Connect with us
Pubblicità

Trento

Top Center, i commercianti in coro: «Situazione drammatica, il centro è deserto»

Pubblicato

-

In un momento dove tutto il mondo vive una crisi spaventosa per l‘epidemia CoronaVirus ad essere maggiormente penalizzati sono i settori del turismo e del commercio.

Ma c’è chi non si perde d’animo e tenta di battere la crisi con l’ironia e la creatività.

È il caso del negozio Tennispro ubicato al centro commerciale del Top Center che ha messo in vetrina dei manichini muniti di mascherine.

Pubblicità
Pubblicità

Sulla vetrina la scritta ironica: «Non avvicinatevi ai manichini» (foto titolo)

Al telefono il titolare Daniel Cagol esordisce subito:«Confermo, top center deserto, forse anche per colpa della mia vetrina»

Daniele gestisce il negozio di tennis e spiega subito che, «L’ho fatto solo per sdrammatizzare e regalare un sorriso a chi ci passa davanti» 

«Per il momento – aggiunge – ho lavorato abbastanza bene sia la settimana scorsa che questa. Forse perché sono un negozio specializzato o forse perché mi sta andando di fortuna, vediamo come prosegue.  Però ho fatto un giro per il centro commerciale e in effetti era vuoto. Questo mi è stato confermato anche dagli altri negozianti. Io forse mi salvo perché il mio negozio è piccolo, lavoro da solo e pago solo 800 euro mensili di affitto, quindi mi bastano 8 persone in tutto il giorno che spendono in media 100 euro a testa per essere soddisfatto».

Nel nostro articolo di ieri abbiamo pubblicato alcune foto che testimoniavano che il Top Center, come tutti gli altri centri commerciali di Trento, era vuoto.

Alcuni dei soliti «fenomeni» dei social hanno smentito questo. Ma quanto scritto è stato confermato anche da moltissimi commercianti del centro commerciale che ci hanno telefonato per dire che le foto erano vere e che la frequenza al top center è ormai pari a zero.

«Ieri in tutto il pomeriggio abbiamo incassato 100 euro, una situazione ormai di vera emergenza. Io sto pensando di chiudere perché non riesco a pagare nemmeno più la mia dipendente» – Afferma Barbara la titolare del bar al primo piano che poi conferma che «tutto quello che hanno scritto sui social sotto il vostro articolo sono solo invenzioni. Qui il centro era vuoto ieri e oggi è ancora peggio. Stiamo affrontando l’emergenza da quasi 3 settimane.» 

«Quello che hanno detto sui social è una balla, il parcheggio è pieno ma i negozi vuoti – spiega Paolo il titolare del negozio di abbigliamento Belli&Monelli – ormai siamo rassegnati da due settimane. Il centro è vuoto, questa è la verità.

Uguale l’interpretazione anche di Antonio Menegatti storico commerciante del negozio di abbigliamento «Inferno» del primo piano che però lancia anche delle proposte ma invita tutti a non prendere sotto gamba questa epidemia. «Il centro è deserto, abbiamo perso l’80 % del fatturato. Chi dice che il centro lavora ha seri problemi e deve andare dall’oculista. Noi siamo qui tutto il giorno e la sera facciamo cassa, tutto il resto sono solo chiacchiere al vento di persone che parlano a vanvera. Stiamo soffrendo per la terza settimana e sappiamo che il peggio deve ancora arrivare».

«Il governo – aggiunge Menegatti –  deve fare un decreto urgente per aiutare i titolari degli immobili a superare il disastro commerciale in arrivo perché a breve nessuno riuscirà a pagare più gli affitti. Oggi 2 aziende su 3 sono in sofferenza e noi piccoli commercianti siamo la fascia maggiormente a rischio. È necessario calmierare gli affitti e tenersi la mano sul cuore perché ormai nessuno è esente da questa terribile crisi e chi si permette di mettere in dubbio il crollo dei nostri fatturati dovrebbe essere denunciato per omissione di allarme».

Antonio Menegatti che è in affitto con il suo negozio al Top Center è anche proprietario di molti immobili in altri centri commerciali del nord est.

A questo proposito è piuttosto esaustiva la lettera (pubblicata in fondo all’articolo) ricevuta da un gruppo imprenditoriale europeo molto importante che chiede appunto ci abbassare l’affitto vista l’emergenza Virus.

«Non ho mai visto una situazione del genere  in 40 anni di attività, per noi è come fosse la guerra che hanno combattuto i nostri nonni. Ma ora ci troviamo impreparati, soli e disperati ad affrontare una cosa che fino a 3 settimane fa nessuno pensava nemmeno esistesse. A parer mio  – continua Menegatti – bisogna fare delle scelte drastiche e chiudere tutto per 45 giorni facendo appello alla responsabilità dei cittadini trentini». 

«È come fosse una guerra nucleare  – conclude Menegatti – è necessario fare una moratoria sui debiti, perché in mancanza di flussi economici finanziari non possiamo andare avanti per molto. È necessario un grande senso di responsabilità da parte di tutti, come ha detto il Capo dello Stato ieri. Siamo troppo abituati al benessere e alla prosperità, ma ora bisogna agire con fermezza e coraggio per evitare una vera e propria pandemia.» 

Menegatti ha avuto anche un plauso per i molti negozi e ristoranti che a Trento hanno chiuso, «A loro faccio i complimenti, non hanno voluto mettere a rischio i loro clienti e loro stessi»

Sotto la gallery delle foto scattate oggi all’interno del Top Center in orari diversi e con tutti i negozi aperti. Le foto ci sono state inviate dai negozianti del centro commerciale.

 

Pubblicità
Pubblicità

  • PubblicitàPubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Coronavirus: un team di giovani donne progetta ventilatori polmonari con ricambi di automobili
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus ha colpito anche angoli di mondo già molto fragili come L’Afghanistan, Paese precedentemente dilaniato da decenni da guerre e dittature che, dopo l’arrivo del Coronavirus rischia di mettere definitivamente in ginocchio il fragile sistema sanitario. Nonostante il Governo di Kabul abbia adottato i più noti sistemi prevenzione, come il distanziamento sociale […]
  • Beer SPA, una tappa imperdibile nella splendida Praga
    Ti piacciono la birra e le belle città d’Europa? Allora una tappa alla Beer SPA delle capitale Ceca è d’obbligo. Aperta nel 2013, la Original Beer SPA, negli anni, ha riscosso un grande successo soprattutto tra coloro che amano il connubio tra belle città, relax e attrazioni peculiari o comunque diverse dal solito. Ma cos’è […]
  • Covid19: L’isola di Cipro paga le vacanze ai turisti contagiati e ai loro famigliari
    Nonostante Cipro abbia avuto poco meno di 1.000 casi di contagi e 17 vittime da Coronavirus, non vuole rinunciare all’attesissimo nonché molto importante traffico turistico estivo dando così il benvenuto a qualsiasi viaggiatore. A differenza di altri Stati, Cipro si sta infatti attrezzando per non ostacolare gli arrivi nei luoghi di villeggiatura sull’isola mediterranea attraverso […]
  • Giappone propone vacanze quasi gratis per rilanciare il turismo
    Negli ultimi mesi, il Giappone come tutti gli altri Stati del mondo, ha subito un forte rallentamento dal punto di vista turistico a causa dell’emergenza sanitaria da Covid – 19, arrivando ad un calo del 99.9% del turismo locale con neanche 3 mila arrivi durante il mese di aprile. Inoltre, considerando che il 2020 avrebbe […]
  • Coronavirus: distributori automatici di mascherine gratuite
    Nel periodo in cui la massima attenzione all’igiene e al distanziamento sociale sono la priorità principale per ogni Governo del mondo, la città di Singapore in stato di lockdown fino a giugno, ha deciso di contenere la diffusione da Covid – 19, garantendo a tutti i cittadini mascherine gratuite attraverso particolari distributori automatici. La caratteristica […]
  • NASA, progetta il sistema per prevedere alluvioni e siccità fino a 60 giorni prima
    Vista dallo spazio la Terra appare come un Pianeta Blu grazie alle grandi distese di acqua in continuo movimento che ricoprono il 70% dell’intera superficie. Da quando evapora, fino a quando cade pioggia alimentando le falde acquifere, l’intero ciclo dell’acqua dolce è così importante da essere al centro di alcuni programmi di ricerca internazionali volti […]
  • Borghi italiani dimenticati: incentivi, bonus e aste a partire da 1 euro per ripopolarli
    Da nord a sud l’Italia intera è costellata di Borghi che conservano, identità, mestieri e saperi di un patrimonio immateriale e materiale di una storia unica al mondo certificata dall’Unesco. Alcuni di questi, vengono chiamati “comuni a rischio scomparsa” a causa delle loro ridottissime dimensioni, eppure fanno parte del patrimonio storico e artistico italiano, rappresentando […]
  • Covid, oltre 60.000 perdono il lavoro: lo Stato li assume per un importante progetto
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus con le misure preventive, indubbiamente necessarie al fine di contrastare la pandemia, hanno gravemente frenato i consumi mondiali, con pensanti ripercussioni sull’intero tessuto imprenditoriale. Tutto questo, ha portato inevitabili e devastanti conseguenze non solo per le abitudini sociali, ma anche e sopratutto per il settore produttivo ed economico. Nel mondo infatti, […]
  • Coronavirus: da nord a sud l’Italia ringrazia con vacanze gratis ai sanitari impegnati nella battaglia
    Nonostante l’emergenza sanitaria, lo abbia pesantemente logorato, esiste un pezzo del settore turistico italiano che vuole ringraziare tutti i medici, operatori sanitari e ausiliari che, durante questi mesi sono stati impegnati, spesso senza tregua per salvare le vite di moltissime persone affette da Coronavirus dedicando loro una splendida ed esclusiva vacanza gratuita. Infatti, in vista […]

Categorie

di tendenza