Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Coronavirus in Italia, 9.172 casi e 463 morti. Ospedali al collasso

Pubblicato

-

In Italia, dall’inizio dell’epidemia di Coronavirus, 9.172 persone hanno contratto il virus Sars-CoV-2, 1.897 in più rispetto a domenica.

Di queste, 463 sono decedute, 97 solo oggi, 724 sono guarite (+102). Attualmente i soggetti positivi sono 7.985 (il conto sale a 9.172 — come detto sopra — se nel computo ci sono anche i morti e i guariti): 1.598 in più rispetto a ieri.

I pazienti ricoverati con sintomi sono 4.316 (+759); 733 sono in terapia intensiva (+83), mentre 2.936 sono in isolamento domiciliare fiduciario (+756).

Pubblicità
Pubblicità

Scrive l’ISS che l’età media dei pazienti deceduti è 81 anni: e che ci sono 20 anni di differenza tra l’età media dei deceduti e quella dei pazienti positivi al virus. La maggior parte dei decessi — 42.2% — si è avuta nella fascia di età tra 80 e 89 anni; il 32.4% dei decessi erano tra 70 e 79; l’8.4% erano tra 60 e 69; il 2.8% tra 50 e 59 e il 14.1% sopra i 90 anni. Le donne decedute dopo aver contratto il virus hanno un’età più alta degli uomini. L’età mediana per le donne è 83.4, l’età mediana per gli uomini è 79.9.

I pazienti morti dopo esser risultati positivi al Coronavirus sono in maggioranza uomini.

In più di due terzi dei casi i morti con il Coronavirus avevano tre o più patologie preesistenti: il numero medio di patologie osservate è di 3.4. Con maggior precisione: il 15.5% del campione non presentava patologie, o ne aveva una soltanto; il 18.3% ne presentava 2; il 67.2% ne presentava 3 o più patologie.

Pubblicità
Pubblicità

L’ipertensione era presente nel 74,6% del campione, seguita dalla cardiopatia ischemica (70,4%) e dal diabete mellito (33,8%).

Intanto la Spagna ha deciso di chiudere per due settimane le scuole nella regione di Madrid dopo che solo ieri i contagi si sono raddoppiati superando quota mille.

Come reso noto dalle autorità locali, una persona è morta nell’area di Heinsberg, in Nord-Reno Vestfalia, dove si registra il maggior focolaio di Covid-19 del Paese. Un ulteriore decesso si registra a Essen. La conferma arriva dal ministero alla Sanità del Land centro-occidentale tedesco, ma non sono al momento disponibili ulteriori dettagli.

Sono 27 le carceri in rivolta in Italia, 50 i feriti e 7 i morti. Ammontano a milioni di euro i danni causati dalle diverse rivolte che nelle ultime ore si sono scatenate  con il pretesto delle restrizioni ai colloqui con i parenti imposte per l’emergenza Coronavirus e la fobia da contagio.

«Ora che il coronavirus ha messo una base in così tanti Paesi, la minaccia di una pandemia è diventata molto reale. Ma sarebbe la prima pandemia nella storia che potrebbe essere controllata. La linea di fondo è: non siamo in balia di questo virus». Lo ha detto il direttore generale dell’Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus in conferenza stampa a Ginevra. Il direttore dell’Oms ha aggiunto: «Dei circa 80.000 contagiati in Cina, oltre il 70% sono guariti e sono stati dimessi». <

Gli ospedali della Lombardia sono al collasso e sono costretti a creare terapie intensive in corridoio, nelle sale operatorie, nelle stanze di risveglio.

Sono stati sventrati interi reparti d’ospedale per fare posto ai malati gravi. Una delle Sanità migliori del mondo, quella lombarda, è a un passo dal collasso.

Il quadro è di gravità tale da richiedere un aumento dei posti in rianimazione fino a dieci volte l’attuale disponibilità.

Il numero di ricoverati in ospedale previsto alla data del 26 marzo è di 18 mila malati lombardi, dei quali un numero compreso tra 2.700 e 3.200 richiederà il ricovero in terapia intensiva.

Oggi ci sono già oltre mille pazienti tra quelli in rianimazione e quelli che rischiano di aggravarsi da un minuto all’altro.

L’attuale sovraffollamento negli ospedali è dannoso non solo per la carenza di posti per i potenziali nuovi malati di COVID-19, ma anche per chi potrebbe aver bisogno di un ricovero per altre ragioni.

I reparti di terapia intensiva sono pieni e i medici sono sovraccarichi di lavoro e logorati dal dover lavorare con pesanti e scomode protezioni addosso. I problemi ci sono per esempio sulle attività delle ambulanze. Finora, ha detto Pesenti, in Lombardia le ambulanze sono sempre arrivate nel giro di 8 minuti dalla chiamata, ma con le maggiori richieste di questi giorni «rischiano di non arrivare entro un’ora».

È una situazione particolarmente pericolosa per molti, per esempio per chi dovesse avere un infarto. In taluni casi i medici devono scegliere anche a chi dare i pochi respiratori rimasti. Il Premier Conte ha organizzato fra pochi minuti una conferenza stampa: potrebbe dare la notizia che l’Italia diventerà tutta zona rossa.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]
  • “ Kalabria Coast to Coast”: un cammino di 55 km per vivere la vera essenza della Calabria
    La Calabria è la regione dove mare e montagna sono così vicini da poter essere vissuti nella stessa giornata: caratteristica unica e particolare che ha spinto la nascita di “Kalabria Coast to Coast”, un percorso naturalistico di 55 km da assaporare a passo lento tra filari di vite, distese di ulivi, boschi e piccoli caratteristici […]
  • Treni con cupole in vetro: l’esperienza di lusso per diventare i veri protagonisti del viaggio
    Se è vero che l’aereo rimane il mezzo di trasporto preferito da chi deve fare viaggi lunghi, è altrettanto evidente che i viaggiatori hanno riscoperto i numerosi vantaggi del trasporto su rotaia. Entrando nel cuore di ogni città, costeggiando i litorali e attraversando vallate e montagne, il treno ha la capacità di resuscitare il vero […]

Categorie

di tendenza