Connect with us
Pubblicità

Trento

Caos documento di autocertificazione per la gli spostamenti: La polizia locale di Trento aggiunge una voce che non esiste sul modello originale

Pubblicato

-

Risulta quanto meno anomalo e del tutto discutibile la scelta operata dalla Dirigenza del Corpo della Polizia Locale Trento Monte Bondone di estendere la possibilità di movimento anche fuori dal Comune di appartenenza (con un’appendice che lascia molti spazi di interpretazione e di discrezionalità): – raggiungimento di località per lo svolgimento delle attività consentite.

Nel modulo originale, (a sinistra nella foto e scaricabile sul sito del comune) diffuso dal governo Conte dopo il decreto questo capoverso non esiste, perché  dunque estendere ulteriormente le attività normate di spostamento?

La foto del nuovo e creativo modulo è stata fotografata da un nostro lettore che è stato fermato ad un posto di blocco dalla polizia locale. 

Pubblicità
Pubblicità

Notata la differenza ha poi deciso di inviarlo al numero whatsApp della redazione (3922640625) chiedendo lumi per la differenza con il resto d’Italia.

Ora sorge spontaneo e doveroso interrogarsi in una drammatica situazione che coinvolge il Trentino, e in cui vengono chiesti a tutti gli italiani, alle categorie lavorative tutte dagli esercenti pubblici ai titolari semplici di Partita Iva sacrifici enormi anche e soprattutto in termini economici, sul perché la polizia Locale di Trento non si sia adeguata al decreto.

L’interrogativo trova le sue buone ragioni anche  in considerazione del principio irrinunciabile alla difesa e salvaguardia della tutela della salute che parte dalle semplici prassi di buon senso ma laddove questo, come vediamo manchi sempre più e non sia vendibile in “pillole”, occorre che siano le Autorità preposte alla vigilanza e sorveglianza del territorio, per le competenze per cui sono titolate.

Pubblicità
Pubblicità

Come si vede nel documento alla destra spunta una nuova voce esclusiva unica in tutta l’Italia: «raggiungimento delle località per attività consentite».

Che significa? Significa che se qualche cittadino di Trento vuole andare a sciare in Bondone o in Paganella lo può fare tranquillamente facendo anche ritorno a casa la sera. 

E forse le parole pronunciate ieri dal governatore in conferenza stampa suonano ora profetiche alla luce dei fatti. «Non si può andare nemmeno in Bondone a farsi un giro con la macchina» – ha detto ieri Fugatti

La segnalazione è arrivata anche a Gabriella Maffioletti che su questo strano caso di «contraffazione» da parte della Polizia Locale è subito intervenuta.

L’ideatore di questa «genialata» pare sia stato il responsabile servizio esterno dell’unità operativa complessa. Reparto controllo del territorio e prossimità che ha così smentito il decreto emesso dallo Stato e dalla Provincia autonoma di Trento che lo ha recepito.

«In questa fase di emergenza sanitaria dichiarata servono Vademecum chiari e precisi – osserva Gabriella Maffioletti (foto)- non ci debbono assolutamente essere spazi di interpretazione ma misure ferree e “pugno duro” da parte degli Organismi territoriali preposti al presidio territoriale perché l’Organizzazione mondiale della Sanità ha ufficialmente dichiarato che siamo in “pandemia”! E che gli spazi interpretativi vengano predisposti addirittura dall’Organismo principe per la vigilanza ed il controllo tanto asfissiante per le categorie economiche spesso (vedi controlli per ticket parcheggi piuttosto che controlli mirati a certi esercizi pubblici) e non lo sia in tali frangenti sinceramente non è accettabile!»

Il vice coordinatore provinciale di Forza Italia si chiede quale motivo abbia spinto il Dirigente dei servizi  territoriali esterni del Corpo della Polizia municipale a predisporre tale modulo, e con quale chiave di lettura leggerlo? A chi doveva servire quell’appendice molto foriera di fantasie interpretative? – si chiede ancora Maffioletti

«Che ne pensa l’attuale sindaco Alessandro Andreatta che come primo cittadino e responsabile primario della tutela della salute pubblica di questo caso specifico? Come lo giustifica? Oltretutto se possa essere ritenuto corretto ai fini stessi del rispetto del DPCM 9 marzo 2020 a firma del Presidente del Consiglio che  valeva per tutto il territorio nazionale e che già contemplava tutte gli spostamenti dal proprio domicilio ai luoghi di destinazione in maniera precisa e puntuale» – aggiunge ancora Gabriella Maffioletti che conclude:  «Questi gli interrogativi che pongo come forza politica che rappresenta le disfunzioni in materia di gestione amministrativa pubblica e ne reclama una uniformità di intenti e di rispetto sostanziale verso le disposizioni di Organismi superiori ! Colgo l’occasione invece per  esprimere vera solidarietà ed umana comprensione verso lo sforzo eccezionale e sovra umano richiesto in tali situazioni al personale medico e paramedico, agli Operatori sanitari delle RSA, a quelli delle strutture di accoglienza specifiche  atte a dare assistenza e servizi domiciliari agli anziani ed ai portatori di handicap che operano in situazioni di totale confusione, di sovraesposizione, di pesanti carichi lavorativi   in mancanza spesso sia della  dotazione organica che  di dotazione spesso di dispositivi di protezione individuale, cosa questa che  espone il lavoratore/lavoratrice a forti rischi personali e compromettendo conseguentemente  gli standard di propagazione del Covid-19. Il compito della politica in questo momento è quello di contribuire a mantenere il territorio presidiato e noi anche dai nostri avamposti lo possiamo fare se lo vogliamo  mi pare evidente».

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Vado a vivere in un faro!
    Quante volte, leggendo Virginia Woolf o Jules Verne, avete fantasticato su come potrebbe essere vivere in un faro con la sola compagnia del vento e del mare? I fari, nell’immaginario collettivo, sono luoghi straordinari al confine fra mito e realtà, unico baluardo di salvezza per i navigatori durante le notti di tempesta. In realtà, senza […]
  • Hotel e Ristorante Villa Madruzzo: dove ricaricare le batterie a pochi chilometri da Trento
    A quattro chilometri dal centro di Trento si trova uno degli hotel più gettonati del momento: Villa Mandruzzo. Complici anche il ristorante e la meravigliosa area benessere, Villa Mandruzzo è presto diventato uno degli hotel più raccomandati tra coloro che vogliono venire a Trento per godersi alcuni giorni di meritato relax o anche solo per […]
  • Viaggio in Grecia, scegli il fascino mistico di Rodi
    La Grecia è uno di quei luoghi da sogno che tutti dovremmo visitare almeno una volta nella vita. Uno di quei paradisi terrestri neanche troppo lontani dall’Italia che con la sua storia, la sua cultura, il paesaggio naturale, incanta tutti, senza distinzione. Dalle città che hanno fatto la storia come la capitale Atene, simbolo dei […]
  • HP Reinvent: arrivano i nuovi PC per lo smart working
    Grandi novità in arrivo da parte di HP, azienda leader nel settore tecnologico. Durante l’attesissimo evento HP Reinvent dedicato ai propri partner, l’azienda ha lanciato nuovi Pc destinati allo smart working. Ma non solo: l’evento è stato utile per svelare tanti nuovi dispositivi e soluzioni per aiutare le aziende ed i professionisti a migliorare la […]
  • Abbigliamento casual uomo, tutte le dritte per non sbagliare
    Tutti pazzi per l’abbigliamento casual che non è solo comodo ma è anche fashion. Non bisogna confondere, infatti, che casual non è il sinonimo di trasandato e di un abbigliamento approssimativo. Non c’è pensiero più sbagliato perché oggi indossare abiti casual vuol dire vestirsi alla moda, in chiave moderna e innovativa, con uno stile senza […]
  • Isola in Irlanda cerca custodi: l’occasione per cambiare stile di vita per sei mesi
    La meta ideale per chi vuole entrare a contatto con la natura più incontaminata, allontanarsi dai ritmi frenetici della città, godendosi contemporaneamente un’esperienza di vita unica, si trova a Great Blasket Island, al largo della costa irlandese, dove è stata data l’opportunità attraverso un annuncio di lavoro, di cambiare stile di vita per sei mesi. […]
  • Illuminazione stradale accesa dal vento delle auto con l’innovativa di Turbine Light
    Con l’aumento di strade, autostrade e di reti viarie che necessitano di essere illuminate l’intera giornata, il fabbisogno energetico risulta essere in continuo aumento, costringendo a cercare diverse alternative per soddisfare e integrare le mutevoli esigenze di mercato. Uno dei problemi principali nel coprire la gestione territoriale urbana di reti periferiche e di grandi autostrade, […]
  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]
  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]

Categorie

di tendenza