Connect with us
Pubblicità

Società

La velocità del coronavirus immobilizza il mondo del lavoro. Come vive la società questo momento?

Pubblicato

-

Ormai le strade sono vuote, le persone vivono tra le mura delle loro case.

Tutti i negozi sono chiusi, i ristoranti e i bar hanno le saracinesche abbassate.

Solo qualche persona gira per strada per motivi di urgenza, di lavoro o per andare al supermercato o portare fuori il proprio cane.

Pubblicità
Pubblicità

In farmacia, ma soprattutto nei supermercati, dopo il pienone dei primi momenti per il terrore di una eventuale scomparsa di farmaci ed alimenti di prima necessità, si percepisce ora un vuoto silenzioso e pieno di circospezione: si entra infatti pochi alla volta per rispettare una distanza di almeno un metro l’uno dall’altro.

Si vedono vigilanti in piedi con la loro mascherina posizionati proprio vicino all’ingresso di ambienti che ora sembrano surreali e quasi irriconoscibili.

Anche le tabaccherie sono ancora aperte e spesso si vede una fila di persone lunga e ordinata che aspetta il proprio turno per entrare. 

Pubblicità
Pubblicità

Ma cosa pensano le persone nell’immobilità di questi giorni? – Dopo una breve intervista si avverte senza dubbio un’impotenza e paura che si manifesta sia con la sottovalutazione del fenomeno Covid-19 che all’opposto con una mancanza di proiezione e prospettiva nel futuro.

Questi due tipi di emotività, che sono in realtà le due facce di una stessa medaglia, si manifestano, non solo per l’alto contagio e pericolo di morte che causa questo tipo di  virus, ma anche per l’incertezza in cui viviamo, per il cambiamento delle nostre relazioni affettive e per il crollo economico che stiano vivendo, anche se la sua vera consapevolezza non è ancora del tutto percepita. 

Molti giovani, dopo il primo entusiasmo causato dell’interruzione della scuola, cominciano a soffrire del loro isolamento, alcuni invece non avvertono alcun fastidio perché anche prima passavano molto tempo con i videogiochi chiusi nelle loro stanze ed ora si possono dedicare in modo più libero alla loro passione che a volte purtroppo si può definire vera e propria dipendenza.

Per gli adulti invece che lavorano come dipendenti in aziende che sono ancora produttive non è cambiato molto e continuano a lavorare usando le misure di sicurezza, ma i loro occhi sono pieni di paura, non solo per un eventuale contagio, ma anche per i loro familiari che sono rimasti a casa o per come gestire i figli piccoli.

Per le persone dipendenti che invece sono entrati in cassa integrazione perché lavoravano in un negozio, bar o ristorante, la paura del contagio è meno forte, ma l’incertezza economica attanaglia i loro pensieri sentendosi in balia di una ipotetica data di apertura del proprio posto di lavoro che tuttavia potrebbe slittare a data da destinarsi.

E gli imprenditori? I gestori di alberghi, ristoranti, bar e altre attività che ora sono ferme? I liberi professionisti? – Si avverte certo nelle loro parole paura, molti dubbi per il futuro, ma anche la spinta ad andare avanti e che prima o poi questo periodo passerà. In un qualche modo si ricomincerà e l’economia tornerà a girare nel nostro paese.

Mentre per alcuni vi è il desiderio di chiudere e di ritirarsi nel proprio terrore, per altri risalta il loro messaggio di speranza e raccomandano di utilizzare questo momento per attuare dei cambiamenti o fare cose che si sono tralasciate perché immersi nella produttività della propria azienda.

Infine, ma non per ultimi, vi sono i medici e infermieri che si dedicano con passione e professionalità ad aiutare persone che si ammalano sempre più, che hanno bisogno di terapie intensive e che ancora troppo spesso lottano tra la vita e la morte.

Chi lavora in questo ambito non ha  forse neanche tempo di pensare alla crisi economica in cui siamo entrati: le giornate hanno acquistato ormai un ritmo quasi insostenibile senza spazio per se stessi e per le proprie famiglie. 

Ma nonostante tutte le difficoltà di questo periodo, in cui è percepibile più che mai la fragilità umana, l’Italia si rialzerà e si manifesterà ancora una volta in tutto il suo splendore.

#andratuttobene e Insieme ce la faremo.

È possibile scrivere per qualsiasi sostegno psicologico alla dottoressa a Marica Malagutti all’indirizzo e-mail: emergenza_covid@lavocedeltrentino.it Il servizio è gratuito

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Un solo tavolo al ristorante stellato, l’elegante genialità della ristorazione
    Il meglio delle esperienze che Venezia possa offrire è racchiuso in un luogo dove la declinazione dell’esperienza sarà il miglior servizio. Un posto non convenzionale che può essere scelto solo da coloro che accettano di non porre condizioni. Con geniale eleganza, Il Ristorante “Oro” dell’hotel Cipriani a Venezia rinasce mettendo in luce un dettaglio unico […]
  • A Bologna l’economia circolare in edilizia diventa realtà: arriva il nuovo asfalto 100% riciclato
    Un’edilizia circolare sempre più sostenibile dal punto di vista ambientale risulta una strada imprescindibile per il futuro dello sviluppo economico. Il riciclo dei materiali promette infatti oltre ad una sensibile riduzione dei rifiuti e dell’inquinamento, anche un’ottima soluzione per ottimizzare costi e ricavi. In un simile contesto risulta fondamentale lavorare sulla ridefinizione del ciclo produttivo […]
  • Una notte tra le Dolomiti e le stelle a 2055 metri di quota
    A pochi chilometri da Cortina tra cieli sconfinati e cattedrali rocciose esiste una camera che regala l’insolita emozione di ritrovarsi a dormire avvolti dall’affascinante magia di un paesaggio unico al mondo. La starlight Room, inclusa tra i dieci hotel più spettacolari del mondo, si trova infatti sopra al rifugio Col Gallina a 2055 metri in […]
  • “Vuoi costruire una piscina di pregio ma non sai bene da dove iniziare?” Comincia da qui
    Immagina un angolo di vacanza nel tuo giardino o terrazza, uno spazio accogliente e riservato dove poter dimenticare i problemi quotidiani e immergerti in momenti di benessere e relax da solo o con i tuoi cari. Magari è da un po’ che ci pensi ma qualcosa ti frena. Domande del tipo: “Da dove inizio? Mi […]
  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]
  • In Giappone trionfano le vacanze covid – Free, di girare il mondo su un aereo ma con la realtà virtuale
    Per ottemperare alle rigide restrizioni imposte per abbattere la pandemia da Coronavirus garantendo contemporaneamente l’emozione del viaggio in aereo, una compagnia aerea giapponese ha riconvertito la propria offerta proponendo ai clienti  eccentriche vacanze virtuali a bordo di aerei finti con occhiali per la realtà virtuale. L’ideatrice di questo stravagante progetto è la Tokyo First Airlines, che permette […]

Categorie

di tendenza