Connect with us
Pubblicità

Mamma & Donna

Coronavirus: fuggi fuggi dai bordelli cinesi

Pubblicato

-


Con la scusa del Coronavirus ti toccherà restare a casa e fare sesso con il tuo partner“.

E’ solo una delle tante frasi scherzose che si leggono in questi giorni sui vari social. Un argomento che punta il dito solitamente verso l’uomo traditore o bisognoso di avventure sessuali atte a rallegrare l’abbondanza di testosterone ma che in realtà, e sempre più spesso, punta anche verso le donne.

Molte infatti passano fasi della vita in cui non cercano una relazione seria e stabile ma solo del sano buon sesso.

Pubblicità
Pubblicità

Sul tradimento e sul bisogno di sfogare le proprie pulsioni sessuali senza una relazione fissa, ci studiano moltissimi psicologi. Anche se alla fine tutto si basa sul fatto che siamo esseri umani con derivazione animale e per questo non monogami per natura. E disposti anche a pagare per soddisfarci, se necessario.

Non c’è quindi da meravigliarsi se il proprio compagno o la propria compagna non ci fanno vedere il telefonino!

Le App dedicate alle chat erotiche e all’incontro di persone nelle vicinanze vogliose di incontri intimi e segreti sono ormai centinaia. Il web abbonda di persone che nella realtà sono sposate mentre risultano vedove sui social.

Pubblicità
Pubblicità

Forse è per questo che lì, dove fino a un paio di giorni fa c’era un panificio, adesso  sorge un centro massaggi cinese dal look ambiguo che con la sua insegna illumina la strada buia la sera.

Locali che prolificano come funghi, sempre aperti, eppure non si vede mai entrare nessuno. Quasi non si capisce perchè i dati indicano questi posti come una delle poche attività commerciali in forte espansione.

Probabilmente la richiesta è alta.

Eppure, a quanto si legge, i cinesi vedono il sesso come un tabù: ne fanno poco dopo il matrimonio, al quale arrivano ancora vergini, non ne parlano quasi mai e, a quanto viene raccontato, evitano di baciare il proprio compagno in pubblico.

Certo, è così. Ma vale forse per le vecchie generazioni! Quelle nuove sono più libertine e sono molto più inclini ad incontrare stranieri piuttosto che i propri connazionali. Una questione di misure? Beh, anche.

Sembra però che il problema principale sia che i maschi cinesi non sanno come far eccitare una donna, a causa della poca comunicazione e delle scarse indicazioni ricevute mentre le femmine, al contrario, sono brave a soddisfare chi hanno di fronte.

Ma nei centri massaggio non ci vanno solo i maschi!

Uomini poco abili, zero voglia di impegnarsi, perdita di fiducia nell’amore, poco tempo da dedicare ad un partner e mille altre scuse sono il motivo per cui i centri massaggi hanno ampliato la clientela anche alle donne vogliose di qualche attenzione in più, offrendo uomini in grado di trattamenti (che vanno ben oltre l’effetto sciogli tensioni) non previsti ufficialmente dal menu del negozio ma pagati a parte e decisi attraverso parole allusive, direttamente sul lettino.

Detto ciò, ai maschi e alle femmine bisognosi di eros, che già impazzivano per nascondere le prove ai rispettivi partner o alle amiche curiose senza farsi scoprire, che già dovevano minimizzare il piacere con un profilattico per proteggersi dal virus dell’Aids, l’arrivo del  Covid-19 non ci voleva proprio.

Stessa cosa vale per queste “case chiuse non legalizzate” dove accedi ad un trattamento speciale attraverso una parola d’ordine, con una media di tre lavoratrici che “massaggiano” dalle 10 alle 23 tutti i giorni della settimana, domeniche e festivi compresi, il virus del 2020 è un problema enorme.

Di colpo le richieste nei centri massaggio sono iniziate a cambiare: in prima battuta veniva richiesto di indossare la mascherina durante il “massaggio colpo a colpo“.

Un fuggi fuggi sfrenato: sempre più spaventati, gli afecionados dell’eros hanno iniziato a disertare i locali lasciando i massaggiatori a bocca asciutta con il destino di chiuderla per sempre.

Ebbene sì. La psicosi da coronavirus ha varcato le porte dei centri di massaggi orientali e per convincere i clienti, anche quelli più affezionati, a continuare la frequentazione non basta più leggere un “Free virus, no virus o paghi una e prendi due”.

E così, anche questa parte di mercato, gestito principalmente da giovani cinesi rimane bloccata di fronte al Covid-19 che ha fatto allontanare anche i più abitudinari.

Hanno tutti una gran paura del contagio. Speriamo che questo brutto periodo passi presto” ha detto una massaggiatrice cinese. Stesso pensiero del suo cliente, costretto anche oggi a fingere l’ennesimo mal di testa mentre chatta con l’amica virtuale conosciuta su Facebook.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Illuminazione stradale accesa dal vento delle auto con l’innovativa di Turbine Light
    Con l’aumento di strade, autostrade e di reti viarie che necessitano di essere illuminate l’intera giornata, il fabbisogno energetico risulta essere in continuo aumento, costringendo a cercare diverse alternative per soddisfare e integrare le mutevoli esigenze di mercato. Uno dei problemi principali nel coprire la gestione territoriale urbana di reti periferiche e di grandi autostrade, […]
  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]
  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]

Categorie

di tendenza