Connect with us
Pubblicità

Io la penso così…

Exercise addiction: perché certe persone non riescono a smettere di fare sport individuale nonostante i solleciti e i divieti

Pubblicato

-

Egregio Direttore,

in questi giorni di estrema emergenza, in barba ad ogni disposizione riguardante le misure di sicurezza varate dal Governo, possiamo vedere in ogni luogo, persone di ogni razza, uomini e donne, giovani e meno giovani che vivono psicologicamente su un altro pianeta, continuando imperterriti a fare jogging o altri sport individuali, completamente estranei a quanto sta accadendo intorno a loro.

Ovviamente il primo impulso è quello di provare rabbia nei loro confronti, in quanto dimostrano apparentemente una totale carenza di spirito civico e di maturità, ma purtroppo per loro non è così.

Sono persone che soffrono di un grave disturbo della personalità contemplato anche nel Dsm5, ovvero il manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali. In inglese prende il nome di Exercise addiction e fa parte dei disturbi ossessivo compulsivi, che ogni psicologo dello sport conosce molto bene.

Queste persone non sanno trattenersi dal praticare in maniera compulsiva sport; in primis corsa, bicicletta e nuoto. Sono costretti dalla loro particolare ed alterata condizione mentale, a fare estenuanti allenamenti quotidiani con diverse ore dedicate al loro primario e molte volte unico interesse esistenziale, ovvero lo sport (compulsivo).

In seguito a tale condizione, trascurando il più delle volte relazioni sociali e famiglia, non riescono nemmeno a concentrarsi in maniera equilibrata sul lavoro, perché dedicano la maggior parte dei loro pensieri e dei loro discorsi, all’ossessione di doversi allenare in maniera estenuante e dannosa sia fisicamente che psicologicamente.

Solo in questo modo, riescono a trovare un apparente equilibrio e benessere personale, per cercare di sconfiggere una condizione interiore di frustrazione, data da carenza di alternative e capacità individuali, per far fronte alle loro problematiche esistenziali per mancanza di adeguata autostima di cui sono particolarmente carenti.

Tale condizione di disagio non riesce a fare comprendere loro il giusto punto di equilibrio tra uno sport sano e uno sport abusato, segno evidente di un grave disturbo della propria personalità.

Sono persone che per lo più hanno il culto dell’aspetto fisico e diventano ossessionati a tal punto, che non di rado sconfinano in altri disturbi correlati, quali anoressia o bulimia e secondo certi studi statistici dell’ Università della California, circa il 15% sono anche consumatori di sostanze stupefacenti, nicotina e alcol.

Lo sforzo fisico sovra ogni limite umano, anche in occasione di un infortunio e contro il parere dei medici, il dovere sudare, stancarsi, sfinirsi e allenarsi senza nessun criterio sano, produce nella loro mente le stesse risposte cerebrali che vengono date dal consumo di droghe, infondendo loro forti stimoli, dati dalla sovra produzione di dopamina e serotonina, con un senso di patologico appagamento e benessere.

Sono persone che vivono stati di stress e di ansia personale che non riescono a gestire in altra maniera, arrivando a compromettere la propria salute non solo a livello fisico ma anche a livello mentale, pretendendo di inculcare i loro principi “salutistici”  anche agli altri, con una certa aria di superiorità, per sentirsi più accettati, e sono in buona percentuale, forti consumatori di integratori alimentari.

Tali soggetti nascondono a fatica un profondo stato di malessere interiore, che  va a braccetto con un tentativo malcelato di depressione, ma purtroppo e qui è l’aspetto più grave, i soggetti coinvolti reagiscono con resistenze simil-psicotiche a chi fa loro presente tale problema e difendono a spada tratta questo disturbo della personalità, con un fasullo e viscerale amore per lo sport.

Quindi in questi giorni in particolare, che siamo abituati a vedere queste persone correre nonostante i ripetuti solleciti a stare a casa e i vari divieti a praticare jogging  e ciclismo, non dobbiamo prenderli per insensibili o cretini. Esempio eclatante è stato vedere a Verona persone nuotare nell’Adige, poiché le piscine sono chiuse!

Sono solo persone con dei seri problemi a livello di disturbi della personalità, che sfuggono inconsapevolmente e disperatamente  ai loro problemi, senza nemmeno essere consapevoli di essere seriamente disturbati a livello mentale. Chi fosse interessato ad approfondire tale argomento può tranquillamente trovare ogni riscontro in internet alla voce Exercise addiction.

Adriano Bertolasi – Trento 

Potete inviare le email al direttore da inserire nella rubrica «io la penso così» scrivendo a: redazione@lavocedeltrentino.it

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Plasma dei pazienti guariti per guarire dal Coronavirus: la prima sperimentazione a Pavia
    Ogni giorno da settimane ormai, la Protezione Civile oltre a citare i nuovi casi positivi da Coronavirus, comunica anche il numero ultimamente sempre più crescente delle persone guarite dal Covid- 19. Avendo la consapevolezza che il vaccino è ancora lontano e in fase di sperimentazione, fino ad ora le cure adottate negli ospedali italiani, si […]
  • Coronavirus: gli italiani si aiutano con la “spesa sospesa”
    Le giornate difficili che l’Italia sta percorrendo, vengono straordinariamente vissute e affrontate con spirito di comunità da tutto il Paese, sia attraverso donazioni di privati ed aziende per alleggerire il carico economico della sanità, sia attraverso particolari iniziative solidali per aiutare le famiglie che si trovano in maggiore difficoltà. La nuova frontiera della solidarietà fonda le […]
  • Da Valentino ad Armani: la moda italiana unita contro il Coronavirus
    In un momento in cui tutte le attività commerciali ed economiche del Paese risultano paralizzate, sono molte le iniziative solidali per fronteggiare la difficile situazione causata dall’epidemia sanitaria. Da Valentino a Gucci fino ad Armani: ora, anche i grandi nomi del mondo della moda, uniti da obbiettivi comuni, hanno deciso di reagire mobilitandosi per lavorare […]
  • Ricette di Pasqua: golosità per grandi e piccini
    Per non passare le giornate nella noia, lavorando o cercando di far passare il tempo ai bambini, sul web sono presenti moltissime ricette adatte a chiunque abbia voglia di passare un pomeriggio in cucina, divertendosi e magari senza dimenticare di mostrare un pizzico di spirito pasquale! ARANCINI PROSCIUTTO E MOZZARELLA Con il fritto sta bene […]
  • Torino: l’evento è annullato, ma la primavera regala i 100 mila protagonisti
    Da nord a sud l‘effetto del Coronavirus in Italia e, quindi, delle misure restrittive adottate dal Governo per contenere la pandemia, mostrano intere città, strade, paesi e stazioni completamente deserte, costringendo a casa milioni di persone e lasciando la primavera l’unica ad essere libera di proseguire indisturbata il suo naturale percorso. Come molte attività commerciali, […]
  • Ricette di Pasqua semplici e veloci, da fare in compagnia!
    Pasqua si avvicina e, molto probabilmente, in questo 2020 non ci saranno grandi ritrovi tra amici e parenti. Tuttavia, questo non è un valido motivo per impigrirsi e non cucinare niente di particolare. Soprattutto in queste giornate, per chi ha dei figli piccoli la vita non è proprio semplice: come far passare, quindi, il tempo […]
  • Coronavirus e stampanti 3D: Mercedes Benz pronta alla produzione di dispositivi medici
    Un periodo così instabile ed incerto come quello del recente allarme sanitario da Covid- 19, costringe ad una stretta coalizione internazionale che riesca a coinvolgere ed unire il maggior numero di forze e di aiuti possibili per riuscire contenere l’emergenza. Per questo, la nota casa automobilistica tedesca Mercedes Benz scende da protagonista in campo, mettendo […]
  • Fratellini soli a casa in quarantena: il Paese li aiuta “adottandoli”
    L’allarme sanitario che da settimane sta lasciando dolorose ferite, obbligando l’isolamento e la distanza dalle persone care, sta facendo riscoprire all’Italia un senso di vicinanza ed un’insaziabile bisogno di aiutarsi per riuscire ad arrivare il più velocemente possibile alla fine di un’emergenza che sta attraversando senza freni l’intero territorio nazionale. A confermare e dimostrare l’estrema […]
  • Dalle piume d’oca ai petali di fiori: La prima produzione di giacconi 100% naturali
    Esisteranno sempre alcuni capi di cui non se ne potrà mai fare a meno, e come non non si può affrontare il caldo estivo senza occhiali da sole e bermuda, così non si può superare il freddo invernale senza, il protagonista indiscusso dei mesi più gelidi: il piumino. Dalle classiche piume d’oca, alla più recente […]

Categorie

di tendenza