Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Ebara, si va avanti: lo sciopero non sortisce gli effetti sperati

Pubblicato

-

Lo stabilimento dell'Ebara a Cles: la produzione va avanti

Non ha sortito gli effetti sperati lo sciopero proclamato dai dipendenti dell’Ebara di Cles che li ha visti incrociare le braccia per 8 ore nella giornata di ieri, lunedì 16 marzo.

La proprietà ha deciso di andare avanti. La produzione proseguirà, nonostante le mille perplessità e preoccupazioni dei lavoratori.

Nella giornata di ieri, infatti, c’è stato un incontro virtuale tra azienda e Rsu dello stabilimento di Cles. I dirigenti dell’Ebara, in collegamento telefonico, hanno ribadito la volontà di non voler chiudere l’azienda e quindi di proseguire l’attività, nonostante il crescente numero di contagi anche nelle Valli del Noce.

Pubblicità
Pubblicità

I lavoratori si dicono preoccupati per la loro salute e dei loro familiari. “Speriamo nella massima diffusione dei media per convincere l’azienda a cambiare posizione, evitando di mettere a rischio la salute dei lavoratori e delle loro famiglie – commenta Nazareno Molesini, operaio dell’Ebara e referente della Lega per le Valli del Noce –. Ci tengo a precisare che l’Ebara non produce un prodotto essenziale in questo drammatico momento. Un plauso alla Dalmec per la loro decisione volontaria di sospendere ogni attività a tutela delle maestranze (qui l’articolo). Spero vivamente che anche altre aziende, tipo Diatec ed Elcograf, seguano l’esempio della Dalmec”.

Dopo le proteste dei giorni scorsi alla Mariani di Rovereto, alla Metalsistem e alla Dana di Arco, ieri i dipendenti dell’Ebara di Cles avevano deciso di incrociare le braccia.

In particolare, il timore dei lavoratori è di venire infettati e di trasmettere poi il virus a familiari magari anziani o ammalati.

Pubblicità
Pubblicità

Per questo, anche i dipendenti della sede clesiana dell’Ebara, riconosciuta come uno dei più grandi centri in Europa nella produzione di pompe in acciaio inossidabile stampato, avevano deciso di aderire allo sciopero.

La preoccupazione cresce di ora in ora con l’aumento dei casi di contagio – spiega Manuela Terragnolo, segretaria della Fiom del Trentino –. Le fabbriche non sono sufficientemente sicure e la salute degli operai non può passare in secondo piano di fronte alle ragioni del profitto. È ora di fermarsi in tutte le produzioni non essenziali”.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

  • PubblicitàPubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Covid19: L’isola di Cipro paga le vacanze ai turisti contagiati e ai loro famigliari
    Nonostante Cipro abbia avuto poco meno di 1.000 casi di contagi e 17 vittime da Coronavirus, non vuole rinunciare all’attesissimo nonché molto importante traffico turistico estivo dando così il benvenuto a qualsiasi viaggiatore. A differenza di altri Stati, Cipro si sta infatti attrezzando per non ostacolare gli arrivi nei luoghi di villeggiatura sull’isola mediterranea attraverso […]
  • Giappone propone vacanze quasi gratis per rilanciare il turismo
    Negli ultimi mesi, il Giappone come tutti gli altri Stati del mondo, ha subito un forte rallentamento dal punto di vista turistico a causa dell’emergenza sanitaria da Covid – 19, arrivando ad un calo del 99.9% del turismo locale con neanche 3 mila arrivi durante il mese di aprile. Inoltre, considerando che il 2020 avrebbe […]
  • Coronavirus: distributori automatici di mascherine gratuite
    Nel periodo in cui la massima attenzione all’igiene e al distanziamento sociale sono la priorità principale per ogni Governo del mondo, la città di Singapore in stato di lockdown fino a giugno, ha deciso di contenere la diffusione da Covid – 19, garantendo a tutti i cittadini mascherine gratuite attraverso particolari distributori automatici. La caratteristica […]
  • NASA, progetta il sistema per prevedere alluvioni e siccità fino a 60 giorni prima
    Vista dallo spazio la Terra appare come un Pianeta Blu grazie alle grandi distese di acqua in continuo movimento che ricoprono il 70% dell’intera superficie. Da quando evapora, fino a quando cade pioggia alimentando le falde acquifere, l’intero ciclo dell’acqua dolce è così importante da essere al centro di alcuni programmi di ricerca internazionali volti […]
  • Borghi italiani dimenticati: incentivi, bonus e aste a partire da 1 euro per ripopolarli
    Da nord a sud l’Italia intera è costellata di Borghi che conservano, identità, mestieri e saperi di un patrimonio immateriale e materiale di una storia unica al mondo certificata dall’Unesco. Alcuni di questi, vengono chiamati “comuni a rischio scomparsa” a causa delle loro ridottissime dimensioni, eppure fanno parte del patrimonio storico e artistico italiano, rappresentando […]
  • Covid, oltre 60.000 perdono il lavoro: lo Stato li assume per un importante progetto
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus con le misure preventive, indubbiamente necessarie al fine di contrastare la pandemia, hanno gravemente frenato i consumi mondiali, con pensanti ripercussioni sull’intero tessuto imprenditoriale. Tutto questo, ha portato inevitabili e devastanti conseguenze non solo per le abitudini sociali, ma anche e sopratutto per il settore produttivo ed economico. Nel mondo infatti, […]
  • Coronavirus: da nord a sud l’Italia ringrazia con vacanze gratis ai sanitari impegnati nella battaglia
    Nonostante l’emergenza sanitaria, lo abbia pesantemente logorato, esiste un pezzo del settore turistico italiano che vuole ringraziare tutti i medici, operatori sanitari e ausiliari che, durante questi mesi sono stati impegnati, spesso senza tregua per salvare le vite di moltissime persone affette da Coronavirus dedicando loro una splendida ed esclusiva vacanza gratuita. Infatti, in vista […]
  • Civita Bagnoregio: l’incredibile borgo sospeso sulla Valle dei Calanchi
    Tra il lago Bolsena e la Valle del Tevere, nel Comune di Bagnoregio in provincia di Viterbo, si estende un’ immensa area lunare che regala un paesaggio davvero particolare caratterizzato da una successione di rocce argillose in erosione per effetto degli agenti atmosferici detti “calanchi”. Quello dei calanchi è un ambiente decisamente unico che offre […]
  • La Vespa Samurai usata in agricoltura contro il “nemico”, la cimice asiatica
    Arrivata in Italia nel 2012, la cimice marmorata (Halyomorpha halys) detta anche cimice asiatica, è una specie invasiva aliena proveniente dalla Cina che, nel corso del 2015 dopo una rapida e capillare diffusione in quasi tutte le Regioni italiane, ha causato ingenti danni sopratutto alle produzioni ortofrutticole concentrandosi su meli, peri, peschi e ciliegi. A seguito […]

Categorie

di tendenza