Connect with us
Pubblicità

Trento

I Trentini agli «arresti domiciliari» e gli immigrati liberi di circolare? Maffioletti: «Dotare le forze dell’ordine di Taser e Web Cam»

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

I trentini vivono una sorta di arresti domiciliari per una disposizione che però non è uguale per tutti.

Di seguito riportiamo il post di una signora che ha affidato a Facebook il proprio disappunto: “Ma scusate, a Gardolo non valgono le stesse regole per tutti? Oggi mi sono recata al Poli di Via Soprasasso a fare la spesa dopo dieci giorni dall’ultima volta e posso andare là perché quello è il negozio più vicino a casa e ne farei volentieri a meno se avessi un servizio consegna spesa a domicilio a Spini! In quella zona girava tanta di quella gente, di diversa cultura dalla nostra, da farmi pensare che tutto vada bene! Addirittura erano in una decina a raccontarsela tranquilli davanti alla porta del supermercato, e chi a chiedere l’elemosina! Poi dentro il supermercato ne ho trovati girare in coppia ed addirittura anche in tre! Ho segnalato la cosa a chi oggi controllava gli ingressi del negozio e mi ha dato ragione, ma ovviamente anche loro fanno anche troppo! Ma dove siamo? Servono più controlli in questa zona a mio parere!”

Denunce o messaggi del genere sui social nelle ultime settimane ne abbiamo letti a centinaia.

Pubblicità
Pubblicità

Gli immigrati vengono controllati e denunciati come gli altri, anzi, di più visto che la loro presenza per le strade è massiccia.

Portiamo come esempio la maxi rissa successa pochi giorni fa in via Maccani che ha coinvolto oltre 30 nordafricani oppure i molti articoli che la nostra testata ha pubblicato dove erano riportate testimonianza fotografiche della loro presenza nelle strade e nei parchi della città. (ne riportiamo sotto alcune)

Della scorsa settimana la segnalazione di un extracomunitario che tranquillamente provvedeva alla distribuzione di volantini pubblicitari per le vie di Gardolo.

Pubblicità
Pubblicità

Senza tralasciare i questuanti spesso molesti che assediano gli ingressi dei negozi aperti e che operano senza alcun contrasto. Di certo l’elenco delle situazioni anomale sul territorio è fin troppo lungo.

Alcuni di loro sono già stati denunciati più volte ma la cosa non pare essere un deterrente. Gli spacciatori infatti continuano a fare il proprio «lavoro» e con la situazione che si è creata non è più il cliente che scende nelle piazze dello spaccio per comprare la dose ma lo spacciatore di turno che la porta a casa del cliente. Il mercato dello spaccio è un grande business che si sa adeguare in fretta ai cambiamenti.

Ma a parte ottemperare o meno al decreto che limita la mobilità, il problema è anche di ordine pubblico.

Il mercato della droga accusa un drastico ridimensionamento anche per oggettivi problemi si rifornimento che nascono dalle maggiori difficoltà a lasciare i propri luoghi di residenza.

Particolarmente incisivo l’intervento della vice coordinatrice di Forza Italia Gabriella Maffioletti che sollecitata da molti cittadini ha deciso di prendere posizione a riguardo della numerosa presenza giornaliera di gruppi di nord africani e cittadini irregolari in zona della Portela a Trento, nei parchi pubblici cittadini ed in prossimità della residenza Fersina a Trento che circolavano liberamente ed al richiamo delle forze dell’ordine a rientrare in struttura e non circolare in gruppo non solo questi si permettono di rispondere mandando letteralmente a quel paese gli agenti in servizio ma pure dileggiando gli stessi, forti del loro probabile status giuridico, che li rende immuni da qualsiasi sanzione e provvedimento.

Secondo Gabriella Maffioletti (foto)«dotare di teser e anche di webcam gli agenti di polizia municipale contribuirebbe in questo momento a dare alle forze dell’ordine in servizio sul territorio strumenti idonei ad essere utilizzati come deterrente nel tentativo di ricondurre costoro al rispetto delle regole e del senso di responsabilità civile che generalmente dovrebbe albergare in ogni soggetto che sa di essere ospitato in un Paese diverso dal suo».

La vice coordinatrice di Forza Italia ricorda che le regole in questo momento sono ferree ed anche per loro scatta la denuncia con la relativa sanzione pecuniaria e menzione sul casellario giudiziale.

Maffioletti si pone una domanda: «Gli extra comunitari regolari e non, grazie al proprio status giuridico si sentono forse liberi di esercitare la loro anarchia per così non rispettare le leggi che quindi valgono solo per gli italiani?».«La risposta è nei fatti e nelle testimonianze di questi giorni, assolutamente si, la risposta è ovvia!»

Poi la domanda viene formalizzata al Sindaco: «Ma di tutto questo l’attuale Sindaco di Trento Alessandro Andreatta ha contezza? O i cittadini e i lavoratori preoccupati per la situazione generale in cui versiamo e per la mancanza di strumenti certi che venga garantito il dovere di tutti in maniera equipollente a rimanere in casa, al rispetto delle disposizioni contenute nel Decreto ministeriale , censiti (cittadini regolari) e non sul territorio comunale e che gli Organismi preposti al controllo ed alla vigilanza del territorio provvedano a colmare questo evidente vulnus che rende ancora una volta noi cittadini italiani/trentini perseguibili sotto ogni profilo economico e penale ed i secondi liberi di imperversare mettendo a repentaglio e rendendo vani i sacrifici della comunità raccolta in ortodosso rispetto».

«Ricordiamo al sindaco Andreatta Alessandro che egli ha competenza esclusiva in materia di coordinamento dell’attività del corpo di polizia locale, per l’efficientamento , l’organizzazione ed il suo funzionamento con possibilità di emettere Ordinanze ad hoc per contingentare situazioni come questa che hanno un carattere assolutamente prioritario e straordinario in materia di sanità e sicurezza urbana qualora se ne fosse scordato! Speriamo che la popolazione Trentina abbia memoria sufficientemente allenata a ricordarsi nel momento delle votazioni chi poi ha competenza e titolo per amministrare la res pubblica! conclude Gabriella Maffioletti

Sotto alcune delle numerose foto arrivate in redazione in questi giorni.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento4 settimane fa

Coronavirus: 99 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Calano i ricoveri

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Sbanda, va in contromano e rischia di scontrarsi con altre auto prima di entrare in statale – IL VIDEO

eventi3 settimane fa

Dal 17 al 26 giugno tornano a Trento le Feste Vigiliane

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 267 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Alto Garda e Ledro3 settimane fa

Stop alla viabilità a Riva del Garda: si girano le scene di un film americano

Telescopio Universitario3 settimane fa

UniTrento: da vent’anni il mondo fa tappa qui

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 166 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Politica3 settimane fa

Referendum, vittoria dei sì ma niente quorum. Amministrative: nei grandi comuni avanti il centro destra

Trento3 settimane fa

Attimi di paura alla stazione delle corriere di Trento!

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 49 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino con nessun positivo al molecolare

Italia ed estero3 settimane fa

Crolla un ponte sospeso durante l’naugurazione: 25 feriti – IL VIDEO

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Trovato morto in piscina Stefano Lorenzini di Levico Terme

Le Vignette di Fabuffa4 settimane fa

Il 51% degli adolescenti italiani non capisce un testo scritto. Una scuola che fa acqua da tutte le parti

Politica3 settimane fa

L’abbraccio mortale col PD affonda definitivamente il M5stelle

Società4 settimane fa

L’impresa di Melissa Mariotti tra lavoro in Germania e progetti turistici in Valbrenta

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza