Connect with us
Pubblicità

Trento

Chiesti 4,2 milioni di danni all’ex giunta Rossi per la permuta dell’ex Artigianelli. Cia (AGIRE): “Bene l’intervento della Corte dei Conti, confermati i dubbi sollevati come consigliere”.

Pubblicato

-

Viene definito in 4,2 milioni di euro il danno erariale per la permuta tra il complesso ex Artigianelli di Susà di Pergine con immobili nel centro di Trento: questo quanto chiesto all’ex Giunta Rossi come risarcimento per l’ente pubblico, da parte della procura della Corte dei Conti, alleggerendo il conto quantificato in un primo momento in 10 milioni di euro.

La conclusione delle indagini della Procura contabile ha rilevato l’assoluta mancanza di motivazione nella delibera del 22 dicembre 2014 che ha portato alla permuta.

Ciò che viene contestato sono le ragioni che hanno portato allo scambio, «con tutta evidenza illogiche e irrazionali» e senza «i più elementari principi di legittimità e trasparenza degli atti amministrativi».

Pubblicità
Pubblicità

Negli inviti a dedurre la procura regionale parla di «improvvida e negligente gestione del patrimonio pubblico» avendo la Giunta peggiorato la composizione del patrimonio immobiliare dell’ente.

Il consigliere provinciale Claudio Cia aveva allora seguito in prima persona la vicenda denunciando lo stato di abbandono della struttura a tal punto da interessare la nota trasmissione «striscia la notizia» che era salita fino in Trentino per girare un servizio. (qui il video di Vittorio Brumotti con la sua bicicletta).

«Era il mese di ottobre 2015 quando visitavo il complesso ex Artigianelli – spiega Claudio Cia – una delle ispezioni che più mi ha impressionato nella mia veste di consigliere provinciale. Con una formale interrogazione evidenziavo come questo colosso in stato di abbandono e degrado totale fosse stato acquisito dalla Provincia solo l’anno precedente, nel 2014, in permuta con edifici di pregio in Piazza Fiera a Trento. Sulla carta, un affare per la Provincia, infatti il valore del compendio era stato determinato in 5,7 milioni di Euro, ma l’operazione di permuta è stata autorizzata “alla pari” per un valore di 4,3 milioni di Euro senza conguaglio, a favore dell’Istituto Pavoniano Artigianelli, quindi addirittura con un ipotetico incremento del patrimonio provinciale pari a 1,4 milioni. Ma a soli dieci mesi dalla delibera che ha sancito lo scambio, lo stato di abbandono dell’immobile era totale. Da allora, con numerosi interventi politici ho chiesto conto della “discutibile” permuta dell’ex Artigianelli e dello stato dei numerosi immobili pubblici inutilizzati di proprietà della Provincia, lasciati in stato di desolante degrado e abbandono: un tema non pervenuto nella politica dell’allora Giunta di centrosinistra, e di cui AGIRE per il Trentino si è fatto portavoce».

Secondo Claudio Cia fanno pensare le giustificazioni addotte a mezzo stampa dall’ex Giunta Rossi: «nessun danno erariale, ma anzi, una scelta strategica e anche un affare immobiliare per la Provincia che sarebbe stato dimostrata dalle offerte di acquisto che i Padri pavoniani avrebbero ricevuto in passato»queste le prime parola di giustificazione dell’ex governatore dopo aver appreso la notiza.

«Giustificazioni incredibili, assolutamente in contrasto con quanto dichiarava ai quotidiani l’allora Assessore Gilmozzi a soli 3 mesi dalla permuta: “Il complesso Artigianelli è inutilizzabile, così com’è, e va demolito” (22 febbraio 2015).» – incalza il consigliere provinciale di Agire

Pubblicità
Pubblicità

Ora si attende con fiducia l’evoluzione delle indagini, che per il momento confermano le tesi di Claudio Cia portate avanti con i suoi interventi in Consiglio provinciale.

«E pensare che solo pochi giorni fa alcuni componenti di quello stesso centrosinistra mi appellavano come “quello più furbo della compagnia”, per un’iniziativa consiliare con la quale volevo intervenire sul rilancio dell’edilizia nelle valli trentine per il recupero del patrimonio già esistente! Consiglierei più prudenza nel voler a tutti i costi mettersi in cattedra per insegnare agli altri come amministrare il Trentino» conclude ironico Cia

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Giappone propone vacanze quasi gratis per rilanciare il turismo
    Negli ultimi mesi, il Giappone come tutti gli altri Stati del mondo, ha subito un forte rallentamento dal punto di vista turistico a causa dell’emergenza sanitaria da Covid – 19, arrivando ad un calo del 99.9% del turismo locale con neanche 3 mila arrivi durante il mese di aprile. Inoltre, considerando che il 2020 avrebbe […]
  • Coronavirus: distributori automatici di mascherine gratuite
    Nel periodo in cui la massima attenzione all’igiene e al distanziamento sociale sono la priorità principale per ogni Governo del mondo, la città di Singapore in stato di lockdown fino a giugno, ha deciso di contenere la diffusione da Covid – 19, garantendo a tutti i cittadini mascherine gratuite attraverso particolari distributori automatici. La caratteristica […]
  • NASA, progetta il sistema per prevedere alluvioni e siccità fino a 60 giorni prima
    Vista dallo spazio la Terra appare come un Pianeta Blu grazie alle grandi distese di acqua in continuo movimento che ricoprono il 70% dell’intera superficie. Da quando evapora, fino a quando cade pioggia alimentando le falde acquifere, l’intero ciclo dell’acqua dolce è così importante da essere al centro di alcuni programmi di ricerca internazionali volti […]
  • Borghi italiani dimenticati: incentivi, bonus e aste a partire da 1 euro per ripopolarli
    Da nord a sud l’Italia intera è costellata di Borghi che conservano, identità, mestieri e saperi di un patrimonio immateriale e materiale di una storia unica al mondo certificata dall’Unesco. Alcuni di questi, vengono chiamati “comuni a rischio scomparsa” a causa delle loro ridottissime dimensioni, eppure fanno parte del patrimonio storico e artistico italiano, rappresentando […]
  • Covid, oltre 60.000 perdono il lavoro: lo Stato li assume per un importante progetto
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus con le misure preventive, indubbiamente necessarie al fine di contrastare la pandemia, hanno gravemente frenato i consumi mondiali, con pensanti ripercussioni sull’intero tessuto imprenditoriale. Tutto questo, ha portato inevitabili e devastanti conseguenze non solo per le abitudini sociali, ma anche e sopratutto per il settore produttivo ed economico. Nel mondo infatti, […]
  • Coronavirus: da nord a sud l’Italia ringrazia con vacanze gratis ai sanitari impegnati nella battaglia
    Nonostante l’emergenza sanitaria, lo abbia pesantemente logorato, esiste un pezzo del settore turistico italiano che vuole ringraziare tutti i medici, operatori sanitari e ausiliari che, durante questi mesi sono stati impegnati, spesso senza tregua per salvare le vite di moltissime persone affette da Coronavirus dedicando loro una splendida ed esclusiva vacanza gratuita. Infatti, in vista […]
  • Civita Bagnoregio: l’incredibile borgo sospeso sulla Valle dei Calanchi
    Tra il lago Bolsena e la Valle del Tevere, nel Comune di Bagnoregio in provincia di Viterbo, si estende un’ immensa area lunare che regala un paesaggio davvero particolare caratterizzato da una successione di rocce argillose in erosione per effetto degli agenti atmosferici detti “calanchi”. Quello dei calanchi è un ambiente decisamente unico che offre […]
  • La Vespa Samurai usata in agricoltura contro il “nemico”, la cimice asiatica
    Arrivata in Italia nel 2012, la cimice marmorata (Halyomorpha halys) detta anche cimice asiatica, è una specie invasiva aliena proveniente dalla Cina che, nel corso del 2015 dopo una rapida e capillare diffusione in quasi tutte le Regioni italiane, ha causato ingenti danni sopratutto alle produzioni ortofrutticole concentrandosi su meli, peri, peschi e ciliegi. A seguito […]
  • Australia in lockdown e senza turisti: i sub decidono di ripopolare la Grande Barriera Corallina
    Quando, a causa di un’emergenza sanitaria mondiale i turisti non ci sono, la natura risorge e ne approfitta per riappropriarsi degli spazi o, più incredibilmente concedere alla mano umana di rallentare il declino di alcune delle zone più belle del mondo. Si tratta della Grande barriera Corallina al largo delle coste australiane che, a causa […]

Categorie

di tendenza