Connect with us
Pubblicità

Società

Donna: dalla società di ieri all’immobilismo imposto dal Coronavirus

Pubblicato

-

Continuando le riflessioni sulla trasformazione della donna iniziate con l’articoloNon solo una mimosa per ricordare l’inesauribile forza delle donne” pubblicato l’8 Marzo scorso, si cercano ora di analizzare i cambiamenti sociali che hanno caratterizzato la posizione della donna all’interno del suo ambiente.

E’ indiscutibile che l’uomo e la donna abbiano avuto cambiamenti sociali, lavorativi e politici molto diversi nel tempo: si pensi ad esempio che la presenza delle donne, fino a meno di un secolo fa, era legata quasi esclusivamente al suo corpo e alla sua funzione rispetto al contesto familiare di appartenenza.

La donna era vista infatti come figlia, sorella, madre, moglie e non nella propria individualità con le sue caratteristiche personali e le sue inclinazioni.

Pubblicità
Pubblicità

Al massimo si parlava di una madre buona, di una bella moglie, di una nonna che sapeva cucinare o di una zia più o meno generosa.

Vigeva un sistema basato sull’onore che considerava la donna come  appartenente ad una famiglia, pertanto il suo disonore minava non tanto la sua persona, bensì l’integrità dell’intero gruppo familiare. Si pensi inoltre che le disposizioni del delitto d’onore sono state abrogate con la legge 442 del 1981, quindi solamente 39 anni fa.

Ma in che cosa consisteva il delitto d’onore?  – Si trattava di un delitto atto a salvaguardare una particolare forma di onore o reputazione rispetto ai rapporti sessuali, matrimoniali ed in genere familiari. L’onore costituiva un valore tale da tenerne conto in ambito penale, per cui venivano prese in considerazioni attenuanti all’omicidio di una donna e di chi avesse perpetrato insieme a lei condotte disonorevoli. La donna quindi aveva un valore decisamente inferiore a quello dell’onore di un uomo, il quale poteva essere giustificato nei suoi atti violenti e persino letali.

Negli ultimi quarant’anni ci sono stati molti cambiamenti che hanno portato le donne ad essere riconosciute come individui, portatori di diritti e di un ruolo diverso all’interno del contesto relazionale.

Negli anni ‘80 infatti nascono centri di studio, documentazione e ricerca sulla condizione femminile; si era arrivati al punto che la cultura del femminismo riusciva a condizionare molte discipline come la sociologia, la linguistica, la storia, l’antropologia, l’economia e la filosofia. 

La trasformazione del ruolo della donna si ha anche e soprattutto a livello familiare. Dagli anni ‘70 in poi si è registrato un vero crollo di nascite, scomparse quasi completamente la famiglia numerosa e i dati ISTAT relativi al 1981 rilevavano  che il 40% delle ragazze erano in possesso di diploma a differenza dei maschi che raggiugevano solo il 37%. Altro dato interessante è che il 5% delle donne (contro al 7% degli uomini) era in possesso di un diploma di laurea. Negli ottanta forse l’obiettivo delle persone in generale era studiare per un lavoro che desse una sicurezza economica e l’idea della carriera era ancora prerogativa di pochi. La donna dopo il lavoro si occupava ancora della famiglia e l’uomo iniziava a contribuire al menage familiare. 

Ma oggi che cosa accade? Che posizione ha ora la donna?  – Forse non lo sappiamo ancora: l’uomo e la donna stanno ancora cercando di comprendere come collaborare alla pari senza che l’uno prevarichi sull’altro. Certo è che la precarietà lavorativa è lo sfondo in cui si muovono le relazioni affettive sempre più labili, dalle quali poi nascono figli che non hanno punti di riferimento.

I genitori arrivano a casa sempre più tardi da lavori che non danno una prospettiva del futuro. La stanchezza e lo stress non permette di seguire i figli come si dovrebbe, o meglio come si vorrebbe.

Siamo talmente abituati a stare fuori casa, a non avere una vita regolare che di fronte all’emergenza del Coronavirus non riusciamo a reggere i giorni a casa imposti per la salvaguardia della salute nostra e in generale di tutti.

Anche i nostri figli, dopo i primi giorni senza la scuola, hanno cominciato ad annoiarsi talmente tanto da non riuscire a stare fermi e godere della propria famiglia.

L’immobilità che ci impone il COVID19, oltre a spaventare molte persone, disorienta, privandoci della nostra quotidianità ed invece in questo silenzio sociale e allo stesso tempo in questa chiusura all’interno della famiglia occorrerebbe utilizzare il tempo per vivere le nostre relazioni più intime, leggere di più, dedicarci a noi stessi e fare cose che la frenesia dei mesi passati e nella quale poi ritorneremo ci ha impedito e purtroppo, se non facciamo attenzione, ci impedirà ancora di goderne.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Covid, oltre 60.000 perdono il lavoro: lo Stato li assume per un importante progetto
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus con le misure preventive, indubbiamente necessarie al fine di contrastare la pandemia, hanno gravemente frenato i consumi mondiali, con pensanti ripercussioni sull’intero tessuto imprenditoriale. Tutto questo, ha portato inevitabili e devastanti conseguenze non solo per le abitudini sociali, ma anche e sopratutto per il settore produttivo ed economico. Nel mondo infatti, […]
  • Coronavirus: da nord a sud l’Italia ringrazia con vacanze gratis ai sanitari impegnati nella battaglia
    Nonostante l’emergenza sanitaria, lo abbia pesantemente logorato, esiste un pezzo del settore turistico italiano che vuole ringraziare tutti i medici, operatori sanitari e ausiliari che, durante questi mesi sono stati impegnati, spesso senza tregua per salvare le vite di moltissime persone affette da Coronavirus dedicando loro una splendida ed esclusiva vacanza gratuita. Infatti, in vista […]
  • Civita Bagnoregio: l’incredibile borgo sospeso sulla Valle dei Calanchi
    Tra il lago Bolsena e la Valle del Tevere, nel Comune di Bagnoregio in provincia di Viterbo, si estende un’ immensa area lunare che regala un paesaggio davvero particolare caratterizzato da una successione di rocce argillose in erosione per effetto degli agenti atmosferici detti “calanchi”. Quello dei calanchi è un ambiente decisamente unico che offre […]
  • La Vespa Samurai usata in agricoltura contro il “nemico”, la cimice asiatica
    Arrivata in Italia nel 2012, la cimice marmorata (Halyomorpha halys) detta anche cimice asiatica, è una specie invasiva aliena proveniente dalla Cina che, nel corso del 2015 dopo una rapida e capillare diffusione in quasi tutte le Regioni italiane, ha causato ingenti danni sopratutto alle produzioni ortofrutticole concentrandosi su meli, peri, peschi e ciliegi. A seguito […]
  • Australia in lockdown e senza turisti: i sub decidono di ripopolare la Grande Barriera Corallina
    Quando, a causa di un’emergenza sanitaria mondiale i turisti non ci sono, la natura risorge e ne approfitta per riappropriarsi degli spazi o, più incredibilmente concedere alla mano umana di rallentare il declino di alcune delle zone più belle del mondo. Si tratta della Grande barriera Corallina al largo delle coste australiane che, a causa […]
  • Arriva il caldo: è tempo di bevande e cibi detox in vista dell’estate
    Dopo due mesi di pizze, focacce e torte, è tempo di rimettersi in forma in vista dell’estate. Questo, non solo perché è “bello” essere in forma ed avere un bel fisico da sfoggiare, ma anche perché seguire un’alimentazione corretta ed uno stile di vita sano sono fondamentali per mantenere al meglio il nostro corpo e […]
  • Bonus vacanze 2020: i dettagli del bonus fino a 500 euro da spendere per le ferie italiane
    Mentre si iniziano a intravedere le prime aperture di stabilimenti balneari e spiagge, l’incognita vacanza è ancora viva su tutto il territorio italiano, insieme alle riaperture delle strutture ricettive, le limitazioni agli spostamenti tra Regioni e l’ormai noto bonus vacanze per le famiglie. Non è fatto nuovo che tra le ultimissime novità varate dal Governo […]
  • Ristrutturare casa a costo zero: Detrazioni fino al 110% grazie al nuovo Ecobonus
    In questo momento di grave crisi sociale ed economica causata dall’arrivo dell’emergenza sanitaria dovuta al Coronavirus, è stato più volte immaginato e sospettato un’eventuale e inevitabile shock per gli investimenti privati ma sopratutto per il settore dell’edilizia. Per questo motivo, il Governo italiano con il recente Decreto Rilancio varato 13 maggio 2020 ha messo sul […]
  • Cena in serra: da Amsterdam la soluzione originale, romantica e perfetta per cenare in sicurezza
    L’attuale emergenza sanitaria che sta coinvolgendo il mondo intero e la magica atmosfera di una cena romantica sono unite da un filo sottilissimo che passa dall’obbligo del distanziamento sociale, previsto per evitare il rischio di contagio da Covid – 19. In questo caso la misura è stata perfettamente reinventata e sfruttata per dedicare alle coppie […]

Categorie

di tendenza