Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Coronavirus in Italia: solo oggi 368 morti e 3.590 nuovi contagi. La Germania chiude i confini

Pubblicato

-

Dopo i 187 morti di ieri era lecito pensare ad una regressione dei contagi in Italia ma purtroppo c’è stata una nuova tragica impennata che ha fatto salire il bilancio a 24.747 contagiati con 368 morti solo oggi.  È il giorno nero dall’inizio dell’epidemia.

Quindi sono stati 3.590 in più rispetto a ieri i casi di contagio con una crescita percentuale del 17%.

Il computo totale dei morti è di 1.809 con un +25%, rispetto a ieri.

Pubblicità
Pubblicità

Sono guarite 2.335 (+369 rispetto a ieri) mentre 1.672 persone sono in terapia intensiva (+154).

Attualmente i soggetti positivi sono 20.603 (il conto sale a 24.747 — come detto sopra — se nel computo ci sono anche i morti e i guariti).

Il Papa oggi ha pregato per gli ammalati di coronavirus e oggi in particolare anche per tutte le persone che stanno continuando a lavorare. «Questa domenica di Quaresima, tutti insieme, preghiamo per gli ammalati e per le persone che soffrono. Oggi vorrei fare con tutti voi – ha detto Papa Francesco nell’introduzione della messa a Santa Marta – una preghiera speciale per le persone che con il loro lavoro garantiscono il funzionamento della società: i lavoratori delle farmacie, dei supermercati, del trasporto, i poliziotti. Preghiamo per tutti coloro che stanno lavorando perché in questo momento la vita sociale, la vita della città, possa andare avanti».

Pubblicità
Pubblicità

Sono saliti a 2.952 i casi di coronavirus confermati negli Stati Uniti. Lo rivela la mappatura della John Hopkins University, secondo cui sono 57 in totale le persone morte. La più colpita è Washington con 40 decessi, poi la California con cinque ma ci sono anche due vittime nello Stato di New York.

Si aggrava la situazione africana. In meno di una settimana, gli Stati colpiti dal virus sono passati da due ad almeno 17.

Con i primi casi in Nigeria e Senegal annunciati a fine febbraio, ora sono stati registrati contagi in Sudafrica, Costa d’Avorio, Burkina Faso, Togo, Camerun, Repubblica democratica del Congo, Guinea  Conakry) ed Equatoriale, Gabon, Ghana, Etiopia, Kenya, Sudan, Ruanda e Mauritania.

Dal primo caso di un italiano residente in Nigeria, persone di diverse nazionalità, locali e stranieri, si trovano in isolamento negli ospedali o in quarantena a casa. «Faccio appello ai miei colleghi africani ad agire insieme – ha detto venerdì Macky Sall, il presidente senegalese –. Dobbiamo evitare che l’Africa diventi il nuovo focolaio della malattia».

In Africa occidentale, il Senegal è per ora uno dei Paesi maggiormente colpiti dal Covid-19: ieri è stata annullata la celebrazione della festa dell’indipendenza del 4 aprile. Dopo i primi quattro casi di contagio registrati fino a inizio marzo, ora sono almeno 19 le persone risultate positive. Nella capitale, Dakar, si è inoltre acceso il dibattito rispetto ai raduni di tutte le religioni: in serata il governo ha deciso di annullare ogni celebrazione fino a nuovo ordine. Tali incontri potrebbero provocare un radicale aumento di contagi poiché coinvolgerebbero decine di migliaia di fedeli senegalesi e stranieri.

Le autorità albanesi hanno annunciato la chiusura dei confini nazionali per tutti i passeggeri a partire dalla mezzanotte di oggi: il provvedimento si applicherà anche ai viaggi in autobus o con la propria macchina. Lo ha annunciato il primo ministro, Edi Rama, aggiungendo che «non si potrà più entrare in Albania venendo da Montenegro, Kosovo, Macedonia del Nord o Grecia».

Il Governo britannico prende in considerazione la quarantena precauzionale per gli over 70. Lo ha annunciato a Sky News il segretario alla Salute, Matt Hancock, rispondendo alla domanda se verrà chiesto agli anziani di «autoisolarsi e rimanere a casa – per un massimo di quattro mesi» ha affermato che «questo è il piano» ma «non ancora». Probabilmente avverrà «nelle prossime settimane. Non è una cosa facile da fare per le persone, non è una cosa facile da sostenere», ammette Hancock.

Chiusa la Sardegna dopo i primi due morti per coronavirus in Sardegna. Uno è il primo contagiato, un imprenditore 42 enne di Cagliari. Il secondo, fa sapere la Regione, è un paziente di Sassari. Da oggi bloccati tutti i traghetti.

«Se il trend dell’epidemia da SarsCov2 continuerà con questo ritmo, Bergamo reggerà ancora per pochissimo: gli ospedali sono saturi ed anche i posti in Regione Lombardia si stanno esaurendo». È la testimonianza all’Ansa di Ivano Riva, anestesista e rianimatore all’Ospedale Giovanni XXIII di Bergamo e vice presidente dell’Associazione degli anestesisti rianimatori ospedalieri italiani Aaroi-Emac Lombardia. Ormai, «intubiamo in Terapia intensiva anche più di 7 persone al giorno e lavoriamo senza sosta, con in media un turno di riposo ogni 14 giorni».

Il ministro dell’Educazione francese, Jean-Michel Blanquer, ha affermato oggi ai microfoni della radio France Info, che l’epidemia di coronavirus contagerà «probabilmente» più della metà della popolazione francese.

Tutta la Repubblica Ceca sarà messa in quarantena per combattere la diffusione del coronavirus. Lo ha annunciato il premier Andrej Babis secondo quanto riportato dall’agenzia Ctk. Secondo il ministero della Salute ceco, oggi nel Paese ci sono 214 casi di Covid -19, un aumento di 25 rispetto a ieri.

Per affrontare l’emergenza sanitaria del coronavirus l’Austria richiamerà un certo numero di cittadini che in passato hanno svolto il servizio di leva militare oppure il servizio civile. L’annuncio è stato fatto dal cancelliere Sebastian Kurz, durante una seduta straordinaria del parlamento a Vienna. Oltre a ex militari, viene richiamato chi negli ultimi cinque anni ha svolto il servizio civile. Sarà inoltre prolungata la durata di chi sta facendo il servizio civile e la leva.

La Germania ha deciso di chiudere i confini con la Francia, l’Austria e la Svizzera a partire da lunedì. Lo riporta la Bild, secondo cui la libera circolazione delle merci dovrebbe rimanere garantita. I pendolari possono continuare ad attraversare i confini.

Aumentano i controlli delle forze dell’ordine e continuano ad aumentare le denunce.

Ecco perché dal Viminale arriva un nuovo invito: state a casa, si può andare nei parchi rimasti aperti ma da soli e mantenendo la distanza di sicurezza dalle altre persone che si incontrano. Sono 550.589 i cittadini controllati e 20.003 i denunciati per aver violato i divieti mentre 493 sono stati denunciati per false dichiarazioni. Su 253.837 esercizi commerciali controllati, 982 sono stati denunciati perché sono rimasti aperti nonostante il divieto.

L’esercito ha iniziato a pattugliare le strade di Madrid e di altre città spagnole nei luoghi dove si possono creare assembramenti come le stazioni di treni e autobus: lo scrive El Pais online.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Attivata la seconda sessione di contributi a fondo perduto per Associazioni sportive, come funziona
    Dopo i danni subiti dalle associazioni sportive a causa delle restrizioni dovute all’emergenza covid, il Dipartimento per lo Sport della Presidenza del CdM ha destinato un fondo di 50 milioni per Ssd e Asd. Contributi... The post Attivata la seconda sessione di contributi a fondo perduto per Associazioni sportive, come funziona appeared first on Benessere […]
  • Reddito di libertà, attivata la procedura per l’invio delle domande
    Dopo l’annuncio di qualche mese fa, il reddito di libertà ora è pronto per essere erogato a tutte le donne in difficoltà e vittime di violenza. Reddito di libertà, cos’è La misura che prevede un... The post Reddito di libertà, attivata la procedura per l’invio delle domande appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus idrico pronto, ma sito offline: le domande al via dal 2022
    Manca poco all’arrivo del Bonus idrico che permette di ricevere un rimborso di 1000 euro per chi sostituisce rubinetti di bagno e cucina. Ad oggi anche se sembra tutto pronto per l’avvio della nuova agevolazione,... The post Bonus idrico pronto, ma sito offline: le domande al via dal 2022 appeared first on Benessere Economico.
  • Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo
    Il futuro dell’economia, dovrà evolversi tenendo conto della missione che ormai accomuna tutti gli stati del mondo, la sostenibilità. Di fatto, per avvicinarsi verso un’economia circolare che riduca la produzione dei rifiuti, garantisca uno sviluppo... The post Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo appeared first on Benessere Economico.
  • Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi
    Dopo le difficoltà iniziali, il Bonus terme ha riscontrato un a grande affluenza, tanto da esaurire i fondi nel giro di poche ore. Un boom di adesioni che però ha lasciato milioni di italiani esclusi... The post Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi appeared first on Benessere Economico.
  • Ipotesi Easy tax per autonomi: un ponte tra aliquote troppo diverse tra loro
    All’interno del delicato tema sul fisco, tra le varie proposte spunta anche l’easy tax per autonomi. La proposta si inserisce nel tema dell’ampliamento della Flat Tax agli autonomi con ricavi tra 65 mila e 100... The post Ipotesi Easy tax per autonomi: un ponte tra aliquote troppo diverse tra loro appeared first on Benessere Economico.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

Categorie

di tendenza