estate. Questo, non solo perché è “bello” essere in forma ed avere un bel fisico da sfoggiare, ma anche perché seguire un’alimentazione corretta ed uno stile di vita sano sono fondamentali per mantenere al meglio il nostro corpo e […]
  • Bonus vacanze 2020: i dettagli del bonus fino a 500 euro da spendere per le ferie italiane
    Mentre si iniziano a intravedere le prime aperture di stabilimenti balneari e spiagge, l’incognita vacanza è ancora viva su tutto il territorio italiano, insieme alle riaperture delle strutture ricettive, le limitazioni agli spostamenti tra Regioni e l’ormai noto bonus vacanze per le famiglie. Non è fatto nuovo che tra le ultimissime novità varate dal Governo […]
  • Ristrutturare casa a costo zero: Detrazioni fino al 110% grazie al nuovo Ecobonus
    In questo momento di grave crisi sociale ed economica causata dall’arrivo dell’emergenza sanitaria dovuta al Coronavirus, è stato più volte immaginato e sospettato un’eventuale e inevitabile shock per gli investimenti privati ma sopratutto per il settore dell’edilizia. Per questo motivo, il Governo italiano con il recente Decreto Rilancio varato 13 maggio 2020 ha messo sul […]

Categorie

di tendenza