Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Dopo i 50 milioni per la Tunisia pronti 21 milioni anche per la Bolivia?

Pubblicato

-

Dopo i 50 milioni di euro elargiti dal governo giallorosso alla Tunisia a supporto delle aziende tunisine alle prese con l’emergenza coronavirus – di dimensioni del tutto diverse rispetto a quella italiana – esiste anche un caso Bolivia?

Questa volta saremmo a livello di promessa di un finanziamento di 21 milioni e mezzo alla cooperazione italiana in Bolivia e quale sarebbe il sostegno che si andrebbe a dare?

Un aiuto al sistema sanitario boliviano per combattere il coronavirus ! Decisamente dalla parte degli italiani questo governo targato PD – 5 stelle che in piena emergenza sanitaria nazionale, prima regala 50 milioni alla Tunisia tramite la Cassa Depositi e Prestiti, poi va a sostenere la Bolivia per un totale di quasi 72 milioni di euro ?

Pubblicità
Pubblicità

L’assurda regalia alla Bolivia- notizia che oltre alla stampa boliviana è stata confermata anche dal direttore della sede estera dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione e lo Sviluppo in Bolivia – è stata sollevata dal deputato di Fratelli d’Italia Andrea Demastro Dalle Vedove con un interrogazione al Ministro Di Maio.

In attesa della risposta, contiamo i casi di contagio in Bolivia: 39. Donazioni che in questo periodo di emergenza gravissima non trovano giustificazione alcuna, anzi andrebbero proprio bloccati tutti i finanziamenti per attività all’estero, dirottando i fondi se non all’emergenza in atto, almeno a garanzia del pagamento delle pensioni.

Ma del resto cosa ci vogliamo aspettare da questo governo che ha fatto del coronavirus un caso politico e razziale, prima ancora che sanitario?

Pubblicità
Pubblicità

Ormai è ufficiale che governo e Iss erano a conoscenza dei rischi del Covid-19 dal 5 gennaio. Da quella data il governo non ha fatto nulla per mettere in sicurezza il popolo italiano.

Anzi, ha stimolato e consigliato tutti a organizzare aperitivi solidali e abbracci collettivi contro «la paura»

E dire che era stato il Ministero della Sanità – non quello tunisino o boliviano – ma quello italiano ad emettere un documento di 3 pagine dopo un’informativa dell’Oms, rendendo noto che i primi contagi in Cina risalivano al 23 ottobre 2019.

Pechino rendeva nota la notizia il 31 dicembre e la comunicazione oltre che al governo è arrivata all’Ospedale Sacco di Milano e allo Spallanzani di Roma.

Si parlava di “ polmonite da eziologia sconosciuta”. Sarebbe interessante sapere perché in Italia se ne inizi a parlare solo il 21 febbraio e si inizi ad affrontare la situazione solo a marzo. Qualcuno dovrebbe spiegarci, magari il governo giallorosso, come mai non sono state fatte scorte di mascherine, di respiratori e materiali sanitari da difesa.

Il governo si è mosso solo un mese più tardi quando ormai l’epidemia era inarrestabile. Oltre 6.000 morti che gridano vendetta e che dovranno essere spiegati da chi non è intervenuto prontamente per tutelare e salvaguardare la vita dei propri cittadini.

Lo stesso errore che sta facendo nel sostenere la nostra economia e il tessuto fatto di milioni di piccolo imprese che stanno finendo sul lastrico. Un ritardo di un mese anche in questo settore vorrebbe dire il fallimento Italia e la fame per i prossimi 10 anni.

Ma di questo il governo non ne parla, troppo imbarazzante?

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Come cambia il lavoro post-covid, le tendenze secondo il report McKinsey
    L’anno del Covid è stato anche l’anno dello smart working, un’autentica rivoluzione per molti lavoratori e l’Istituto Mckinsey fa luce sulle trasformazioni a cui il mondo del lavoro dovrà adeguarsi. Il report Mckinsey Alla crisi... The post Come cambia il lavoro post-covid, le tendenze secondo il report McKinsey appeared first on Benessere Economico.
  • Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo
    Le dinamiche di internet hanno ormai cambiato le logiche di progettazione e di prenotazione della vacanza. A questo, si aggiungono gli sconvolgimenti finanziari che sono alla base delle crisi economiche innescando meccanismo viziosi. Il mercato... The post Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo appeared first on Benessere Economico.
  • Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti
    Il mondo cambia in fretta, a volte più velocemente di quanto previsto. In questo senso l’arrivo del Covid ha straordinariamente accelerato tutti i processi: da quelli economici, ai naturali fino a quelli lavorativi. Il lavoro... The post Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti appeared first on Benessere […]
  • Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli
    Negli ultimi anni gli imprenditori agricoli under 35 sono aumentati del 12%. Per facilitare questa transizione verso la terra esistono possibilità come ISMEA che permette di aiutare, anche economicamente i giovani che scelgono questa strada.... The post Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli appeared first on Benessere Economico.
  • Addio alle buste delle bollette: un trucco per risparmiare
    La svolta crescente dell’online parla anche di risparmio e sostenibilità ecco perché le bollette cartacee sono ormai superate. L’arrivo del digitale ha convertito molti utenti ad entrare nel circuito delle bollette online, pagabili su rete... The post Addio alle buste delle bollette: un trucco per risparmiare appeared first on Benessere Economico.
  • Lotta all’evasione: arrivano gli “agenti 007” del fisco
    L’Agenzia delle Entrate rinforza l’organico e assume due mila “ agenti segreti” per potenziare la lotta all’evasione. Con i fondi del Recovery Fund arriveranno anche nuove assunzioni mirate proprio a rinforzare il campo della lotta... The post Lotta all’evasione: arrivano gli “agenti 007” del fisco appeared first on Benessere Economico.
  • Un ponte sottomarino galleggiante: l’incredibile scommessa della Norvegia
    Un tunnel che galleggia a mezz’acqua nel mezzo di un fiordo, con macchine che sfrecciano su entrambe le direzioni e poco sotto un abisso blu profondo oltre mille metri. Si tratta della scommessa della Norvegia, un progetto avveniristico essenziale per superare il principale problema di trasporto nel Paese. Lo studio realizzato da un team di […]
  • E’ consigliabile scegliere letture rilassanti, leggere brutte notizie fa male
    Leggere cattive notizie fa male. L’espressione che descrive la tendenza di continuare a guardare e navigare ossessivamente tra le notizie cattive anche se risultano tristi scoraggianti o deprimenti è stata rinominata dall’inglesismo: Doomscrolling. Il termine è composto da due parole: “doom” che riporta a tutto ciò che è catastrofico e, “ scrolling” si riferisce al […]
  • Le foreste rinascono dai fondi del caffè
    Troppe volte siamo stati abituati a gettare cose che, a differenza dall’aspetto, possono essere davvero utili per le persone, la natura e la vita. Così come risveglia milioni di persone in tutto il mondo, esattamente lo stesso può fare con le foreste: Il caffè o meglio il suo scarto può infatti essere davvero utile per […]
  • Vigilius Mountain Resort, dove purificarsi dallo stress della vita quotidiana
    Niente automobili, nessun rumore, niente stress. Solo natura e pace. Non ci sono strade che portano al Monte San Vigilio, si arriva solo dopo una breve salita in funivia. Qui l’aria sa di larice e di libertà. L’hotel a 5 stelle vigilius mountain resort si accoccola nella natura, diviene tutt’uno con essa, così semplice e […]

Categorie

di tendenza