Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

CoronaVirus, Conte ascolta Salvini e la Meloni: l’Italia chiude tutto fino al 3 di aprile

Pubblicato

-

Al termine dell‘ennesima drammatica giornata segnata da un’ulteriore impennata di contagi (6.557 in più per un totale di 42.681 positivi) e di decessi (793 in più per un totale di 4.825 morti), il premier Giuseppe Conte vara un’ulteriore stretta nel tentativo di contenere l’epidemia da coronavirus.

Scatta, infatti, la chiusura in tutta Italia di tutte le attività produttive non strettamente necessarie. “Le misure già adottate richiedono tempo, dobbiamo resistere”, ha intimato il presidente del Consiglio rinnovando l’invito a“rispettare le regole”. Un invito che vale per tutti, nessuno escluso.

Conte ascolta le pressioni che arrivano da Salvini e la Meloni che ormai da settimana chiedono la chiusura completa e in diretta facebook nella tarda serata di ieri annuncia una nuova stretta, l’ennesima.

Pubblicità
Pubblicità

Ma probabilmente è stata la scelta del governatore della Lombardia Fontana che ha fatto decidere il premier per l’ennesimo decreto.

Fontana nel pomeriggio aveva scelto in modo indipendente ed autorevole di chiudere tutto in Lombardia visto che il governo temporeggiava ancora una volta sul da farsi.

Un “ulteriore passo” nella lotta a Covid-19. Lo ha chiamato così Conte che, al termine di una giornata difficile, ha optato per un’altra stretta.

Il decreto dovrebbe essere pubblicato domani ma intanto il premier ne ha illustrato il contenuto in una dichiarazione che arriva a tarda sera dopo l’insistente pressing di sindacati, governatori di Regioni, sindaci e opposizioni.

E così, dopo la chiusura totale decisa in Lombardia dal presidente Attilio Fontana, anche il governo va nella stessa decisione.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Tutte le attività non strettamente essenziali dovranno chiudere. L’obiettivo è ridurre ulteriormente il numero delle persone in giro per il Paese. Una “decisione non facile” presa insieme ai ministri e ai capi delegazione della maggioranza dopo l’incontro con le parti sociali.

La sospensione annunciata da Conte durerà fino al 3 aprile“È un sacrificio necessario per sconfiggere il Covid-19 e salvare vite umane”, ha twittato il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, dopo la conferenza stampa. Sulla base del nuovo decreto, rimarranno aperti i servizi postali, assicurativi e finanziari e non ci sarà alcuna chiusura straordinaria nel settore dei trasporti.

Ma soprattutto tutti i supermercati continueranno a operare in tutte le città del Paese. Da qui l’invito del premier “alla calma” e a evitare assolutamente “la rincorsa agli acquisti”.

“Il motore dell’Italia rallenta ma non si ferma”. Ad oggi l’obiettivo di Conte è di intervenire sulla curva dei contagi che deve smettere di crescere quanto prima. “La morte dei nostri concittadini è un dolore che si rinnova, non si tratta di semplici numeri”, ha spiegato il premier chiedendo ai cittadini di non rinunciare “alla speranza e al futuro”“Lo Stato c’è – è la promessa fatta – uniti ce la faremo”. Per quanto riguarda la terribile crisi economica, che l’epidemia sta generando in tutto il Paese, ha promesso misure straordinarie che ci consentiranno di rialzare la testa”“Mai come ora – ha concluso il premier – la nostra comunità deve stringersi più forte, come una catena, a protezione del bene più importante, la salute. Se dovesse cedere anche un solo anello di questa catena la barriera di protezione verrebbe meno”.

Le opposizioni hanno accolto con soddisfazioni le misure decise in serata dal governo. Ma dalla Lega a Forza Italia in molti lamentano che si è perso troppo tempo prima di chiudere le attività produttive non necessarie. “Meglio tardi che mai – ha detto Mariastella Gelmini, presidente dei deputati di Forza Italia – Conte si è mosso in ritardo, ma non è il momento delle polemiche”. Per Giorgia Meloni (Fratelli d’Italia) questa perdita di tempo ha fatto perdere anche “risorse e credibilità” all’intero Paese. “Ora andiamo avanti con le altre richieste”, ha commentato il leader del Carroccio, Matteo Salvini, chiedendo “mascherine e protezioni per tutti, anno bianco di pace fiscale per imprese e lavoratori per tutto il 2020 e riapertura del Parlamento”.

La lista delle attività che rimarranno aperte

Pubblicità
Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Covid19: L’isola di Cipro paga le vacanze ai turisti contagiati e ai loro famigliari
    Nonostante Cipro abbia avuto poco meno di 1.000 casi di contagi e 17 vittime da Coronavirus, non vuole rinunciare all’attesissimo nonché molto importante traffico turistico estivo dando così il benvenuto a qualsiasi viaggiatore. A differenza di altri Stati, Cipro si sta infatti attrezzando per non ostacolare gli arrivi nei luoghi di villeggiatura sull’isola mediterranea attraverso […]
  • Giappone propone vacanze quasi gratis per rilanciare il turismo
    Negli ultimi mesi, il Giappone come tutti gli altri Stati del mondo, ha subito un forte rallentamento dal punto di vista turistico a causa dell’emergenza sanitaria da Covid – 19, arrivando ad un calo del 99.9% del turismo locale con neanche 3 mila arrivi durante il mese di aprile. Inoltre, considerando che il 2020 avrebbe […]
  • Coronavirus: distributori automatici di mascherine gratuite
    Nel periodo in cui la massima attenzione all’igiene e al distanziamento sociale sono la priorità principale per ogni Governo del mondo, la città di Singapore in stato di lockdown fino a giugno, ha deciso di contenere la diffusione da Covid – 19, garantendo a tutti i cittadini mascherine gratuite attraverso particolari distributori automatici. La caratteristica […]
  • NASA, progetta il sistema per prevedere alluvioni e siccità fino a 60 giorni prima
    Vista dallo spazio la Terra appare come un Pianeta Blu grazie alle grandi distese di acqua in continuo movimento che ricoprono il 70% dell’intera superficie. Da quando evapora, fino a quando cade pioggia alimentando le falde acquifere, l’intero ciclo dell’acqua dolce è così importante da essere al centro di alcuni programmi di ricerca internazionali volti […]
  • Borghi italiani dimenticati: incentivi, bonus e aste a partire da 1 euro per ripopolarli
    Da nord a sud l’Italia intera è costellata di Borghi che conservano, identità, mestieri e saperi di un patrimonio immateriale e materiale di una storia unica al mondo certificata dall’Unesco. Alcuni di questi, vengono chiamati “comuni a rischio scomparsa” a causa delle loro ridottissime dimensioni, eppure fanno parte del patrimonio storico e artistico italiano, rappresentando […]
  • Covid, oltre 60.000 perdono il lavoro: lo Stato li assume per un importante progetto
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus con le misure preventive, indubbiamente necessarie al fine di contrastare la pandemia, hanno gravemente frenato i consumi mondiali, con pensanti ripercussioni sull’intero tessuto imprenditoriale. Tutto questo, ha portato inevitabili e devastanti conseguenze non solo per le abitudini sociali, ma anche e sopratutto per il settore produttivo ed economico. Nel mondo infatti, […]
  • Coronavirus: da nord a sud l’Italia ringrazia con vacanze gratis ai sanitari impegnati nella battaglia
    Nonostante l’emergenza sanitaria, lo abbia pesantemente logorato, esiste un pezzo del settore turistico italiano che vuole ringraziare tutti i medici, operatori sanitari e ausiliari che, durante questi mesi sono stati impegnati, spesso senza tregua per salvare le vite di moltissime persone affette da Coronavirus dedicando loro una splendida ed esclusiva vacanza gratuita. Infatti, in vista […]
  • Civita Bagnoregio: l’incredibile borgo sospeso sulla Valle dei Calanchi
    Tra il lago Bolsena e la Valle del Tevere, nel Comune di Bagnoregio in provincia di Viterbo, si estende un’ immensa area lunare che regala un paesaggio davvero particolare caratterizzato da una successione di rocce argillose in erosione per effetto degli agenti atmosferici detti “calanchi”. Quello dei calanchi è un ambiente decisamente unico che offre […]
  • La Vespa Samurai usata in agricoltura contro il “nemico”, la cimice asiatica
    Arrivata in Italia nel 2012, la cimice marmorata (Halyomorpha halys) detta anche cimice asiatica, è una specie invasiva aliena proveniente dalla Cina che, nel corso del 2015 dopo una rapida e capillare diffusione in quasi tutte le Regioni italiane, ha causato ingenti danni sopratutto alle produzioni ortofrutticole concentrandosi su meli, peri, peschi e ciliegi. A seguito […]

Categorie

di tendenza