Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Ebara, si va avanti: lo sciopero non sortisce gli effetti sperati

Pubblicato

-

Lo stabilimento dell'Ebara a Cles: la produzione va avanti

Non ha sortito gli effetti sperati lo sciopero proclamato dai dipendenti dell’Ebara di Cles che li ha visti incrociare le braccia per 8 ore nella giornata di ieri, lunedì 16 marzo.

La proprietà ha deciso di andare avanti. La produzione proseguirà, nonostante le mille perplessità e preoccupazioni dei lavoratori.

Nella giornata di ieri, infatti, c’è stato un incontro virtuale tra azienda e Rsu dello stabilimento di Cles. I dirigenti dell’Ebara, in collegamento telefonico, hanno ribadito la volontà di non voler chiudere l’azienda e quindi di proseguire l’attività, nonostante il crescente numero di contagi anche nelle Valli del Noce.

Pubblicità
Pubblicità

I lavoratori si dicono preoccupati per la loro salute e dei loro familiari. “Speriamo nella massima diffusione dei media per convincere l’azienda a cambiare posizione, evitando di mettere a rischio la salute dei lavoratori e delle loro famiglie – commenta Nazareno Molesini, operaio dell’Ebara e referente della Lega per le Valli del Noce –. Ci tengo a precisare che l’Ebara non produce un prodotto essenziale in questo drammatico momento. Un plauso alla Dalmec per la loro decisione volontaria di sospendere ogni attività a tutela delle maestranze (qui l’articolo). Spero vivamente che anche altre aziende, tipo Diatec ed Elcograf, seguano l’esempio della Dalmec”.

Dopo le proteste dei giorni scorsi alla Mariani di Rovereto, alla Metalsistem e alla Dana di Arco, ieri i dipendenti dell’Ebara di Cles avevano deciso di incrociare le braccia.

In particolare, il timore dei lavoratori è di venire infettati e di trasmettere poi il virus a familiari magari anziani o ammalati.

Pubblicità
Pubblicità

Per questo, anche i dipendenti della sede clesiana dell’Ebara, riconosciuta come uno dei più grandi centri in Europa nella produzione di pompe in acciaio inossidabile stampato, avevano deciso di aderire allo sciopero.

La preoccupazione cresce di ora in ora con l’aumento dei casi di contagio – spiega Manuela Terragnolo, segretaria della Fiom del Trentino –. Le fabbriche non sono sufficientemente sicure e la salute degli operai non può passare in secondo piano di fronte alle ragioni del profitto. È ora di fermarsi in tutte le produzioni non essenziali”.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • “Vuoi costruire una piscina di pregio ma non sai bene da dove iniziare?” Comincia da qui
    Immagina un angolo di vacanza nel tuo giardino o terrazza, uno spazio accogliente e riservato dove poter dimenticare i problemi quotidiani e immergerti in momenti di benessere e relax da solo o con i tuoi cari. Magari è da un po’ che ci pensi ma qualcosa ti frena. Domande del tipo: “Da dove inizio? Mi […]
  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]
  • In Giappone trionfano le vacanze covid – Free, di girare il mondo su un aereo ma con la realtà virtuale
    Per ottemperare alle rigide restrizioni imposte per abbattere la pandemia da Coronavirus garantendo contemporaneamente l’emozione del viaggio in aereo, una compagnia aerea giapponese ha riconvertito la propria offerta proponendo ai clienti  eccentriche vacanze virtuali a bordo di aerei finti con occhiali per la realtà virtuale. L’ideatrice di questo stravagante progetto è la Tokyo First Airlines, che permette […]
  • Si viaggerà ad idrogeno anche in Italia: dal 2021 al via i nuovi treni
    Negli ultimi anni, le soluzioni green per il trasporto pubblico si sono moltiplicate e concretizzate sempre di più attraverso la produzione di treni riciclabili a basse emissione oppure con l’entrata in servizio di Bus ibridi. A questo si aggiunge l’ultimissimo accordo siglato tra uno dei maggiori colossi di infrastrutture energetiche, Slam e una delle più […]
  • La Nasa riprogramma la strada verso la Luna testando “il razzo più potente di sempre”
    Dopo l’ultima missione di Apollo del 1972, l’agenzia aerospaziale americana Nasa si prepara a riportare l’uomo sulla Luna, testando nel deserto di Utah quello che ha definito “ il razzo più potente di sempre”, lo Space Launch System. Questo razzo farà parte della missione Artemide che in un solo lancio riuscirà a portare l’equipaggio insieme […]
  • Petit Pli: il vestito che cresce insieme ai bambini
    I bambini crescono rapidamente e spesso i loro vestitini hanno vita molto breve diventando stretti o troppo piccoli. Un’ulteriore costo che incide sulle tasche delle famiglie e dell’ambiente. A risolvere questo problema ci ha pensato il designer Ryan Yasin attraverso dei tessuti elastici che adattandosi perfettamente al corpo riescono a coprire ben 6 differenti taglie. […]

Categorie

di tendenza