Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Conte ormai solo, un governo nel caos allo sbando assoluto

Pubblicato

-

Quello del premier Conte è un gioco pericoloso simile ad un golpe bianco.

23 decreti in 30 giorni, la sensazione che ormai l’uomo sia rimasto da solo al comando abbandonato da tutti, e dei segnali di grave debolezza, confusione e caos di chi non è assolutamente in grado di gestire un’emergenza come questa.

Per ironia della sorte e sfortuna del popolo italiano il governo più debole della nostra storia democratica si è trovato a gestire la più grande emergenza degli ultimi due secoli.

Pubblicità
Pubblicità

Nel comportamento del premier ci sono fin troppe cose che non quadrano a partire dalla diretta di sabato era avvenuta poco prima di mezzanotte via facebook. 

Che senso ha avuto allarmare l’Italia intera con una diretta, tra l’altro sul suo profilo Facebook, per annunciare un provvedimento che diventerà di fatto esecutivo mercoledì?

In considerazione della situazione generale, non sarebbe stato più opportuno comunicare la notizia attraverso i canali tradizionali nella mattinata di sabato.

Pubblicità
Pubblicità

Ma non solo, Conte parla al singolare, ha di fatto sospeso l’attività del parlamento, ha posticipato le elezioni: un doppio modo per evitare di essere messo in minoranza e di perdere il potere, della serie un uomo solo al comando.

L’idea è ormai comune che Conte abbia perso la testa e sia invaso da voglia di protagonismo, arroganza e prepotenza che nelle scelte potrebbe diventare letale per la nazione. Ieri sera lo stesso ministro Boccia, a cui va riconosciuta moderazione e praticità, ha riferito che «un’appello inutile quello di Conte visto che era tutto già pronto nella delibera che avremmo rilasciato mercoledì, non si capisce il suo comportamento….» 

O forse è meglio dire comandato da qualcuno perché siamo l’unica Nazione che non ha chiuso i confini, ma nemmeno i porti.

Tant’è che in Francia non si può entrare, ma si può uscire per lasciare i soliti finti profughi a Ventimiglia.

Chiusi unilateralmente i confini svizzeri, austriaci e croati, ma quelli italiani sono sempre aperti.

Lo stesso dicasi per i porti, sono infatti 40 gli Stati africani che sono stati aggrediti dal coronaVirus. 

A parte la considerazione per la quale sarebbe fondamentale evitare l’attracco di potenziali soggetti infetti che provengono da Stati che hanno interdetto anche loro l’ingresso agli italiani; si mette ulteriormente sotto stress sia il sistema sanitario che forze dell’ordine locali.

Ma a Conte manda questo coraggio e preferisce prendere provvedimenti che in realtà sono annunci di provvedimenti, costantemente in ritardo.

In realtà con la tanto conclamata chiusura totale annunciata sabato sera, Conte cosa andrà a chiudere?

Ben poco che non lo fosse già stato per scelta autonoma degli operatori economici.

Chiudere oltre ad essere un provvedimento in ritardo è anche un provvedimento a metà: perché manca un programma economico di supporto per le aziende ed i lavoratori.

In questo momento sarebbe fondamentale riaprire il Parlamento, ripristinare una minima situazione democratica.

Di un golpe bianco non se ne sente davvero il bisogno. E lo stesso Conte, è voce delle ultime ore, su pressione degli industriali, sembra voler dare delle deroghe ai provvedimenti presi nell’ennesimo decreto.

Insomma, un governo debole, incapace, e allo sbando come non mai che decide sulle scelte del popolo italiano sfogliando la margherita. 

Il 27 gennaio Conte sul coronavirus annuncia: “siamo prontissimi

Il 31 gennaio il Governo delibera lo stato di emergenza sanitaria per 6 mesi (provvedimento pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 1 febbraio).

Perché allora il Governo non ha agito di conseguenza? Perché non ha subito predisposto un piano per affrontare l’epidemia? Perché non si è occupato di trovare le mascherine e i respiratori, potenziando il sistema sanitario? E soprattutto perché, visto che era consapevole di quello che stava accendendo, il 15 febbraio è stato spedito un cargo con 18 tonnellate di materiale sanitario in Cina? Queste sono solo alcune delle tante domande sull’emergenza Coronavirus che gli italiani si fanno e che alla fine di questa devastante crisi dovranno trovare una risposta.

Sotto le parole di Giuseppe Conte che ora suonano beffarde per tutto il popolo Italiano che rischia il tracollo

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Buono viaggio Taxi e Ncc: fino al 50% di sconto sul totale della corsa
    Per alcune categorie di persone, viaggiare in taxi potrebbe essere più conveniente. All’interno del Decreto Rilancio e successivamente nel Dl infrastrutture è stata inserita una particolare agevolazione che prevede viaggi in auto con conducente e... The post Buono viaggio Taxi e Ncc: fino al 50% di sconto sul totale della corsa appeared first on Benessere […]
  • Bonus Partite Iva, fino al 13 dicembre la presentazione delle domande
    Bonus Partite Iva Il bonus, messo a disposizione del Governo è un sussidio erogato a favore dei soggetti esercenti di titolari di partita Iva, soggetti esercenti di attività di impresa che hanno subito perdite a... The post Bonus Partite Iva, fino al 13 dicembre la presentazione delle domande appeared first on Benessere Economico.
  • Cambia la lotteria degli scontrini, ipotesi estrazione istantanea dal 2022
    Il programma lotteria degli scontrini che ha accompagnato molti italiani per tutto il 2021, potrebbe subire dei cambiamenti a partire dal 2022. A differenza del cashback, la lotteria degli scontrini infatti, è stata confermata anche... The post Cambia la lotteria degli scontrini, ipotesi estrazione istantanea dal 2022 appeared first on Benessere Economico.
  • P. Iva, quando arrivano i contributi fondo perduto fino a 150 mila euro
    Dopo l’ok ufficiale da parte dell’Unione Europea, i contributi a fondo perduto per le P.Iva disposti dal Decreto Sostegni Bis vengono sbloccati e arriveranno entro l’anno. I dettagli della misura Il sostegno finanziato con 4,5... The post P. Iva, quando arrivano i contributi fondo perduto fino a 150 mila euro appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus Natale, a dicembre voucher e bonus per pensionati e categorie meno abbienti
    Con l’avvicinarsi delle festività si incomincia a parlare di Bonus Natale, una misura di sostegno al reddito introdotta dalla legge finanziaria del 2001 e rifinanziata nell’ultimo decreto legge. Si tratta quindi di un voucher, erogato... The post Bonus Natale, a dicembre voucher e bonus per pensionati e categorie meno abbienti appeared first on Benessere Economico.
  • Il ritmo dell’inflazione preoccupa, aumentano anche i prezzi del carrello della spesa
    Anche nel mese di ottobre il tasso di inflazione ha continuato a salire. In particolare, per il quarto mese consecutivo l’ISTAT ha registrato una crescita più alta di quanto previsto in precedenza. L’aumento del prezzo... The post Il ritmo dell’inflazione preoccupa, aumentano anche i prezzi del carrello della spesa appeared first on Benessere Economico.

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

di tendenza