Connect with us
Pubblicità

Socialmente

Coronavirus: lo strano caso dei servizi diurni di Anffas

Pubblicato

-

Con la circolare U20/412 di ieri (link al documento), relativa alle misure di prevenzione per evitare la diffusione del coronavirus sul territorio provinciale, l’Anffas Trentino Onlus ha deciso in via precauzionale di sospendere molti degli utilissimi servizi che da anni rende in maniera professionale alle famiglie ed alle persone con disabilità.

Ciò che, a nostro parere, stride con il nuovo DPCM del 09/03/20, conosciuto anche come decreto #Iorestoacasa è che, al momento, siano rimasti attivi i servizi diurni (CSE – centri socioeducativi, CSO – centri sociooccupazionali ed il progetto Per.la – per lavorare) mentre comprendiamo che i servizi residenziali (Comunità alloggio e Nuova Casa Serena), per la loro peculiarità, non possano essere sospesi.

L’Anffas Trentino Onlus è probabilmente la punta di diamante dell’Anffas nazionale e da oltre 50 anni si prende cura delle persone disabili, in particolar modo di quelle con ritardo mentale, e delle loro famiglie sul territorio provinciale offrendo sevizi di riconosciuto ed indiscusso valore.

Pubblicità
Pubblicità

Le nostre osservazioni, che crediamo possano essere ritenute costruttive, si fondano sul fatto che a causa dell’emergenza coronavirus sono state sospese tutte le attività scolastiche e quelle terapeutiche, a titolo precauzionale, su tutto il territorio nazionale.

Pertanto, in osservanza al “coprifuoco sanitario” chiesto dal Governo, dopo che un’intera famiglia è ormai chiusa nel proprio appartamento: i genitori telelavorano da casa, i figli studiano da casa e si esce (un solo genitore) solamente per fare la spesa o andare in farmacia, ci sembra inopportuno rompere questa catena anti-contagio, esponendo un membro della famiglia, quello più debole con disabilità, alla frequentazione di una comunità.

È noto che Anffas per le persone che frequentano i servizi diurni, in quest’emergenza, cerca di ridurre al minimo le occasioni di contagio, confinando, ad esempio, le attività degli ospiti all’interno dei propri centri, eliminando i contatti con le persone e/o gli ambienti esterni (attività, pranzo, ecc.), cambiando frequentemente l’aria nei locali, tenendo a distanza di sicurezza gli ospiti tra loro e facendogli lavare frequentemente le mani, però rimane sempre il rischio che il contagio possa avvenire tra gli stessi ospiti dei centri diurni, perché la sera queste persone rientrano nelle proprie famiglie e chi può garantire che le stesse famiglie non abbiano avuto rapporti con terzi e contratto il virus? Ciò vale anche per gli stessi operatori dei centri e per gli autisti del consorzio che, mattina e pomeriggio, accompagnano gli utenti dei servizi diurni nel tragitto casa-centro e viceversa.

Dal sito del Ministero della Salute nella sezione FAQ dedicate alle misure per le persone con disabilità previste dal decreto #Iorestoacasa leggiamo: In caso di chiusura dei centri diurni per disabili, sono garantite le prestazioni sanitarie fondamentali?

Sì. Le regioni e le province autonome hanno facoltà di istituire unità speciali atte a garantire l’erogazione di prestazioni sanitarie e sociosanitarie a domicilio in favore di persone con disabilità che presentino condizione di fragilità o comorbilità tali da renderle soggette a rischio nella frequentazione dei centri diurni per persone con disabilità.

Ci chiediamo, dunque, se non sia il caso di ridurre le occasioni di contagio con una sospensione temporanea delle attività dei centri diurni e magari con la sostituzione, sempre temporanea, di un eventuale servizio domiciliare, dove almeno il rapporto è di 1:1 (paziente, operatore).

Ci rendiamo conto che la sospensione di un servizio socioeducativo o sociooccupazionale possa costituire un trauma per una persona autistica o down, trauma indotto dall’interruzione di una routine rassicurante e che la noia di rimanere a casa, senza attività e contatti sociali, possa determinare apatia, regressione o anche nervosismo, però qui bisogna capire se vale la pena correre il rischio oppure fermarsi, un paio di settimane, e fermare il contagio nazionale evitando di sovraccaricare i reparti di rianimazione degli ospedali, già sottodimensionati per affrontare l’emergenza coronavirus e provati dai numerosi ricoveri già in atto.

Alle Comunità di Valle, sembra dalla circolare Anffas, spetti l’ultima parola. Speriamo decidano presto.

A cura di Mario Amendola

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE!
    Le soluzione di YWN – la rete nazionale delle imprese Il mondo del lavoro è oggi tormentato da una miriade di problemi ulteriormente aggravati dalla pandemia che ci accompagna ormai da quasi due anni. La... The post RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE! appeared first on Benessere Economico.
  • IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA
    La motivazione del personale strategia centrale nel business plan della ripresa. Condividere sorrisi, esperienze, riflessioni per consolidare lo spirito di squadra e la voglia di normalità negli ambienti di lavoro diventa oggi la leva principale... The post IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA appeared first on Benessere Economico.
  • Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti
    Dal 1 ottobre, come annunciato, sono scattati gli aumenti in bolletta per gas ed elettricità rispettivamente del 14,4% e del 29,8% per la famiglia tipo. Per contenere l’emergenza, il Governo ha stanziato oltre 3 miliardi... The post Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti appeared first on Benessere Economico.
  • Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero
    Il Ministero ha pubblicato le linee guida per accedere ai ristori riservati agli operatori del turismo. L’obiettivo del Ministero è quello di informare i potenziali beneficiari al fine di produrre la documentazione necessaria per fare... The post Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero appeared first on Benessere […]
  • Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto
    Da pochi giorni è stato firmato il decreto per sbloccare gli aiuti del Fondo impresa donna. Fondo impresa donna, cos’è Il decreto firmato dal Mise, rende completamente operativo il Fondo Impresa Donna che sblocca una... The post Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto appeared […]
  • Le mance dovrebbero essere tassate, la sentenza della Cassazione
    Una recente sentenza della Cassazione cambia in una parte dei redditi dei lavoratori dipendenti, inserendo la possibilità di tassare le mance. Perchè le mance si possono tassare Infatti, secondo la sentenza 26512, il pagamento delle... The post Le mance dovrebbero essere tassate, la sentenza della Cassazione appeared first on Benessere Economico.
  • Appartamenti moderni fatti in tubi di cemento, Hong Kong trova la soluzione per la crisi immobiliare
    L’improvviso aumento della popolazione, ha portato Hong Kong ad attraversare una crisi immobiliare dettata proprio dalla crescita della domanda di alloggi. Di conseguenza, con i prezzi immobiliari alle stelle e i sempre più scarsi spazi disponibili, l’architetto James Law ha trovato una soluzione davvero innovativa per risolvere il problema della carenza di appartamenti. L’architetto ha […]
  • Verso una caricabatterie universale per tutti i dispositivi mobili, la proposta dell’UE
    Da una proposta presentata dalla Commissione Europea, spunta la possibilità di un carica batterie universale e utilizzabile per qualsiasi dispositivo mobile. Con l’obiettivo di ridurre i rifiuti, la proposta punta quindi ad armonizzare i cavi di ricarica su una serie di dispositivi elettronici venduti nell’Unione Europea. In particolare, è stato proposto di puntare sull’utilizzo del […]
  • In Cile, il meraviglioso hotel interamente ecologico costruito con container ricilati
    Negli ultimi anni, il mondo dei viaggi tende sempre di più verso la sostenibilità e il rispetto per l’ambiente tanto che la ricerca di spostamenti meno inquinanti, i cottage o le casette in legno immerse nella natura, sono diventate una vera e propria tendenza. La ricerca di alloggi in strutture sempre più originali è in […]
  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]

Categorie

di tendenza